Google+

La Finestra di Stefania

L'enogastrogiardiniera

Archive for the 'EVENTI' Category

Premio Laudemio 2018, la tappa fiorentina alla Bottega del Buon Caffè

aprile 03rd, 2018 | Category: Cibo Chef e Cuochi,MANGIARE FUORI

La Bottega del Buon Caffè Firenze, ristorante stellato, Premio Laudemio

Dopo il vino, l’Olio Extra Vergine di Oliva  in Toscana è l’altro alimento importante. Dopo la vittoria dello scorso anno di Salvatore Bianco, chef del Ristorante Il Comandante di Napoli) torna il Premio Laudemio, con l’obiettivo di promuovere e valorizzare l’olio extravergine di oliva Laudemio nella cucina di importanti chef.

Chi è Laudemio? Nel Medioevo il laudemio era il fiore del raccolto, la parte destinata alla tavola del signore. Laudemio nasce a metà degli anni Ottanta, quando una compagine di agricoltori lungimiranti, custodi di alcuni fra i più nobili cru olivicoli della regione, si strinse in un pionieristico patto per l’eccellenza produttiva, in grande anticipo sulla legislazione nazionale ed europea. Un patto, oggi come allora, improntato a regole ferree e a un rigido controllo di qualità.

Premio Laudemio 2018 Tappa di Firenze Antinori-Frescobaldi

La tappa fiorentina, si è svolta nel Ristorante La Bottega del Buon Caffè, a Firenze, dove lo chef Antonello Sardi ha interpretato il Laudemio di Frescobaldi,  Marchesi Antinori e Fattoria Petrolo, in un menu intrigante, dove l’olio è stato il grande protagonista dei piatti.

Le ricette di Antonello Sardi della Bottega del Buon Caffè a Firenze

Antonello Sardi, fiorentino, ha iniziato il suo percorso in cucina prima cucinando per gli amici, poi facendosi le ossa in varie trattorie di Firenze, fino ad arrivare alla corte di Enrico Bartolini a Milano; con lui ha fatto un paio di anni in Val D’Orcia, fino a tornare di nuovo a Firenze, questa volta alla  guida della Bottega del Buon Caffè, in  Lungarno Benvenuto Cellini 69r, ristorante che vanta una stella Michelin.

The recipes of Antonello Sardi of the Bottega del Buon Caffè in Florence

Scopriamo cosa è uscito dal cilindro di Sardi, per il Premio Laudemio: per l’antipasto, il Laudemio dei Marchesi Antinori si è trasformato in polvere per il crudo di gamberi rossi e erbe aromatiche, ed è stato anche il “ripieno” della pasta, le barchette alle cime di rapa.

Per il secondo piatto è entrato in scena il Laudemio Frescobaldi, che ha avvolto la sogliola del Mediterraneo in due consistenze. La Fattoria di Petrolo e il suo Laudemio, sono stati rivisitati per un insolita crème brûlée. Ad accompagnare la cena, e i voti dei giurati i vini di Frescobaldi.

Olio prodotto da Frescobaldi, Ristoranti stellati a Firenze

Anche questa edizione del concorso è presieduta da Fausto Arrighi, ex Direttore della Guida Michelin, e prevede otto “tappe” in altrettanti e prestigiosi ristoranti italiani.

Premio Laudemio 2018 Frescobaldi La Bottega del Buon Caffè a Firenze

Partito da Milano a Febbraio con il Ristorante Sadler guidato dallo chef Claudio Sadler; a  Marzo ha fatto prima tappa in Toscana, terra natale del Laudemio, nel Ristorante La Bottega del Buon Caffè, a Firenze, dallo chef Antonello Sardi;  poi a Roma dallo chef Adriano Baldassarre, del Ristorante Tordomatto.
L’11 aprile si torna a Milano con lo chef Luigi Taglienti, del Ristorante Lume. Per la quinta tappa il 9 maggio si andrà in provincia di Verona al Ristorante Degusto di San Bonifacio, guidato dallo chef Matteo Grandi, mentre per la sesta tappa il Laudemio approderà a Torino il 23 maggio al Ristorante Carignano dello chef Fabrizio Tesse.
La penultima tappa si svolgerà il 15 giugno nella Serenissima al Ristorante Glam dello chef Enrico Bartolini che a Donato Ascani ha affidato il ruolo di Chef Resident.
Il tour del Laudemio si concluderà il 20 giugno a Roma al Ristorante Mater Terrae guidato dallo chef Ettore Moliteo con la supervisione dello chef Pietro Leemann.

Al termine delle otto tappe verranno individuati tre chef finalisti con i tre piatti (antipasto, primo piatto e secondo piatto) che avranno totalizzato il miglior punteggio. I tre finalisti verranno chiamati a preparare le rispettive creazioni in occasione di una cena di gala che vedrà la giuria eleggere il vincitore assoluto della seconda edizione del contest.
Un premio speciale verrà assegnato allo chef che (fra gli otto in gara) avrà proposto il miglior dessert, sempre, ovviamente, a base di Laudemio.

Chi sarà il vincitore del Premio Laudemio 2018? Si accettano scommesse.

No comments

Quale sarà il miglior olio al “Premio Il Magnifico” 2018?

marzo 07th, 2018 | Category: EVENTI,TOSCANA

Olio Extra Vergine di Oliva Toscano, Tuscan Extra Virgin Olive Oil

Marzo è il mese della primavera, ma in Toscana è anche il mese dove si attende il produttore che ha fatto l’olio migliore.

Infatti, le iscrizioni al premio Il Magnifico 2018 – European Extra Virgin Olive Oil Award, che si sono chiuse alla fine di gennaio, hanno superato ogni più rosea aspettativa oltrepassando la soglia dei 300 campioni concorrenti al titolo di “Magnifico 2018”.

Cantina per matrimonio in Toscana, Cellar for wedding in Tuscany

Processo selettivo articolato e composto in più fasi che sono attualmente in corso in attesa dell’appuntamento di giovedì 15 marzo con la cerimonia di premiazione nell’affascinante location di Cantine Antinori di Bargino a San Casciano Val di Pesa. A Il Magnifico sarà consegnato in premio una particolare opera d’arte in bronzo realizzata dall’artista chiantigiana Elettra Brancolini raffigurante la dea etrusca dell’olivo uscita dal fuoco e dalla terra: Menvra.

Quale è l'olio più buono del mondo? Which is the best oil in the world?

Grazie al costante lavoro di diffusione della Quality rEVOOlution per la divulgazione dell’olio moderno da parte dell’Associazione Premio il Magnifico (APM) e dell’Associazione Internazionale Ristoranti dell’Olio (AIRO)  la sesta edizione del Premio Il Magnifico ha visto nascere e consolidare collaborazioni importanti. Prima fra tutte quella con il Consorzio Olio Toscano IGP che celebrerà i suoi 20 anni all’interno del Premio Il Magnifico con la valorizzazione del migliore olio Toscano IGP con l’assegnazione del premio  “Il Toscano IGP Magnifico 2018”.

Olio più buono del mondo, The best oil in the world

Altra novità introdotta per questa edizione 2018 è la collaborazione con Andrea Perini che curerà gli aspetti della ristorazione del Premio e la cucina dei “Magnifici” eventi. Il giovane chef fiorentino che ha fatto della ricerca sull’olio extravergine d’oliva la sua missione all’interno del suo percorso professionale in cucina.

Dove si produce l'olio più buono del mondo? Where is the best oil in the world produced?

Queste le categorie dei premi.

I premi

Il Magnifico 2018 – European Olive Oil Award

Marco Mugelli Award – Premio alla Carriera 2018

Massimo Pasquini Award – Premio personaggio dell’olio 2018

Menvra Award – donna dell’olio 2018

AIRO Chef dell’Olio 2018

AIRO Ristorante dell’Olio 2018

AIRO Pizzeria dell’Olio 2018

Emerging Company Award 2018

Biofenoli Award 2018

Best Organic Award 2018

Full Value Award 2018

Toscano IGP Il Magnifico Award 2018

Chianti Classico DOP Award 2018

Kids Choice Award 2018

Best of Europe “Spain” Award 2018

Best of Europe “Italy” Award 2018

Best of Europe “Europe” Award 2018

Packaging Award 2018

Veneranda 19 della Tenuta Zuppini

Il primo step del processo di selezione è iniziato in questi giorni presso la sede del Consorzio del Chianti Classico DOP dove i “Magnifici Assaggiatori” costituiti da esperti assaggiatori del Consorzio e di ANAPOO. Questo Panel di assaggio costituito da esperti di attestata e comprovata esperienza iscritti all’Elenco Nazionale degli esperti assaggiatori di olio di oliva sta valutando le componenti olfattive e retro-olfattive, gustative-tattili, di armonia e pulizia complessive di ogni campione presentato.

Che vinca il migliore!

Il Magnifico Extra Virgin Olive Oil Award 2017 è andato al Veneranda 19 della Tenuta Zuppini di Torricella Sicura

Il Magnifico Extra Virgin Olive Oil Award 2016  è andato a il 100% Italiano Monocultivar Coratina dell’azienda di Dievole

 

No comments

Siena: Il Particolare dell’Acquerello

ricette con riso Acquerello , recipes with Watercolor rice

Tutti quelli che a un certo punto della loro esistenza hanno trovato una loro identità, lo sanno.

Chi si cimenta con un “Acquerello Particolare“, sa quale è l’emozione che si prova nell’istante in cui il riso e l’ingrediente si abbracciano, l’ingrediente entra dentro lo chef, e la materia diventa un tutt’uno.

Questa la sintesi de “I sogni del Particolare“, la cena gourmet che si è tenuta a Siena, con il tema “Cinque sfumature di Acquerello“.

Acquerello particolare, serata gourmet

La serata gourmet ha reso omaggio a una delle eccellenze del Made in Italy, il Riso Acquerello, attraverso le creazioni inedite proposte dallo chef del ristorante Particolare di Siena Daniel Calosci, dalla chef stellata Katia Maccari, da Augusto Valzelli, già Stella Michelin e da Emanuele Donalisio, gota dei giovani ristoratori d’Europa.

vini di Brolio, Barone Ricasoli, Toscana, wines of Brolio, Barone Ricasoli, Tuscany

Un menù gourmet che ha sposato i sapori del territorio anche attraverso gli abbinamenti appositamente selezionati tra i calici della storica e prestigiosa cantina Barone Ricasoli: Torricella IGT 2015, Brolio Bettino Chianti Classico 2015, Castello  di Brolio Vinsanto e lo Champagne Maison Besserat de Bellefon.

Finger Food Particolare con Riso Acquerello, Finger Food Detail with Watercolor Rice

Il “benvenuto” è una piccola sorpresa, con il salmone abbinato a una delicata maionese al bergamotto.

ombrina e cialda di riso

 Cialda di riso al nero di seppia di Emanuele Donalisio, chef ventimigliese che è uno delle sole 4 “new entry” italiane accolte nell’esclusiva associazione Jeunes Restaurateur d’Europe; è proprio il caso di definirla “Al di là del riso”, questo delicato filetto di ombrina affumicato alla brace di ulivo, con nuvola croccante di riso, cremoso al wasaby e soia e il tocco femminile della cipria di barbabietola.

risotto con gamberi e zafferano,risotto with shrimp and saffron

Non chiamatelo solo risotto, il piatto proposto da Augusto Valzelli, classe 1991, diventato nel novembre del 2015 a soli 23 anni il più giovane chef stellato d’Europa. Il suo è un omaggio alla Milano-Sanremo, con il riso Acquerello invecchiato, i gamberi rossi di San Remo, polvere di liquirizia e zafferano.

Monumentale il coniglio karkadè e radici (foto di apertura) dello chef del Ristorante Particolare di Siena, Daniel Calosci.Il suo “senti come ziga” è un omaggio alle preziose gemme che madre natura regala, le radici, che ben si sposano con il karkadè arricchendo il coniglio e rendendolo ancora più goloso con l’arancino di riso.

Riso Acquerello al ristorante Particolare di Siena

Piero Rondolino, patron di Riso Acquerello: il menù inedito preparato dagli chef, è stato pensato per restituire a tavola il gusto unico della Riserva Acquerello invecchiata 7 anni.

Acquerello Particolare a Siena

 Raffaella Giglioni, Marco Gagliardi, Gianluigi Giglioni e Sonia Stante, padroni di casa del Particolare di Siena, hanno ideato la serata gustosa, e sono riusciti nell’intento che per una sera, Siena sia stata il capoluogo dell’eccellenza, abbinando materie prime di valore a chef di alto livello. Un’impresa ben riuscita.

Barone Francesco Ricasoli Brolio

Francesco Ricasoli, 32esimo Barone di Brolio.

torta di riso Acquerello ricetta, Rice cake Watercolor recipe

Per chiudere in dolcezza la serata Katia Maccari, chef stellato e volto noto della ‘Prova del cuoco’ di Rai Uno, ha portato in scena la sua torta di riso con gelato al frutto della passione e cioccolato al latte con crema al rhum. La “passione del riso” è stata un trionfo di Acquerello Particolare.

Cinque sfumature di Acquerello Siena

Tutti i protagonisti della serata che se all’inizio non si vedevano perché erano in cucina oppure in altre sale, si sentivano nei piatti, nei bicchieri, tutti gli elementi erano al suo posto. Il riso di Rondolino insieme ai vini di Brolio, sono stati quasi un’inondazione, quasi una febbre di gusto e sapore che ha pervaso chef e commensali, quando rendono omaggio a grandi eccellenze.

Il viaggio delle colombe libro

Gran finale con la ‘Colomba dell’Arrivederci’: dolce al gusto di caffè ideato dalla chef stellata Katia Maccari, realizzato dal maestro pasticcere Giancarlo Maistrello, protagonista anche del volume ‘Il viaggio delle colombe’ di Nieva Zanco. Il libro racconta dieci storie brevi legate alle origini storiche e leggendarie del dolce pasquale e raccoglie le ricette speciali, realizzate da tre chef stellati.

Il ristorante Particolare di Siena si trova in Via Baldassarre Peruzzi, n. 26 a Siena.

Aperto  tutti i giorni dalle ore 12:30 alle 14:30 e dalle 19:30 alle 22:30.

TEL: 0577 1793209

MAIL: info@particolaredisiena.com

No comments

Siena: ancora quaranta giorni per vedere la mostra di Ambrogio Lorenzetti

Quali mostre sono in programma a Siena, What exhibitions are scheduled in Siena

Siete stati a Siena a vedere la mostra su Ambrogio Lorenzetti? No? Ahi, ahi, ahi!! Potete rimediare, visto che la mostra è prorogata fino all’8 di aprile, quindi se decidete di passare le vacanze di Pasqua a Siena, trovate ancora questa mostra incredibile.

Cosa fare per Pasqua a Siena, What to do for Easter in Siena

Ambrogio Lorenzetti a Siena, è stata inserita ai vertici delle mostre più interessanti dell’anno in Europa. Calcolando che ci sono dietro cinque anni di studi, di restauri, e di spostamenti, è un grande successo e onore per tutto lo staff di storici e restauratori, che hanno lavorato per la realizzazione di questa mostra.

Portare via gli affreschi dall’Eremo di Montesiepi vicino a San Galgano, per inserirli nel percorso della mostra al Santa Maria della Scala, è stata una grande impresa. Sarebbe contento anche il Lorenzetti, nel vedere i suoi affreschi tirati a lucido e con nuovi particolari emersi dal restauro.

Cosa vedere a Siena in un giorno, What to see in Siena in one day

Ambrogio Lorenzetti, è stato è stato uno dei massimi pittori del XIV secolo, uno straordinario innovatore dei linguaggi stilistici e iconografici del suo tempo, oltre che un artista di elevate e raffinate qualità intellettuali.

cosa fare a Siena per Pasquetta, what to do in Siena for Easter Monday

A Siena potrete ammirare il ciclo di affreschi staccati della cappella di San Galgano a Montesiepi e il polittico della chiesa di San Pietro in Castelvecchio a Siena (nell’occasione più correttamente ricomposto e riunito con l’originaria cimasa raffigurante il Redentore benedicente) sono stati allestiti in un cantiere di restauro ‘aperto’, fruibile dalla cittadinanza e dai turisti. I restauri sono proseguiti con l’apertura di altri due cantieri, il primo nella chiesa di San Francesco, volto al recupero degli affreschi dell’antica sala capitolare dei frati francescani senesi, e l’altro nella chiesa di Sant’Agostino, nel cui capitolo Ambrogio Lorenzetti dipinse un ciclo di storie di Santa Caterina e gli articoli del Credo.

Quanto costa il biglietto della mostra su Ambrogio Lorenzetti a Siena, How much is the ticket for the exhibition on Ambrogio Lorenzetti in Siena

Nell’itinerario della mostra, sono esposte, tra le altre, opere provenienti dal Musée du Louvre, dalla National Gallery di Londra, dalle Gallerie degli Uffizi, dai Musei Vaticani, dallo Städel Museum di Francoforte, dalla Yale University Art Gallery – ambisce a reintegrare pressoché interamente la vicenda artistica di Ambrogio Lorenzetti, facendo nuovamente convergere a Siena dei dipinti che in larghissima parte furono prodotti proprio per cittadini senesi e per chiese della città

Pittori senesi famosi, Famous Sienese painters

La mostra ve la potete vedere da soli, prendere le audioguide, oppure prenotare una guida turistica autorizzata.

Cosa fare a Siena nel weekend, What to do in Siena at the weekend

Tra le iniziative interessanti, proseguono le visite guidate con il Centro Guide Siena alla mostra di Ambrogio Lorenzetti, allestita al Palazzo Squarcialupi, Santa Maria della Scala.

Non perdetevi gli “Aperitivi ad Arte”:

La prossima data disponibile è:

domenica 11 marzo, alle ore 10.30

Incontro con la guida davanti al Duomo, all’ingresso dell’Ufficio Informazioni, piazza del Duomo, 2. Alla fine conclusione della visita con un aperitivo presso il “Bar Osteria Bonelli” , a pochi passi dal Duomo.

Costo a persona: € 15.00    –      Numero chiuso a 30 partecipanti.

Per informazioni e prenotazioni: info@guidesiena.it  – 0577 43273

Percorso mostra di Ambrogio Lorenzetti a Siena, Itinerary exhibition of Ambrogio Lorenzetti in Siena

Informazioni utili sulla mostra

Lunedi, Mercoledì e Giovedì: dalle 10.00 alle 17.00
Venerdì: dalle ore 10.00-19.00
Sabato e Domenica: dalle ore 10.00 alle 20.00
Martedì: chiuso

http://www.ambrogiolorenzetti.it/

No comments

Euroflora a Genova: nel 2018 la grande bellezza è nei Parchi di Nervi

Genova, dove si svolge Euroflora 2018, Genoa, where Euroflora 2018 is held

Quando ho saputo che l’Euroflora 2018, si sarebbe svolta ai Parchi di Nervi a Genova, ho gioito. Sarà che è uno dei miei luoghi del cuore, che unisce mare, treni e giardini. Sarà che il roseto è uno dei più belli che ci sono in Italia, tutto questo per dire, che vedrete Genova e l’Euroflora sotto altri occhi.E da giardiniera-giornalista, vi consiglio di leggere e guardare tutte le mie foto nell’articolo, per farvi un’idea di dove sarà ospitata la manifestazione.

Quindi non prendete impegni dal 21 aprile al 6 maggio 2018 e ritagliatevi un weekend a Genova e in Liguria.

Ma cosa ci sarà da vedere a Euroflora a Genova? Tante cose. Scopriamole insieme.

Euroflora, dove dormire a Genova, Euroflora, where to sleep in Genoa

L’acqua, la terra, l’aria ed il fuoco sono gli elementi rappresentati nei quattro quadri da scoprire uno dopo l’altro lungo il percorso principale di visita, in un crescendo di stupore. Red Wave – Fuoco sarà il primo quadro, una distesa di fiori rossi, lingue di fuoco, in cui immergersi in un percorso avvolgente.

Come arrivare ai Parchi di Nervi per Euroflora, How to get to the Nervi Parks for Euroflora

Wild Horses – Terra sarà il secondo, cavalli giganteschi al galoppo sul prato davanti a villa Grimaldi nei pressi delle scuderie storiche, sculture vegetali realizzate con la tecnica della mosaicoltura.

Stefania Pianigiani giornalista e blogger, Stefania Pianigiani journalist and blogger

Il terzo quadro, Lago delle ninfee – Acqua, sarà uno specchio d’acqua perfettamente rotondo, ritagliato nel prato, su cui galleggiano tremolanti al vento ninfee bianche e rosa.

i parchi più belli d'Italia, the most beautiful parks in Italy

Soffio del vento – Aria, sarà una grande scenografia tridimensionale che utilizza il principio dell’anamorfosi: la struttura si rivela man mano che ci si avvicina, per palesarsi nella sua interezza da una determinata angolazione panoramica.

Dove trovare le rose più belle di Genova, Where to find the most beautiful roses in Genoa

Cosa sono i Parchi di Nervi? Questa unione di parchi e ville a Genova Nervi, ospita oltre cento specie botaniche, alberi monumentali che si stagliano contro il cielo e verdi prati che corrono fino alla scogliera, ma anche un roseto, palme, l’albero del pepe, ulivi e pini marittimi: quindi quale migliore luogo per ospitare Euroflora?

Come arrivare dalla stazione a Nervi

Sarà un’EUROFLORA per tutti, progettata secondo i principi dell’universal design e dunque senza barriere architettoniche, una EUROFLORA inclusiva. Bambini e ragazzini potranno divertirsi in una vasta area giochi.

plant of nervi parks Genoa, Liguria

La manifestazione sarà aperta tutti i giorni dal 21 aprile al 6 maggio dalle 9.00 alle 19.00. Questo è il link su come fare ad acquistare i biglietti.

how to get to Nervi for Euroflora by public transport, Arriva il treno alla stazione di Nervi per Euroflora? Is the train arriving at Nervi station for Euroflora?

Come arrivare a Euroflora? Euroflora sarà raggiungibile esclusivamente con i mezzi pubblici.

Da brava conoscitrice di Genova vi posso dire che se alloggerete in città, andateci in treno, cercate di lasciate la macchina a casa. Se alloggerete in albergo, nel paese ligure che più vi piace, vi ricordo che tutti i paesi sulla costa hanno la stazione ferroviaria, quindi muovetevi in treno. Potete dormire anche a Bogliasco, Sestri Levante, Chiavari, Rapallo, e muovervi in treno. Pensateci.

Da Genova Brignole sarà possibile raggiungere in treno la stazione di Genova Nervi, a soli 150 metri dall’ingresso di Euroflora. Questi servizi di mobilità urbana sono compresi nel costo del biglietto di Euroflora.

Oppure se proprio volete arrivare a Genova con la macchina, sono previsti bus navetta dai parcheggi di interscambio (P.le Kennedy) alla stazione ferroviaria di Genova Brignole e da corso Europa (dove sosteranno i bus turistici) all’ingresso della manifestazione.I veicoli dovranno uscire al casello autostradale di Genova-Est o Genova-Ovest e raggiungere il parcheggio di Piazzale Kennedy. Il costo giornaliero del parcheggio è di €.10,00

Altrimenti ricordate che a Nervi, ci va l’autobus numero 17 di AMT, che va via mare, facendovi vedere, Quinto, Quarto dei Mille, ecc…

the Anita Garibaldi seaside promenade in Nervi, Genoa

E oltre all’Euroflora, Nervi offre la bellissima passeggiata Anita Garibaldi sul mare, l’antico porticciolo dei pescatori e tante altre cose.

Dove dormire nei dintorni di Genova durante Euroflora, Where to sleep in the surroundings of Genoa during Euroflora

Ogni visitatore potrà inventare il proprio percorso di visita seguendo la chiave di lettura che maggiormente lo affascina: EUROFLORA esperienza visiva, EUROFLORA percorso di profumi, EUROFLORA esaltazione della natura, EUROFLORA danza di fiori e note musicali.

Sarà un’esperienza indimenticabile, credetemi.

1 comment

Stelle & Sangiovese in Atelier a Firenze

Location where to do fashion events, food and wine in Florence, Location dove fare eventi di moda, cibo e vino a Firenze

Ci sono degli eventi belli, e degli eventi ancora più belli, specie se tra i partecipanti ci sono amici, che in cucina e nella vigna, ci mettono sentimento. E’ il caso di  Stelle e Sangiovese in Atelier, dove sono protagonisti la cucina e il vino in un atelier di moda nel centro storico di Firenze. Il progetto nasce dalla collaborazione tra Wine Inside, portale indipendente d’informazione sul cibo e sul vino, curato dal sommelier toscano Alessio Brachi e Atelier Via Maggio,

Il miglior ristorante di San Gimignano, Cum Quibus, The best restaurant in San Gimignano

Firenze abbraccia l’artigianalità, nella moda come nell’enogastronomia. Con questo spirito nasce “Stelle in Atelier”, un contenitore di eventi che ha come fulcro l’ambiziosa idea di portare alcuni tra i migliori interpreti, non solo dell’alta cucina ma anche della valorizzazione della materia prima, nella capitale toscana per una cena esclusiva, riservata a soli 24 commensali.

Il calendario verrà inaugurato dal giovane chef Alberto Sparacino, del ristorante Cum Quibus (San Gimignano, SI), di recente insignito della prima stella dalla Guida Michelin 2018.

Le prossime serate avranno per protagonisti: Le Donne del Chianti Classico e Tommaso Cintolesi del Ristorante Calino di Firenze (martedì 13 febbraio); Michele Martinelli della Locanda Martinelli di Nibbaia – LI (venerdì 9 marzo); Paco Zanobini della Locanda Mariella di Calestano – PR (martedì 27 marzo).

Atelier di moda a Firenze, fashion atelier in Florence

Venerdì 9 febbraio – Alberto Sparacino, ristorante Cum Quibus.

Il menù:

  • Il Benvenuto della Cucina
  • Champagne Mathieu Princet “Brut Nature”
  • Mezzovo
  • Fegatini di Pollo, Sablè Bretone, Pinzimonio, Aceto di Jerez
  • Marko Fon Malvasia 2016
  • Tortelli di Guacamole e Ribollita
  • Risotto, Nduja, Rfano, Trota
  • Jean-Louis Tribouley “GG” 2015
  • Vitello, Salsa Tare, Ostrica, Cipollotto
  • Domaine de Belliviere “Rouge Gorge” 2015
  • Meringata
  • Moscato d’Asti Adriano Marco e Vittorio 2016
  • Ore 20.30 presso l’Atelier Via Maggio – via Maggio 78r (Firenze)

    Costo della serata: 110 euro

    Info e prenotazioni: 329 6027264

produttrici di vino toscane, producers of Tuscan wine

È tempo di anteprime in Toscana.

In occasione della presentazione delle nuove annate di Chianti Classico alla stazione Leopolda di Firenze, la sera di martedì 13 febbraio,ci sarà un evento collaterale in pieno centro storico di Firenze.

La serata sarà dedicata alle Donne del Sangiovese, saranno presenti:
Monica Raspi di Villa Pomona;
Serena Coccia di Podere Castellinuzza;
Susanna Grassi de I Fabbri;
Paula Papini Cook de Le Miccine;
brillanti, dinamiche, vere vignaiole.

vestiti sartoriali a Firenze, sartorial clothes in Florence

Un incontro conviviale, dove approfondire la  conoscenza sul magnifico territorio chiantigiano.

Inoltre, a deliziare i palati,  ci sarà Tommaso Cintolesi del ristorante Calino di Firenze, specializzato nella cucina di pesce, così da far incontrare le espressioni più soavi del sangiovese con la delicatezza dei piatti del cuoco fiorentino. Questo il menu

abbinamento cibo vino, matching wine food

Per info e prenotazioni 329 6027264

Atelier Via Maggio – via Maggio 78r (Firenze)

 

 

No comments

Arti 21 a Firenze, corso di modellistica e alta sartoria

corso di modellistica, modeling course

Firenze e Milano da sempre sono le città italiane della moda. Firenze in particolare, è famosa per i suoi tanti artigiani che ancora riescono a creare dei veri capolavori e per le sue scuole di modellistica. Se il tuo sogno è diventare modellista , hai trovato la tua occasione.

sartoria per bambino, tailoring for children

Arti 21, in pieno centro a Firenze, è un laboratorio di modellistica, che da anni si occupa di moda e collabora con aziende nazionali ed internazionali. Il perfetto sodalizio tra innovazione e tradizione.

Ma per diventare stilista e modellista, serve la formazione, fatta da professionisti.

insegnanti di moda, fashion teachersAd insegnarvi tutti i segreti e i trucchi della modellistica, troverete persone preparatissime e che amano fare questo lavoro. I corsi di Arti 21 vanno dalla modellistica artigianale, alla sartoria per bambino, fino ai corsi di biancheria intima e di drappeggi complessi.

Tra gli insegnanti ci troverete anche quella forza di Rakele Tondini, abile nel cucire, nel disegnare e nel creare cose stupende. Il fondatore di questa realtà è Marco Benvenuti, poi troverete, Alessia modellista cad, Sofia esperta comunicazione, Simonetta sarta e modellista, Marialuisa modellista sarta, Valentina esperta social, Valeria sarta…..li potete vedere tutti nella foto sopra, disegnati dall’illustratore Marco Milanesi.

corsi di biancheria intima, underwear courses

Arti21 offre l’opportunità a studenti e professionisti, di frequentare corsi dove si insegnano i punti base per rifinire un capo sartoriale, ad usare la tagli e cuci, oppure a progettare graficamente un capo fino poi realizzarlo con le proprie mani.
Un centro particolare Arti21, intreccio di professionisti e principianti, dove si realizzano anche corsi “su misura”, dove il professionista può richiedere all’insegnante fi sviluppare una specifica tematica.

scuola di modellistica a Firenze

Oltre ai corsi di formazione e di aggiornamento professionale, e corsi di modellistica,  da Arti 21 organizzano workshop e seminari, creando occasioni di incontro con altre aziende ed esperti del settore.

Ma cosa si impara da Arti 21?

  • Realizzazione cartamodelli uomo, donna, bambino
  • Rilevamento modello da capo campione
  • Digitalizzazione, modifica e sdifettamento cartamodelli
  • Conversione in formato AAMA/DXF
  • Realizzazione tele da cartamodello
  • Taglio modello sua carta, cartone e fibrato
  • Inserimento e sviluppo taglie
  • Piazzamento e stampa, trasmissione via internet
  • Digitalizzazione di archivi storici
  • Consulenze specialistiche personalizzate

corso di drappeggi per la moda, course of draping for fashion

Inoltre oltre ai corsi moda, troverete i corsi dulla divulgazione,  i corsi sulla comunicazione (Craft).

E naturalmente i corsi sulla formazione.

Questi i corsi in partenza

 

 PER ESSERE AMMESSI SI RICHIEDE
● Conoscenza di tecniche sartoriali e modellistica (differenti a seconda del corso)
Docenti
Rakele Tondini Responsabile formazione Arti 21, stilista e storica della moda
Alessia Pecchioli Modellista
Simonetta Stoppa Modellista
Valeria Lasalvia Sarta e modellista
Maria Luisa Fontana Modellista
Periodo
Dal 19 febbraio al 30 giugno 2018
Orario serale
Luogo
SPAZIO NOTA, Nuova Officina Toscana Artigianato
Istituto PIO X degli Artigianelli
Via dei Serragli 104
50124 Firenze
A conclusione verrà rilasciato un attestato.

CORSI FASHION

Come utilizzare la taglia e cuci

Come utilizzare la taglia e cuci

Guida ai principi base

Drappeggi complessi per l'abito Haute Couture

Drappeggi complessi per l’abito Haute Couture

Dal figurino al cartamodello di un abito con drappeggi complessi

Rifinire con cura un abito

Rifinire con cura un abito

Asole, cerniere, pieghe ed altri dettagli sartoriali.

Cucito a mano

Cucito a mano

Le tecniche e i loro impieghi

Per tutte le info, gli inizi dei corsi e i costi

 

  • Arti 21 s.r.l.

 

No comments

Capodanno: quattro cenoni da sogno nelle città d’arte

dove cenare a Venezia per Capodanno, where to have dinner in Venice for New Year's Eve

I sogni son desideri. Se ancora siete indecisi sul cenone di Capodanno, ecco quattro luoghi da sogno dove potreste festeggiare il 31 dicembre. Arte e alta cucina, vanno sempre daccordo.

L'albergo più lussuoso di Venezia, The most luxurious hotel in Venice

Venezia

Design, storia, charme e alta cucina: sono queste le caratteristiche che rendono il SINA Centurion Palace di Venezia,  un vero e proprio punto di riferimento per gli amanti dell’eleganza, in particolare per il cenone di Capodanno.

Il cenone, sarà firmato dall’Executive Chef Massimo Livan, e si terrà nelle sale dell’Antinoo’s Lounge & Restaurant.

Questo il menu pensato da Livan:

Entrée:  


Ostriche alla salsa Ponzu, Carpaccio di gamberi rossi al melograno, spinaci Tatsoy e semi di chia

Medaglione di astice con crema di topinambur e lamelle di mandorle al lime

Primi piatti:

Ravioli di barbabietola con pesce spada al sentore di fumo su crema di amorini

Risotto con cime di rapa, mela Granny Smith, alici del Cantabrico e gocce di nduja calabrese

Secondi piatti: 



Sorbetto al melone giallo e Grand Marnier

Filetto di vitello con tartufo nero e radicchio tardivo di Treviso in saor

Dessert:
Tortino caldo di zucca con salsa all’amaretto

Dopo la mezzanotte, come da tradizione, verrà servito zampone e lenticchie.

Euro 460,00 a persona (Iva, vino e bevande incluse – Champagne escluso).

 

Info e prenotazioni:

 Sina Centurion Palace

Dorsoduro, 173 30123 – Venezia

Tel +39 041 34281

Fax +39 041 2413119

sinacenturionpalace@sinahotels.com

www.sinahotels.com/it/h/sina-centurion-palace-venezia/

 Dove passare il Capodanno a Firenze, Where to spend the New Year in Florence

Firenze

Se passate da Firenze, Villa Cora, sul viale che porta al Piazzale Michelangelo, ha in serbo per il 31 dicembre un pranzo e un brunch serale.

Pranzo della Domenica 31 Dicembre  – Menù servito
A Villa Cora ogni giorno è un giorno speciale. Domenica 31 dicembre sarà possibile concedersi un tradizionale pranzo di festa in famiglia, prima di immergersi nella notte più lunga dell’anno.
– Pranzo della Domenica 31 Dicembre con Menù servito presso Le Bistrot. € 80 iva e vino incluso per persona.
Intrattenimento per i più piccoli.
Questo il menu

 Executive Chef Alessandro Liberatore
Pranzo di San Silvestro
31 Dicembre 2017
Menu
Entrée dello Chef
Uovo Parisi Cotto a 62°, con Spuma di Patate, Jus di Vitello e Tartufo
Agnolotti di Amatriciana, Crema di Pecorino Romano, Guanciale Croccante
Coda di Rospo Scottata, Fregola Risottata, Finocchi Brasati, Olive Taggiasche,
Jus di Vitello al Foie Gras
Oppure
Insalata Tiepida con Verdure Croccanti al Profumo di Tartufo
Selezione di Dolci Natalizi a Buffet della Nostra Pasticceria


Brunch Serale San Silvestro 
A Villa Cora sarà possibile infine salutare la mezzanotte partecipando al Brunch Serale di San Silvestro, un ricco buffet di delizie dolci e salate di ogni genere per salutare la mezzanotte con un brindisi al 2018.
Inoltre, offriremo ai nostri ospiti un’area per bambini con animatore e buona  musica dal vivo. Non vediamo l’ora di accogliervi!

– Brunch Serale San Silvestro (notte del 31 Dicembre ) € 280 iva inclusa, vino escluso, per persona.
(Una bottiglia di Champagne ogni due Ospiti al tavolo)
A partire dalle ore 20:30.
Intrattenimento per i più piccoli.

Per prenotazioni e informazioni:
Tel: +39 055 228790 – ristorante@villacora.it
Dove passare il Capodanno a Firenze, Where to spend the New Year in Florence
Firenze
Sempre a Firenze, avete l’occasione di provare la grande cucina di Daniele Pescatore, tornato in grande stile.
La sua nuova casa Da’ Pescatore, è nel ristorante interno dell‘Hotel Sina Villa Medici.
Ecco le proposte dello chef, per il cenone di Capodanno:
Benvenuto Da’ Pescatore con salmone marinato 48 ore e scampo filato
Ostrica, finocchio, panna acida e uova di salmone
Terrina di polpo e foie gras, arance caramellate
Al calice “Bardolino Ch’arotto” Villa Calicantus
*****
Tagliolini in brodo di crostacei e canederli di scampi
Risotto alle vongole veraci e pomodorini del Vesuvio
Al calice “Blanquette di Limoux carte noire” Vergnes
*****
Calamaro al Pecorino
Astice gratinato su radicchio tardivo e zabaione al Marsala
Al calice “Chardonnay Monsanto” Castello di Monsanto
*****
Pre dessert
Mousse allo Champagne
A mezzanotte… Lenticchie portafortuna
Al calice “Ferrari Perlé” Cantine Ferrari
*****
Caffè Passalacqua servito come una volta…
€ 170.00 a persona, IVA inclusa, vini esclusi
€ 210.00 a persona, IVA inclusa, con vini abbinati

Da’ Pescatore – Hotel Sina Villa Medici Autograph Collection

Via Il Prato, 42 – 50123 Firenze
Tel.+39 0552771891
Hotel Hilton a Roma, Hilton's Hotel in Italy
Roma

Nella capitale il cenone di capodanno è all’Aleph Rome Hotel, presso il ristorante Sky Blu Rooftop. Allo scoccare della mezzanotte la nostra terrazza al sesto piano verrà aperta per gustarsi lo spettacolo dei fuochi d’artificio con un calice di champagne. A seuire il party continuerà nella nostra Lobby con DJ Set fino alle ore piccole!

MENU:
РCarpaccio di scampi con sandwich di triglia dorato al pane verde con polvere di caff̬
– Tortelli alla cime di rapa con pecorino e tartufo bianco
– Riso mantecato ai gamberi di Mazzara e lime
– Filetto di manzo alla rossini con cuore di carciofi e tortino di patate
– Sciogli lingua al mirtillo
– Sfera di cioccolato fondente con mousse al mascarpone, gelatina al passion fruit ed arancia con salsa calda al cioccolato bianco e rhum

Welcome drink incluso
Selezione di vini a cura del nostro Sommelier
€ 180 per persona invece che € 220

No comments

Pagina successiva »