Google+

La Finestra di Stefania

L'enogastrogiardiniera

Archive for the 'Contest' Category

La tua panzanella è la più buona del mondo? Partecipa a Beata Panzanella

la ricetta della migliore panzanella toscana

Estate è tempo di panzanella. Ogni casa toscana ha la sua ricetta per preparare la panzanella. Se anche te e la tua famiglia, fate un piatto speciale, partecipa alla gara gastronomica “Beata Panzanella” ideata dalla Fattoria dei Barbi a Montalcino.

Dal 28 al 30 luglio torna a Montalcino (SI) la Festa titolare del Beato Giovanni Colombini con la seconda edizione di ‘Beata Panzanella, gara gastronomica, giocosa ma non troppo, dedicata al tipico piatto povero toscano e al suo inventore 

Chiunque potrà partecipare alla tre giorni di festa e al concorso – in programma domenica 29 luglio – con una propria ricetta, 

che verrà valutata alla cieca da una giuria di giornalisti ed esperti. Ma anche il pubblico potrà assaggiare e dire la sua.

 

taverna-dei-Barbi-Montalcino.jpg

CONCORSO GASTRONOMICO

‘BEATA PANZANELLA 2018 | seconda edizione

GARA GASTRONOMICA, GIOCOSA MA NON TROPPO, DEDICATA AL TIPICO PIATTO POVERO TOSCANO E AL SUO INVENTORE, 

IL BEATO GIOVANNI COLOMBINI, NEL GIORNO DELLA SUA FESTA TITOLARE

Chiunque può partecipare alla disfida, purché non sia un professionista della ristorazione e abbia voglia di divertirsi.

Semplice la formula: basta iscriversi (è gratuito) scrivendo a info@fattoriadeibarbi.it o telefonando allo 0577 841111 [oppure sabato e domenica 0577 841205], preparare una panzanella per almeno 6 persone secondo la propria interpretazione, allegando la ricetta e indicando ingredienti, quantità, modi esecuzione e quant’altro ritenuto importante, e portarla entro le 11:30 del 29 luglio 2018 alla Fattoria dei Barbi in Località Podernovi 170 a Montalcino (SI). Una giuria di giornalisti enogastronomici e addetti ai lavori la assaggerà in modo anonimo, stabilendo quale sia la migliore. Ma anche il pubblico potrà assaggiare e dire sua. Una competizione giocosa che vede in palio, per chi salirà sul podio, bottiglie di vino della Fattoria dei Barbi tra cui Sua Maestà il Brunello.

cantina-da-visitare-a-Montalcino.jpg

I Colombini della Fattoria dei Barbi a Montalcino  celebri produttori di Brunello, sono la più antica famiglia documentata a Montalcino: nel 1352 Tommaso costruì il Castello di Poggio alle Mura e dopo pochi anni il Beato Giovanni predicò nella chiesa di S. Agostino.

Per ricordare sei secoli e mezzo di matrimonio con questa bella terra, i Colombini celebrano ogni anno a fine luglio la Festa Titolare del loro Beato: quest’anno in programma saranno tre i giorni di festa, sabato 28, domenica 29 e lunedì 30 luglio, in cui saranno aperte gratuitamente le parti storiche delle cantine di invecchiamento, i giardini privati e il Museo del Brunello a tutti i visitatori.

 

Da sabato a lunedì compreso ci saranno visite guidate gratuite – con orario 12:00, 15:30 e 17:30 – con racconti, aneddoti e curiosità e, domenica 29 luglio, per il secondo anno, la divertente “disfida della panzanella”, piatto che la leggenda vuole inventato proprio dal Beato Giovanni: un concorso gastronomico – Beata Panzanella – che invita tutti gli appassionati di cucina tradizionale toscana a mettersi in gioco e a presentare la propria interpretazione del piatto. 

 

Chi lo desidera potrà mangiare sia a pranzo che a cena alla Taverna dei Barbi che per l’occasione presenterà la rivisitazione della Panzanella del Beato a cura dello chef Duccio Lorenzini e uno speciale piatto medievale ispirato ai tempi in cui visse il Beato, ma ci saranno anche tanti piccoli assaggi gratuiti per tutti di vini, salumi e formaggi della Fattoria. 

Fattoria dei Barbi

Stefano Cinelli Colombini

Loc. Podernovi, 170 | Strada Consorziale dei Barbi

53024 Montalcino (SI) Italia

t(+39) 0577 841111 f. (+39) 0577 841112

info@fattoriadeibarbi.it

www.fattoriadeibarbi.it

—————————

No comments

Torna a Gaiole in Chianti il Wine Contest di Capannelle

Concorso Enologico in Toscana

L’estate 2018 in piazza Ricasoli a Gaiole in Chianti, è ricca di eventi, tra cui spicca Martedì 10 luglio dalle ore 17.30  l’appuntamento rivolto ad esperti e appassionati di vino con il Wine Contest di Capannelle. Per i più bravi ad indovinare i cinque vini in degustazione bendata sono in palio straordinarie esperienze enogastronomiche.

wine producers of Gaiole in Chianti

A partire dalle ore 17.30 in piazza Ricasoli a Gaiole in Chianti, appassionati, winelover e curiosi, potranno cimentarsi in una degustazione bendata che vedrà protagonisti cinque grandi vini, appositamente selezionati dallo staff di Capannelle. Chi riuscirà ad indovinare di quali vini si tratti, si aggiudicherà la possibilità di trascorrere un soggiorno di una notte all’interno del Wine Resort di Capannelle a Gaiole in Chianti, nonché un calice in argento, appositamente realizzato dallo storico marchio artigiano Brandimarte di Firenze.

Il Wine Contest, dopo il successo dello scorso anno, è giunto alla seconda edizione e si inserisce nel programma del XII Raduno del Club del Caveau di Capannelle, con coinvolge importanti nomi della ristorazione nazionale ed internazionale.

La novità 2018 è l’ampliamento della competizione anche a gruppi di amici e appassionati che potranno comporre una squadra, con un massimo di cinque componenti. In questo caso la squadra vincitrice si aggiudicherà un bonus per un consumare un menu degustazione in un ristorante gourmet della propria zona di provenienza.

produttori di vino di Gaiole in Chianti

Il costo di iscrizione alla degustazione individuale è pari a 25 euro e di 100 euro nel caso di composizione di una squadra (massimo 5 persone). Il servizio della degustazione sarà curato da sommelier Ais.

 

Per info e prenotazioni è possibile contattare l’azienda allo 0577-74511 oppure scrivere una mail a info@capannelle.com. Per ulteriori informazioni è possibile, infine, consultare il sito web dell’azienda, www.capannelle.com.

 

No comments

Food Contest con la Pesca Regina di Londa

agosto 22nd, 2016 | Category: Contest

food contest per blogger

Ogni tanto con Nadia, parliamo di giardini, piante e frutti antichi, e del resto se ho una discreta conoscenza delle collezioni medicee lo devo a lei e alle sue idee di farmi scrivere spesso articoli riguardanti giardini e giardinieri. Erano i tempi di Toscana & Chianti News in cui lei era il direttore e io che facevo i primi passi, scrivendo su un giornale. Lei è la mia “mamma giornalista”, e quando una mamma chiama, si risponde sempre. Poi quando ha delle idee geniali, mi piace ancora di più…

Insieme a Roberta Capanni, hanno creato un “food contest” per far conoscere la “Pesca Regina di Londa.

Tutto merito di un appassionato coltivatore di Londa, Alfredo Leoni, che portò alla ribalta questa cultivar di qualità pregiata scoperta casualmente e che è considerata una delle pesche a polpa bianca tardiva più buone.

Londa, ma dove è? Situato nel parco delle Foreste Casentinesi, Londa è un  paese di montagna, non lontano da Firenze, che offre percorsi naturalistici di grande interesse e prodotti di qualità a km zero, e quest’anno la Festa della Pesca Regina,  si svolgerà a Londa dal 9 all’11 settembre 2016.

food contest per blogger e ricette con le pesche

Siete pronti per partecipare al “Food Contest Pesca & Friends“?

REGOLAMENTO:
Il contest è rivolto a cuochi  amatoriali e food blogger non professionisti. Il cultivar di pesca prescelta dovrà essere indicato nella ricetta e la stessa dovrà essere interpretata e presentata ad arte.
Sono ammesse ricette di finger food, antipasti,  primi piatti, secondi piatti e dessert realizzate con pesche di coltivazione italiana.


Verranno valutati sia la tecnica e la descrizione della preparazione, sia la presentazione del piatto, l’originalità e la creatività nonché l’imprescindibile equilibrio gustativo.


Le ricette, corredate da almeno una foto dovranno essere inviate a 
pescalonda@gmail.com entro la mezzanotte del 5 settembre 2016.
Sono ammesse più ricette per ogni partecipante.


Per chi possiede un blog, deve inviare il link  dove è pubblicata la ricetta, corredata anche dal banner del contest, alla mail sopraelencata.

Al vincitore sarà consegnata una targa, prodotti offerti dagli sponsor, ed entrerà in tutta la comunicazione relativa al contest.

Seguite tutti gli aggiornamenti in tempo reale sulla Pagina Fb della Pesca Regina di Londa!

 

No comments

Contest Flower Power in cucina

aprile 06th, 2016 | Category: Contest

contest con ricette con i fioriCome non potevo parlarvi di questo contest?  Il flower power in cucina? Io che le violette quando le trovo le mangio all’istante?

Questo concorso fotografico consiste nel mandare una foto della tua ricetta con fiori oppure erbe spontanee, e in premio c’è una giornata in cucina a Il Marin di Genova, insieme allo chef del ristorante, Marco Visciola.

La competizione comincia oggi e finisce il 24 aprile. Il vincitore sarà avvertito via mail, e apparirà sulla pagina Facebook Eataly Genova. Si aggiudica la gara chi riesce ad ottenere più “mi piace” sulla sua fotoricetta, il premio sarà una giornata “chef per caso” a Il Marin.

Se vuoi partecipare a questo contest devi scrivere una mail a flowerpower@eataly.it inviando una ricetta a base di erbe spontanee e/o fiori, allegando una foto della stessa.

quali i sono i fiori da mangiare

Le foto verrano postate dallo staff di Eataly Genova, i “like” validi sono solo quelli sulla foto della pagina Facebook Eataly Genova 

Da giardiniera sono curiosa anche io delle ricette che posterete! E vi dico anche che una giornata in quella cucina con vista mare, merita davvero! Lo chef Visciola è preparatissimo sul pesce!

1 comment

Frittata o zuppa inglese? Se sei un asso nel prepararli partecipa al contest

aprile 20th, 2015 | Category: Contest,Eventi di Cibo e Spettacolo

come fareuna frittata perfettaLa frittata o la zuppa inglese hanno mille varianti, esiste la ricetta giusta per farla bene? Certo che si  e può essere davvero la tua ricetta.

Quest’anno alla “Mostra dell’Artiginanato di Firenze“, c’è una bella novità se ti piace cucinare,
Leonardo Romanelli ha pensato ad un doppio contest, lanciato on line, in cui tutti gli amanti della cucina sono chiamati a cimentarsi.
Come partecipare al contest della zuppa inglese: invia entro il 22 aprile 2015 all’indirizzo mail fogliatonda@gmail.com la tua ricetta per la zuppa inglese con dosi per 6 persone.
Le prime 10 ricette che giungeranno all’indirizzo indicato entro la data di scadenza parteciperanno alla finale che si terra’ sabato 25 aprile ore 19.30 all’interno dello spazio “Le delizie di Leonardo Romanelli” alla Fortezza da basso di Firenze ( padiglione centrale / Spadolini – piano attico).
Il giorno della finale, il partecipante, dovra’ portare la zuppa inglese gia’ realizzata, sempre per 6 persone, per essere valutata.
Non sara’ data la possibilita’ di realizzare in loco la ricetta.
La migliore zuppa inglese, sara’ decretata da una giuria, composta da giornalisti del settore ed esperti gastronomi, ci sarò anche io tra i giudici 😉
Se invece sei bravo a fare la frittata, spedisci la tua ricetta per il contest entro il 29 aprile 2015 all’indirizzo mail fogliatonda@gmail.com la ricetta della tua frittata con dosi per 1 persona.
Le prime 10 ricette che giungeranno all’indirizzo indicato entro la data di scadenza parteciperanno alla finale che si venerdi’ 1 maggio ore 20.30 all’interno dello spazio “Le delizie di Leonardo Romanelli” alla Fortezza da basso di Firenze ( padiglione centrale / Spadolini – piano attico).
Il giorno della finale, il partecipante, dovra’ realizzare in loco la stessa frittata, sempre con dosi per una persona.

1 comment

Chi farà la schiacciata alla fiorentina più buona dell’anno?

Carnevale e subito mi viene in mente la schiacciata alla fiorentina, un dolce molto in uso nella città di Firenze.  Se vi piace preparare questo dolce di carnevale, c’è un concorso adatto a voi “La più buona Schiacciata alla Fiorentina”.

Il concorso della schiacciata più buona di Firenze, è riservato a fornai, pasticceri, ristoratori ma anche a massaie, casalinghe e casalinghi competenti. Potete partecipare tutti voi che adorate questo dolce di carnevale.

Nella giuria, ci saranno anche giornalisti della Stampa Toscana, e palati storici dei Centri Anziani, buongustai accreditati , che martedì 17 febbraio (martedì grasso), alle ore 12,30 dopo il pranzo al Centro Anziani del Fuligno, in via Faenza 52, assaggeranno, degusteranno, la schiacciata alla fiorentina e proclameranno il vincitore.

Partecipare è facile e gratuito: basta telefonare dal lunedì al venerdì al numero 055 2728603 dalle ore 9,30 alle 12,30 e dalle ore 15,30 alle ore 18,30, per confermare l’adesione e poi consegnare le Schiacciate alla Fiorentina preparate fresche per l’occasione, dalle ore 9,00 alle ore 12,00, di martedì 17 febbraio direttamente al Centro Socio Culturale Anziani del Fuligno in via Faenza, 52.

No comments

La ricettà della bontà: torna il contest a fin di bene

gennaio 21st, 2015 | Category: Cibo Chef e Cuochi,Contest

Mamma mia come passa veloce il tempo! Sembra ieri che ho fatto il post sulla pasta della bontà patrocinato dalla Lega del Filo d’Oro, e ci risiamo! 😉

Segnalo anche questa volta questa bella iniziativa, non è difficile, basta cucinare un piatto di pasta a vostro piacere, e in premio c’è un bel corso di cucina alla Boscolo Etoile Academy di Tuscania nel Lazio.

Una ricetta originale, gustosa e che abbia la pasta come ingrediente principale: sono questi gli elementi essenziali per partecipare alla seconda edizione del concorso “Ricetta della Bontà” promosso dalla Lega del Filo d’Oro in occasione dell’iniziativa di raccolta fondi Pasta della Bontà.

Per partecipare al concorso, basta compilare, entro il 20 febbraio, il form all’indirizzo: http://www.pastadellabonta.it/invia-la-tua-ricetta/.

La Pasta della Bontà è un’iniziativa di raccolta fondi che, per il  terzo anno consecutivo e grazie alla collaborazione di Coldiretti, offre  sostegno verso le attività di assistenza e riabilitazione di bambini, giovani e adulti sordociechi e pluriminorati psicosensoriali.  

CLICCA QUì PER PARTECVIPARE CON LA TUA RICETTA

8 comments

Chef and Blogger on the Road: in qualunque posto saranno, lasceranno sempre un’emozione

Quando l’amicizia è quella vera, indistruttibile, di quelle che attraversano il cuore, lascerà sempre un’emozione che non se ne vorrà andare più via.
Non so dire come, ma ogni volta che c’è “Chef on the Road” ed è il caso di cambiare titolo questa volta in “Chef e Blogger On The Road”, succede che tante persone provenienti da regioni diverse e realtà culinarie totalmente differenti, riescono a fare insieme un volo che le porta in alto. E non c’è distanza che tenga, in qualunque posto saranno al richiamo dello Chef Luca Borghini, tutti accorrerano e si ritroveranno vicini, tutti ai fornelli, uno accanto all’altro.

La strada li ha portati ancora una volta all’Osteria di Rendola, dalla Franca e da Simone Baldi, che insieme a Beppino (autore di una porchetta da urlo), sono il motore di questa bella realtà nel Valdarno, vicino a Montevarchi (AR). I padroni di casa, hanno fatto cambiare cucina agli chef e ai blogger, aprendogli quello che è diventato il nuovo ristorante di Rendola, e loro non hanno avuto paura, hanno trovato tutto l’occorrente per fare i “piatti della tradizione”.

Da Fossano, nel cuneese è tornato Willi La Paglia, che insieme a Luca Borghini hanno imbastito i  tortellacci con patate e formaggi al sugo rustico di patate e salsicce, (aiutati dalla vulcanica Maria Rosaria De Luca  del blog “Cucina Casereccia”), sia i maltagliati di semola al ragù rosso di Chianina. E se Luca è il punto di riferimento, il suo braccio destro è sempre Shady Hasbun  che si è divertito nel preparare le zuppe come l’acquacotta di Moggionaa base di pane, pomodoro e salsiccia, la zuppa lombarda con i fagioli zolfini e la zuppa di cipolle gratinate e non poteva mancare la pappa al pomodoro e la ribollita, quest’ultima nata anche grazie alle mani di un giovane, Giuseppe Lo Presti, che ha per la testa un progetto ambizioso, del quale sentirete presto parlare, se vi piace il pesce e la cucina vegana, seguitelo e scoprirete molte cose interessanti.

A far da cornice a tutto questo ben di Dio, la favolose decorazioni e l’allestimento delle pietanze di Serena Menci, giovanissima e già pronta a portare la sua pasticceria in giro per il mondo.
 E non dimentichiamo che insieme al companatico ci sta bene il pane, quello buono di  Vincenzo Petrizzelli. Anche lui è un veterano di questa brigata globetrotter,e finalmente ha coronato il sogno di aprire un suo locale, l’Osteria Da I’Pelo e dalle sue mani e da quelle di Flora Rondoni, sono nati i taralli pugliesi fatticon la semola di grano duro rimacinata, la schiacciata con la salvia a base di latte e ricotta, e la focaccia pugliese con origano e pomodoro, e una capatina a a d Oriente, ma imbottito d’Occidente, ovvero il pane indiano ripieno di finocchiona e gorgonzola.

Altra sorpresa la sbriciolata di ricotta di Francesco Gallo, che ha portato la Sicilia antica e sconosciuta ai più, dentro un dolce dalle forti emozioni, dove ricotta, farina di mandorle e cannella sono gli ingredienti principi di questo dolce  dall’impasto particolare…Senza dimenticare il tiramisù rivisitato di Rosa Cinque, blogger dallo spirito partenopeo.

Cosi’ il plotone  gastronomico vestito da “Solo Chef”, in qualunque posto sarà, non avrà confini, saranno sempre degli amici più vicini in cucina, e io so che loro ci credono, non hanno dubbi, che l’amicizia in cucina non finirà mai, sempre vivrà.

2 comments

Pagina successiva »