Google+

La Finestra di Stefania

L'enogastrogiardiniera

Archive for the 'Cosa fare in città' Category

Siena: Il Particolare dell’Acquerello

ricette con riso Acquerello , recipes with Watercolor rice

Tutti quelli che a un certo punto della loro esistenza hanno trovato una loro identità, lo sanno.

Chi si cimenta con un “Acquerello Particolare“, sa quale è l’emozione che si prova nell’istante in cui il riso e l’ingrediente si abbracciano, l’ingrediente entra dentro lo chef, e la materia diventa un tutt’uno.

Questa la sintesi de “I sogni del Particolare“, la cena gourmet che si è tenuta a Siena, con il tema “Cinque sfumature di Acquerello“.

Acquerello particolare, serata gourmet

La serata gourmet ha reso omaggio a una delle eccellenze del Made in Italy, il Riso Acquerello, attraverso le creazioni inedite proposte dallo chef del ristorante Particolare di Siena Daniel Calosci, dalla chef stellata Katia Maccari, da Augusto Valzelli, già Stella Michelin e da Emanuele Donalisio, gota dei giovani ristoratori d’Europa.

vini di Brolio, Barone Ricasoli, Toscana, wines of Brolio, Barone Ricasoli, Tuscany

Un menù gourmet che ha sposato i sapori del territorio anche attraverso gli abbinamenti appositamente selezionati tra i calici della storica e prestigiosa cantina Barone Ricasoli: Torricella IGT 2015, Brolio Bettino Chianti Classico 2015, Castello  di Brolio Vinsanto e lo Champagne Maison Besserat de Bellefon.

Finger Food Particolare con Riso Acquerello, Finger Food Detail with Watercolor Rice

Il “benvenuto” è una piccola sorpresa, con il salmone abbinato a una delicata maionese al bergamotto.

ombrina e cialda di riso

 Cialda di riso al nero di seppia di Emanuele Donalisio, chef ventimigliese che è uno delle sole 4 “new entry” italiane accolte nell’esclusiva associazione Jeunes Restaurateur d’Europe; è proprio il caso di definirla “Al di là del riso”, questo delicato filetto di ombrina affumicato alla brace di ulivo, con nuvola croccante di riso, cremoso al wasaby e soia e il tocco femminile della cipria di barbabietola.

risotto con gamberi e zafferano,risotto with shrimp and saffron

Non chiamatelo solo risotto, il piatto proposto da Augusto Valzelli, classe 1991, diventato nel novembre del 2015 a soli 23 anni il più giovane chef stellato d’Europa. Il suo è un omaggio alla Milano-Sanremo, con il riso Acquerello invecchiato, i gamberi rossi di San Remo, polvere di liquirizia e zafferano.

Monumentale il coniglio karkadè e radici (foto di apertura) dello chef del Ristorante Particolare di Siena, Daniel Calosci.Il suo “senti come ziga” è un omaggio alle preziose gemme che madre natura regala, le radici, che ben si sposano con il karkadè arricchendo il coniglio e rendendolo ancora più goloso con l’arancino di riso.

Riso Acquerello al ristorante Particolare di Siena

Piero Rondolino, patron di Riso Acquerello: il menù inedito preparato dagli chef, è stato pensato per restituire a tavola il gusto unico della Riserva Acquerello invecchiata 7 anni.

Acquerello Particolare a Siena

 Raffaella Giglioni, Marco Gagliardi, Gianluigi Giglioni e Sonia Stante, padroni di casa del Particolare di Siena, hanno ideato la serata gustosa, e sono riusciti nell’intento che per una sera, Siena sia stata il capoluogo dell’eccellenza, abbinando materie prime di valore a chef di alto livello. Un’impresa ben riuscita.

Barone Francesco Ricasoli Brolio

Francesco Ricasoli, 32esimo Barone di Brolio.

torta di riso Acquerello ricetta, Rice cake Watercolor recipe

Per chiudere in dolcezza la serata Katia Maccari, chef stellato e volto noto della ‘Prova del cuoco’ di Rai Uno, ha portato in scena la sua torta di riso con gelato al frutto della passione e cioccolato al latte con crema al rhum. La “passione del riso” è stata un trionfo di Acquerello Particolare.

Cinque sfumature di Acquerello Siena

Tutti i protagonisti della serata che se all’inizio non si vedevano perché erano in cucina oppure in altre sale, si sentivano nei piatti, nei bicchieri, tutti gli elementi erano al suo posto. Il riso di Rondolino insieme ai vini di Brolio, sono stati quasi un’inondazione, quasi una febbre di gusto e sapore che ha pervaso chef e commensali, quando rendono omaggio a grandi eccellenze.

Il viaggio delle colombe libro

Gran finale con la ‘Colomba dell’Arrivederci’: dolce al gusto di caffè ideato dalla chef stellata Katia Maccari, realizzato dal maestro pasticcere Giancarlo Maistrello, protagonista anche del volume ‘Il viaggio delle colombe’ di Nieva Zanco. Il libro racconta dieci storie brevi legate alle origini storiche e leggendarie del dolce pasquale e raccoglie le ricette speciali, realizzate da tre chef stellati.

Il ristorante Particolare di Siena si trova in Via Baldassarre Peruzzi, n. 26 a Siena.

Aperto  tutti i giorni dalle ore 12:30 alle 14:30 e dalle 19:30 alle 22:30.

TEL: 0577 1793209

MAIL: info@particolaredisiena.com

No comments

Siena: ancora quaranta giorni per vedere la mostra di Ambrogio Lorenzetti

Quali mostre sono in programma a Siena, What exhibitions are scheduled in Siena

Siete stati a Siena a vedere la mostra su Ambrogio Lorenzetti? No? Ahi, ahi, ahi!! Potete rimediare, visto che la mostra è prorogata fino all’8 di aprile, quindi se decidete di passare le vacanze di Pasqua a Siena, trovate ancora questa mostra incredibile.

Cosa fare per Pasqua a Siena, What to do for Easter in Siena

Ambrogio Lorenzetti a Siena, è stata inserita ai vertici delle mostre più interessanti dell’anno in Europa. Calcolando che ci sono dietro cinque anni di studi, di restauri, e di spostamenti, è un grande successo e onore per tutto lo staff di storici e restauratori, che hanno lavorato per la realizzazione di questa mostra.

Portare via gli affreschi dall’Eremo di Montesiepi vicino a San Galgano, per inserirli nel percorso della mostra al Santa Maria della Scala, è stata una grande impresa. Sarebbe contento anche il Lorenzetti, nel vedere i suoi affreschi tirati a lucido e con nuovi particolari emersi dal restauro.

Cosa vedere a Siena in un giorno, What to see in Siena in one day

Ambrogio Lorenzetti, è stato è stato uno dei massimi pittori del XIV secolo, uno straordinario innovatore dei linguaggi stilistici e iconografici del suo tempo, oltre che un artista di elevate e raffinate qualità intellettuali.

cosa fare a Siena per Pasquetta, what to do in Siena for Easter Monday

A Siena potrete ammirare il ciclo di affreschi staccati della cappella di San Galgano a Montesiepi e il polittico della chiesa di San Pietro in Castelvecchio a Siena (nell’occasione più correttamente ricomposto e riunito con l’originaria cimasa raffigurante il Redentore benedicente) sono stati allestiti in un cantiere di restauro ‘aperto’, fruibile dalla cittadinanza e dai turisti. I restauri sono proseguiti con l’apertura di altri due cantieri, il primo nella chiesa di San Francesco, volto al recupero degli affreschi dell’antica sala capitolare dei frati francescani senesi, e l’altro nella chiesa di Sant’Agostino, nel cui capitolo Ambrogio Lorenzetti dipinse un ciclo di storie di Santa Caterina e gli articoli del Credo.

Quanto costa il biglietto della mostra su Ambrogio Lorenzetti a Siena, How much is the ticket for the exhibition on Ambrogio Lorenzetti in Siena

Nell’itinerario della mostra, sono esposte, tra le altre, opere provenienti dal Musée du Louvre, dalla National Gallery di Londra, dalle Gallerie degli Uffizi, dai Musei Vaticani, dallo Städel Museum di Francoforte, dalla Yale University Art Gallery – ambisce a reintegrare pressoché interamente la vicenda artistica di Ambrogio Lorenzetti, facendo nuovamente convergere a Siena dei dipinti che in larghissima parte furono prodotti proprio per cittadini senesi e per chiese della città

Pittori senesi famosi, Famous Sienese painters

La mostra ve la potete vedere da soli, prendere le audioguide, oppure prenotare una guida turistica autorizzata.

Cosa fare a Siena nel weekend, What to do in Siena at the weekend

Tra le iniziative interessanti, proseguono le visite guidate con il Centro Guide Siena alla mostra di Ambrogio Lorenzetti, allestita al Palazzo Squarcialupi, Santa Maria della Scala.

Non perdetevi gli “Aperitivi ad Arte”:

La prossima data disponibile è:

domenica 11 marzo, alle ore 10.30

Incontro con la guida davanti al Duomo, all’ingresso dell’Ufficio Informazioni, piazza del Duomo, 2. Alla fine conclusione della visita con un aperitivo presso il “Bar Osteria Bonelli” , a pochi passi dal Duomo.

Costo a persona: € 15.00    –      Numero chiuso a 30 partecipanti.

Per informazioni e prenotazioni: info@guidesiena.it  – 0577 43273

Percorso mostra di Ambrogio Lorenzetti a Siena, Itinerary exhibition of Ambrogio Lorenzetti in Siena

Informazioni utili sulla mostra

Lunedi, Mercoledì e Giovedì: dalle 10.00 alle 17.00
Venerdì: dalle ore 10.00-19.00
Sabato e Domenica: dalle ore 10.00 alle 20.00
Martedì: chiuso

http://www.ambrogiolorenzetti.it/

No comments

Siena: Lorenzo Cini e la rinascita del modellismo alla stazione ferroviaria

il plastico ferroviario della stazione di Siena

C’è chi la magia la trova attraversando il binario 9 & 3/4, e chi invece la trova tra i binari 2 e 3 della stazione ferroviaria di Siena. Non c’è bisogno di andare ad Hogwarts per vedere Harry Potter, quando un mago ce lo abbiamo anche a Siena e si chiama Lorenzo Cini, il mago del plastico feroviario.

plastico ferroviario, plastic model

La passione per il modellismo, ha portato Lorenzo Cini, a ridare vita al plastico della stazione di Siena, creando un capolavoro, per chi ama andare per treni e stazioni.

che treni usare per un plastico ferroviario

Una passione che ha preso forma anni fa: da piccolo lo portavano in stazione a vedere i treni, poi il passo come volontario sul Treno Natura, il sogno realizzato di essere assunto in ferrovia, i preziosi consigli di Giancarlo Palazzi (il presepista), che lo ha spronato a dare nuova vita al plastico.

E così piano piano, con tanta pazienza e sacrifici, il sogno si è trasformato in realtà: sono stati rifatti i binari, i circuiti elettrici, i paesaggi e comprati i trenini elettrici. Si possono vedere in funzione il Treno Natura, il treno merci, il Frecciarossa, i treni regionali, le littorine a gasolio e tante altre meraviglie.

dove trovare case e arredi urbani per plastico

Un lavoro certosino e di pazienza, dove hanno preso parte anche altri giovani ragazzi, amici di Lorenzo:  Lorenzo Marrucci, Andrea Gentile l “apprendista” che  ha aiutato Cini durante i lavori e che dopo tanto tribolare finalmente è riuscito a far girare il suo D 445 1025 con i vetri curvi di casa Oskar, Francesco Redi, per la sua infinita pazienza e collaborazione nella progettazione e, Gabriele Migliorini, che ha fatto circolare le ALe 601 e con la sua maestria ha fatto girare bene tutti gli altri treni.

Stefania Pianigiani

La Trenista, quest’anno ha festeggiato in modo speciale i suoi trent’anni di treno: presentando il libro di Enrico Menduni “Andare per treni e stazioni” e vedere finalmente in funzione il plastico ferroviario della stazione di Siena.

treni per modellismo

Se non fossi andata a trovare Giancarlo Palazzi, al binario 1, per vedere le novità del presepe, non avrei scoperto questa cosa.

quanto costa un plastico ferroviario, how much does a railway model cost?

Questo è davvero un atto d’amore verso i treni, il modellismo, e la stazione di Siena.

il plastico della stazione di Siena

Non avete idea di quanto è complicato far girare un treno, di quanti fili sono stati aggiuntati per dare la corrente.

macchina di comando

Mettetevi in contatto con Lorenzo, e andate a vedere questa meraviglia.

andare per treni e stazioni

Ringrazio mio cugino Andrea Pagliantini per questa foto, che mi ritrae insieme a Lorenzo, e per il suo articolo sul plastico.

Dove portare i bambini a Siena quando piove

La prossima occasione per vedere in funzione il plastico ferroviario è per la Befana: sabato 6 gennaio, Lorenzo Cini, dalle 16 alle 19, sarà al binario 2 a far muovere i treni, mentre se volete vederlo in funzine in altra occasione, basta prendere un appuntamento, scrivendo sulla Pagina Fb.

No comments

Cosa fare a Siena il 31 ottobre? Si va a spasso tra le strade gialle con il Trekking Urbano

ottobre 29th, 2017 | Category: Cosa fare in città,SIENA E IL CHIANTI

Cosa fare a Siena per Halloween, events in Siena for Halloween

Ci siamo, ci siamo. Alla vigilia di Ognissanti, ecco che torna il Trekking Urbano lungo tutta la penisola.

Martedì 31 ottobre torna la Giornata Nazionale del Trekking Urbano. L’edizione 2017 coinvolge 62 città d’Italia che, guidate da Siena, portano i trekker a spasso tra i misteri e le leggende dei più suggestivi centri storici del ‘Bel Paese”. Giunta alla sua XIV edizione, la festa del turismo sostenibile offre un ricco programma di iniziative per scoprire camminando gli angoli più suggestivi delle città italiane, attraverso percorsi che uniscono arte, cultura, spiritualità e prodotti tipici.

Dove mangiare a Siena per Halloween

Inoltre Siena, alla fine delle passeggiate del Trekking Urbano, si vestirà di giallo, arrivano le gustose #Stradegialle, la notte di halloween in salsa senese, a base di street food a base di zucca.

itinerari del Trekking Urbano

Cosa si farà e mangerà a Siena la notte di Halloween? Zucca gialla al forno con fonduta e guanciale,  cartocci alla senese, baccalà, verdure fritte, cosciotti glassati con miele e senape saranno alcune delle proposte drink & food “fuori dall’uscio” in tema con la serata, conosciuta da grandi e piccini come la notte più spaventosa dell’anno, e che in buona parte ruoteranno attorno alla zucca, vera principessa della risorse alimentari d’autunno.

Itinerari a base di zucca a Siena

Questi i locali partecipanti: Babazuf, Birra la Diana, Bomaye, Cavallino bianco, Civico 6, Cor magis, Fischi per fiaschi, Grotta del Gallo Nero, Il Sasso, il Vinaio di Bobbe e Davide, il Vinaio di cane e gatto, Lievito madre,  La prosciutteria, Morbidi, Particolare di Siena, Pastazuf.

No comments

Ferragosto a Siena e anteprime d’autunno

What to do in August for Siena

Molti di voi sono in vacanza in Toscana, chi al mare chi nella bella campagna, e avete messo in programma di passare da Siena, un giorno di agosto, oppure nella settimana di Ferragosto? Vi state domandando, cosa fare oltre a vedere il Palio del 16 agosto? Bene, ecco cosa vi riserva la città.

Siena The works of art by Giovanni Duprè

La Fondazione Monte dei Paschi di Siena, ospita dal 7 al 14 agosto la mostra Omaggio a Giovanni Duprè”. Allestita nell’Anticapella di Palazzo Sansedoni, l’esposizione è collegata al Palio di agosto, che celebra il duecentenario della nascita del famoso scultore senese. Ingresso gratuito.

27/5000 New art exhibition in Siena

Dal 15 giugno al 15 settembre 2017, Siena offrirà al pubblico una eccezionale mostra che narra l’apice della storia senese attraverso l’evoluzione della sua arte dal Duecento al Quattrocento.  Grazie al mecenatismo dell’architetto SimonPietro Salini, ai Magazzini del Sale di Palazzo Pubblico saranno esposte opere di alcuni degli artisti senesi più illustri: da Duccio a Giovanni Pisano, i Lorenzetti, Simone Martini, Jacopo della Quercia, Sassetta, Francesco di Giorgio e molti altri.

Ingresso gratuito
Orario: tutti i giorni dalle 10.00 alle 19.00
Ultimo ingresso visitatori ore 18.15
Chiusura straordinaria:
dal 12 agosto al 16 agosto 2017 compresi

Palio of Siena on 16 August


Per il Palio dell’Assunta del 16 agosto 2017 queste sono le Contrade che correranno elencate in ordine di estrazione e, quindi, di ingresso in Piazza:

Chiocciola, Selva, Oca, Valdimontone, Torre, Istrice, Onda, Lupa, Aquila, Bruco.

Il 10 agosto ci sarà la presentazione del Drappellonedipinto da Sinta Tantra, e dedicato al II centenario della nascita di Giovanni Duprè. Appuntamento alle ore 19 di giovedì 10 agosto, nel Cortile del Podestà di Palazzo Pubblico.

Il restauro della Maestà di Simone Martini, The restoration of the Majesty of Simone Martini

Fino al 10 settembre c’è il “Cantiere Maestà”, che  offre la possibilità, unica ed irripetibile, di potersi avvicinare al capolavoro di Simone Martini in Palazzo Pubblico per ammirarlo a pochi centimetri di distanza, salendo sul ponteggio montato per i necessari lavori di manutenzione ed indagine storico-scientifica.

Le visite al “Cantiere Maestà” avranno luogo ogni venerdì, sabato e domenica alle ore 11, 12, 17 e 18. Le prenotazioni e potranno essere effettuate inviando una e-mail all’indirizzo ticket@comune.siena.it (specificando numero partecipanti, recapito telefonico, giorno e ora della visita) oppure telefonando dal lunedì al venerdì dalle ore 9.00 alle ore 12.30 ai numeri 0577/292614-15.

"Divina Bellezza Sotto il Duomo - Percorsi di luce","Divine Beauty Under the Duomo - Paths of Light"

E fino al 31 ottobre, c’è la  “Divina Bellezza Sotto il Duomo – Percorsi di luce” è un viaggio sotto il Duomo di Siena, un viaggio all’interno della splendida cornice architettonica dell’Oratorio dei SS. Giovannino e Gennaro. Un’esperienza immersiva nella storia, nelle tradizioni e nella bellezza di Siena con videomapping in 3D, audio multilingua in cuffia.

Battistero, ore 11.00 – 18.30. Aperture serali, dalle ore 21.30 con ultimo spettacolo alle ore 23: 23 , 30 agosto 2017Costo ingresso: € 12,00, incluso l’ingresso al Battistero.

la mostra di Cesare Olmastroni a Siena

Poi vi segnalo questa mostra dedicata a Cesare Olmastroni, che termina il 20 di agosto. Di Cesare, ricorderò l’ironia e lo stupore per la vita. Ha fatto parte della mia famiglia per quasi cinquant’anni, un pittore del garbo e delle buone maniere.

“Una vita tra i pennelli” sarà aperta al pubblico dal lunedì al giovedì, in fascia 15.30/18.30, e dal venerdì alla domenica anche di mattina dalle 10.30 alle 13.30, a eccezione del weekend 4/6 agosto durante il quale osserverà soltanto l’orario pomeridiano. Chiusura il 16 agosto in occasione del Palio dell’Assunta. Galleria di Palazzo Patrizi. Ingresso libero.

Se tutto questo non vi basta, vi invito a vedere il sito ufficiale, Enjoy Siena, colmo di eventi.

Unesco in Siena

E se agosto finisce poco importa, perchè Siena in autunno vi porterà tante novità. Mettete in agenda una visita al Complesso museale del Santa Maria della Scala, che ospiterà dal 22 al 24 settembre 2017 l’ottava edizione del WTUnesco, il Salone mondiale dei siti e beni Unesco.

The exhibition on the painter Ambrogio Lorenzetti in Siena

E al Santa Maria della Scala, ci sarà la mostra su Ambrogio Lorenzetti, dal 22 ottobre 2017 al 21 gennaio 2018 – è stata preparata nel corso degli ultimi due anni ed è iniziata con l’operazione Dentro il Restauro che ha consentito il restauro di alcuni capolavori del grande pittore senese, fra cui il ciclo di affreschi nella basilica di San Francesco, il grandioso ciclo di Montesiepi e la Maestà di Sant’Agostino.

Enjoy Siena Every Day.

No comments

Ama e l’arte del terroir, con gli occhi di Alessandro Moggi

Vigna di Ama fotogrfia di Alessandro Moggi

Se un capitolo di Appetiti Estremi è dedicato ad Ama, c’è un motivo: questo luogo fa parte della mia vita. Nel podere il Chiuso c’e nata mia nonna, ho visto l’evoluzione della natura, le opere d’arte integrarsi nel territorio, ho sentito profumo d’olio appena franto, grappoli appassire per futuro Vin Santo, vigne cambiare colore del vestito.

E i vestiti della natura, li potete ammirare fino al 18 febbraio nella mostra di Alessandro Moggil’Arte del Terrorir-Ama Genius Loci”, nelle sale di “Un Tubo”, il Jazz Club di Siena.

Un tubo Siena

Marco Pallanti del Castello di Ama, cerca di  portare il passato nel futuro. E’ convinto che nella bottiglia ci si deve trovare il territorio, e racconta che il mercato del vino sta facendo troppe buone “bevande” invece che buoni vini! Se in bottiglia non c’è il territorio non c’è più vino.

Il terroir di Ama secondo Marco Pallanti

Marco Bolasco chiede allora quale sia ” il confine tra bevanda e vino” e la risposta non può essere che questa: Quando si apre una bottiglia si fa un viaggio, il vino porta con se’ un messaggio di cultura, e il territorio è la “levatrice” del vino, lo aiuta a nascere.

Dove ascoltare jazz a Siena

UN TUBO e il Ristorante Osteria LE LOGGE, ospitano gli scatti di Alessandro Moggi, che raccontano l’evoluzione di paesaggi e vigneti nei diversi periodi e rendono grazie agli scorci di un angolo di Toscana, quello delle terre del Castello di Ama, icona moderna del Chianti Classico e della sua produzione vitivinicola.

Castello-di-Ama

 

Un Tubo, non è un locale qualsiasi, ma un posto dove dare spazio a diversi progetti culturali, dove stare insieme per discutere, ascoltare, emozionarsi e bere in maniera differente.

Eventi jazz a Siena

Il progetto di Un Tubo, è nato dalla volontà di rilanciare oggi l’esperienza cosmopolita maturata attraverso l’Osteria Le Logge, luogo che si è nutrito ed ha a sua volta ha alimentato il tessuto culturale ed intellettuale della Siena anni ’80.

Locale dove ascoltare musica a Siena

La mostra sarà visitabile presso UN TUBO, in orario di apertura del locale, fino a sabato 18 febbraio 2017.

Informazioni: OSTERIA LE LOGGE  Via del Porrione 33  Siena
Tel. 0577 48013

No comments

Wine & Siena 2017 al Santa Chiara Lab con Igles Corelli

Credits Agrodolce Wine & Siena 2017

Sabato 21 e domenica 22 gennaio, prende forma nei palazzi più importanti di Siena, la seconda edizione di Wine&Siena.

Le cose da fare sono tante, e ve lo ho descritte in parte sul mio articolo scritto per Agrodolce, quello che ci tenevo a dirvi è che sabato 21 gennaio c’è anche un convegno importante.

“Sostenibilità come strategia di business per le aziende del settore del vino”è questo il tema del convegno, in collaborazione con l’Università di Siena che si terrà al Santa Chiara Lab, in Via Valdimontone, 1, alle 16.30.

L’evento, si aprirà con l’introduzione di Helmuth Köcher, ideatore del Merano Wine Festival e di Wine&Siena.

Alle 18.30 si svolgerà il Talk Show Vino, cibo e territorio nella dimensione della Sostenibilità per la Comunità in collaborazione con l’Università di Siena. Parteciperanno: Francesco Pugliese Amministratore Delegato e Direttore Generale di Conad, la Prof. ssa Sonia Carmignani e Michele Manelli Presidente Cantina Salcheto, Stefano Bernardini Presidente di Confcommercio Siena, lo Chef stellato Igles Corelli, e saranno moderati da Federico Quaranta.

Chiuderà il convegno la cena con percorso gastronomico attraverso i prodotti sapori&dintorni Conad a cura dei cuochi della Compagnia degli Chef.

A seguire cena su prenotazione con prodotti Sapori&Dintorni Conad (35 euro). Nella foto trovate cosa vi prepareranno di buono gli chef Igles Corelli, Carlo Molon, Stefano di Gregorio, Fabrizio Barontini e Giuseppe Silano.

Igles Corelli per Conad

Per prenotare la cena, andate sul sito SAPORI &DINTORNI CONAD oppure direttamente allo Store Sapori&Dintorni Conad in Piazza del Campo. Tel. 0577 275740

No comments

Al via La Biennale Enogastronomica di Firenze: tre settimane di gusto!

Tutti gli eventi a Firenze durante la Biennale Enogastronomica

Ci siamo, è tutto pronto a Firenze per l’avvio della quinta edizione della Biennale Enogastronomica che inizia oggi nelle sale della EX3, vicino alla Coop di Gavinana a Firenze Sud. Il programma è davvero ricco, e dopo averne parlato in parte su Agrodolce, ecco ancora tante cose da non perdere.

casa della biennale vicino alla coop di Gavinana a Firenze Sud

10 Novembre  alle 10.00 alla Casa della Biennale, ci sarà la tavola rotonda “La forma del cibo” su come sviluppare la promozione del territorio attraverso le eccellenze enogastronomiche. Mentre alla Mensa della Caritas in Piazza Santissima Annunziata torna il classico “Pranzo dei Santi”, dove lo chef Matteo Vacca del ristorante fiorentino I Ghibellini, preparerà un pranzo speciale per gli ospiti della mensa, in collaborazione con i ragazzi dell’Istituto Alberghiero IPSSAR Buontalenti di Firenze. I Gelatieri Artigiani Fiorentini, offriranno la “crema fiorentina”. La sera cena di gala alla Ex3 con gli chef Marco Stabile, Deborah Corsi, Filippo Saporito, Cristiano Tomei, Stefano Pinciaroli, Maria Probst e Christian Santandrea.

Lunedì 14 novembre: negli spazi EX3, dalle 10.00 alle 12.00 educational di cucina con Berto’s, uno spazio dedicato agli addetti ai lavori con protagonista la chef Deborah Corsi, mentre alle 18.00, la torrefazione Mokaflor presenta il workshop “Caffè filtro e brewing: quando una tazza di caffè diventa un prodotto gourmet”. Dalle 19.00 comincia “Shall We Shake”, dove undici bartender fiorentini creeranno cocktail, illustrandone la storia e l’arte della miscelazione, accompagnati dalle creazioni culinarie di Amblè. Misceleranno per voi: Lorenzo Bianco dell’Hotel Plaza Lucchesi; Matteo di Ienno di Locale; Robert Pavel del The Fusion bar & restaurant del Gallery Hotel; Sabrina Galloni del Ristorante Gurdulù; Matteo Poggin del Se.Sto on Arno dell’ Hotel Westin Excelsior; Francesca Lorenzoni di Villa Cora; Christian Pampo per il Winter Garden Hotel The St.Regis, Edoardo Sandri dell’Atrium Bar Four Season’s Hotel, Daniele Cancellara del Rasputin Bar; Thomas Martini dell’Harry’s Bar; e Simona Lunetta del Bar Le Bigonce. I cocktail saranno accompagnati dalla cucina di Peter Brunel del Ristorante Borgo San Jacopo di Firenze; Luca Landi del Ristorante Lunasia di Viareggio e Alessandro Liberatore del Ristorante Villa Cora di Firenze. Inoltre fino a mezzanotte il DJ Set sarà curato da Simone Sassoli e si potranno degustare i sake Tomita e Akuryu.

Da martedì 15 novembre a venerdì 18 novembre, si terrà il concorso tra studenti delle scuole alberghiere “Il futuro è giovane” che avrà luogo ogni giorno dalle ore 09.30 alle ore 12.30, alla EX3. Partecipano gli studenti dell’Istituto Chino Chini (Borgo San Lorenzo), l’Istituto Martini (Montecatini), l’Istituto Enriques (Castelfiorentino) e l’Istituto Buontalenti (Firenze). A giudicare la migliore squadra, una giuria guidata dal presidente Paolo Pellegrini, insieme a un rappresentante della Scuola di Cucina Cordon Bleu di Firenze e Riccardo Bartoloni patron del ristorante Giannino. L’ingresso è aperto al pubblico.

Where-to-eat-pizza-in-Florence.jpg

Martedì 15 novembre: dalle 10.00 alle 14.00 alla EX3 si svolgerà la tavola rotonda “Contaminazioni di Pizza, e dalle 17.00 fino alle 24.00, le pizzerie toscane, premiate con i 3 spicchi dalla guida de “Il Gambero Rosso” faranno degustare le loro specialità, accompagnate da birra o vino. Partecipano all’evento Giovanni Santarpia di Santarpia Firenze; Paolo Pannacci della pizzeria Lo Spela al Ferrone, Greve in Chianti; Massimo Giovannini, dell’Apogeo di Pietrasanta (LU) e Graziano Monogrammi de La Divina Pizza di Firenze. Durante la serata, verranno presentati il libro di Luciana Squadrilli e Tania Mauri “La Buona Pizza” e Where to Eat Pizza e Pizza, una grande tradizone italiana con Sabino Berardino.

Mercoledì 16 novembre: alla EX3, dale 17.00 si tiene “Bollicine di Toscana”, dove dieci aziende vinicole del territorio, presenteranno i loro prodotti con banchi di assaggio accompagnandoli con i Salumi Gerini e con la schiacciata del Forno Conti.

Sabato 19 e domenica 20 novembre torna il Florence Wine Festival per tutti gli appassionati di vino!

Sabato 19, alle 17, Ilaria Buccioni presenta il libro “Trattoria Sabatino”, e alle 18.00, sarà la volta di Federico Pagliai, con “Storie di Stinchi e…Contorni.

Domenica 20, alle ore 18.00, presentazione del libro”Strategy Ali-mental” di Valentina Guttadauro, Marco Stabile e Matteo Sinatti.

Ristorante L'Asinello a Villa a Sesta

Lunedì 21 novembre: alla EX3, dalle 13.00 alle 20.00 arriva “Il meglio di…”: Evento B2B aperto anche al pubblico dove i produttori nazionali di pasta, riso, olio, formaggi e salumi propongono le loro eccellenze. Sono previsti ben sette cooking show, uno all’ora, che vedranno susseguirsi gli chef Matteo Donati del Ristorante Donati di Castiglione della Pescaia, Riccardo Mini di Metro Accademy, Andrea Campani del Ristorante Il Borro Bistrot di Firenze; Simone Cipriani del Ristorante Essenziale di Firenze, Matia Barciulli dell’ Osteria Di Passignano a Tavernelle Val Di Pesa; Paolo Gori della Trattoria Da Burde di Firenze e Senio Venturi de L’Asinello Ristorante di Castelnuovo Berardenga (Siena).

Alle ore 20.00 ci sarà lo spettacolo “Galeotto fu il risotto” di e con Leonardo Romanelli.

Gli eventi a Firenze di pop eating

Martedì 22 novembre: dalle ore 18.00 alle ore 22.00, alla EX3, Lorenzo Noccioli e Bianca Tecchiati, fondatori del web magazine indipendente PopEating, narrano la cucina contemporanea attraverso quattro cooking show d’avanguardia a cui prendono parte Terry Giacomello del Ristorante L’Inkiostro di Parma alle ore 18.00, a seguire Gianluca Gorini del Ristorante Le Giare di Montiano (FC), poi sarà la volta di Michelangelo Mammoliti del Ristorante La Madernassa di Guarene (Cuneo), chiude Nikita Sergeev del Ristorante L’Arcade di Porto San Giorgio (Fermo). Evento gratuito con assaggi su prenotazione. Per partecipare, inviare una email a pop@popeating.it indicando il nome dello chef che si vuole seguire, oppure chiamare il 3453397052.

Mercoledì 23 novembre: alla Casa della Biennale, l’EX3, arriva “Firenze, città golosa”. Dalle ore 20.00 venti produttori e attività tipiche dell’enogastronommia fiorentina offriranno in degustazione cibi e vini del territorio.

Giovedì 24 novembre: alle 17.00 tornano “Le Grandi Annate”. Dieci aziende vinicole toscane presentano i loro prodotti con banchi di assaggio accompagnati dai formaggi del Caseificio Busti e dalla schiacciata del Forno Conti. Special event dalle ore 19 una degustazione didattica seduta dell’annata 1995 guidata da Leonardo Romanelli, su prenotazione (massimo 100 posti). Per informazioni e prenotazioni: 055 2705233; biennale@confesercenti.fi.it

Sabato 26 novembre dopo la giornata dedicata ai cooking show, alle ore 19.00 Sergio Maria Teutonico presenterà il suo nuovo libro “Cenere e silenzio” mentre Leonardo Romanelli realizzerà un piatto a sorpresa. Domenica 27 novembre giornata con gli chef Tomei, Cai, Segoni, La Mantia e tanti altri che cucineranno il quinto quarto!La giornata sarà arricchita dalla presenza di nove birrifici artigianali: Birra dell’Elba, Birrificio Badalà, Birrificio del Forte, Birrificio MOA, Bruton, I Due Mastri, La Diana, La Gilda dei Nani Birrai, San Girolamo. Per l’occasione sarà aperta la caffetteria della Biennale con la Torrefazione Mokaflor che propone le sue pregiate miscele e offre workshop dedicati al caffè.

Lunedì 28 Novembre: La Biennale ringrazia tutti gli addetti ai lavori con una cena, dove i Gelatieri Artigiani Fiorentini, offriranno la “crema fiorentina”.

FUORI BIENNALE: tra gli eventi da segnalare

Nelle giornate di mercoledì 9, domenica 13, mercoledì 16, giovedì 17 e domenica 20 novembre, alle 18.00 da Olivia, in piazza Pitti 14, sarà possibile scoprire il fantastico mondodell’olio extra-vergine d’oliva con un percorso creato ad hoc e guidato da un critico esperto di olio. A seguire, una degustazione dei fritti che più caratterizzano la proposta di Olivia. Il costo del workshop e della degustazione sarà di 25 euro. Per info e prenotazioni: info@oliviafirenze.com

Giovedì 10 novembre: “La Biennale in Freccia” alla Stazione Centrale di Milano. Nel Freccia Club Milano (dalle ore 17.00 alle ore 20.00), si potranno degustare vino e salame toscano: l’etichetta “Clemente VII”, Chianti Classico DOCG dell’azienda Castelli del Grevepesa incontra gli insaccati dell’Antica Macelleria Manetti. Un evento speciale in collaborazione con Trenitalia, per i possessori di CartaFRECCIA.

Ribollita a Firenze

Sabato 12 novembre: dale 11.00 alle 14.00 al Mercato Centrale di San Lorenzo si tiene “Il Palio della Ribollita. Appassionati di cucina, non professionisti presenteranno a una giuria di chef e giornalisti la loro “ribollita”. Per partecipare iscriversi gratuitamente telefonando a 055 2705233; o scrivendo a biennale@confesercenti.fi.it o presso l’info point del Mercato Centrale di San Lorenzo.

Giovedì 17 novembre, al Freccia Club della stazione di Firenze Santa Maria Novella, dalle 17.00 alle 20.00 arriva “La Biennale in Freccia”. Viaggio nella storia del gusto toscano attraverso l’assaggio di una selezione di insaccati del Salumificio Monsanto, i crostini neri preparati dallo storico Ristorante Giannino e il Brunello di Montalcino Fattoria dei Barbi. Evento speciale in collaborazione con Trenitalia, per i possessori di CartaFRECCIA.

 

Venerdì 18 novembre All’Opera per l’A.T.T. Nel Foyer dell’Opera di Firenze, al parco delle Cascine, alle 20.00, si terrà una cena di raccolta fondi per l’Associazione Tumori Toscana al termine della quale i Gelatieri Artigiani Fiorentini, offriranno la “crema fiorentina”. Prenotazioni: Paola Neri 335 6586211; paola.neri@associazionetumoritoscana.it

Alle 16.00, in via Ricasoli 66, non perdetevi “I banchetti sacri”, ovvero “L’ultima cena” in un percorso dall’ex ospedale di San Matteo, per poi proseguire fino al Monastero di Candeli, fino ad arrivare aal convento di Santa Maria degli Angiolini. Tre interpretazioni del sacro banchetto attraverso i secoli a cura di Federica Bustreo per la Città Nascosta. Per informazioni Tel 0556802590

Domenica 20 novembre: all’ Hotel Radisson Blu, di Roma, dalle ore 11.30 alle ore 19.30, c’è Life of Wine, un evento unico nel mondo del vino interamente dedicato alle vecchie annate. Info e prenotazioni: info@studioumami.com

Inoltre a Firenze torna la Città Nascosta con “Le antiche delizie del palato”: un percorso per scoprire la dieta degli antichi egiziani, romani e greci. Enza del Bene vi farà conoscere i gusti di Plinio e i maiali di Celio Apicio. Appuntamento alle 11 in piazza SS. Annunziata all’ingresso del Museo Archeologico. Prenotazioni allo 0556802590

Venerdì 25 novembre: “Il mare in città” arriva al Ristorante La Loggia al Piazzale Michelangelo di Firenze), dove alle ore 20.30, gli chef dell’Elba realizzeranno un menu a base di pesce e prodotti tipici dell’isola. Per prenotazioni: 055 2342832. Inoltre ci sarà la “Scuola Aperta” al Cordon Bleu in via Giusti, che organizzerà incontri, degustazioni e lezioni insieme a Slow Food Firenze. Per informazioni Tel.0552345468. Mentre da Eataly Firenze, in via Martelli, dal 25 al 27 novembre ci sarà “Cioccolato, Rhum e altri Vizi”.

Durante la Biennale Enogastronomica, ci sarà anche il progetto fotografico “Cibo e Danza” e nei giorni del 13 e del 27 novembre, veranno realizzate performance che racconteranno il gioco della danza, la fotografia e la cucina. E le foto realizzate, saranno esposte nello spazio di Click4Food di Paolo Matteoni all’interno della Biennale. Le ballerine poseranno insieme a piatti forniti dagli espositori della Biennale, e in seguito ci sarà un confronto di idee tra il fotografo e le ballerine Isabella Sorino e Federica Taffoni della compagnia Controverso Danza di Firenze, diretta dal coreografo e regista Massimiliano Terranova.

No comments

Pagina successiva »