Google+

La Finestra di Stefania

L'enogastrogiardiniera

Archive for aprile, 2018

Firenze e la settimana frizzante della Florence Cocktail Week

The best cocktail bars in Florence, Florence Cocktail Week

A Firenze è tutto pronto per la terza edizione della Florence Cocktail Week, in programma da lunedì 30 aprile a domenica 6 Maggio 2018.

Sette giorni ideati e organizzati da Paola Mencarelli e Lorenzo Nigro per dar risalto alla qualità della miscelazione fiorentina, con incontri, appuntamenti, masterclass, night shift ed eventi rivolti ad un pubblico di professionisti ed appassionati, con il coinvolgimento di ospiti italiani ed internazionali.

Locali che fanno cocktail a Firenze, Clubs that make cocktails in Florence

Quest’anno, sono 21 i locali che partecipano alla Florence Coktail Week, tra caffè storici, bar di lussuosi alberghi e locali di tendenza, a sottolineare la crescita qualitativa della miscelazione fiorentina, che rende la città una delle più vive nel panorama del bartending italiano.

L’itinerario, facilmente percorribile a piedi, può essere piacevolmente effettuato anche in bicicletta, con i due servizi di bike sharing del Comune di Firenze Mobike e Gobee, utilizzabili grazie alle relative App.

Bar selezionati per la Florence Cocktail Week, Bars selected for the Florence Cocktail Week

Scopriamo i luoghi che si sfideranno a colpi di Mixology: il bar fiorentini sorseggiando le creazioni dei bartender in competizione? C’è l’imbarazzo della scelta: Atrium Bar/Four Seasons Hotel, Bitter Bar, Ditta Artigianale OltrarnoEmpireo – Plaza Hotel LucchesiLuca Picchi, Fu-Flux (aka Fluid Fux); GurdulùHarry’s Bar, Inferno, La MénagèreLe Pool Bar/Villa Cora, Locale, Mad Souls&DrinksManifattura, Osteria del Pavone, Picteau Lounge Bar/Lungarno HotelPint of ViewRasputinThe Cloister-Belmond Villa San MicheleThe Fusion Bar – Gallery Hotel ArtViktoria Lounge BarWinter Garden Bar/The St.Regis.

programma della Florence Cocktail Week, Firenze, Florence Cocktail Week program

Ogni Cocktail Bar presenterà 4 cocktail nella Cocktail List FCW2018, studiata ad hoc per l’intera settimana ad un prezzo speciale. Nei 7 giorni della kermesse sarà possibile scegliere fra 1 Signature Cocktail – ovvero una creazione libera del Bartender prescelto dal Cocktail Bar che lo porterà a partecipare al Contest Finale – 1 Cocktail RiEsco a Bere Italiano – con prodotti esclusivamente made in Italy – 1 Twist sul Cocktail Negroni e 1 Cocktail “Abituati al Futuro”.

Alcune insegne avranno in carta anche il Cocktail Family Friendly, un drink analcolico pensato appositamente per le famiglie con bambini che non si vogliono perdere questo importante appuntamento.

Gli alberghi più lussuosi di Firenze, The most luxurious hotels in Florence

Evento speciale della terza edizione della kermesse il Convegno “Spirito and Spirits” di sabato 5 maggio presso l’Auditorium di Sant’Apollonia: un dibattito singolare sul tema Religioni e Lifestyle, a cura della Sociologa delle Religioni Dott.ssa Simona Scotti. Con l’intervento dell’editore di SapereBere.com Fulvio Piccinino ed il bartender Bledar Ndoci.

Come da tradizione il Contest Finale si terrà nell’ultima giornata del festival, Domenica 6 Maggio – presso la Sala Vanni – di fronte a una giuria di professionisti ed esperti del settore.

In giuria i bartender Lucia Montanelli e Daniele Gentili, l’ospite internazionale Philip Bischoff ed il giornalista Federico De Cesare Viola. Presenta il Contest Rachele Giglioni. Con la partecipazione di Blue Blazer.

No comments

Roma: Sunday Brunch all’Hotel Eden

Dove fare il brunch la domenica a Roma
La primavera è una delle stagioni più belle per visitare Roma, e dopo aver visto monumenti, musei e parchi, ci vuole un attimo di relax. Una bella idea, per la domenica è quella del brunch, e fino al 27 maggio 2018, ogni domenica, l’Hotel Eden proporrà un
brunch ideato e curato dall’executive chef Fabio Ciervo, un appuntamento perfetto per stare in famiglia, divertirsi con gli amici o per un indimenticabile tête-à-tête.
Where to make brunch on Sundays in Rome, Wo kann man sonntags in Rom brunchen?
Dalle 12.30 alle 15.00 sarà possibile trascorrere le tranquille domeniche romane, a Il Giardino Ristorante & Bar dell’Hotel Eden, gustando uno speciale brunch con una ricca
selezione di piatti, sempre diversi in base agli ingredienti stagionali. Un sottofondo di musica jazz dal vivo renderà ancor più piacevole questo momento di relax insieme alla splendida vista panoramica su Roma.
Hotel Eden Rome, Dónde hacer un brunch los domingos en Roma
E quali piatti ha scelto per il brunch della domenica Fabio Ciervo? All’Hotel Eden, si sentiranno profumi indimenticabili. Non perdetevi le uova, ingrediente simbolo della prima colazione all’inglese. Lo chef ha realizzato per questa occasione diverse ricette a base di uova come il suo piatto signature l’uovo benedettino “a modo mio”, un flan di spinaci con l’uovo poche e la salsa olandese.
brunch-idee-piatti.jpgInoltre, lo chef stellato ha ideato un buffet variegato con piatti freddi, come i  carpacci, la selezione di salumi, insalate e torte rustiche, ai piatti caldi come la parmigiana di melanzane, i mini burgers, il gâteaux di patate e prosciutto, la zuppa, il risotto e la pasta del giorno a seconda degli ingredienti, sempre freschi, il filetto di cernia su crema di bieta e patate e la pizza.
Hotel Eden
Via Ludovisi 49
Roma
Tel 06 478121
info.HER@dorchestercollection.com
No comments

Relax ad Abano Terme, l’Atlantic Terme è un hotel con tutti i comfort

Atlantic Terme Hotel with thermal swimming pool in Abano Terme

Quando ho deciso di andare per tre giorni alle terme, e ho fissato anche la pensione completa, era perchè avevo davvero bisogno di staccare la spina. Cercavo un albergo carino ad Abano Terme, raggiungibile con i mezzi pubblici, e la mia scelta è stata l’Atlantic Terme, per una serie di motivi, che ora vado a spiegarvi.

Hôtel avec piscine thermale à Abano Terme, Hotel mit Thermalschwimmbad in Abano Terme

Penso che erano oltre venti anni, che non facevo un soggiorno in hotel con la pensione completa, ma dopo un periodo di lavoro intenso, il mio fisico ha reclamato un po’ di coccole e di relax. Complice un viaggio a Venezia, mi è venuto spontaneo andare ad Abano Terme. Perchè ho scelto l’Atlantic Terme? Perchè sono come una grande famiglia, si mangia benissimo, ci sono un sacco di comfort, e a piedi si può andare in un sacco di posti. La famiglia Carraro, sa farti sentire come a casa, e cerca di mantenere invariato il personale negli anni, segno di fiducia e rispetto.

Abano Terme, Thermalbecken im Freien, piscine thermale extérieure, outdoor thermal pool, hotel

Io ho trovato un bel pacchetto che comprendeva anche i massaggi a scelta, e ho fatto il linfodrenaggio, il massaggio indonesiano e quello californiano, ma la scelta di massaggi all’Atlantic Terme è vasta, e fatta da persone esperte.

camera d'albergo dotata di tutti i comfort, Hotelzimmer mit allem Komfort ausgestattet, hotel room equipped with all comforts, chambre d'hôtel équipée de tout le confort

La camera, dotata di balcone con vista sui Colli Euganei, era spaziosa, accogliente e molto organizzata.

piscines thermales à Abano Terme, Vénétie, Italie, Thermalbecken in Abano Terme, Veneto, Italien, thermal pools in Abano Terme, Veneto, Italy

Ci sono due grandi piscine termali, una interna e l’altra esterna comunicanti tra di loro, dove nuotare, rilassarsi, e se proprio non ce la fate a stare fermi, fanno anche l’acquagym.

menu albergo con prodotti di alta qualità

E il cibo? La cucina è fatta ad arte, c’è una grande attenzione alle materie prime, e alla ricerca dei produttori. Io ho mangiato dell’ottima pasta della Monograno Felicetti, e tante altre sfiziosità, come potete leggere nel menu sotto.

Abano Terme, Atlantic Terme, Hotelkarte mit hochwertigen Produkten, menu d'hôtel avec des produits de haute qualité

Naturalmente non manca il piatto salutistico.

Inoltre una volta a settimana fanno la cena di gala, con un menu davvero sfiziozo, seguito da una serata danzante, e spesso invitano i produttori locali, a far conoscere le loro prelibatezze.

Frühstücksmenü im Hotel, breakfast menu in the hotel, menu du petit déjeuner à l'hôtel

E la colazione è a buffet, quindi potete cominciare la giornata con mille prelibatezze, e farvi fare le uova strapazzate e le crepes al momento.

hôtel avec salle de sport à Abano Terme, hotel with gym in Abano Terme, Hotel mit Fitnessraum in Abano Terme

Oltre alla palestra attrezzata, che potete usare da soli oppure con un personal trainer, si può accedere al bagno turco, alla stanza del sale, e rilassarsi nella sala lettura.

come arredare una sala lettura, wie man einen Leseraum ausstattet, how to furnish a reading room, comment meubler une salle de lecture

Tranquilli, se vi dimenticate il libro a casa, all’Atlantic Terme, c’è una piccola biblioteca a cui attingere.

où dormir à Abano Terme, wo in Abano Terme zu schlafen, where to sleep in Abano Terme

C’è anche un bellissimo giardino dove leggere e rilassarsi.

piscina termale in Veneto, Terme Euganee

La piscina esterna è cirocondata da olivi e un grande prato verde, dove prendere il sole sui lettini e rilassarsi.

Spa ad Abano Terme, hotel with spa, Hotel mit Spa

E alla fine dei tre giorni, mi sono davvero rigenerata; inoltre a piedi sono andata in centro ad Abano Terme, a visitare il Santuario di Monteortone, e ho preso l’autobus per andare a visitare Padova.

Hotel in Venetien für Familien mit Kindern geeignet, hotel in Veneto suitable for families with children

E per le famiglie, ricordo che l’Atlantic Terme è family-kid, con una bella sala attrezzata per i bambini, con tantissimi giochi.

Atlantic Terme

Via Monteortone, 66

Abano Terme (Padova)

Tel. +39.049.8669015

info@atlanticterme.com

No comments

Alla ricerca della Magnolia Stellata

alberi con fiori bianchi a forma di stella, arbres avec des fleurs blanches en forme d'étoile

Non è facile incappare in un albero di Magnolia Stellata da queste parti, tutti i giardini che ospitano una Magnolia, hanno la Grandiflora oppure la Soulangeana.

Se state leggendo questo post, è per merito della mia amica Elena di Meno Male Son Golosa, la quale inviandomi queste foto, mi ha dato la possibilità di parlare di questo albero meraviglioso.

Siete pronti per saper tutto sulla Magnolia Stellata?

Pronti, attenti, via!

trees with white flowers in the shape of a star, Bäume mit weißen Blüten in Form eines Sterns, árboles con flores blancas en forma de estrella

La Magnolia Stellata, è chiamata anche albero dell’eleganza: questo bellissimo arbusto, a crescita lenta, si presenta con fiori bianchi o rosa a forma di stella, delicatamente profumati, che appaiono prima delle foglie verdi decidue.

È la prima magnolia a fiorire e ad annunciare l’arrivo delle belle giornate, e quelle che vedete nelle foto, sono al bellissimo Castel Mareccio a Bolzano. In francese prende il nome romantico di Magnolia étolilé, e offre anche il vantaggio di fiorire rapidamente. Anche se è molto resistente al freddo,  è consigliabile piantare la Magnolia Stellata in una posizione riparata, visto che i geli tardivi potrebbero danneggiare i boccioli dei fiori. Gli piace stare al sole oppure a mezza ombra.

alberi con fiori bianchi e rosa al Maretsch castle a Bolzano, Magnolia Stellata Bolzano

Ecco alcune varietà che si trovano nei vivai oppure nie garden center:

Royal Star: è una varietà di magnolia stellata con boccioli leggermente rosa, che fiorisce in fiori bianchi da marzo ad aprile.

Il genere comprende circa 125 specie
– Magnolia stellata ‘Centennial’ con grandi fiori
– Magnolia stellata ‘Rubra’ con fiori rosa scuro
– Magnolia stellata ‘Waterlily’ con fiori bianchi di 32 petali.

White and pink flowers in the shape of a star, Fleurs blanches et roses en forme d'étoile

A causa della sua crescita abbastanza lenta, la magnolia non si deve potare spesso. Possiamo intervenire sulle piante giovani, per bilanciare la silhouette o sulle vecchie magnolie, quando alcuni rami vanno fuori forma. Se proprio necessario, si deve potare subito dopo la fioritura.

No comments

Premio Laudemio 2018, la tappa fiorentina alla Bottega del Buon Caffè

aprile 03rd, 2018 | Category: Cibo Chef e Cuochi,MANGIARE FUORI

La Bottega del Buon Caffè Firenze, ristorante stellato, Premio Laudemio

Dopo il vino, l’Olio Extra Vergine di Oliva  in Toscana è l’altro alimento importante. Dopo la vittoria dello scorso anno di Salvatore Bianco, chef del Ristorante Il Comandante di Napoli) torna il Premio Laudemio, con l’obiettivo di promuovere e valorizzare l’olio extravergine di oliva Laudemio nella cucina di importanti chef.

Chi è Laudemio? Nel Medioevo il laudemio era il fiore del raccolto, la parte destinata alla tavola del signore. Laudemio nasce a metà degli anni Ottanta, quando una compagine di agricoltori lungimiranti, custodi di alcuni fra i più nobili cru olivicoli della regione, si strinse in un pionieristico patto per l’eccellenza produttiva, in grande anticipo sulla legislazione nazionale ed europea. Un patto, oggi come allora, improntato a regole ferree e a un rigido controllo di qualità.

Premio Laudemio 2018 Tappa di Firenze Antinori-Frescobaldi

La tappa fiorentina, si è svolta nel Ristorante La Bottega del Buon Caffè, a Firenze, dove lo chef Antonello Sardi ha interpretato il Laudemio di Frescobaldi,  Marchesi Antinori e Fattoria Petrolo, in un menu intrigante, dove l’olio è stato il grande protagonista dei piatti.

Le ricette di Antonello Sardi della Bottega del Buon Caffè a Firenze

Antonello Sardi, fiorentino, ha iniziato il suo percorso in cucina prima cucinando per gli amici, poi facendosi le ossa in varie trattorie di Firenze, fino ad arrivare alla corte di Enrico Bartolini a Milano; con lui ha fatto un paio di anni in Val D’Orcia, fino a tornare di nuovo a Firenze, questa volta alla  guida della Bottega del Buon Caffè, in  Lungarno Benvenuto Cellini 69r, ristorante che vanta una stella Michelin.

The recipes of Antonello Sardi of the Bottega del Buon Caffè in Florence

Scopriamo cosa è uscito dal cilindro di Sardi, per il Premio Laudemio: per l’antipasto, il Laudemio dei Marchesi Antinori si è trasformato in polvere per il crudo di gamberi rossi e erbe aromatiche, ed è stato anche il “ripieno” della pasta, le barchette alle cime di rapa.

Per il secondo piatto è entrato in scena il Laudemio Frescobaldi, che ha avvolto la sogliola del Mediterraneo in due consistenze. La Fattoria di Petrolo e il suo Laudemio, sono stati rivisitati per un insolita crème brûlée. Ad accompagnare la cena, e i voti dei giurati i vini di Frescobaldi.

Olio prodotto da Frescobaldi, Ristoranti stellati a Firenze

Anche questa edizione del concorso è presieduta da Fausto Arrighi, ex Direttore della Guida Michelin, e prevede otto “tappe” in altrettanti e prestigiosi ristoranti italiani.

Premio Laudemio 2018 Frescobaldi La Bottega del Buon Caffè a Firenze

Partito da Milano a Febbraio con il Ristorante Sadler guidato dallo chef Claudio Sadler; a  Marzo ha fatto prima tappa in Toscana, terra natale del Laudemio, nel Ristorante La Bottega del Buon Caffè, a Firenze, dallo chef Antonello Sardi;  poi a Roma dallo chef Adriano Baldassarre, del Ristorante Tordomatto.
L’11 aprile si torna a Milano con lo chef Luigi Taglienti, del Ristorante Lume. Per la quinta tappa il 9 maggio si andrà in provincia di Verona al Ristorante Degusto di San Bonifacio, guidato dallo chef Matteo Grandi, mentre per la sesta tappa il Laudemio approderà a Torino il 23 maggio al Ristorante Carignano dello chef Fabrizio Tesse.
La penultima tappa si svolgerà il 15 giugno nella Serenissima al Ristorante Glam dello chef Enrico Bartolini che a Donato Ascani ha affidato il ruolo di Chef Resident.
Il tour del Laudemio si concluderà il 20 giugno a Roma al Ristorante Mater Terrae guidato dallo chef Ettore Moliteo con la supervisione dello chef Pietro Leemann.

Al termine delle otto tappe verranno individuati tre chef finalisti con i tre piatti (antipasto, primo piatto e secondo piatto) che avranno totalizzato il miglior punteggio. I tre finalisti verranno chiamati a preparare le rispettive creazioni in occasione di una cena di gala che vedrà la giuria eleggere il vincitore assoluto della seconda edizione del contest.
Un premio speciale verrà assegnato allo chef che (fra gli otto in gara) avrà proposto il miglior dessert, sempre, ovviamente, a base di Laudemio.

Chi sarà il vincitore del Premio Laudemio 2018? Si accettano scommesse.

No comments

Lisianthus belli come le rose, simbolo di gratitudine

Quali fiori usare per una cerimonia in comune

Oggi vi porto alla scoperta dei Lisianthus, chiamati anche Eustoma.  A vederli i Lisianthus, ricordano delle rose senza spine, anche se come fiori sono molto più delicati. I Lisianthus sono un vero e proprio tripudio di colori, e sono adatti per delle composizioni floreali e da inserire nei bouquet da sposa. A Firenze sono amati perchè la varietà bianca e viola, ricorda i colori della Fiorentina.

fiori adatti per una cerimonia, flores adecuadas para una ceremonia

I colori del Lisianthus sono molto vari:i fiori possono essere  bianchi, crema, blu, rosa, lilla, viola e salmone. Alcuni fiori hanno anche petali di molti colori, i variegati,  morbidi e delicati, quindi cercate di fare attenzione e maneggiateli con cura. 

flowers suitable for a ceremony

Negli Stati Uniti d’America, questo fiore viene chiamato anche “genziana della prateria”.

fleurs appropriées pour une cérémonie

Come mantenere i fiori di Lisianthus per più giorni.

Se vi regalano un mazzo di Lisianthus, oppure volete conservare il vostro bouquet da sposa, oppure vi siete portate a casa i centrotavola della festa, sappiate che dovete fare alcune mosse.

  Tagliate gli steli ad angolo, rimuovere eventuali foglie in eccesso che potrebbero essere immerse in acqua.

Aggiungi cibo per i fiori recisi all’acqua del vaso per prolungare la vita del lisianthus. Mantieni sempre il solito livello di acqua, perché devi sapere che questi fiori bevono molto.
Non mettete il vaso con i fiori in pieno sole o vicino a una fonte di calore, e teneteli lontano dalla frutta.

fiori blu per bouquet d SPOSA E COMPOSIZIONI FLOREALI

Nel linguaggio dei fiori, il Lisianthus può sembrare dolce e fragile, invece è un fiore forte, perché è un simbolo di rispetto, gratitudine e carisma. Regalare un bouquet con il Lisianthus è sempre una buona idea.

come si chiamano quei fiori che assomigliano alle rose ma senza spine, lisianthus

Volete coltivare i Lisianthus anche voi a casa? Ecco come fare.

Ricordate che i semi di lisianthus sono minuscoli. Riempite un vaso con del terriccio, e spargete i semi ad un cm di distanza. Coprite con un leggero strato di terriccio e inumidite la terra con dell’acqua aiutandovi con uno spruzzino. Mettete il vaso al sole.

Le piantine crescono lentamente, quindi non abbiate timore che non siate stati dei bravi giardinieri. Quando mostrano due o tre foglie, trapiantatele  in vasi individuali.

No comments