Google+

La Finestra di Stefania

L'enogastrogiardiniera

Archive for the 'Eventi di Cibo e Spettacolo' Category

La cena in Terra di Berardenga e i 650 anni di Castelnuovo

agosto 14th, 2017 | Category: EVENTI,Eventi di Cibo e Spettacolo,Evento Di Vino

La piazza di Castelnuovo Berardenga, dove mangiare nella Berardenga

Castelnuovo Berardenga, 650 anni e non sentirli. Il suo destino, marchiato da un fiasco di vino, dipinto nel 1335 da Ambrogio Lorenzetti per un cofano nuziale. Lo spunto per festeggiare il paese nell’antico Prato delle Fiere, diventato oggi la piazza principale, il fulcro di tutte le cose.

Castelnuovo Berardenga winemaker,

E in una sera abbracciata dal vento e dagli sbuffi di una fontana felice, i Calici di Stelle si sono affiancati al buon cibo per la Cena in Terra della Berardenga. Vignaioli, cuochi e castelnuovini, fianco a fianco per il bene del paese.

Salumi della macelleria Pini Bollicine toscane per aperitivo Come servire il salame per un aperitivo

Salumi del Minucci e del Pini insieme alle Bollicine di Felsina per principiare.

Produttori di vino di Castelnuovo Berardenga

Un calice di Chianti Classico per brindare: Dievole, Felsina, La Lama, San Felice, Villa a Sesta, Vallepicciola, Poggio Bonelli, Fattoria dell’Aiola, Losi Querciavalle, Podere Le Trosce, Bindi Sergardi, Castello di Bossi, Fattoria di Corsignano e Carpineta Fontalpino, i produttori venuti a deliziare.

Cena in terra della Berardenga

Calici di Stelle a Castelnuovo Berardenga

Piatti che si accumulano, cucchiai che affondano nell crema di fagioli, gnudi di ricotta e pancetta croccante di Quei 2 e che sminuzzano quenelle di pappa al pomodoro della Taverna della Berardenga, forchette che mettono allo scoperto il ripieno di stracciata delle crêpes di Anonimax, coltelli che sminuzzano il petto d’anatra con le cipolle caramellate di Bengodi, bocche golose che sorridono all’arrivo della mousse di cioccolato bianco della Taverna della Berardenga e del semifreddo al Vin Santo della gelateria Pit Stop.

Sotto un piumone di nuvole e stelle, Associazioni in Festa, Slow Food Siena, i ristoratori di Castelnuovo, i viticoltori del Classico della Berardenga, hanno lavorato fianco a fianco per far sì che il Prato delle Fiere, fosse speciale. E ci sono riusciti.

 

No comments

Wine Food & Summer Festival a Villa Caruso

giugno 01st, 2017 | Category: Eventi di Cibo e Spettacolo

Ville toscane da visitare

L’estate sta arrivando e con lei, la voglia di uscire per eventi all’aperto. E’ tempo di summer festival quindi, per lasciare alle spalle l’inverno e godersi l’aria aperta.

Sulle colline intorno a Firenze, è tutto pronto per il Caruso Wine Food & Summer Festival. La manifestazione enogastronomica si svolgerà il 10 e 11 giugno nella villa Caruso di Bellosguardo a Lastra a Signa.

Cosa c’è da fare?

Una grande festa che unirà, al buon vino, il buon cibo, pane, salumi e golosità artigianali, e gli show cooking dell’Associazione Cuochi Fiorentini. E poi ancora presentazioni di libri, musica e area ristoro di qualità.

Una grande festa che unirà, al buon vino, il buon cibo – pane, salumi e golosità artigianali di qualità – e gli show cooking dell’Associazione Cuochi Fiorentini. E poi ancora presentazioni di libri, musica e area ristoro di qualità.

Presentazioni di libri moderate dal giornalista Lirio Mangalaviti: da non perdere sabato 10 giugno Nadia Fondelli e Roberta Capanni  con “Le Donne del vino in Toscana” alle ore 16,30.

Un occhio di riguardo ai bambini: babbo e mamma potranno degustare vini e assaggiare il cibo con tranquillità, perché ci sarà un’area kids gratuita gestita dall’Associazione “I’Brucomela” presente sul territorio da 4 anni: una garanzia per  l’intrattenimento e l’animazione dei  più piccoli.

Informazioni

L’evento si svolgerà (anche in caso di maltempo) sabato 10 dalle ore 11 alle 23 e domenica 11 giugno dalle 11 alle 21.

Ingresso €10 a persona: comprende tutte le degustazioni, brochure e calice con tracollina.

La cassa chiude un’ora prima del termine della manifestazione.

Villa Caruso, Via di Bellosguardo 54, Lastra a Signa (Firenze).

 

No comments

Parlare di cibo in modo diverso? Succede a Firenze

maggio 29th, 2017 | Category: Eventi di Cibo e Spettacolo

Firenze forum sul cibo, Food Forum Florence

Segnalo molto volentieri questo evento in programma a Firenze, martedì 30 maggio. Firenze e il cibo, negli ultimi tempi sono argomenti seguitissimi, tra aperture di nuovi locali  ed eventi culinari, ma questa volta si parla di cibo in modo diverso con il forum “La Questione Food in Agenda 2030: un approccio territoriale” nella Sala d’Arme di Palazzo Vecchio dalle ore 10 alle 17.

cosa-mangiare-a-Firenze.jpg

L’iniziativa rientra nel programma del Festival dello Sviluppo Sostenibile, in corso di svolgimento fino al 7 giugno, ed è organizzata dalla Fondazione Simone Cesaretti e dall’AIQUAV (aderenti ASviS), in collaborazione con il Consorzio interuniversitario ‘Istituto Nazionale di Studi su Agribusiness e Sostenibilità’ (INAS).

manifestazione sul cibo a Firenze

 

Programma

 10:00 Accoglienza
 10:30 Saluti e Introduzione
Alessia Bettini (Assessore Ambiente e igiene pubblica, Comune Firenze)
Eva Pföstl (Vice Presidente Collegio dei Saggi, Fondazione Simone Cesaretti)
Filomena Maggino (Presidente, AIQUAV)
 11:00 L’Approccio Territoriale alla Questione Food in Agenda 2030
Gian Paolo Cesaretti (Presidente, Fondazione Simone Cesaretti)
Stili di Alimentazione e benessere degli italiani: cosa dicono i dati
Filomena Maggino, Carolina Facioni, Isabella Corazziari (AIQUAV)
Sessione: Agricoltura e Istituzioni a supporto
Sostenibilità Territoriale: il ruolo della ricerca e della formazione)
Calibrare la formazione e la ricerca agroalimentare nella dimensione della sostenibilità

Pietro Pulina (Presidente, SIEA)

13:15 Buffet
14:30 Sessione: Agricoltura Ecosostenibile
Sostenibilità energetica e ambientale dei giacimenti alimentari Carlo Alberto Campiotti (ENEA)
Quale cibo tra trenta anni Silvio Greco (Docente di Sostenibilità ambientale,

Università di Scienze Gastronomiche di Pollenzo)

Ambiente, Agricoltura, Alimentazione, Salute e Economia 

Roberto Mancini (Responsabile Un punto macrobiotico Firenze)

Sessione: Agricoltura di Prossimità
Politiche per la valorizzazione e la sostenibilità dell’agricoltura periurbana 

Iacopo Bernetti (Direttore, INAS)

Sessione: Agricoltura Sociale
Un modello di impresa sociale: la legge 141/2015

Marco

Berardo Di Stefano (Presidente, Rete delle fattorie sociali)

Un nuovo sistema di welfare: il ruolo delle imprese agricole

Pina Romano (Funzionario, Confagricoltura)

 16:30 Dibattito con interventi programmati
 17:30 Chiusura dei lavori
Per ulteriori informazioni e/o per confermare la propria partecipazione, e possibile scrivere a: food.Agenda2030@gmail.com

 

 

No comments

Quante golosità al Foodies Festival di Castiglioncello

Il bellissimo Castello Pasquini a Castiglioncello, Toscana, The beautiful Pasquini Castle in Castiglioncello, Tuscany

L’arrivo dei ponti di primavera in Toscana, specialmente lungo la costa, oltre a far pensare a giornate da trascorrere sul mare è sempre stato legato al mangiare bene. Dove andiamo a mangiare per il primo maggio? E io che vi posso rispondere? Ma a Castiglioncello, ovvio, perchè da sabato 29 aprile a lunedì primo maggio torna il Foodies Festival.

Emanuele-Vallini.jpgUn consiglio che posso darvi se non avete voglia di guidare, è che a Castiglioncello ci arriva il treno, quindi potete mangiare, bere, e degustare quanto vi pare, senza poi dover pensare alla macchina! Basta che raggiungere la stazione!

E perchè andare al Foodie Festival? Perchè si gusta un buon piatto così come si gusta un buon pezzo di musica. E sarà proprio la musica ad accompagnare il lavoro dei grandi chef e delle tante iniziative che ci saranno anche in questa edizione.

Chef dell'Osteria di passignano di Antinori

Ma cosa bolle in pentola a Castiglioncello?

Si parte sabato pomeriggio alle ore 17 con lo chef stellato Matia Barciulli del ristornate Osteria di Passignano e presidente
Premio il Magnico; segue Luciano Zazzeri, ospite del talk Agorà in programma sabato pomeriggio alle ore 18.

Guido Haverkock chef del ristorante La Tavola di Guido, Locanda Le piazze a Castellina in Chianti, Toscana, Guido Haverkock chef of La Tavola di Guido restaurant, Locanda Le piazze in Castellina in Chianti, Tuscany.

La domenica si accenderanno materialmente i fornelli alle ore 15:30 con lo show cooking a cura dell’associazione CHIC
‘charming italian chef’ con il padrone di casa Emanuele Vallini – ristorante ‘la Carabaccia’ di Bibbona, Andrea Aleri –
ristorante ‘Il Chiostro’ di Andrea di Milano, Federico Beretta – ristorante ‘Feel’ di Como e Alessandro Bellingeri – ristorante
‘osteria de L’Acquarol’ di Trento.

Sempre domenica, alle 19, L’opera del Gusto’ assieme ai cantanti lirici vedrà impegnati lo chef tedesco Guido Haverkock
del ristorante ‘La Tavola di Guido’ a Castellina in Chianti, Marta Scalabrini del ristorante ‘Marta in cucina’ di Reggio Emilia
e Silvia Volpe, rappresentante Slow Food.

Vetulio Bondi, il gelatiere più famoso di Firenze, 49/5000 Bondi Vetulio, the most famous ice cream maker in Florence

Lunedi primo maggio, ore 16, per gli amanti del gelato il maestro gelatiere Vetulio Bondi creerà per il pubblico un sorbetto
all’olio e un gelato alla pappa al pomodoro; alle 17:30 la ‘cucina gentile’ introdurrà alle prelibatezze composte da Silvia
Daddi chef itinerante e Gabriella Pizzi del ristorante ‘Aia della Vecchia’.

Inoltre per tutta la durata della manifestazione ci saranno:

Chic and Cheap Expo Mercato: allestimento di banchi e foodtruck nel  parco del  Castello Pasquini.
sabato+ domenica + lunedì ore 10:00 – 24:00 a cura di C C N Castiglioncello.

Street Food: allestimento con banchi e somministrazione cibo
al  Portovecchio.
sab + dom + lun ore 10:00 – 23:00

1 comment

La Casa del Chianti Classico e tutto quello che c’è da fare nel 2017

chianti Classico House Radda

Più che un anticipo di primavera, in questi giorni siamo stati presi da un’estate improvvisa, che ha visto far aprire ufficialmente la stagione turistica nel Chianti.

A Radda in Chianti (Siena), quest’anno la Casa del Chianti Classico, si presenta con una bella novità: il ristorante “Al Convento”, oltre alle sale interne, avrà anche i tavolini all’aperto, nel bel mezzo nell’antico chiostro.

ristoranti a radda in chianti

E sono cambiati anche gli orari del ristorante: sarà aperto per pranzo dal martedì alla domenica dalle 12.30 alle 14.30, cena dal martedì al sabato dalle 19.30 alle 21.30. Tutte le ricette presenti nel menu affondano le radici nella tradizione del territorio, con rispetto delle materie prime più autentiche, e anche questa volta ci saranno Emi e Roberta a consigliarvi sui piatti.

Invece se volete mangiare qualcosa di veloce, oppure bere un calice di vino, c’è lEnoteca wine café: un luogo dove degustare i vini grazie ad un’ampia e diversificata selezione di etichette del territorio, in abbinamento a merende gourmet. L’apertura è dal martedì al sabato dalle 11.30 alle 21.30 e la domenica dalle 11.30 alle 15.30.

Poi cosa c’è da fare alla Casa del Chianti Classico? Tantissime cose:

Percorso museale Chianti Classico. Colori, profumi, sapori e luoghi del vino tra installazioni luminose e video, ambienti animati e un percorso che tra le antiche celle del Convento racconta la storia del Chianti Classico.

Visite guidate dal martedì al sabato in orario 11-13 e 15-18, la domenica 11-13.

il museo della casa del Chianti Classico a Radda

La scuola di cucina Lady Pasta & Mr Wine (su prenotazione). La cuoca Emi insegnerà agli “allievi” la vera cucina toscana. Ed è pronta a svelare tutti i segreti della pasta fresca e delle ricette più note e gustose della tradizione.

Corsi sul vino ABC Chianti Classico (su prenotazione per almeno 7 persone). I migliori esperti in materia terranno brevi e intensi educational sui vini del territorio.

cosa c'è da fare a Radda in Chianti

Mostra fotografica Chianti Tellers. A partire da aprile e per tutta la stagione estiva, il chiostro del Convento viene animato dalla mostra del fotografo Dario Garofalo. Si tratta di un omaggio del Consorzio Vino Chianti Classico agli abitanti del territorio, a coloro che con il loro lavoro quotidiano hanno reso l’area del Chianti famosa nel mondo, a coloro che esprimono oggi giorno, in silenzio, l’identità storica e socioculturale di questi luoghi nel cuore della Toscana.

cosa vedere a Radda in Chianti

E quali saranno gli eventi della stagione 2017 alla Casa del Chianti Classico?

Le grandi melodie del Gallo NeroFood, Wine & Opera

Cene con abbinamento tra piatti della tradizione e le più famose arie della lirica eseguite dal vino nel Chiostro del Convento (40 euro) – 7 e 21 luglio 2017

Aperitivi jazz al Convento. Tutti i giovedì da giugno ad agosto, aperitivo con musica live e degustazione di vini Chianti Classico (15 euro) – 15, 22 e 29 giugno / 6, 13, 20 e 27 luglio / 3, 10, 17 e 24 agosto 2017.

Indovina chi bevi a cena. Un giorno per serate divertenti. Porta la tua bottiglia, bendala e mettila in assaggio sul tavolo. I tuoi compagni faranno lo stesso e chi indovinerà più vini vince la cena (menu alla carta) – 14 giugno / 19 luglio 2017.

Fritto e bollicine. Serata frizzantissima a base di fritti misti, bollicine del territorio del Chianti Classico e champagne. Il tutto accompagnato da musica live (25 euro) — 1° luglio 2017.

Cachemire e Sangiovese. Le eccellenze del territorio incontrano le specialità provenienti da tutto il mondo in una mostra-mercato che presenta negli stand enogastronomia di alto livello, arte e grande artigianato (25 euro) – 2 settembre 2017.

Aspettando la Granfondo del Gallo Nero. Una corsa ciclistica epica sulle strade bianche e come ormai è tradizione, alla vigilia dell’evento la Casa Chianti Classico si appresta ad organizzare una festa nel Chiostro, cenando con gustosi piatti, ottimo vino e musica dal vivo — 23 settembre 2017. www.granfondodelgallonero.it

Info e prenotazioni info@casachianticlassico.it —- tel. 0577 738187, 0577 738278.

agenzia di viaggi a radda in chianti

Altra novità della stagione a Radda in Chianti è la collaborazione tra la Casa del Chianti Classico e Chianti Live, l’agenzia di servizi turistici, che ha anche lanciato il rivoluzionario progetto di “Chianti Xploro“, dove ognuno di noi si può prenotare dall’albergo, alla cena, all’escursione, solo ed esclusivamente nel territorio del Chianti.

No comments

Emanuele Vallini ambasciatore della cucina toscana a Praga

marzo 13th, 2017 | Category: Cibo Chef e Cuochi,Eventi di Cibo e Spettacolo

Emanuele Vallini chef Il Giardino restaurant Praha

Se dovessi farvi capire chi è lo chef Emanuele Vallini, ve lo descriverei così: un cuoco dove la curiosità per i prodotti e le materie prime, e la complicità con la sua brigata di cucina e di sala, sono ben impressi nel suo DNA.

Caratteristiche che lo hanno portato a diventare l’ambasciatore della cucina toscana a Praga.

C’è chi non crede nelle combinazioni della vita (io invece si), c’è chi dice che è tutto scritto, c’è chi sostiene che sono scelte. Pensatela come volete, sappiate soltanto che la cucina toscana del Vallini, del ristorante La Carabaccia di Bibbona, ha preso il volo, e dal Mar Tirreno è approdata a Praga, nelle sale del “Ristorante Il Giardino” dell’NH Hotel.

Tutto è cominciato nel 2012, quando il proprietario dell’Hotel è andato a mangiare alla Carabaccia, e dopo un po’ di frequentazione del ristorante, ha capito che i tempi erano maturi per fare qualcosa di bello: portare la cucina toscana in quel di Praga. Vallini è volato nelle cucine del ristorante Il Giardino e insieme a Daniel Bukowski stanno collaborando da un paio di anni a piatti fatti con materie prime di qualità e piccole realtà toscane. E il progetto più ambizioso, sarà quello di vivere e pensare la cucina alla maniera italiana.

Il Giardino Italská restaurace v Praze Praha

E cosa ha portato Emanuele Vallini della cucina toscana a Praga? Ecco i piatti toscani in carta:

Coccoli e salvia fritta

ricetta coccoli toscani

Pappa al pomodoro

ricetta pappa al pomodoro

Paccheri al sugo di nana (anatra): l’unione perfetta tra la cucina toscana e quella della Repubblica Ceca.

ricetta sugo di nana

Cinque e Cinque

cinque e cinque versione finger food

La Carabaccia, non poteva assolutamente mancare!

ingredienti della zuppa di cipolle toscana

Baccalà alla livornese

baccalà alla livornese gourmet

Naturalmente c’è anche una versione del tiramisù rivisitata con i frutti di bosco e la sfoglia croccante, ma il finger food di torta di ceci, il cinque e cinque mi pare più azzeccato, anzi veramente toscano.

Marzo sarà il mese  dedicato alla cucina toscana ed è stato inaugurato con una cena di gala alla presenza di molte autorità locali tra cui l’ambasciatore italiano a Praga, Aldo Amati, e terminerà il 26 marzo con un brunch in puro stile toscano.

 

Prague, Emanuele Vallini chef

Una piccola intervista per farvi capire con chi avete a che fare.

Emanuele cosa hai portato di Bibbona a Praga?

Il cucinare alla maniera italiana, la genuinità,  ma anche la pappa al pomodoro, perché pane e pomodoro sono pure combinazioni toscane. E la “nana”, perchè l’anatra unisce la Toscana con Praga e la Repubblica Ceca, in quanto è uno dei piatti principi.

Le frattaglie, come convinci le nuove generazioni a mangiarle?

Si comincia dalle ricette facili. Hai presente la trippa fritta? Nessuno sa resistere. Dopo diventa più facile mangiare le frattaglie.

Portare la cucina toscana a Praga è un’opportunità, oppure una grande responsabilità?

Una grande opportunità, in quanto sempre più persone della Repubblica Ceca stanno arrivando in Toscana. Questo è un modo per farli mangiare di nuovo alla maniera toscana, una volta tornati a casa. E nel modo vero, proprio come hanno potuto constatare in Italia. Ma è anche una responsabilità, anzi questo sarà l’obiettivo per far capire ai clienti de Il Giardino, che mangiare quì sarà un percorso non solo fatto di ricette e ingredienti, ma un’unione tra il gusto e la ricerca della vera Toscana, genuina e schietta.

Artigiano oppure artista della cucina?

Sarò sempre un artigiano della cucina, alleato con altri artigiani del territorio.

brigata vallini

E altra cosa che ci tiene ha sottolineare è il lavoro di squadra, che è importante, anzi fondamentale. La dimostrazione l’abbiamo nel vederlo complice nel cucinare insieme alla sua brigata. Insegnare, ascoltare, dialogare, sono i principi che ogni giorno ripete ai suoi ragazzi, Tony Uccello e Mirco Verardi. Di questi due giovani, ne sentiremo parlare, perchè hanno tanta voglia di imparare e soprattutto umiltà e molta, ma molta curiosità.

Ornella Cazzola Vallini

Poi c’è lei, Ornella Cazzola Vallini. Parlo di lei per ultima, solo per un motivo: moglie , Sommelier, la pefetta padrona di sala della Carabaccia. Genovese di Quarto, è  il trait d’union perfetto tra il cliente e la cucina.

Emanuele Vallini a Praga

Le bellissime foto dei piatti sono di Marco Provinciali.

Il Giardino restaurant, NH Prague City, Mozartova 1, 150 00, Prague 5 (Prague, CZ), tel. +420 257 154 262

La Carabaccia

Via della Camminata Est, 15/23
Bibbona LI
Telefono: 0586 67037
No comments

Casting Tv per partecipare a Guerrilla Gardeners

come partecipare a un casting per la tv

Quando mi è arrivata questa mail, da giardiniera ho sorriso. Perché? Perchè finalmente potrete capire, quante cose si muovono intorno a piante, fiori e giardini. Infatti sono aperti i CASTING per la nuova edizione di Guerrilla Gardeners, la trasmissione televisiva in onda in primavera su LA5!

Ma cosa è Guerrilla Gardeners?  E’ il programma che promuove il ‘verde a 360°’ in TV, e farà vedere a molte persone come si lavora nel mondo del verde.

Una vera e propria gara in cui due squadre si sfidano a colpi di ‘fiori’ in diverse guerrille, ovvero prove finalizzate a fare ‘sorprese verdi’ ai più svariati destinatari. A giudicarne la riuscita: un esperto e i destinatari stessi delle sorprese, a cui si aggiungono prove pratiche e teoriche che, in alcuni casi, diventano originali tutorial dedicati ai prodotti utilizzati.

Come fare a partecipare al Casting Tv? 

La  produzione cerca coppie di vario genere (coniugi, fidanzati, famigliari, amici, colleghi, ecc…) che abbiano preferibilmente tra i 25 e i 55 anni, con una spiccata simpatia e voglia di mettersi in gioco. Per le registrazioni è richiesto un impegno di circa 4 giorni.

Per inviare la propria candidatura inviare una email a casting@lavideoevoluzione.com allegando una foto, con numero di cellulare e una breve descrizione di chi siete e in cui parlate della vostra “passione verde”. Nell’oggetto scrivere: GUERRILLA.

Il casting si svolgerà dal 6 al 18 febbraio presso la sede di Prodotto a Milano) ,dal 22 al 24 febbraio presso lo stand Pad 20 – C29 all’interno della fiera Myplant & Garden, la fiera internazionale del verde, che vi consiglio di andare a vedere.

 

No comments

Wine & Siena 2017 al Santa Chiara Lab con Igles Corelli

Credits Agrodolce Wine & Siena 2017

Sabato 21 e domenica 22 gennaio, prende forma nei palazzi più importanti di Siena, la seconda edizione di Wine&Siena.

Le cose da fare sono tante, e ve lo ho descritte in parte sul mio articolo scritto per Agrodolce, quello che ci tenevo a dirvi è che sabato 21 gennaio c’è anche un convegno importante.

“Sostenibilità come strategia di business per le aziende del settore del vino”è questo il tema del convegno, in collaborazione con l’Università di Siena che si terrà al Santa Chiara Lab, in Via Valdimontone, 1, alle 16.30.

L’evento, si aprirà con l’introduzione di Helmuth Köcher, ideatore del Merano Wine Festival e di Wine&Siena.

Alle 18.30 si svolgerà il Talk Show Vino, cibo e territorio nella dimensione della Sostenibilità per la Comunità in collaborazione con l’Università di Siena. Parteciperanno: Francesco Pugliese Amministratore Delegato e Direttore Generale di Conad, la Prof. ssa Sonia Carmignani e Michele Manelli Presidente Cantina Salcheto, Stefano Bernardini Presidente di Confcommercio Siena, lo Chef stellato Igles Corelli, e saranno moderati da Federico Quaranta.

Chiuderà il convegno la cena con percorso gastronomico attraverso i prodotti sapori&dintorni Conad a cura dei cuochi della Compagnia degli Chef.

A seguire cena su prenotazione con prodotti Sapori&Dintorni Conad (35 euro). Nella foto trovate cosa vi prepareranno di buono gli chef Igles Corelli, Carlo Molon, Stefano di Gregorio, Fabrizio Barontini e Giuseppe Silano.

Igles Corelli per Conad

Per prenotare la cena, andate sul sito SAPORI &DINTORNI CONAD oppure direttamente allo Store Sapori&Dintorni Conad in Piazza del Campo. Tel. 0577 275740

No comments

Pagina successiva »