Google+

La Finestra di Stefania

L'enogastrogiardiniera

Archive for the 'Escursioni Passeggiate & Sentieri' Category

Nasce Chianti Xploro: per prenotare da casa una vacanza “chiantigiana”

Chianti Xploro Come prenotare una vacanza in Toscana con un clic, Chianti Xploro How to book a holiday in Tuscany with a click

Finalmente il primo portale tutto “chiantigiano”, per prenotare comodamente da casa, o dal cellulare la vostra vacanza nel Chianti, prende forma.

E’ nato Chianti Xploro, partorito da giovani chiantigiani, e ideato per far conoscere, soggiornare e cenare le persone nel Chianti vero, perchè il Chianti ha la sua storia e il suo territorio, non è vero che tutta la Toscana è Chianti…

Chianti Xploro, il booking del Chianti

Questo nuovo portale di prenotazione territoriale, è stato creato per prenotare da soli un albergo, un agriturismo o direttamente un Bed and Breakfast. Ma non solo, perchè potete, con un semplice clic, prenotare anche la cena al ristorante, una degustazione di vino in una cantina del Chianti Classico, oppure una passeggiata a cavallo.

Non vi basta? E allora che ne dite di affittare da soli la vostra villa dei sogni, per una settimana? Scoprire i paesaggi con i “bike tours” personalizzati, se vi piace andare in bicicletta…

Ma anche noleggiare una macchina, magari pure con l’autista, oppure che ve ne pare, di fare le vacanze chiantigiane con una vespa?

Dove dormire e mangiare bene nel Chianti,Where to sleep and eat well in Chianti

Il territorio chiantigiano che si fa conoscere alle persone, mettendo per la prima volta insieme tutti i suoi servizi e le sue bellezze.

Seguite Chianti Xploro anche sulla “Pagina Facebook” per scoprire tutte le novità.

In questo video scoprirete cosa è Chianti Xploro…

 

1 comment

A piedi in Val D’Arbia: il compromesso naturale di Serena Pianigiani

A piedi in Valdarbia

Oggi nel blog, c’è un racconto speciale, quello di mia cugina, Serena Pianigiani. Ci porta a piedi in Valdarbia, in un compromesso tra l’errare senza rimproveri e i sentieri indicati della Via Francigena, intorno a Buonconvento, nelle Terre di Siena.

itinerari-in-Toscana.jpg

Stamani ho trovato la forza per indossare le mie vecchie scarpe da ginnastica e uscire per una passeggiata di un’ora nella campagna “buonconventina”.
In una domenica dove in molti hanno scelto  Montalcino per degustare il nuovo Brunello, io ho preferito non assaporare vino, ma la natura con i sui profumi e colori di febbraio.
Già i campi con le zolle sfumate di marrone si stanno preparando ad accogliere grano e girasoli come ogni anno, e ai margini della strada le prime margherite e anche dei fioricini celesti piccoli piccoli, di cui non
conosco il nome.

La Via Francigena nei dintorni di Buonconvento

Ho iniziato il mio breve percorso incamminandomi sulla Strada Provinciale 34 a passo quasi veloce lasciando il paese di Buonconvento alle mie spalle e rallentando sopra il ponte che attraversa il fiume Ombrone. Sono ancora ben visibili i danni arrecati dall’alluvione e per fortuna i miei tristi pensieri sono stati subito sopraffatti dalla vista della torre ottagonale di Castelrosi edificato nel XII secolo e immerso nel suo boschetto.

Non sono andata però in quella direzione ma ho svoltato a destra verso La Piana, camminando per un km circa sullo stesso percorso che fanno i ciclisti della gara L’Eroica e i pellegrini. Infatti al bivio è ben visibile un cartello turistico che indica proprio la Via Francigena.

pini marittimi in Valdarbia Sono arrivata davanti all’ingresso della fattoria fortificata della Piana, questa è stata nel Medioevo una delle ville della famiglia Tolomei di Siena donata intorno al 1315 all’ospedale di Santa Maria della Scala. C’è una grossa croce in ferro battuto al centro di una rotonda: sulla destra la fattoria, a nord la strada prosegue in direzione Ponte d’Arbia, io provengo da sud e scelgo la direzione di sinistra fino ad arrivare alla Pieve di Sant’Innocenza di Piana. Quest’ultima è una struttura anch’essa fortificata con una piccola chiesa annessa, una lapide ricorda che qualcuno già vi abitava nel X secolo.

itinerari-in-valdarbia.jpg

Da qui ho ripreso la strada del ritorno, il pranzo domenicale mi stava aspettando ma non mi stanco mai di ammirare queste affascinanti architetture che armoniosamente dominano una piccola porzione della Valdarbia e che proprio stamani mi hanno ricordato per l’ennesima volta in quale meraviglia di luoghi siamo nati e viviamo ogni giorno.

Testo e fotografie di Serena Pianigiani.

P.s: i piccoli fiori celesti citati nell’articolo, sono “Gli occhi della Madonna”.

No comments

Convegno “A seminar la nuova pianta” a Siena

agricoltura e impatto sull''ambiente

Vi segnalo questo convegno sull’agricoltura in programma a Siena al Teatro dei Rinnovati sabato 11 e domenica 12 giugno “A seminar la buona pianta”.

L’agricoltura non è solo settore primario, ma piuttosto elemento centrale in un modello di sviluppo teso a valorizzare il territorio e tutelare la salute delle persone.

Siena appare da questo punto di vista luogo privilegiato di riflessione e di proposta per capire in quale direzione andare.

All’analisi esposta da un grande studioso di economia ambientale come Geremia Gios seguirà un dibattito aperto alla cittadinanza, per comprendere la situazione attuale e dare il via a nuovi progetti: per decidere insieme, oggi, quale sarà il domani di questa area che intende porsi come esempio di sviluppo sostenibile a livello internazionale.

Insieme ai responsabili di Aboca e Fondazione Mps, organizzatori dell’evento, ne discutono esperti e decision maker del nostro territorio.

Interverranno

Enrico Desideri
Simone Bastianoni
Angelo Riccaboni
Claudio Rossi

Conclusioni del Sindaco di Siena Bruno Valentini.

Gli incontri e gli spettacoli di A Seminar la Buona Pianta sono gratuiti, senza prenotazione, fino ad esaurimento posti.

Programma di sabato 11 giugno:

Ore 11 Teatro dei Rinnovati: Agricoltura e impatto su salute e ambiente

CONFRONTO TRA MODELLI E PROPOSTE DI SVILUPPO PER IL TERRITORIO
Insieme ai responsabili di Aboca e Fondazione Mps, ne discutono esperti e decision maker del territorio.

Ore 16 e ore 17 al Museo Civico:

Arte Orto: Le Piante nell’arte. Percorso Artistico-botanico

Sotto la guida di una storica dell’arte e di un botanico, scopriremo quali fiori, arbusti e alberi compaiono nelle opere esposte nel Museo Civico senese. Sono in programma due turni di 30 persone (il primo turno alle ore 16.00 e il secondo alle ore 17.00). Per partecipare è consigliata la prenotazione ai seguenti contatti:
Vernice Progetti Culturali – Tel. 0577 22640613 – dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 17.

Ore 18.30 Teatro dei Rinnovati

L’intelligenza delle piante

LECTIO DI STEFANO MANCUSO
Quanti sensi hanno le piante? In che maniera provano emozioni, elaborano strategie, prendono decisioni?

Ore 21.30 Teatro dei Rinnovati

Non ci sono più Le quattro stagioni

CON LUCA MERCALLI E BANDA OSIRIS
Come sarà il mondo di domani se non prendiamo coscienza del più grande cambiamento che mai sia stato indotto dai nostri consumi sull’ambiente globale? Di sicuro non avremo più le stesse stagioni del passato…
Altrettanto sicuramente, questa, con la voce di Luca Mercalli e la musica di Banda Osiris insieme per la prima volta, sarà una serata unica.

Programma domenica 12 giugno

Ore 10 in Palazzo Pubblico

Presentazione Botanica Urbana

PARTENZA PASSEGGIATA BOTANICA
Michele Serra presenta la guida Botanica urbana di Fabrizio Zara.

Ore 10.30 al Duomo

Passeggiata Botanica

PASSEGGIATA DAL CORTILE DEL PODESTÀ AL DUOMO
Riconoscimento delle piante spontanee in città con i botanici Aboca.

Ore 11 al Duomo

La Natura tra le righe con Valentina Lodovini

PIAZZA DEL DUOMO, SCALINATA LATERALE
Valentina Lodovini
legge Italo Calvino musica a cura dell’Accademia Musicale Chigiana.

Ore 11.30 Passeggiata dal Duomo all’Orto Botanico

PASSEGGIATA DA PIAZZA DEL DUOMO ALL’ORTO BOTANICO
Riconoscimento delle piante spontanee in città con i botanici Aboca.

ORTO BOTANICO

Ore 12.30 La natura tra le righe con Giovanna Zucconi

ORTO BOTANICO (VIA P.A. MATTIOLI)
Giovanna Zucconi legge Italo Calvino accompagnata da Siena Jazz SJU Quintet.

Ore 14.30 e ore 15.30

Visita guidata dell’Orto Botanico

in compagnia di Ilaria Bonini e Paolo Castagnini

Due turni, iscrizione consigliata

 

No comments

I giaggioli impettiti del Chianti

giaggioli nel ChiantiI giaggioli impettiti del Chianti, con il loro profumo, accompagneranno i ciclisti del Giro d’Italia, nella tappa a cronometro Radda in Chianti-Greve in Chianti di domenica 15 maggio, per celebrare i 300 anni del primo territorio del vino, il Chianti Classico.  Sarà quindi una tappa a cronometro domenica 15 Maggio 2016, la nona tappa del Giro d’Italia, la Chianti Classico Stage che partirà da Radda in Chianti ed arriverà nella piazza di Greve passando, tra le province di Firenze e Siena, anche per Castellina in Chianti  dove verrà posto un rilevamento cronometrico.

Giaggioli o Iris Pallida, quanti di voi li conoscono? Sono i fiori del mio ricordo di bambina, che ti macchiavano le mani, ma che eri orgogliosa di regalare alla mamma per la sua festa. Giaggioli spesso piantati sulle scarpate e lungo i muri, che a maggio si mostrano in tutto il suo splendore in Toscana.

Giro d'Italia, tappa Radda in Chianti Greve in Chianti

San Polo in Chianti, frazione del comune di Greve è terra di iris e domenica 8 maggio è in programma la “Passeggiata tra le colline”, che porterà i partecipanti in un percorso intenso e sensoriale tra i campi di Iris fioriti, accompagnati da guida ambientale escursionistica, con partenza dal Frantoio Pruneti. Al ritorno sarà offerta una degustazione di olio extravergine dell’azienda, pluripremiata per il livello di eccellenza della propria produzione olearia (ritrovo ore 10,00, partecipazione gratuita. Info e prenotazioni: Stefano Mattii 3387888401).

giaggioli del Chianti Classico

Dei giaggioli di Gionni e Paolo Pruneti, ve ne avevo già parlato in questo articolo, spiegandovi che l’essenza della preziosa e nobile Iris Pallida, usata in profumeria, si estrae dal rizoma e non dai fiori come parecchie persone credono. I fratelli Gionni e Paolo Pruneti, eredi di una tradizione familiare di oltre centocinquanta anni, si sono
dedicati a partire dagli anni ‘90 al recupero della produzione del giaggiolo a San Polo in Chianti, messa in di fficoltà nel corso del tempo da quella proveniente da altri paesi e, successivamente, da quella di derivazione sintetica. Il risultato di questo impegno è stato una vera e propria rinascita della coltivazione di Iris pallida, con la realizzazione di un prodotto artigianale di altissima qualità, rivolto ai grandi laboratori profumieri francesi in cerca di una materia prima naturale e di gamma altissima.
Pruneti attualmente si attesta tra i principali produttori a livello europeo.
L’impegno Pruneti per lris non si ferma all’interesse produttivo dell’azienda ma rappresenta una missione
per la conservazione nel territorio di una tradizione secolare, coincidente con quella familiare che ha visto coinvolgere nella lavorazione del giaggiolo ben cinque generazioni.
Per questo l ’azienda, accanto alle iniziative culturali e alle attività per il rilancio della filiera produttiva del giaggiolo, durante la fioritura apre le porte a chiunque voglia vedere i campi in fiore.
La produzione di Iris per Pruneti è complementare a quella dell’ Olio Extravergine, che rappresenta il cuore produttivo dell’azienda.

No comments

La terra che partorisce il grano sulla Via Francigena

la terra che partorisce il grano

Comincia così il mio 2016 nel blog, con queste foto della Via Francigena che ho fatto in questi giorni da Abbadia Isola a Monteriggioni, proseguendo fino a Siena, per poi inoltrarmi in Vald’Arbia, tra Ponte d’Arbia, Buonconvento e Montalcino.

L’inverno con la terra che partorisce grano è una delle magie che la natura sa fare. Il seme della terra che da solo buoni frutti, e chi tanti anni fa ha delineato il percorso della Via Francigena nelle Terre di Siena, ha creato una magia per quattro stagioni.

Non saprei dirvi quale è il periodo migliore per fare questo cammino, ogni giorno è diverso. Luce e colori mutano, nebbia e sole si inseguono, freddo e caldo si alternano. Per questo è un viaggio da fare a tappe. Sei tu che decidi la stagione, se andare controdirezione oppure seguire la strada giusta. Come nella vita, solo tu puoi scegliere come fare.

Io spesso lascio la macchina ad Abbadia a Isola, e vado a piedi a Monteriggioni e poi ritorno. Il bello è che sulla strada c’è un salve e un sorriso per tutti, come se camminare su quel sentiero sia un privilegio. Una strada dove il rispetto si respira davvero.

Mettetela nei vostri buoni propositi una passeggiata come questa. E buon anno di cuore a tutti voi che passate da queste pagine.

No comments

Scoprire Siena con il gusto e con l’olfatto

Siena e le ricette medievali

Hai mai sentito il profumo dei cavallucci? Io l’ho bene impresso nella mente, era la vincita di mio nonno Sghenghere, durante la briscola pomeridiana al circolo sotto Natale. Olfatto e gusto, Siena senza i suoi dolci non sarebbe Siena!

Panforte, berriquocoli, copate, panpepato e ricciarelli sono le gioie della città. E ti è mai capitato di annusare le spezie del panforte? Avrai anche questa occasione! Coriandoli, macis, noci moscate e chiodi di garofano, quest’ultimi citati anche da Dante nella Divina Commedia nel canto XXIX dell’inferno: “Ser Niccolò che la costuma ricca del garofano primo discoperse nell’orto ove tale seme s’appicca“.

Quindi siete pronti per questa godenda?  Olfatto e Gusto, i sapori di Siena è una delle iniziative di “Alla scoperta di Siena”, itinerari d’autore a cura del Centro Guide di Siena e questa passeggiata sensoriale, curata dalla guida e amica Ilaria Sciascia, si svolge sabato 2 Gennaio 2016, con partenza alle ore 15 da Piazza del Campo.

Ti verranno fatti conoscere gli  antichi luoghi di mercato, la varietà dei cibi, la prelibatezza delle ricette nella Siena medievale, e alla fine dopo tanto camminare, una bella degustazione ti verrà ad appagare.

Costo comprensivo di degustazione € 10

Solo su prenotazione entro giovedì 31 dicembre, per info e prenotazioni:
0577/43273

www.guidesiena.it
info@guidesiena.it

No comments

Cosa fare nel weekend del 1 novembre

tutti i colori delle foglie in autunno

Arrivare al fine settimana del 1 novembre, quello dei Santi con il sole e temperature così alte è davvero una bella cosa. Avete deciso cosa fare in questo weekend? Io di preciso ancora no, perché c’è davvero l’imbarazzo della scelta, per la moltitudine di eventi proposti, come il trekking urbano in 50 città italiane. Oppure ad esempio in autunno i giardini offrono uno spettacolo che affascina un numero sempre maggiore di persone: il fall foliage – le foglie degli alberi si tingono di giallo, arancio e rosso trasformando il panorama in una tavolozza di colori indimenticabili.
Ottobre e Novembre sono i mesi ideali per godere di questo spettacolo nei Grandi Giardini Italiani.

ricette con lo zafferano toscano

A Firenze c’è A tutto zafferano“, la festa dello Zafferano delle Colline Fiorentine sabato 31 ottobre (fino a domenica 1 novembre) al Centro Il Fuligno di Firenze in via Faenza 48, in collaborazone con Arga Toscana dove curiosi, buongustai e interessati a conoscere meglio le caratteristiche, le proprietà e le bontà dell’Oro giallo sono attesi dalle 10 alle 19,30 con ingresso libero. Ci saranno anche tanti cooking show: sabato 31 ottobre con Anna Casadei che preparerà il risotto zucca e zafferano (ore 11,30) a cui seguirà Alessandra Arrigoni con “Il principe” a colazione, panini al latte e zafferano con ricotta fresca e miele goccia d’oro (ore 14) per concludere con Antonietta Piscolla con le tortine di crema allo zafferano abbinate alla tisana allo zafferano. Domenica 1 novembre Cristina Latini proporrà “Ricotta e zafferano: Matrimonio di sapori, i ravioli allo zafferano” (ore 11,30) seguita da Marco Mazzoni con le Tagliatelle allo zafferano (ore 14) e da Gerry Zanieri con il Filetto di baccalà con crema di porri e zafferano.

brunch a Villa Cora

Un brunch secondo le ultime tendenze di consumo, con il campione di caffetteria Francesco Sanapo in un luogo esclusivo quale Villa Cora a Firenze, posto di storia e prestigio, situato all’interno di un parco secolare che domina il Giardino di Boboli (viale Machiavelli 18, Firenze). 

E’ la proposta, dal titolo “L’eleganza del caffè”, che si terrà domenica 1 novembre, dalle ore 12 alle ore 15, nella villa costruita a fine Ottocento dall’architetto Pietro Comparini su commissione del barone Oppenheim, in cui hanno soggiorno personalità quali la principessa Eugenia, moglie di Napoleone III, e il pianista francese Claude Debussy (www.villacora.it).

No comments

Scoprire Siena con Il Trekking Urbano

Il trekking urbano a Siena

Indecisi su come passare il weekend? Sabato 31 ottobre e domenica 1 novembre, Siena vi accoglie con visite guidate, percorsi urbani, cooking show e tour in bici.

Siena celebra la Giornata del Trekking Urbano con un weekend di eventi slow, da vivere all’aria aperta.

 Sabato 31 ottobre il percorso da Piazza del Campo tra arte, gusto, cibo con degustazione nel Cortile del Podestà

 Due giorni di eventi all’aria aperta e all’insegna dello ‘slow tourism’ per celebrare la XII giornata nazionale del Trekking Urbano, in programma per sabato 31 ottobre in 50 città d’arte italiane.

 Un sabato a ‘tutto trekking urbano’. Siena, Comune capofila, della XII giornata nazionale del Trekking Urbano propone per sabato 31 ottobre un fitto programma di iniziative che culmineranno con il percorso tra arte, cultura e gusto dal titolo ‘Cibo per l’anima, cibo per il corpo’. Nell’anno di Expo 2015, Siena propone un itinerario affascinante che si snoderà per 3 chilometri alla scoperta della storia, dei luoghi simbolo della città e delle opere d’arte che ‘raccontano’ il cibo e la convivialità a tavolaAlle ore 21.30, presso il Cortile del Rettorato in Banchi di Sotto 53 è previsto il Dj Set a cura dell’Università degli Studi di Siena. I sapori della migliore tradizione enogastronomica toscana torneranno protagonisti, sabato 31 ottobre dalle ore 12 a mezzanotte e domenica 1 novembre dalle ore 11 alle ore 22, in occasione di “Siena wine fair. Small Vineyards Special Edition”, in programma al Tartarugone, di Piazza del Campo, per la manifestazione dedicata alla promozione e degustazione di vini, con la partecipazione di  20 piccole aziende vitivinicole italiane e di 4 aziende locali di street food.

percorsi di trekking a Siena e dintorni

 A Siena le tappe del percorso. Il Trekking urbano, prenderà il via da Piazza del Campo dalle ore 15.30, con partenze programmate ogni dieci minuti. L’itinerario coniuga sapientemente un affascinante percorso che si snoda attraverso stradine e suggestivi vicoli del centro storico, con la possibilità di ammirare capolavori di straordinario valore, come la formella del Banchetto di Erode di Donatello, custodita nel Battistero del Duomo e l’affresco del Buon Governo di Ambrogio Lorenzetti.

Gli Itinerari guidati di sabato 31 ottobre e domenica 1 novembre. Il week end organizzato dal Comune di Siena propone eventi e iniziative per riscoprire la città a piedi senza fretta, riappropriandosi del tempo, della memoria e dell’identità dei luoghi. Tra gli itinerari alla scoperta di Siena oltre al Trekking urbano, sarà possibile partecipare alla visita guidata ‘Siena classica’, organizzata dal Centro Guide. L’iniziativa, a pagamento per gli adulti (20 euro) e gratuita per i bambini sotto i 12 anni, si svolgerà alle ore 11 nelle giornate di sabato 31 ottobre e domenica 1 novembre su prenotazione chiamando il numero 0577 43273.

Domenica 1 novembre alle ore 9 si svolgerà inoltre l’ultimo appuntamento di #SienaFrancigena, il trekking urbano lungo la Via Francigena, da Porta Camollia all’Orto dè Pecci, facendo tappa all’antico ospedale di Santa Maria della Scala. Alla conclusione del percorso, su prenotazione al numero 0577 530038, sarà consegnata la Bisaccia del Pellegrino con prodotti a Km zero. Sempre nella giornata di domenica 1 novembre alle ore 13.30 prenderà il via ‘Assaggia Siena’ il tour in città con degustazione di prodotti locali, curato dal Centro Guide in collaborazione con il Consorzio Agrario di Siena. Il percorso è a pagamento su prenotazione chiamando il numero 0577 43273.

Cooking show. Il cartellone di eventi, in occasione della XII Giornata nazionale del Trekking Urbano, prevede inoltre due cooking show in programma per domenica 1 novembre. Alle ore 10.30, presso la cucina del Complesso Santa Chiara in Via Valdimontone n.1, la Scuola di cucina di Lella propone ‘Zuppe e verdure di stagione’ con la possibilità di imparare e preparare dal vivo alcune ricette della trazione senese. L’iniziativa è gratuita e su prenotazione chiamando il numero 0577 46609. Alle ore 16.30, sempre all’interno della cucina del Complesso Santa Chiara, si terrà il workshop e cooking show dedicato alla zucca gialla curato dalla Scuola di cucina The International Chef Academy of Tuscany, in collaborazione con la biologa nutrizionista, Silvia Migliorini. L’evento è gratuito su prenotazione chiamando il numero 0577 280121.

Caccia al tesoro golosa per bambini. Gli eventi in programma ‘strizzano l’occhio’ anche alle famiglie con bambini. Domenica 1 novembre alle ore 15 si terrà la caccia al tesoro da Piazza del Campo alla scoperta dei dolci e delle tradizioni culinarie senesi, in compagnia delle guide del Centro Guide. L’evento è a pagamento per i bambini al costo di 6 euro e su prenotazione chiamando il numero 0577 43273.

Per gli amanti delle due ruote. Le proposte per visitare Siena in maniera slow e ‘dolce’ continueranno, oltre che a piedi, anche in bicicletta grazie al tour panoramico proposto da Siena Bike Tour per domenica 1 novembre. Grazie alle biciclette elettriche a pedalata assistita sarà possibile ammirare scorci e angoli nascosti della città. La partenza è fissata per le ore 15 dal parcheggio “ex campino” adiacente alle Fortezza Medicea. L’iniziativa è a pagamento su prenotazione chiamando il numero 377 6704235.

1 comment

Pagina successiva »