La Finestra di Stefania

L'enogastrogiardiniera

gen 22

Come addobbare la chiesa per il matrimonio: fiori, idee originali e composizioni

 Questo articolo sulle composizioni floreali per un matrimonio, nasce dal ricordo di un addobbo “sbagliato” al matrimonio di una mia amica: siccome si sposava nella chiesa principale del paese, ebbe la brillante idea di lasciare fare al parroco tutto l’allestimento dell’altare e delle balconate laterali…, peccato che la mattina del matrimonio, si ritrovò come fiori, un invasione di garofani rosa..che seppur belli, in Italia, non si usano per questo evento… ;-) Quindi i fiori sceglieteli da voi, insieme al vostro fioraio di fiducia.

Passate le feste natalizie, ricomincia il periodo dei matrimoni. Le foto che vedete sono per lo più di composizioni in chiesa, ma nulla toglie ce non le potete fare anche in comune. Chi ha deciso di fae un matrimono civile in municipio, può tranquillamente addobbare la sala.

Prima di tutto seguire la stagione! I girasoli ad aprile, si trovano in qualche modo, ma sono talmente “fuori luogo“, che verrete ricordati più per la loro “inadeguadetezza” da parte degli invitati che per  la loro bellezza. Poi come è fatto il vosto vestito: se avete dei ricami di rose, è bello fare l’addobbo floreale in chiesa con le rose.

MATRIMONIO DI PRIMAVERA

La primavera è senza dubbio la stagione più ricca di fiori, e in particolare di quelli che si prestano ad essere recisi. Tali ad esempio sono gli stupendi tulipani, come i “parrot” con sfumature giallo-aranciate, rosse o blu lavanda. Fiori molto vistosi sono pure i papaveri di tutti i colori oppure potete mettete  delle calle con le loro infiorescenze profumate.

Ranuncoli e anemoni, formano deliziosi mazzi primaverili, molto apprezzati sono i piselli odorosi e le violacciocche, riunite in vistosi grappoli. Tinta rare tra i fiori è il blu, che peròsi trova nelle speronelle o delphinium. Poi è il periodo del narciso poeticus, delle giunchiglie. Altri fiori primaverili per composizioni o bouquet possono essere i mughetti, i gigli delle convalli, le viole e le primule, che se ben disposti danno vita ad allegre strutture fiorite. Inoltre in questa stagione sbocciano i fiori della serenella o lillà, nelle tonalità bianco, rosa o violaceo, i non ti scordar di me nelle tinte azzurrro o giallo dorato, i fiori di pesco, le mimose e a maggio tutte le varietà e le tonalità delle rose.

FIORI D’ESTATE

I prati si ornano di margherite e fiordalisi, risaltano gigli e gladioli. Il giglio è il simbolo della purezza e della dignità, poi troviamo i gladioli in più di mille varietà, le gaillardie dai vistosi capolini bicolori, i pon pon degli agapantus blu o bianchi. Sono bellissime tutte le sfumature delle zinnie, o le voluminose infiorescenze delle gerbere, tutte le varietà di margherite e le verbene dal delicato profumo. E naturalmente come non parlare del girasole? Che insieme alle spighe e alle pannocchie può conferire un insieme molto rustico e d’effetto.

I fiori più aristocratici, sono senza dubbio le tuberose o polianthes con lunghe infiorescenze dai fiori candidi, soffusi esternamente di rosa. Vanto della floricoltura italiana è la gardenia, con  i suoi fiori candidi e profumatissimi, sono i fiori delle “bottoniere” per lo sposo, il padre  di entrambi, e i testimoni. E che dire delle bouvardie che con le loro piccole ombrelle, conferiscono una nota delicata e simbolica all’abito da sposa. Spesso in estate vengono usati anche i fiori recisi delle ortensie, e a fine estate anche gli astri.

FIORI D’AUTUNNO

Il fiore tipico di questa stagione è senza dubbio il crisantemo, che però se abbinato con tralci di edera, dalie e ageratum, da vita a delle bellissime composizioni. Inoltre si può osare con frutta e verdura: mele, cachi, frutta secca e cavoli romani danno vita a suggestive composizioni.

FIORI D’INVERNO

Stagione di ciclamini e stelle di Natale, dove primeggiano le strelitzie che ricordano un uccello in volo. Oppure stagione del fiore di Natale, ovvero la poinsettia pulcherrima, con fiori piccoli e giallastri contornati da lunghe brattee di color rosso vivo. Nel tardo inverno, fioriscono anche gli eleganti ippeastri o amaryllis e le più esotiche camelie. Talvolta sono usati come fiori recisi anche gli anthurium, e in inverno spesso si usano anche rametti di agrifoglio e di vischio.

Alcune bellissime composizioni sono di Monica Paolini de IL GIARDINO DELLE FATE

INOLTRE  LEGGI I CONSIGLI PER

SCEGLIERE IL BOUQUET DA SPOSA

FARE IL LIBRETTO PER LA CERIMONIA

COME REALIZZARE I CONI PORTA RISO

1 comment

Nessun commento

Lascia un commento


otto − = 3