Google+

La Finestra di Stefania

L'enogastrogiardiniera

Archive for the 'GIARDINAGGIO' Category

Slow Flowers nel Chianti: i luoghi di “Io ballo da sola”, tornano a vivere.

Brolio-Barone-Ricasoli-cottage-Podernuovi-location-film-stealyng-beauty

Quando ho aperto l’ultimo numero di Gardenia, e tra gli eventi ho letto questo, non credevo ai miei occhi! Slow Flowers nel Chianti, a Podernuovi, il casolare dove hanno girato il film “Io ballo da sola”.

Finalmente quel magnifico posto, dove io ho la fortuna di transitarci vicino, molto spesso, poco lontano dal famosissimo Castello di Brolio, nel comune di Gaiole in Chianti (Siena), ritorna ad animarsi, e di cosa? Di fiori, capito? Fiori! Io, la giardiniera del Chianti, che vedo realizzare un sogno! Il ponte del primo maggio in Toscana, sarà romanticissimo!

Floral-design-in-tuscany.jpg

Per tre giorni, da sabato 29 aprile a lunedì 1 maggio, dalle 10 alle 19, il casolare PODERNOVI, gentilmente concesso in uso dalle cantine Barone Ricasoli di Brolio, prenderà vita grazie a magiche installazioni floreali realizzate da un gruppo di creativi e professionisti che si propongono di sensibilizzare riguardo ad una nuova tendenza internazionale di life-style. Al piano terra del casolare gli ambienti delle vecchie stalle saranno trasformati in scenografie verdi dalla Chianti Garden.

La produzione locale di specie floreali da taglio, l’eco-sostenibilità, ed una nuova estetica rispettosa della Natura e della Nostra Terra sono le tematiche su cui la manifestazione vorrebbe porre l’attenzione.

idee per addobbi floreali per matrimonio in campagna, Ideas for floral decorations for wedding in the countryside

Alimentate dalla nuove tendenze di Life-Style Naturale e “Organico”, sopratutto in America, sono nate diverse realtà commerciali orientate alla produzione di fiori “da taglio” coltivati seguendo gli stessi principi della produzione alimentare biologica.

Inoltre a Podernuovi, sarà allestito uno spazio ricreativo per i bambini, dove genitori e figli potranno giocare con i fiori, le essenze e i colori. Tutti gli aggiornamenti, seguiteli sulla “Pagina Facebook“.

floral design in Tuscany

Questo il programma:

29 APRILE 

ore 11,00 Tavola Rotonda

Presentazione di SlowFlowers Italy

“PER UNA NUOVA ETICA ED ESTETICA DEL FLORAL DESIGN”

con la partecipazione di:

Flora Tosca

La Rosa Canina

Il Profumo dei Fiori

Puscina Flowers

30 APRILE 

Pomeriggio

dalle 15 alle 19 Intrattenimento  Musicale del duo di Chitarra gentilmente offerto da Alma Project di Alberto Bompani 24/7

come fare composizioni floreali con i fiori di campo, How to make floral arrangements with wildflowers

Lunedì 1 maggio, ci sarà questo interessante workshop

Quattro ore da passare insieme a La Rosa Canina, Puscina Flowers e Il Profumo dei Fiori parlando di fiori di produzione locale, sostenibilità e trucchi del mestiere.

Realizzeremo insieme il Design di una Tavola con composizioni floreali in perfetto stile naturale ed organico, realizzate da ogni singolo studente.

La partecipazione de la fotografa Lelia Scarfiotti permetterà di avere immagini dei singoli lavori come del risultato finale dell’allestimento della tavola. Ogni scatto potrà essere usato come portfolio personale dai partecipanti al corso.

Tutto il ricavato sosterrà i volontari di SlowFlowers Italy.

Costo Complessivo: € 280,00 (richiesto pagamento in contanti) coffe-break e materiali inclusi

Per info e prenotazioni scrivere a:

slowflowerstuscany@gmail.com

luoghi da film in Toscana, Movie spots in Tuscany

L’ingresso all’evento è gratuito.

Ad ogni visitatore verrà consegnato  un buono per una degustazione gratuita  di vino delle Cantine Barone Ricasoli presso l’ Enoteca del Castello di Brolio.

No comments

Il prato degli anemoni

come piantare gli anemoni

Il vostro sogno, quando arriva la primavera, è quello di prendere un plaid, un buon libro, e distendervi in un prato romantico circondati da tanti fiori?

Bene non è un’impresa impossibile, basta che giocate d’astuzia: potrete scegliere se cospargere con un mix di semi il vostro prato, oppure fare ginnastica piantando tantissimi bulbi di anemone nel prato.

di quanti colori sono gli anemoni

Un prato di anemoni, dai colori che vanno dal rosa al lilla, mette davvero allegria non trovate? Gli anemoni, una volta piantati sono perenni, e danno un bel tocco di luminosità in giardino. Inoltre sono tra i fiori più precoci nell’anticipare la primavera.

Ma quando e come si piantano gli anemoni?

In primis come dico io è un ottimo modo per fare ginnastica, piantare gli anemoni fa fare gli addominali sapete? Ginnastica gratis in giardino, senza spendere, e specialmente all’aria aperta.

Allora dovete piantare i bulbi  poco profondi, a una profondità di circa 5/ 6 cm e distanziati di circa 15 cm, e potete aiutarvi con uno scalpello da muratori, per durare meno fatica. Ricordatevi di tenere i bulbi  mezza giornata nell’acqua prima di metterli nel terreno.

La fioritura può durare da marzo a ottobre se piantate sia le varietà primaverili e le varietà autunnali.

arcobaleno di anemoni

Vi ho parlato anche delle anemoni del Giappone che fioriscono a fine estate, ricordate? Le trovate in questo articolo qui.

I fiori di anemone non sono commestibili, ma li potete usare per creare dei bellissimi bouquet. Un piccolo trucco per prolungare il vostro mazzo di fiori, oltre a cambiare l’acqua tutti i giorni, è quello di aggiungere all’acqua un’aspirina oppure 3-4 gocce di candeggina.

prato romantico con fiori colorati

Tante sono le leggende che hanno ispirato questo fiore: ad esempio si narra che l’anemone è venuto alla luce con la morte di Adone, amante della dea dell’amore Afrodite. Di esso, ferito a morte da un cinghiale, balzarono gocce di sangue che si trasformarono in anemoni appena toccarono  il suolo. Quindi un prato di anemoni è un prato d’amore, ricordatelo sempre.

No comments

World Cucumber Day di Hendrick’s: andiamo a seminar la buona pianta.

come piantare i semi di cetriolo

Io ho una carissima amica che ogni tanto mi coinvolge nei suoi esperimenti lavorativi! Se l’altra volta mi ha fatto oltrepassare l’Appennino per andare a seminare il farro, questa volta mi ha convinto a seminare i cetrioli: un gin tonic con l’Hendrick’s Gin e un cetriolo cresciuto da te, sarà ancora più buono ha detto! Ho il timore che la prossima volta, mi spedisca a raccogliere il luppolo chissà dove…

cetriolo per Gin Tonic

Tornando a noi, sapete che il 14 giugno si festeggerà il World Cucumber Day? E io per quella data i miei cetrioli li voglio vedere cresciuti.

Da dove cominciamo?

come far confiare una pastiglia di torba compressa

Per prima cosa versate 30 ml di acqua calda sulla vostra pastiglia di torba.

processo naturale della torba bagnata

Vedete come la terra a contatto con l’acqua calda, tende a gonfiarsi?

terra adatta agli ortaggi

Torba pronta all’uso.

pomice per mettere sul fondo dei vasi

Mettete poi due sassolini per “drenare” in fondo al vaso”.

mettere la torba nel vaso

Mettere la terra nel vaso.

come sono fatti i semi di cetriolo-cucumber

Prendete tre semi e piantateli.

cucumber plant

Ecco come piantare i semi di cetriolo.

vaso finito

Aspettate che crescano le piantine, e una volta che saranno alte 10 cm, trapiantatele con delicatezza in un vaso più grande o in piena terra.

Continuate a seguirmi e vedrete gli sviluppi! E per scoprire cosa ha scoperto sui cetrioli Graham Brown!

Se non avete tempo di andare dal fioraio o dall’ortolano a comprare i semi di cetriolo, oppure non ce la fate a ordinarli su Amazon, allora avete la possibilità di usufruire del “Servizio di adozione del cetriolo di Hendrick’s.

Ok detta così sembra una frase di Harry Potter, invece in tre mesi, le persone dal pollice verde che hanno adottato un cetriolo saranno in grado di piantarlo, coltivarlo e raccoglierlo attraverso Facebook. Durante tutto il periodo della crescita, il Servizio di adozione del cetriolo di Hendrick’s invierà foto e video delle piante agli orgogliosi proprietari e fornirà stimolanti esperienze e nozioni di base in relazione ai cetrioli per affascinare e divertire tutti.

Per adottare un cetriolo cliccare qui sopra!

2 comments

Profumo di giaginto in casa

come coltivare i giacinti in casa

Finalmente le temperature, hanno cominciato a risalire. Non so da voi, ma qui in Toscana quest’anno l’inverno è tornato, con temperature molto basse, come non succedeva da diversi anni.

Diciamo che avevamo perso un po’ l’abitudine al freddo, ma non pensiamoci più, e guardiamo avanti, guardiamo alla primavera.

Non lo sentite il profumo di giacinto nell’aria? Dai primi freddi, avete visto e comprato quei bulbi curiosi. Molti di voi, li avranno già da tempo piantati in giardino oppure nei vasi in terrazza, ma chi di voi non ha spazio li ha messi in casa, e ha aspettato di vederli fiorire. Perché, usando una tecnica antica, questi  già credono nella primavera a metà del mese di gennaio.

fiori che attraggono le api

Se non volete comprare le confezioni gia pronte dal fioraio, potete preparare i vostri bulbi in casa da soli, creando delle belle composizioni. Non solo giacinti, basta comprare piano piano anche muscari, narcisi e crochi.

bulbi che profumano la casa

Avendo i bulbi a disposizione, bagnate leggermente il bulbo, mettetelo in un vaso di vetro di quelli da marmellata, rivestitelo con della juta o della carta bianca, o anche della carta di giornale e legatelo con un filo di rafia. Se invece vi piace vedere le radici dei bulbi che crescono, prendete un vasetto tasparente, metteteci dei sassi piccoli per drenare, del tericcio e poi il bulbo.

giacinto per profumare l'aria in casa

Allineate i bulbi di giacinto sui davanzali di casa se potete, perchè vogliono luce. E quando saranno tutti fioriti, profumeranno la casa di primavera.

Io ora li ho trasferiti un po’ sul balcone, mi piace prendere il caffè al sole e sentire il profumo dei giacinti, guardare le api che vengono a cercare il polline. Mi piace questo assaggio di primavera. Buona domenica.

 

No comments

Casting Tv per partecipare a Guerrilla Gardeners

come partecipare a un casting per la tv

Quando mi è arrivata questa mail, da giardiniera ho sorriso. Perché? Perchè finalmente potrete capire, quante cose si muovono intorno a piante, fiori e giardini. Infatti sono aperti i CASTING per la nuova edizione di Guerrilla Gardeners, la trasmissione televisiva in onda in primavera su LA5!

Ma cosa è Guerrilla Gardeners?  E’ il programma che promuove il ‘verde a 360°’ in TV, e farà vedere a molte persone come si lavora nel mondo del verde.

Una vera e propria gara in cui due squadre si sfidano a colpi di ‘fiori’ in diverse guerrille, ovvero prove finalizzate a fare ‘sorprese verdi’ ai più svariati destinatari. A giudicarne la riuscita: un esperto e i destinatari stessi delle sorprese, a cui si aggiungono prove pratiche e teoriche che, in alcuni casi, diventano originali tutorial dedicati ai prodotti utilizzati.

Come fare a partecipare al Casting Tv? 

La  produzione cerca coppie di vario genere (coniugi, fidanzati, famigliari, amici, colleghi, ecc…) che abbiano preferibilmente tra i 25 e i 55 anni, con una spiccata simpatia e voglia di mettersi in gioco. Per le registrazioni è richiesto un impegno di circa 4 giorni.

Per inviare la propria candidatura inviare una email a casting@lavideoevoluzione.com allegando una foto, con numero di cellulare e una breve descrizione di chi siete e in cui parlate della vostra “passione verde”. Nell’oggetto scrivere: GUERRILLA.

Il casting si svolgerà dal 6 al 18 febbraio presso la sede di Prodotto a Milano) ,dal 22 al 24 febbraio presso lo stand Pad 20 – C29 all’interno della fiera Myplant & Garden, la fiera internazionale del verde, che vi consiglio di andare a vedere.

 

No comments

E’ il momento di piantare gli arbusti dai frutti rossi

frutti rossi di lamponi e more

Stamattina, mentre facevo colazione con fette biscottate spalmate di ottimo burro e di una goduriosa marmellata di more fatta in casa, mi è venuto in mente che è ora il momento migliore per piantare i frutti di bosco: arbusti a frutti rossi che ora non hanno le foglie, perfetti per essere messi a dimora.

Il lampone, il ribes, le more, il ribes nero, i mirtilli, le fragole, ecco quando vanno piantate. Poi deciderete voi, se comprare i frutti di bosco in vaso opure a radice nuda. Se li piantate in questo periodo dell’anno, vanno bene entrambi.

siepe con frutti rossi commestibili

Un lampone tira l’altro da giugno a settembre e mette daccordo grandi e piccini.

rampicanti commestibili

La gelatina di uvaspina, sarà meravigliosa per colazione, ricordate soltanto che gli uccelli sono molto golosi di questi  frutti rossi.

lamponi e more facili da coltivare

More di rovo o more domestiche? Per i fanatici della marmellata, questo è uno dei frutti preferiti.

come potare i frutti di bosco

Ribes! Perfetto per sciroppi e coulis de cassis, sono un grande piacere per i palati più esigenti. I mirtilli che fanno tanto bene alla salute, saranno perfetti dentro una torta. E che dire delle fragole? Marmellate, Charlotte, insalate, le aspettano a gloria. Ricordate solo che se piantate more e lamponi, distanziateli almeno di un metro l’uno dall’altro. E se avete una recinsione, saranno le piante perfette per una siepe golosa di frutti rossi e neri. L’importante è che piantate tutti questi frutti al sole.

No comments

L’albero delle margherite

dicembre 18th, 2016 | Category: Alberi cespugli e gruppi di piante

albero che fiorisce in inverno

Anche un giardiniere, non smette mai d’imparare e di studiare,  sapete? Per questo, io, ogni volta che parto, un giardino, un orto botanico oppure un vivaio lo devo vedere.

Questa volta ho scoperto l’albero delle margherite, all’Orto Botanico di Palermo. Palermo, una città che ha catalogato oltre 16.000 alberi sapete? Tante altre città dovrebbero prendere il suo esempio.

Montanoa Bipinnatifida o albero delle margherite

Passeggiando tra i sentieri dell’orto botanico, che presto vi racconterò, mi sono imbattuta in un albero, un albero di margherite! Io non l’avevo mai visto in vita mia, e trovare una meraviglia del genere fiorita il nove di dicembre è semplicemente fantastico.

dove piantare l'albero delle margherite

La creatura si chiama “Montanoa bipinnatifida”, ed esplode in tutta la sua bellezza tra novembre e febbraio, regalando una bellissima fioritura. Le sue foglie verdi e frastagliate ricordano un po’ l’acanto, e se prende campo è un albero molto vigoroso.

L’albero delle margherite, va piantato in pieno sole  e riparato dai venti e da noi cresce bene nelle zone miti del centro e del sud, e lungo le coste. In nord Italia, si può piantare nei luoghi dove il clima è mite anche in inverno, quindi nelle zone dei laghi e in Liguria.

albero delle margherite che cresce bene al sole

Questa pianta, riesce a tollerare il freddo, fino a quando la temperatura scende a -1/-2°C, ricordatevi solo di piantarla in terreni drenati e al pieno sole. In estate va bagnata in modo abbondante.

Normalmente si effettua la potatura dopo la fioritura, e con i rami potati si possono fare delle talee, per dar vita a nuovi arbusti. Si tagliano i rami di una trentina di cm dall’estremità apicale in modo obliquo, due cm sopra un nodo.

Io mi sono innamorata di questo albero, spero anche voi.

 

No comments

Piante in vaso per dare colore all’inverno

novembre 20th, 2016 | Category: Fiori Fioriture & Composizioni Piante e Vasi

idde per composizioni con fiori invernali

Come ogni inverno, arriva puntuale la solita domanda: Stefania, ma esistono dei fiori invernali per colorare il giardino oppure da piantare in vaso sul balcone? E io puntualmente rispondo: certo!

Non so perché, ma nell’immaginario collettivo, la maggioranza delle persone, pensa che in inverno non ci siano fiori! Basterebbe che aguzzassero la vista, facessero una gita domenicale in campagna, e si renderebbero conto che il colore in giardino c’è in tutte e quattro le stagioni.

Come dice Emanuela Rosa-Clot di Gardenia, “Fare un giardino è sempre costruire un sogno”, quindi cari lettori, anche preparare un piccolo vaso con i fiori invernali, sarà un piccolo sogno realizzato. Perché? Perché i colori, il giardinaggio, specie in inverno aiutano ancora di più a liberare la mente, e portarla lontano dal grigiore.

vasi fioriti in inverno con ciclamini e eriche

Tornando a noi, la domanda è: ma che fiori ci mettiamo allora in vaso in inverno?

Non avete altro che da sbizzarrirvi! Cavoli colorati alternati a callune, eriche gialle oppure rosa messe a solleticare i ciclamini e le pansé. Le pansè vanno bene anche da sole, hanno una fioritura lunga, ma osate con i colori! Quelle rosse insieme a quelle rosa sono ardite, gialle e arancioni insieme paioni nasturzi d’inverno, blu, viola e bianche risultano romantiche.

fiori invernali: ciclamini, skimmia, pansè, eriche e callune

Invece per creare composizioni con fiori invernali un pochino più natalizie, accostate la Skimmia del Giappone con edere variegate mignon, Leucuthoe Scarlatta e la Choisya dai delicati fiori bianchi.

Finita la stagione invernale non buttate via le piante, che toglierete dai vasi. Tagliate le sfioriture alla Skimmia e alle eriche e callune e piantatele in giardino, e i ciclamini se li tratterete bene, fioriranno di nuovo.

No comments

Pagina successiva »