Google+

La Finestra di Stefania

L'enogastrogiardiniera

Archive for the 'Feste fiere e sagre' Category

Fiera della Biodiversità a Bologna

Bologna fiera della biodiversità

Bologna la dotta, apre uno dei suoi bellissimi portici nel centro storico il prossimo weekend per la”Fiera della Biodiversità“. Sabato 14 e domenica 15 novembre piccoli produttori di eccellenze enogastronomiche, scrittori e cuochi si daranno appuntamento nel quadriportico del Vicolo Bolognetti al numero 2.

Sabato 14 novembre

ore 10.00 Inaugurazione

SALA SILENTIUM

ore 12.00 Appetiti Estremi presentazione del libro a cura di Stefania Pianigiani e Sabrina Somigli

Al termine della presentazione Cooking Show a cura delle autrici : il risotto al,buristo.

ore 15.00 Expo : i Tavoli tematici

Incontro con il Dott. Giacomo Biraghi e alcuni ‪#‎expottimisti‬ sui Tavoli Tematici, un’ introduzione al racconto di questa esperienza metodologica .
5 anni fa la Camera di Commercio di Milano ha chiamato a raccolta le imprese chiedendo di collaborare ed elaborare nuovi progetti imprenditoriali e di presentarli attorno ai tavoli tematici dedicati ai diversi settori, dall’accoglienza alla agricoltura, dalla solidarieta’ alla salute, dall’artigianato alle start up. Oggi queste idee sono diventate realtà e soprattutto non si esauriranno con 31 ottobre.
L’Esposizione Universale è stato il lancio concreto e visibile del rilancio economico e morale del nostro Paese . ‪#‎expottimista‬

ore 17.00 L’agricoltura ricchezza e/o risorsa

l’agricoltura italiana è la migliore al mondo, potrebbe contribuire al PIL in misura assai maggiore. Ci facciamo vanto delle cifre dell’export agroalimentare (35 miliardi di euro) che è pari a quello del Belgio. Ma il Belgio ha un decimo della superficie dell’Italia e un sesto degli abitanti…e soprattutto non ha il nostro sole e il nostro clima.
Ne parliamo con Franco Poggianti , autore del libro Capra e cavoli (Agra editrice, Roma) ,giornalista ha ideato diretto e condotto per sette anni Agri3, il fortunato settimanale sull’agricoltura professionale andato in onda per più di 200 numeri sulla terza rete Rai. Inviato speciale di politica internazionale e di cronaca, è stato, negli ani ’90 capo redattore toscana della Rai e, successivamente vicedirettore di Rai International.

QUADRIPORTICO

dalle ore 11.00 Cooking show a cura degli chef Ivan Poletti, Bernardo Bolognetti …

Stefania Pianigiani e Sabrina Somigli il libro

dalle ore 13.00 Cooking Show di ricetta toscana, il risotto al buristo tratta dal libro Appetiti Estremi a cura di Stefania Pianigiani e Sabrina Somigli . Su prenotazione

dalle 10.00-23.00 Il mercato Chicchibio
esposizione e vendita di prodotti della terra , angolo degustazione vini e piatti “biodiversi”

ore 17.00 Degustazione guidata da Claudio Plessi

Cantina Bortolotti Maria , Zola Predosa
Cantina Bergianti Carpi
Cantina Da Vinci, Modena

euro 30.00

su prenotazione
Piace a 1 persona

appetiti estremi a Bologna

Domenica 15 novembre

SALA SILENTIUM

ore 11 .00 Gli ignoranti: dal titolo del libro /fumetto di Davideau , tavola rotonda sul vino con Otto Gabos fumettista, associazione Amo, Marcello Leoni chef, Claudio Plessi viticultore.

ore 12.00 Chicchibio Cucina e Poesia Presentazione della rassegna di corsi di cucina Chicchibio Cucina e Poesia 2015 intervengono gli chef Marcello Leoni, Ivan Poletti , Max Poggi, Bernardo Bolognesi, Manuel Esteban Baez, Eva Runggaldier.

ore 15.00 – La biodiversita’ del Gargano – Dott. Nello Biscotti
Conferenza sulle antiche accessioni da orto delle agricolture tradizionali della Capitanata.

Ore 18.00 I Mulini Storici. Incontro con la referente regionale dell’associazione italiana amici dei mulini storici ) AIAMS) e presidente dell’ass. Amici del Mulino Scodellino

QUADRIPORTICO

dalle 10.00-23.00 Il mercato Chicchibio
esposizione e vendita di prodotti della terra , angolo degustazione vini e piatti “biodiversi”

dalle ore 11.00 Cooking Show a cura degli chef Ivan Poletti, Bernardo Bolognesi e Marcello Leoni

Dalle 12 alle 23 Degustazione e vendita di vini a cura di AMO – Associazione Mescitori Organizzati (www.amo.bo.it)

ore 16.00 Degustazione di vini a cura della Enoteca Zampa:

macchiatello, 2012- cantina macchiatello, puglia
rosso , 2009 – cantina monte di grazia- i.g.t. campania
terran, 2011- cantina cotar , slovenia
pignatello 2012- cantina boraco, sicilia
900 ceppi , 2000 – cantina poggio altari

euro 30.00

ore 17.00 Degustazione di vini Cantina IOSKO GRAVNER a cura di Marcello Leoni

Ribolla Mg
Ribolla Gialla Mg
Anfora Pinot Grigio Mg
————
Breg
Anfora Breg
Anfora Ribolla Gialla
Rosso Gravner

euro 30.00

ore 18.00 Degustazione guidata da Claudio Plessi

Cantina Bortolotti Maria , Zola Predosa
Cantina Bergianti Carpi
Cantina Da Vinci, Modena

ero 30.00

solo su prenotazione

chicchibio.eventi@gmail.com
329 5948879

QUI TROVATE TUTTO IL PROGRAMMA COMPLETO

No comments

Tre idee gustose per il fine settimana

cosa preparare per merenda ai bambini

Questo fine settimana in Toscana ci saranno tante cose belle da fare, ve ne segnalo almeno tre dove potete vedere cose nuove e divertirvi, ma soprattutto mangiare bene.

Sabato 5 settembre – Passeggiata e Merenda Chiantigiana

Alle ore 14.45 ritrovo presso l’Azienda LOSI Querciavalle per un trekking panoramico di circa 10 km, che si concluderà aspettando il tramonto presso l’azienda, dove sarà possibile degustare i vini della famiglia Losi, insieme ai salumi della Macelleria Rapaccini e ai pecorini dell’Azienda Agricola Corbeddu.. per una tradizionale merenda chiantigiana!

La passeggiata è gratuita per gli associati F.I.E., 5 euro per i non soci. Il costo della merenda è di 10 euro per tutti.

E’ necessario prenotarsi alla pagina del GEB: www.gruppoescursionistiberardenga.it

per informazioni: 338.4747293 | 335-5214332

programma cookstock a pontassieve

 

Quàlita, progetto rivolto alle piccole aziende del settore agroalimentare, sarà presente il 4, 5 e 6 di settembre alla seconda edizione della kermesse enogastronomica Cookstock, appuntamento che animerà le vie del centro di Pontassieve con degustazioni, vino, cibo di strada,cooking show realizzati da grandi chef, mostre e aperitivi, il tutto condito da ottima musica.

Cookstock, che lo scorso anno ha visto la presenza di 20.000 persone, è organizzato dall’Associazione Cavolo a Merenda e dal Comune di Pontassieve, con il supporto dell’azienda Ruffino.

Piazza Vittorio Emanuele II ospiterà il cibo di strada, piazza Boetani sarà dedicata ad attività ed animazione per i più piccoli, via Ghiberti vedrà il coinvolgimento delle botteghe del borgo e degli agricoltori locali e piazza XIV Martiri, gestita da Ruffino, ospiterà una scuola di cucina, cene guidate con gli chef, cocktail con il vino e incontri sul tema. Non mancheranno i cooking show nei principali palazzi e luoghi culturali di Pontassieve e visite guidate alle cantine dell’azienda Ruffino. E la presentazione del libro Appetiti Estremi di Stefania Pianigiani e Sabrina Somigli, sabato 5 settembre alle 17.30 in piazza Vittorio Emanuele II.

Appetiti Estremi il libro di stefania pianigiani e sabrina somigli

Quàlita sarà presente in via Tanzini con la Via delle eccellenze, una rosa composta da selezionati produttori di vere eccellenze enogastronomiche che porteranno a Pontassieve un assaggio del territorio. Uno spazio in cui sarà possibile degustare, acquistare e scoprire ciò che c’è di speciale dietro al lavoro delle piccole realtà, alla loro passione, dedizione e alla qualità delle produzioni.

Da non perdere salame, finocchiona e prosciutto toscano dell’Azienda Agricola La Valle Del Sasso, prodotti da animali allevati direttamente in azienda e alimentati solo con cereali e fieni di prati  locali. Non mancheranno frutta e verdura da coltivazione biologica, prodotta e raccolta quotidianamente dall’azienda agricola L’Orto di Vaggio. Da assaggiare anche gli oli aromatizzati, le verdure sott’oliosenza conservanti e prive di glutine, realizzate con un processo a crudo e le confetture, le composte ed il succo di mirtillo, tutto realizzato da prodotti coltivati direttamente dall’azienda. Per i wine lovers tappa obbligata allo stand dell’azienda agricola biologica Il Prato per sorseggiare un bicchiere di Chianti Rufina Riserva, degustare la grappa distillata con metodo artigianale o il Vinsanto entrambi ottenuti dalle vinacce del Chianti Rufina. Da provare anche la gelatina di vino Chianti Rufina Riserva in abbinamento ai formaggi. Il viaggio nell’universo del gusto continua con i produttori dell’Associazione Resistenza Contadina: la famosa pesca Regina di Londa, frutta e verdura a km zero prodotta dalle aziende agricole Fratelli Mugnai e Panicale e il formaggio caprino del Podere Varena.

Per non perdere le ultime news  #QualitaMag e #CS15 –  Facebook: QualitaMagazine e Cookstock  

Orari manifestazione: venerdì 17.00 – 24.00 /sabato 10.00 – 24.00 /domenica 10.00 – 23.00

programma festa del perdono a Montevarch

La festa del Perdono a Montevarchi: l’Associazione Centro Rievocazione Storica presenta domenica 6 settembre

Centro Storico:
Ore 18,00
“Arrivo di Guido Guerra”
Sfilata e rievocazione

Piazza Varchi
Ore 19,45
Consegna della Reliquia del Sacro Latte della Vergine
da parte del Re di Francia Carlo D’Angiò al Conte Guido Guerra

dalle ore 19,45 in poi
Via Roma

Apertura taverne
“Il Banchetto”
inizio festeggiamenti con apertura delle taverne per partecipare
alla grande cena aperta alla cittadinanza con la moneta il “Varco”

Piazza Varchi
Ore 21,30
Gioco del Pozzo
Finale 3° e 4° posto
Finalissima 1° e 2° posto

Spettacolare disfida di abilità, forza e astuzia

Ore 23,30
Proclamazione e festeggiamenti al gonfalone vincitore
Consegna della mezzina al gonfalone vincitore delle Contese
Che avrà priorità per l’attingimento al pozzo in caso
di siccità o assedio per tutto l’intero anno

quale è il fumetto dei recordSabato 5 settembre, domenica 6 settembre e il pomeriggio di lunedi 7 settembre

VARCHI COMICS traslochera’ all’interno del negozio LA BOUTIQUE DEL FIORE

di Lucia Matteucci in Piazza Vittorio Veneto a Montevarchi.

Chiunque vorra’ potra’ partecipare al tentativo di realizzare la STRISCIA A FUMETTI piu’ grande del mondo: oltre 300 metri.

Inoltre nell’ occasione potrete conoscere il nostro Staff e chissa’ che qualcuno non possa entrare a farne parte.

Per info www.varchicomics.com

Elisabetta Simonti 347-7164103

Sabato 5 settembre c’è anche Visita guidata a “Villa Masini”

Ore 15

Via Pestello 22

su prenotazioni e informazioni chiamare 347-6109529

No comments

Il festival dei cibi di strada è a Vidiciatico sull’Appennino Bolognese

Luca Cai il re del lampredotto

Quali sono i cibi di strada italiani? Tanti, per fortuna sono davvero tanti! E se vi piace lo streetfood e la montagna, eccovi accontentati, in un colpo solo unite l’utile al dilettevole il 29 e 30 agosto a Vidiciatico nell’Appennino Bolognese c’è il Festival dei cibi di strada. Troverete Luca Cai il “re del lampredotto”, le olive all’ascolana, lo gnocco fritto, la porchetta di Ariccia, le “coppiette di suino sempre di Ariccia, i borlenghi e tante altre cosine deliziose. Sarà un occasione da non perdere per assaggiare dell’ottimo cibo, deliziose birre artigianali e scoprire una parte di Appennino.

cibo di strada emiliano

 

 

 

No comments

Cigoli, il borgo toscano del tartufo marzuolo

le mura di Cigoli

Marzo e viene subito in mente il tartufo marzuolo, ma voi lo sapete come riconoscere il tartufo e dove trovarlo? Il tartufo marzuolo e Cigoli, il piccolo borgo nel comune di San Miniato, nel pisano, da oltre 17 anni danno vita alla mostra mercato di questo prodotto e lo potete conoscere appieno il 14 e15 marzo. Ci sarà una mostra di modellini dei treni, le opere di Paolo Tinti, e il primo food contest legato al tartufo, e addirittura una camminata che partirà da Montopoli fino a Cigoli attraverso i boschi e incontrando i tartufai. E sarà anche l’occasione per ammirare questo bellissimo borgo, poco conosciuto, ma ricco di cose da vedere, come il Santuario della Madre dei Bimbi, detto anche della Madonna dei bambini.

Qualche giorno fa, l’Arga Toscana, ha organizzato un bel corso sul tartufo, coinvolgendo i tartufai e gli esperti, ed è stato molto utile, perchè con slide precise e parole adatte, ci ha introdotti in questo magico mondo del fungo ipogeo. Cosa è il tartufo?
Un po’ come il vino il mondo del tartufo è molto vario e complesso,
sono tante le frodi sul tartufo perché oggi c’è molto richiesta.
Ricordatevi che non è un tubero, ma un fungo ipogeo, ovvero sotterraneo, e l’interno é la polpa, e l’esterno è la scorza.
Il tartufo si trova in Italia, Francia, Ungheria, Marocco, USA, Cina, Albania e Sudafrica e in alcune zone della ex Jugoslavia e non tutti sono di qualità ottima.
In italia, ogni regione ha un proprio disciplinare sul tartufo, ma purtroppo c’è un invasione di tartufi di basso pregio provenienti dall’estero che contamina il mercato.
La cosa bella è che ogni tipo di tartufo, dal bianco pregiato al marzuolo, si raccolgono in periodi diversi, si trovano in terreni particolari e sono in simbiosi con alcune  piante tartufifere.

Poi i tartufai ci hanno detto che il carpoforo è la parte adibita alla riproduzione e cresce sotto terra nel tartufo, quindi un fungo ipogeo.
Il tartufo ha delle spore o semi inconfondibili e quando trovano il terreno adatto germinano e producano filamentie che sono in grado di riconoscere la pianta di cui hanno bisogno e instaurano un rapporto di simbiosi: il filo si avvolge alla radice formando le micorrize e da li nasce il tartufo. Le piante con cui va daccordo sono il  leccio, il pioppo bianco, il nocciolo, il cerro, la roverella, il tiglio e il carpino. Di solito i tartufi a seconda della specie, nascono nei pianelli, in fondo alle valli,  e se non abbiamo il cane, il tartufo di solito non viene fuori: ricordatevi sempre, tartufaio, cane e vanghetto il trio armonico e terapeutico perfetto.

Curioso anche scoprire che  in Toscana fino alla fine dell’Ottocento i contadini cercavano il tartufo con i maiali. Sono stato i romagnoli a introdurre il cane. E ricordatevi anche che il vanghetto deve essere stretto con le misure a norma, e le fasi lunari sono molto importanti per la sua crescita.

No comments

Il Natale a Siena dura due mesi: mercato nel campo, visita ai musei di contrada, e tante sorprese

E come da tradizione il primo dicembre, per Sant’Ansano, il patrono della città, si sono accese le luci su “Tutto il Natale di Siena“, che ha un ricco programma di eventi.

Vi ricordo che avete ancora tre giovedi’ (compreso stasera), per andare a vedere il museo civico, ascoltare musica e degustare vino, per “Sette note in sette notti”.

Poi sabato 6 e domenica 7 dicembre, la Piazza del Campo, torna ad animarsi con il “Mercato nel Campo: Un moderno mercato della tradizione e delle eccellenze senesi con una proiezione “ideale” di quello che era il mercato settimanale al tempo della Repubblica di Siena. 
Con oltre 140 banchi vendita dislocati nella conchiglia di piazza del Campo, il cuore di Siena tornerà per due intere giornate ad essere area di commercio e di relazioni sociali. I prodotti saranno esposti su supporti per la vendita che si rifanno a quelli del passato, in sintonia con il decoro della piazza. Gli artigiani eseguiranno lavorazioni dal vivo, coinvolgeranno adulti e bambini in laboratori agroalimentari, riprodurranno le particolarità della vita rurale. La maestria degli artigiani affiancherà l’estro di artisti figurativi e musicisti, la professionalità dei ristoranti cittadini, l’eccellenza delle aziende vinicole.

VINARTE – Musica, arte e degustazioni sotto la Torre del Mangia

Il 6 e 7 dicembre ai Magazzini del Sale dalle 10 alle 22 spazio alle eccellenze vinicole del nostro territorio con possibilità di degustazioni accompagnate da tanta buona musica con gli allievi della Siena Jazz University e dell’ ISSM “Rinaldo Franci”.

Il prossimo 6 dicembre ci sarà il primo appuntamento, In CONTRADA, un progetto promosso e ideato dall’Assessorato al Turismo del Comune di Siena e dal Magistrato delle Contrade che,  intende proporre per la prima volta, un percorso attraverso l’arte, la storia, la tradizione dei 17 rioni senesi  utilizzando i contenuti multidisciplinari che tali itinerari offrono.ti multidisciplinari che tali itinerari offrono.

La visita partirà dal Cortile del Podestà per spostarsi attraverso i Magazzini del Sale fino alla Sala dei Costumi (mai aperta al pubblico) dove sono esposti i costumi del corteo storico  appartenenti all’autorità comunale di Siena. Uscendo sulla Piazza del Mercato inizia la visita  ai territori contradaioli, un rione per ogni giornata in programma.

IN CONTRADA è un progetto rivolto a coloro che sono interessati ad approfondire la cultura della città e verrà inaugurato con la prima visita ufficiale il giorno sabato 6 dicembre alle ore 15:00 con partenza dal Cortile del Podestà a cui seguiranno la seconda visita domenica 7 e la terza lunedì 8 dicembre. Il percorso durerà circa tre ore e si ripeterà ogni sabato e domenica fino al 25 gennaio nei seguenti orari: sabato dalle ore 15:00 alle ore 18:00 e la domenica dalle ore 10:00 alle ore 13:00. Diciassette giornate per diciassette rioni in cui Siena e le sue contrade si apriranno con la voglia di raccontarsi nuovamente al mondo.
Le visite potranno essere prenotate telefonando al 0577/286300 o via mail a incontrada@operalaboratori.com.

Per info www.magistratodellecontrade.it

No comments

Gli aquiloni colorano il cielo del lago Trasimeno

 

Ieri sono stata al Lago Trasimeno, precisamente a Castiglione del Lago a vedere gli aquiloni. Era una cosa che volevo fare da tempo, ma non ne avevo mai avuto occasione, poi finalmente è arrivata la giornata giusta. Coloriamo i cieli del Trasimeno è una manifestazione a livello internazionale che vede arrivare costruttori di aquiloni anche da fuori Italia e continua fino a domenica 4 maggio.

L’evento, si svolge dove una volta c’era l’aeroporto Eleuteri, una semi specie di colonia che si trova prima di entrare in paese: è uno spazio enorme perfetto per questo tipo di manifestazione dove divertirsi, fare picnic e giocare con gli aquiloni, in alternativa se non vi volete portare il cibo da casa c’è un self service dove a 15 euro vi danno un pasto completo con porzioni abbondanti.

Si può assistere alle esibizioni degli aquiloni e delle mongolfiere dipinte. Vedere le gare di aquiloni, fare un giro in mongolfiera, fare trekking, escursioni in bicicletta intorno al lago, passeggiate a cavallo, insomma non ci si annoia. Sperate solo che ci sia il vento forte, altrimenti gli aquiloni più grandi, non si alzano in volo 😉

Infine se fate un salto in paese, ci si arriva passeggiando dal lungo lago senza stare a smuovere la macchina, al Palazzo della Corgna c’è una bella mostra di aquiloni da tutto il mondo. Per maggiori informazioni questo è il sito della manifestazione www.coloriamoicieli.com 

L’ingresso è gratuito

 

No comments

Il treno dei sapori percorre la Franciacorta e il Sebino durante le feste

La mia amica Valeria, mi gira questa interessante iniziativa che riguarda il Lago d’Iseo, la Franciacorta e dintorni, che per le festività natalizie ha fatto un bel programma di eventi.

In un’atmosfera che risente fortemente dell’identità del territorio,  il calendario di eventi prende il via con Pane e olio in frantoio, sabato 7 e domenica 8 dicembre, a Marone.  Protagonista l’olio DOP dei laghi lombardi, tipica espressione del gusto del Sebino: stand gastronomici con prodotti tipici, per avvicinarsi all’enogastronomia del territorio e trovare gustose idee regalo da mettere sotto l’albero.

Solo domenica 8, invece, a  Sale Marasino, in località Conche, si terranno i Mercatini di Natale – Aspettando Santa Lucia. Dalle ore 10.00, le strade della frazione si riempiranno di espositori di prodotti tipici e artigianato locale con, alle 14,  dimostrazione di produzione artigianale di mozzarelle. Il pomeriggio sarà arricchito da animazione per grandi e piccini e dalla possibilità di un ingresso gratuito nella Stanza del Sale. E per i più piccini, verso sera, l’incontro anticipato con Santa Lucia, colei che nel territorio è a tutti gli effetti la portatrice dei doni natalizi e che arriva, come vuole tradizione, nella notte del 13 dicembre.

Il 12 dicembre, a Pisogne l’Associazione Come Na’Olta organizza, a partire dalle ore 17, la festa in piazza per bambini Aspettando Santa Lucia.

Il weekend successivo si entra nel vivo dell’Avvento. Il 14 dicembre, a Sale Marasino, concerto di Natale e apertura del Presepio Artistico presso la ex casa di riposo Zirotti.

Il 14 e il 15 dicembre prende, inoltre, il via la rassegna Natale con gusto, il festival dei sapori, delle tradizioni e delle tipicità più grande della Lombardia, giunto quest’anno alla dodicesima edizione. Il centro e il lungolago di Iseo si animeranno di casette in legno che metteranno in vetrina l’eccellenza della produzione enogastronomica del nostro Paese e creazioni artigianali di qualità, bissando l’appuntamento nel finesettimana successivo (22-23 dicembre).

 Mercatini di Natale domenica 15 dicembre anche a Ome, dove sarà possibile acquistare decorazioni per la casa, prodotti artigianali, dolci e prodotti dell’enogastronomia.

Sarà sempre Ome a chiudere il 26 dicembre con la messa in scena del suggestivo Presepe vivente, che vede coinvolta l’intera comunità. Con partenza dalla piazza del paese, in corteo ci si snoderà fino al colle San Michele e si potranno ammirare scene tratte dal presepe tradizionale e dall’Antico Testamento.

Per restare aggiornati sugli eventi del territorio e conoscere i dettagli degli itinerari qui di seguito anticipati: www.sebinoidentitaritrovata.it

IL TRENO DEI SAPORI 8 DICEMBRE

Tra olio e mercatini

54 euro a persona (minimo 25 partecipanti)

Arrivo in mattinata a Sale Marasino: tempo libero per visitare i Mercatini di Natale, alla

ricerca di idee regalo. Pranzo in ristorante locale.

Ore 14.40 Ritrovo alla stazione ferroviaria di Sale Marasino.

Ore 15.05 Partenza del Treno dei Sapori in direzione Pisogne.

A bordo analisi sensoriale di Olio DOP dei Laghi Lombardi con la collaborazione di esperti professionisti AIPOL (Associazione Interprovinciale Produttori Olivicoli Lombardi).

Breve sosta nelle stazioni di Sale Marasino e Marone per la prima parte di degustazione di olio DOP (Olio DOP dei Laghi Lombardi accompagnato da grissini)

 

Ore 15.43 Arrivo a Pisogne e degustazione olio. Partenza in direzione Marone. Aperitivo a bordo (con Bollicine Franciacorta e prodotti locali

 

Ore 16.11 Arrivo a Marone, città dell’olio, e tempo libero per prender parte alla sagra “Pane e

Olio in Frantoio”. Possibilità di effettuare visite guidate gratuite al Mulino storico Panigada e al Frantoio Vela (a disposizione servizio bus navetta). Pranzo in ristorante locale.

 

Ore 18.50 Partenza del Treno dei Sapori in direzione di Iseo.

Ore 19.06 Arrivo a Iseo.

Partenza con mezzi propri per la località di provenienza.

 

LA QUOTA INCLUDE: Ticket Treno dei Sapori; Servizio catering e menu a bordo del Treno dei Sapori; Pranzo in ristorante a Sale Marasino; Assicurazione

No comments

Il Pigio a Poggibonsi: pestare l’uva con i piedi unisce un intero paese, si fa a gara a chi pigia di più

Questo il mio articolo sulla rivista TOSCANA & CHIANTI NEWS di settembre.

La nuova stagione autunnale porta con se una manifestazione che negli anni sta crescendo coinvolgendo tutta la popolazione di Poggibonsi, ovvero la contesa de “Il Pigio” a cura dell’Associazione dei Rioni. Quest’anno le celebrazioni della pigiatura dell’uva si svolgeranno il  4, 5, 6 ottobre nella Piazza di Gioco, mentre nelle piazze e nelle vie del centro storico, animazione e gastronomia faranno da cornice all’evento. Il torneo è nato nel 2004 e si svolge a Poggibonsi la prima domenica di ottobre ed ha l’intento di ricostruire, non in chiave strettamente storica, l’antica tecnica di “pigiatura dell’uva” delle zone collinari della Val d’Elsa. È una competizione che vede la sfida di sette Rioni (quartieri in cui è diviso il territorio cittadino) nei giorni della festa: Borgaccio, Cimamori, Centro, Falco, Girata de’ Preti, Orti e Romituzzo si contendono il “Boccione”, damigiana decorata da un artista locale che spetta al Rione che produce più mosto, e lo “Zipolo”, tappo della damigiana, il quale finisce al Rione che secondo i giudici organizza la miglior sfilata nelle vie del centro storico. Questa volta la realizzazione del “Boccione” è assegnata all’artista poggibonsese  Franco Giannini, specializzato in lavorazioni metalliche. Oltre al Pigio ci sono altre due manifestazioni in programma organizzate dall’Associazione I Rioni: il “Palio dei Ciuchi” che viene disputatola prima domenica di settembre nell’ambito della manifestazione “Festa dello Sport”  e il “Torneo dei Rioni”, il torneo di calcio per antonomasia di Poggibonsi. Tutti eventi importanti per la cittadina valdelsana, che servono a trasmettere e comunicare le tradizioni anche attraverso il  gioco e il divertimento»

Stefania Pianigiani

1 comment

Pagina successiva »