Google+

La Finestra di Stefania

L'enogastrogiardiniera

Archive for the 'Terre di Siena' Category

Terre di Siena: corso gratuito di “Tourismarketing 4.0”

free course of tourim marketing in Tuscany

Attenzione attenzione! E’ in partenza un corso gratuito  di Tourism Marketing, che non dovete assolutamente lasciarvi sfuggire. Sta arrivando “Tourismarketing 4.0”, 20 posti per diventare specialisti della promozione turistica e territoriale.

Le lezioni del corso di Tourism Marketing, prenderanno il via nel mese di ottobre a Poggibonsi in zona Salceto, (zona Coop, quindi facile da raggiungere anche con i mezzi pubblici), che sarà la sede di base del corso per tutta la sua durata.

vigneti del Chianti Classico, turismo, Marketing, wine

Siena, il Chianti, la Vald’Orcia, l’Amiata, le Crete Senesi, San Gimignano e la Vald’Elsa, la Valdichiana, San Galgano e la Val di Merse, Montalcino, la Via Francigena e le strade dell’Eroica, fanno parte del nostro patrimonio artistico e culturale, conosciuto in tutto il mondo. Quindi non vi fate scappare questo corso gratuito: da ottobre a giugno un percorso di qualificazione da 800 ore, con in  programma anche stage, le iscrizioni aperte fino al 28 settembre.

corso gratuito sul turismo a siena e provincia, marketing

La storia e cultura del territorio senese, le sue eccellenze e produzioni tipiche; il targeting, le nazionalità e le aspettative; la progettazione di un pacchetto turistico; gli eventi, il wedding e la comunicazione digitale. Sono alcuni degli argomenti di lezione per “Tourismarketing 4.0”, il corso gratuito IFTS che tra ottobre e giugno 2019 formerà 20 specialistici della promozione turistica.   L’iniziativa è di Cescot siena ed Eurobic Toscana sud e prevede complessivamente 800 ore di formazione, 240 delle quali articolate in forma di stage presso strutture private operanti nel settore.

turismo, corso gratuito di promozione territoriale

PARTECIPAZIONE GRATUITA.

La partecipazione gratuita è aperta a giovani e adulti, residenti o domiciliati in Toscana, sia occupati che non. A fine corso ai partecipanti sarà attestata la qualifica di “tecnico della progettazione, definizione e promozione di piani di sviluppo turistico e promozione del territorio -IV livello EQF”. Le iscrizioni sono aperte fino al 20 settembre. Maggiori dettagli sul sito www.cescot.siena.it.

corso gratuito a Poggibonsi sul turismo

Cliccando qui, trovate tutte le info sul corso di Tourism Marketing

CESCOT SIENA SOCIETÀ COOPERATIVA ESERCENTI, Strada Statale 73 Levante n.10 Loc. Due Ponti Siena

Tel: 0577/252265

Carolina Pirozzi  formazione@confesercenti.siena.it

maggiori zone turistiche della Toscana, quali sono

Il percorso formativo del corso gratuito di Tourism Marketing è articolato nelle seguenti moduli didattici:

L’esperienza del territorio senese: caratteristiche, storia e cultura, eccellenze, produzioni tipiche;

Turisti -4.0- a Siena e in Toscana;

Targeting, nazionalità e aspettative (e come soddisfarle);

Il pacchetto turistico territoriale: ideazione, strutturazione, valorizzazione e monitoraggio/valutazione;

La presentazione del prodotto e del territorio: dalla comunicazione efficace alla narrazione;

Marketing;

Comunicazione digitale  – Informatica Applicata;

Social Media Marketing  – Pubblicità, Comunicazione e Consumi;

Focus: eventi, wedding e reti territoriali;

Analisi dei costi, Budgeting, Reporting;

Organizzare l’attività nel quadro Industria 4.0;

Tourist products and services: how to communicate (and to sell..);

Soft skills – ambito relazionale;

Stage;

Accompagnamento individuale e collettivo.

No comments

La tua panzanella è la più buona del mondo? Partecipa a Beata Panzanella

la ricetta della migliore panzanella toscana

Estate è tempo di panzanella. Ogni casa toscana ha la sua ricetta per preparare la panzanella. Se anche te e la tua famiglia, fate un piatto speciale, partecipa alla gara gastronomica “Beata Panzanella” ideata dalla Fattoria dei Barbi a Montalcino.

Dal 28 al 30 luglio torna a Montalcino (SI) la Festa titolare del Beato Giovanni Colombini con la seconda edizione di ‘Beata Panzanella, gara gastronomica, giocosa ma non troppo, dedicata al tipico piatto povero toscano e al suo inventore 

Chiunque potrà partecipare alla tre giorni di festa e al concorso – in programma domenica 29 luglio – con una propria ricetta, 

che verrà valutata alla cieca da una giuria di giornalisti ed esperti. Ma anche il pubblico potrà assaggiare e dire la sua.

 

taverna-dei-Barbi-Montalcino.jpg

CONCORSO GASTRONOMICO

‘BEATA PANZANELLA 2018 | seconda edizione

GARA GASTRONOMICA, GIOCOSA MA NON TROPPO, DEDICATA AL TIPICO PIATTO POVERO TOSCANO E AL SUO INVENTORE, 

IL BEATO GIOVANNI COLOMBINI, NEL GIORNO DELLA SUA FESTA TITOLARE

Chiunque può partecipare alla disfida, purché non sia un professionista della ristorazione e abbia voglia di divertirsi.

Semplice la formula: basta iscriversi (è gratuito) scrivendo a info@fattoriadeibarbi.it o telefonando allo 0577 841111 [oppure sabato e domenica 0577 841205], preparare una panzanella per almeno 6 persone secondo la propria interpretazione, allegando la ricetta e indicando ingredienti, quantità, modi esecuzione e quant’altro ritenuto importante, e portarla entro le 11:30 del 29 luglio 2018 alla Fattoria dei Barbi in Località Podernovi 170 a Montalcino (SI). Una giuria di giornalisti enogastronomici e addetti ai lavori la assaggerà in modo anonimo, stabilendo quale sia la migliore. Ma anche il pubblico potrà assaggiare e dire sua. Una competizione giocosa che vede in palio, per chi salirà sul podio, bottiglie di vino della Fattoria dei Barbi tra cui Sua Maestà il Brunello.

cantina-da-visitare-a-Montalcino.jpg

I Colombini della Fattoria dei Barbi a Montalcino  celebri produttori di Brunello, sono la più antica famiglia documentata a Montalcino: nel 1352 Tommaso costruì il Castello di Poggio alle Mura e dopo pochi anni il Beato Giovanni predicò nella chiesa di S. Agostino.

Per ricordare sei secoli e mezzo di matrimonio con questa bella terra, i Colombini celebrano ogni anno a fine luglio la Festa Titolare del loro Beato: quest’anno in programma saranno tre i giorni di festa, sabato 28, domenica 29 e lunedì 30 luglio, in cui saranno aperte gratuitamente le parti storiche delle cantine di invecchiamento, i giardini privati e il Museo del Brunello a tutti i visitatori.

 

Da sabato a lunedì compreso ci saranno visite guidate gratuite – con orario 12:00, 15:30 e 17:30 – con racconti, aneddoti e curiosità e, domenica 29 luglio, per il secondo anno, la divertente “disfida della panzanella”, piatto che la leggenda vuole inventato proprio dal Beato Giovanni: un concorso gastronomico – Beata Panzanella – che invita tutti gli appassionati di cucina tradizionale toscana a mettersi in gioco e a presentare la propria interpretazione del piatto. 

 

Chi lo desidera potrà mangiare sia a pranzo che a cena alla Taverna dei Barbi che per l’occasione presenterà la rivisitazione della Panzanella del Beato a cura dello chef Duccio Lorenzini e uno speciale piatto medievale ispirato ai tempi in cui visse il Beato, ma ci saranno anche tanti piccoli assaggi gratuiti per tutti di vini, salumi e formaggi della Fattoria. 

Fattoria dei Barbi

Stefano Cinelli Colombini

Loc. Podernovi, 170 | Strada Consorziale dei Barbi

53024 Montalcino (SI) Italia

t(+39) 0577 841111 f. (+39) 0577 841112

info@fattoriadeibarbi.it

www.fattoriadeibarbi.it

—————————

No comments

Siena: ancora quaranta giorni per vedere la mostra di Ambrogio Lorenzetti

Quali mostre sono in programma a Siena, What exhibitions are scheduled in Siena

Siete stati a Siena a vedere la mostra su Ambrogio Lorenzetti? No? Ahi, ahi, ahi!! Potete rimediare, visto che la mostra è prorogata fino all’8 di aprile, quindi se decidete di passare le vacanze di Pasqua a Siena, trovate ancora questa mostra incredibile.

Cosa fare per Pasqua a Siena, What to do for Easter in Siena

Ambrogio Lorenzetti a Siena, è stata inserita ai vertici delle mostre più interessanti dell’anno in Europa. Calcolando che ci sono dietro cinque anni di studi, di restauri, e di spostamenti, è un grande successo e onore per tutto lo staff di storici e restauratori, che hanno lavorato per la realizzazione di questa mostra.

Portare via gli affreschi dall’Eremo di Montesiepi vicino a San Galgano, per inserirli nel percorso della mostra al Santa Maria della Scala, è stata una grande impresa. Sarebbe contento anche il Lorenzetti, nel vedere i suoi affreschi tirati a lucido e con nuovi particolari emersi dal restauro.

Cosa vedere a Siena in un giorno, What to see in Siena in one day

Ambrogio Lorenzetti, è stato è stato uno dei massimi pittori del XIV secolo, uno straordinario innovatore dei linguaggi stilistici e iconografici del suo tempo, oltre che un artista di elevate e raffinate qualità intellettuali.

cosa fare a Siena per Pasquetta, what to do in Siena for Easter Monday

A Siena potrete ammirare il ciclo di affreschi staccati della cappella di San Galgano a Montesiepi e il polittico della chiesa di San Pietro in Castelvecchio a Siena (nell’occasione più correttamente ricomposto e riunito con l’originaria cimasa raffigurante il Redentore benedicente) sono stati allestiti in un cantiere di restauro ‘aperto’, fruibile dalla cittadinanza e dai turisti. I restauri sono proseguiti con l’apertura di altri due cantieri, il primo nella chiesa di San Francesco, volto al recupero degli affreschi dell’antica sala capitolare dei frati francescani senesi, e l’altro nella chiesa di Sant’Agostino, nel cui capitolo Ambrogio Lorenzetti dipinse un ciclo di storie di Santa Caterina e gli articoli del Credo.

Quanto costa il biglietto della mostra su Ambrogio Lorenzetti a Siena, How much is the ticket for the exhibition on Ambrogio Lorenzetti in Siena

Nell’itinerario della mostra, sono esposte, tra le altre, opere provenienti dal Musée du Louvre, dalla National Gallery di Londra, dalle Gallerie degli Uffizi, dai Musei Vaticani, dallo Städel Museum di Francoforte, dalla Yale University Art Gallery – ambisce a reintegrare pressoché interamente la vicenda artistica di Ambrogio Lorenzetti, facendo nuovamente convergere a Siena dei dipinti che in larghissima parte furono prodotti proprio per cittadini senesi e per chiese della città

Pittori senesi famosi, Famous Sienese painters

La mostra ve la potete vedere da soli, prendere le audioguide, oppure prenotare una guida turistica autorizzata.

Cosa fare a Siena nel weekend, What to do in Siena at the weekend

Tra le iniziative interessanti, proseguono le visite guidate con il Centro Guide Siena alla mostra di Ambrogio Lorenzetti, allestita al Palazzo Squarcialupi, Santa Maria della Scala.

Non perdetevi gli “Aperitivi ad Arte”:

La prossima data disponibile è:

domenica 11 marzo, alle ore 10.30

Incontro con la guida davanti al Duomo, all’ingresso dell’Ufficio Informazioni, piazza del Duomo, 2. Alla fine conclusione della visita con un aperitivo presso il “Bar Osteria Bonelli” , a pochi passi dal Duomo.

Costo a persona: € 15.00    –      Numero chiuso a 30 partecipanti.

Per informazioni e prenotazioni: info@guidesiena.it  – 0577 43273

Percorso mostra di Ambrogio Lorenzetti a Siena, Itinerary exhibition of Ambrogio Lorenzetti in Siena

Informazioni utili sulla mostra

Lunedi, Mercoledì e Giovedì: dalle 10.00 alle 17.00
Venerdì: dalle ore 10.00-19.00
Sabato e Domenica: dalle ore 10.00 alle 20.00
Martedì: chiuso

http://www.ambrogiolorenzetti.it/

No comments

Carlotta Parisi, la “Carta InCanta” a Montalcino

arte a Montalcino, opere di Carlotta Parisi

Quando abbini le due parole, Parisi e Montalcino, potete stare sicuri, che dietro c’è sempre un tocco d’artista. Annibale, Giuditta e Carlotta Parisi, sono di quelle persone che incantano, attraverso l’abilità artistica. Che sia nel fare Brunello, che disegnare un’etichetta oppure creare sculture in carta, non c’è niente da dire, sono una famiglia davvero brava. Addirittura se andate a trovarli nella loro azienda NostraVita, potete vedere “L’Arborario”, originale enciclopedia degli alberi della Toscana, 70 scrigni di legno realizzati da Mario Morellini e Annibale Parisi.

Il miglior Brunello di Montalcino, Carlotta e Giuditta Parisi artists

Tornando a Carlotta Parisi, dal 2 al 24 settembre, avete la possibilità di vedere alcune delle sue opere in carta alla Fortezza di Montalcino. Carta InCanta questa piccola favola, trenta lavori tra disegni e sculture in papier-mâché. Una personale alla quale Sergio Staino dedica un testo di presentazione giocato su affinità e dialettiche.

Opere d'arte in Toscana, Tuscany exhibition art

La mostra allestita secondo un percorso a “tappe” e articolata su due piani, si apre con  un autoritratto “Io sono Etrusca” citazione da Marino Marini, che affianca il racconto in poesia della mostra stessa e biografia dell’artista, prosegue nei due ambienti del piano superiore articolata intorno a quello che è il cuore della mostra, sia in temini di allestimento che di opere. Una lunga tavola bianca, una sorta d’installazione sospesa  ma al tempo stesso ancorata alla terra da tre tipi diversi di pietra locale. Una lunga ideale linea bianca che si allunga anche sulle pareti sulla quale la Parisi si racconta attraverso 9 rappresentazioni dal forte valore simbolico.

Art in Tuscany, Arte a Montalcino, Carlotta Parisi Nostra Vita

Questa donna che vedete qui sopra, è “Nunziatina“, e si chiama come la mia zia. Carlotta Parisi, inoltre ha riscosso un grande successo con il suo Paper Cirkus che ha girato l’Italia con il tour del celebre trasformista Arturo Brachetti riscontrando attenzione di critica e stampa. Quindi, andate a vedere queste meraviglie di carta.

“CARTA InCANTA questa piccola favola”

2-24 settembre 2017  – Tutti i giorni 10-19

Montalcino – Fortezza

Ingresso (alla Fortezza) 4 € 

No comments

Chiusure, panorama a 360° sulle Terre di Siena

Vista a 360° sulla provincia di Siena

Ma quanto mi piacerà la geografia, e dare un nome ai paesi che si vedono, sporgendosi da un “belvedere”. E’ una delle mie passioni guardare un “panorama d’Italia” e riuscire a capire che posto è quello che mirano i miei occhi.

Oggi gioco in casa, vi porto a Chiusure, frazione del comune di Asciano, vicinissima all’Abbazia di Monte Oliveto Maggiore, nel cuore delle “Crete Senesi”.

panorama sulle crete senesi,

Per arrivare in questo borgo della Toscana, avete due possibilità venendo da Siena: la prima strada, molto suggestiva e panoramica è la Via Lauretana, che vi porterà fino ad Asciano e da li seguirete le indicazioni per Chiusure, vi ci vorrà più tempo, perchè ogni tre per due vi toccherà fermare, la macchina, il camper, la bicicletta oppure i piedi, per fotografare questo “bendidìo”, oppure prendete la Via Cassia, o la Via Francigena e a Buonconvento girate per Chiusure.

Vi dicevo che questo paesino è bellissimo, su in cima dove c’è il belvedere c’è anche la Rocca Tolomei e una cappella dedicata a San Leonardo. Sotto ai lecci del giardino, si ammira il panorama a 360° sulla provincia di Siena, con una magnifica vista su Siena, dove svettano impettite la Torre del Mangia e il campanile del Duomo. Poi c’è Montalcino, l’imponente vetta dell’Amiata, le colline del Chianti e molto altro ancora.

What to see in Tuscany, cosa vedere in Toscana

La “Porta Senese”, vi introduce sulla piazza che vi porta poi alla Chiesa dedicata a San Michele, gia Sant’Angelo in Luco. Inoltre Chiusure è famosa per la “Festa del Carciofo“, che quest’anno c’è da sabato 22 e martedì 25 aprile: ci saranno lo stand gastronomico dove degustare i rinomati carciofi fritti e il Mercato de’ Ghiotti, oltre 30 stands di prodotti tipici locali.

Se non volete stare ad impazzire, lasciate la macchina ad Asciano e prendete la “navetta gratuita”. Se ingrandite la foto sopra, ci sono tutti gli orari del bus, con partenza dai Giardini di Via della Pace. Sarà effettuata anche una navetta continuativa dal parcheggio di Monte Oliveto Maggiore a Chiusure e dall’incrocio della Sp per San Giovanni d’Asso a Chiusure dalle ore 14 alle ore 19.

Domenica 23 dalle ore 10 alle 12  è in programma la Passeggiata erboristica per imparare a conoscere le bellezze del territorio attraverso le sue erbe selvatiche con la guida esperta di Claudia Renzi di Granosalis (partecipazione gratuita su prenotazione a: mercatodeghiotti@gmail.com, tel 345 4670669).

1 comment

Festa di fine anno nelle Terre di Siena con galà anni 70

galà anni 70 per capodanno con cena in Toscana

Manca appena un mese, e se ancora non avete deciso cosa fare la sera del 31 dicembre, vi do un consiglio, scatenatevi con una festa anni 7o! Se poi la festa di Capodanno è anche in un bellissimo podere in Toscana, nei dintorni di Siena, con un gruppo bravissimo e un menu godurioso l’affare è fatto! Perchè?

Perché tu che porti altra  gente, almeno otto-dieci persone,  NON PAGHI i 60 euro che sono previsti per il biglietto della serata.

Una Grande Festa Anni Settanta che porti ottimo menu’, ottima birra, cocktails e ottima musica! Una serata diversa dal solito per una Festa di fine anno coi fiocchi ci pensa ad organizzarla la mia amica Annalisa Coppolaro insieme a un gruppo di amici, in uno dei poderi della Misericordia, nelle Terre di Siena, tra Murlo e Buonconvento.

 Sarà un ultimo dell’anno in  tema Anni Settanta con un menù stratosferico e musica dei Matteo Frusciante e  Lady Ramona Revival Band, e la cosa ganza ci si può vestire, volendo in stile Anni Settanta” che per vestirsi…bastano camicie a fiori, minigonne con frange, tacchi alti e stivali brutti ed estremi, capelli esagerati e orecchini esagerati, jeans a zampa di elefante, trucco estremo, fascette attorno ai capelli e barbe incolte, stivaletti a punta e a tacco per uomo…ovviamente...Naturalmente senza obbligo, solo se vi fa piacere.

il miglior gruppo musicale che fa revival anni 70

Il MENU DEL GALA’ SEVENTIES ai Cinque Poderi con
 catering è il seguente:
APERITIVO – Sangria, Spritz e Analcolico con snack 
BUFFET di apertura – bruschette * crostini misti * pinzimonio con salsine *
insalata russa * petali d cipolle con mousse di tonno
 frittini misti *  cous cous vegetariano *verdure gatinate
PRIMI – lasagne  *cannoli vegetariani*  pennette sexy
paccheri alla zozzona * chicche alla salentina
SECONDI – arista al forno, stracotto, tronchetto di porchetta, bocconcini di pollo al curry con contorni (patate arrosto  verdure grigliate e patate  prezzemolate)
DOLCI- 
crostate miste 
spiedini di frutta con fonduta  al cioccolato e con caramello  e dolci natalizi.
Costo della festa di Capodanno è 60 €, caparra necessaria QUARANTA EURO da pagare entro il 4 dicembre!!!
Per maggiori informazioni e prenotazioni per la festa di Capodanno, dovrete contattare Annalisa e il team del Galà Seventies a questo indirizzo mail   gi.coppolaro@gmail.com 
Oppure telefonare al 3801498591
No comments

Autunno in Toscana con il Trenonatura

itinerario del treno a vapore di Siena

Conoscete la “Trenista”? E chi è, e cosa fa la “Trenista”? La persona in questione sono io, e mi definisco così perchè io sono appassionata di treni, e quando posso mollo la macchina, e giro a bordo del treno.

Non avete idea di quante cose si possono fare comodamente seduti: si guarda il panorama, si scattano foto dal finestrino, si ascoltano storie, si prendono appunti per i nuovi libri, si vedono stazioni belle, ma anche brutte, si vede gente di ogni etnia, si ammirano i costumi, ci sono tanti colori, si incrociano baci e abbracci, c’è un monso su e giù dal treno…Insomma la “Trenista” adora stare comodamente seduta in carrozza, si sente come su una casa mobile…

E se il treno è speciale, come il Trenonatura, il viaggio si fa ancora più bello e interessante. Ho detto Trenonatura, esattamente così, e se non lo conoscete è la volta buona di salirci a bordo. Si percorrono le Terre di Siena in carrozza, con i treno a vapore oppure con la littorina d’epoca, e si vedono paesaggi da sogno. Si parte dalla stazione di Siena e si va alla scoperta del territorio e delle sue bontà.

Questo è il calendario per l’autunno:

 9 Ottobre – Vivo d’Orcia – Castiglione d’Orcia
Sagra del Fungo Porcino
Sapori e profumi dei boschi amiatini

16 Ottobre – Abbadia San Salvatore
Festa d’autunno
Una festa paesana nel fascino del borgo antico

23 Ottobre  – Trequanda
Festa dell’Olio Novo
Sapori antichi e terrecotte

30 Ottobre  – Montalcino
58ª Sagra del Tordo
Festa nella terra del Brunello

13 Novembre – San Giovanni d’Asso
Mostra Mercato del  Tartufo Bianco
Tutti a corte di sua maestà il tartufo

20 Novembre – San Giovanni d’Asso
Mostra Mercato del  Tartufo Bianco
Sapori, assaggi e profumati souvenir

4 Dicembre – Siena (Il treno parte dalla stazione di Grosseto)
Mercato nel Campo
Per gustare i sapori di ieri e di oggi

8 Dicembre – San Quirico d’Orcia
Festa dell’Olio
Mani sapienti e cultura di una terra

10 Dicembre – Asciano
Mostra Mercato del Tartufo Bianco di Asciano
Nel paese del Garbo, arte, cultura e gusto

INFO E PRENOTAZIONI Visione Del Mondo – Agenzia Viaggi Via dei Termini, 83 Siena

Tel.: +39 0577 48003

info@visionedelmondo.com

Cliccando qui trovate tutto il programma completo con orari di partenza e prezzi.

 

No comments

Siena: un picio per Amatrice

agosto 27th, 2016 | Category: Terre di Siena

Pici all'amatriciana

Quell’abbraccio di montagne che tocca Marche, Umbria, Abruzzo  e Lazio, io lo vedo da anni da casa di mio zio. Ero là vicino per “Ferragosto” a Monterubbiano, e ancora una volta mi ero divertita insieme a zio Lillo, a riconoscere il Gran Sasso, la Montagna d’Ascoli, il monte dell’Ascensione,dare il nome giusto alle vette dei Sibillini e ai Monti della Laga. Poi l’altra notte tutto è cambiato…

E io che mi occupo anche di cibo  sono favorevole all’iniziativa dei ristoratori italiani #UnAmatricianaperAmatrice e che anche i locali di Siena e provincia abbiano aderito a questa iniziativa di solidarietà.

E io suggerirei, visto che abbiamo proprio una nostra pasta, di usare i pici, per l’amatriciana. #UnPicioperAmatrice.

Nelle “Terre di Siena”, tanti ristoratori, hanno già cominciato a mettere in atto #AMAtriciana, l’iniziativa ideata nel Lazio che devolve alla Croce Rossa Italiana 2 euro per ogni porzione di spaghetti al sugo . In aggiunta a questa raccolta che sostiene gli interventi di emergenza individuati dalla CRI, tra il 12 e il 18 settembre Confesercenti e Associazione Italiana Città del Vino daranno vita anche ad una iniziativa che punterà a far ripartire quelli che fanno il nostro stesso mestiere e che sono rimasti colpiti dal sisma, cioè le attività della ristorazione, del commercio e della ricettività dei comuni di Amatrice, Accumuli, Arquata del Tronto e Pescara del Tronto”.

In questo caso, “#UnAmatricianaPerAmatrice” punterà a destinare il ricavato pieno di 100mila amatriciane in 7 giorni, in tutta Italia. Gli aderenti si impegneranno a destinare alla raccolta fondi, in almeno un giorno di quella settimana, l’intero incasso dei piatti all’amatriciana: “nel nostro territorio potranno essere spaghetti, ma anche pici” dice Tigli, il Presidente provinciale dei ristoratori Fiepet aderenti a Confesercenti.

No comments

Pagina successiva »