Google+

La Finestra di Stefania

L'enogastrogiardiniera

Mar 6

Magnolia Grandiflora & Magnolia Soulangeana: alberi che profumano di esotico

Cominciano già a spuntare i fiori di alcune varietà di magnolia, belli e spumeggianti, annunciano l’arrivo della primavera. Gli alberi di magnolia sono bellissimi e imponenti, quasi aristocratici con il loro portamento eretto e il fogliame lucido. Si dividono in alberi sempreverdi e arbusti a fogli caduca.

MAGNOLIA A FOGLIA CADUCA

Sono belle , perchè ai primi tepori, sui rami appena nudi, coi loro fiori, danno vita ad uno degli spettacoli più affascinanti che esistono in natura.

La più particolare è la “Stellata” hacon fiori bianchi profumati a forma di stella o di margheritona, a Firenze ce ne è una bellissima in Via Pistoiese. La “Ricki“, ha le gemme rosa porpora che si aprono in calici, la “Soulageana” produce numerosi fiori a forma di tulipano che sembra una nuvola. Un esemplare notevole c’è all’ingresso di Greve in Chianti, venendo da Gaiole. La “S. Alba“,  fiori bianchi,  la “S. Lennei” cresce più lenta, la “Lennei Alba “ha fiori bianchi, la “Susan” è rosso porpora.

La “Denudata Heptapeta” o “Yulan” è tra quelle che raggiungono le più grandi dimensioni, la “Kobus“, ha foglie increspate con fiori a calice bianchi, la ” Lilliflora Nigra” produce in estate la seconda fioritura, ma meno intensa della prima. La “Virginiana” o “Glauca“, è una vecchia varietà con foglie bluastre, fiori doppi bianco crema, profumatissimi da giugno a settembre, senza interruzione. Questa varietà è a fogliame semipersistente. Infine la “Tripetala” o “Magnolia Parasole“, che ha un aspetto curioso: foglie enormi che talvolta raggiungono i 60 cm, fiori formati da tre lunghi petali spesso artorcigliati. Di rapido accrescimento, con l’età diventa un albero dalla chioma larga.

MAGNOLIA GRANDIFLORA

Il nome magnolia, evoca quello di un fiore esotico, che produce fiori grandi e delicatamente profumati. E’ una delle specie di piante che produce fiori e foglie più grandi di qualsiasi altro albero. La grandiflora “Gallisoniensis“, con fogliame persistente produce un fogliame spontaneo partendo dal basso, che si può tranquillamente potare come si vuole. Possiamo lsciare il tronco nudo e formare la chioma in alto oppure, farla crescere a forma di piramide, potandola adeguatamente. Le sue foglie sono lucide, e i fiori bianco crema, superano i 25 cm di diametro, da maggio fino ad agosto. La “Gallisoniensis Nana“, è simile alla precedente, ma con rami più serrati e sviluppi più contenuti, e le foglie sono ondulate.

Altra particolarità della “Grandiflora“, sono i frutti globosi, che schiudendosi mettono in evidenza i rossi semi. Assomigliano a delle pigne, quindi possono essere una valida alternativa per fare composizioni natalizie o floreali, e si possono anche colorare con lo spry. Le magnolia a foglia caduca stanno da ben isolate oppure in piccoli gruppi nelle aiuole, con la grandiflora, si possono fare anche dei bellissimi viali alberati.

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=UIhV8teBq2U[/youtube]

1 comment

1 Comment so far

  1. […] Non è facile incappare in un albero di Magnolia Stellata da queste parti, tutti i giardini che ospitano una Magnolia, hanno la Grandiflora oppure la Soulangeana. […]

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.