Google+

La Finestra di Stefania

L'enogastrogiardiniera

Il Giardino Botanico di Oropa, perla del Piemonte

agosto 17th, 2018 | Category: I Giardini delle Meraviglie,Val Bene una Sosta,VIAGGI

Orto Botanico di Oropa in Piemonte

Oropa: fin da bambina, mi sono vista recapitare a casa cartoline di amici e parenti che andavano in visita al Santuario . Oropa, un nome che mi ha sempre incuriosito, e che oltre al famoso “Santuario sotto il cielo“, ospita un bellissimo giardino botanico e il geosito del Monte Mucrone dove si arriva con la funivia.

Oropa, pianta di montagna a stella, eryingium alpinum

Del Santuario e delle Prealpi Biellesi, vi parlerò più avanti, oggi vi porto alla scoperta del Giardino Botanico di Oropa, Oasi del WWF in Piemonte.

Oasi del WWF in Italia, Oropa

Ci sono tante cose da vedere: in primis le fioriture, che in alta montagna sono ancora più spettacolari, poi troverete il fiume, i sentieri tra i mirtilli, gli ambienti di montagna, le felci e i licheni.

Orari e prezzi dell'Orto Botanico di Oropa

La flora spontanea è la flora tipica del bosco di Faggio, ovvero l’essenza che predomina nella Valle Oropa.

piante che crescono in alta montagna

Ci sono tante felci e muschi, lungo i sentieri del giardino, e se siete un po’ stanchi potete sedervi su un masso nella faggeta e respirare l’aria buona di Oropa.

Quai sono i giardini botanici in Italia

La roccera ornamentale, per tradizione vuole che nei vecchi orti Botanici, siano coltivate anche piante esotiche, e nel giardino di Oropa, si possono trovare tante specie di altre catene montuose di altri Paesi del mondo.

piante per giardino roccioso in montagna

Sapete cosa è una torbiera alpina? E’ un ambiente relitto diffuso ai tempi delle glaciazioni.

biodiversità nella conca di Oropa

La roccera alpina, invece riproduce i giardini rocciosi e gli ambienti di alta quota le cui condizioni di vita sono molto difficili.

piante con fiori gialli che si trovano in alta montagna.jpg

Oltre al giardino si può scoprire la “Biodiversità” tra il Sacro Monte, il giardino botanico e il geosito del Mucrone.

sentieri tra fiori di montagnaCosa è la Biodiversità? E’ un programma di valorizzazione del Giardino Botanico e del Patrimonio Unesco di Oropa, ideato da WWF Oasi e Aree protette Piemontesi di Biella. Un patrimonio universale che nella conca di Oropa da vita agli equilibri naturali tra flora e fauna, tra rane e orchidee.

Che piante ci sono al giardino Botanico di Oropa

Venti anni di Giardino Botanico: «Il 1 luglio 1998, il Giardino Botanico di Oropa è affidato alla sede locale del WWF Italia, iniziava ufficialmente il suo cammino.
Quest’anno sono, quindi, venti anni che l’Oasi di Oropa vive  di scienza, cultura e, soprattutto, natura «gettando il cuore oltre l’ostacolo”.

cosa vedere sul Sacro Monte di Oropa

Orari di apertura
Maggio, Giugno, Settembre
da martedì a venerdì: 13,00-18,00
Sabato e festivi: 10,00-18,00 (continuato)
Luglio e Agosto
tutti i giorni, orario 10,00-18,00 (continuato)

Attenzione: nelle giornate di brutto tempo il Giardino potrebbe rimanere chiuso.
In caso di incertezze consigliamo di contattarci al numero telefonico 3311025960

Aperture straordinarie 2018: sabato 6, domenica 7 e domenica 14 ottobre in occasione dell’evento “Foliage: i colori dell’autunno nel Biellese”.

PREZZI

Ingresso intero: € 5,00/persona
Ingresso ridotto: € 3,00/persona (Over 65, gruppi organizzati, ragazzi 11-17 anni)
Ingresso gratuito: bambini con meno di 10 anni (accompagnati da pagante),  disabili ed accompagnatori, clienti Funivie di Oropa (occorre esibire biglietto)
Tariffa Famiglia: € 10,00/biglietto unico (genitori e figli minori)
Visita guidata: € 2,50/persona (secondo disponibilità del personale, min 10 pers. escluso ingresso)

 

No comments

Relax ad Abano Terme, l’Atlantic Terme è un hotel con tutti i comfort

Atlantic Terme Hotel with thermal swimming pool in Abano Terme

Quando ho deciso di andare per tre giorni alle terme, e ho fissato anche la pensione completa, era perchè avevo davvero bisogno di staccare la spina. Cercavo un albergo carino ad Abano Terme, raggiungibile con i mezzi pubblici, e la mia scelta è stata l’Atlantic Terme, per una serie di motivi, che ora vado a spiegarvi.

Hôtel avec piscine thermale à Abano Terme, Hotel mit Thermalschwimmbad in Abano Terme

Penso che erano oltre venti anni, che non facevo un soggiorno in hotel con la pensione completa, ma dopo un periodo di lavoro intenso, il mio fisico ha reclamato un po’ di coccole e di relax. Complice un viaggio a Venezia, mi è venuto spontaneo andare ad Abano Terme. Perchè ho scelto l’Atlantic Terme? Perchè sono come una grande famiglia, si mangia benissimo, ci sono un sacco di comfort, e a piedi si può andare in un sacco di posti. La famiglia Carraro, sa farti sentire come a casa, e cerca di mantenere invariato il personale negli anni, segno di fiducia e rispetto.

Abano Terme, Thermalbecken im Freien, piscine thermale extérieure, outdoor thermal pool, hotel

Io ho trovato un bel pacchetto che comprendeva anche i massaggi a scelta, e ho fatto il linfodrenaggio, il massaggio indonesiano e quello californiano, ma la scelta di massaggi all’Atlantic Terme è vasta, e fatta da persone esperte.

camera d'albergo dotata di tutti i comfort, Hotelzimmer mit allem Komfort ausgestattet, hotel room equipped with all comforts, chambre d'hôtel équipée de tout le confort

La camera, dotata di balcone con vista sui Colli Euganei, era spaziosa, accogliente e molto organizzata.

piscines thermales à Abano Terme, Vénétie, Italie, Thermalbecken in Abano Terme, Veneto, Italien, thermal pools in Abano Terme, Veneto, Italy

Ci sono due grandi piscine termali, una interna e l’altra esterna comunicanti tra di loro, dove nuotare, rilassarsi, e se proprio non ce la fate a stare fermi, fanno anche l’acquagym.

menu albergo con prodotti di alta qualità

E il cibo? La cucina è fatta ad arte, c’è una grande attenzione alle materie prime, e alla ricerca dei produttori. Io ho mangiato dell’ottima pasta della Monograno Felicetti, e tante altre sfiziosità, come potete leggere nel menu sotto.

Abano Terme, Atlantic Terme, Hotelkarte mit hochwertigen Produkten, menu d'hôtel avec des produits de haute qualité

Naturalmente non manca il piatto salutistico.

Inoltre una volta a settimana fanno la cena di gala, con un menu davvero sfiziozo, seguito da una serata danzante, e spesso invitano i produttori locali, a far conoscere le loro prelibatezze.

Frühstücksmenü im Hotel, breakfast menu in the hotel, menu du petit déjeuner à l'hôtel

E la colazione è a buffet, quindi potete cominciare la giornata con mille prelibatezze, e farvi fare le uova strapazzate e le crepes al momento.

hôtel avec salle de sport à Abano Terme, hotel with gym in Abano Terme, Hotel mit Fitnessraum in Abano Terme

Oltre alla palestra attrezzata, che potete usare da soli oppure con un personal trainer, si può accedere al bagno turco, alla stanza del sale, e rilassarsi nella sala lettura.

come arredare una sala lettura, wie man einen Leseraum ausstattet, how to furnish a reading room, comment meubler une salle de lecture

Tranquilli, se vi dimenticate il libro a casa, all’Atlantic Terme, c’è una piccola biblioteca a cui attingere.

où dormir à Abano Terme, wo in Abano Terme zu schlafen, where to sleep in Abano Terme

C’è anche un bellissimo giardino dove leggere e rilassarsi.

piscina termale in Veneto, Terme Euganee

La piscina esterna è cirocondata da olivi e un grande prato verde, dove prendere il sole sui lettini e rilassarsi.

Spa ad Abano Terme, hotel with spa, Hotel mit Spa

E alla fine dei tre giorni, mi sono davvero rigenerata; inoltre a piedi sono andata in centro ad Abano Terme, a visitare il Santuario di Monteortone, e ho preso l’autobus per andare a visitare Padova.

Hotel in Venetien für Familien mit Kindern geeignet, hotel in Veneto suitable for families with children

E per le famiglie, ricordo che l’Atlantic Terme è family-kid, con una bella sala attrezzata per i bambini, con tantissimi giochi.

Atlantic Terme

Via Monteortone, 66

Abano Terme (Padova)

Tel. +39.049.8669015

info@atlanticterme.com

No comments

Siena: Lorenzo Cini e la rinascita del modellismo alla stazione ferroviaria

il plastico ferroviario della stazione di Siena

C’è chi la magia la trova attraversando il binario 9 & 3/4, e chi invece la trova tra i binari 2 e 3 della stazione ferroviaria di Siena. Non c’è bisogno di andare ad Hogwarts per vedere Harry Potter, quando un mago ce lo abbiamo anche a Siena e si chiama Lorenzo Cini, il mago del plastico feroviario.

plastico ferroviario, plastic model

La passione per il modellismo, ha portato Lorenzo Cini, a ridare vita al plastico della stazione di Siena, creando un capolavoro, per chi ama andare per treni e stazioni.

che treni usare per un plastico ferroviario

Una passione che ha preso forma anni fa: da piccolo lo portavano in stazione a vedere i treni, poi il passo come volontario sul Treno Natura, il sogno realizzato di essere assunto in ferrovia, i preziosi consigli di Giancarlo Palazzi (il presepista), che lo ha spronato a dare nuova vita al plastico.

E così piano piano, con tanta pazienza e sacrifici, il sogno si è trasformato in realtà: sono stati rifatti i binari, i circuiti elettrici, i paesaggi e comprati i trenini elettrici. Si possono vedere in funzione il Treno Natura, il treno merci, il Frecciarossa, i treni regionali, le littorine a gasolio e tante altre meraviglie.

dove trovare case e arredi urbani per plastico

Un lavoro certosino e di pazienza, dove hanno preso parte anche altri giovani ragazzi, amici di Lorenzo:  Lorenzo Marrucci, Andrea Gentile l “apprendista” che  ha aiutato Cini durante i lavori e che dopo tanto tribolare finalmente è riuscito a far girare il suo D 445 1025 con i vetri curvi di casa Oskar, Francesco Redi, per la sua infinita pazienza e collaborazione nella progettazione e, Gabriele Migliorini, che ha fatto circolare le ALe 601 e con la sua maestria ha fatto girare bene tutti gli altri treni.

Stefania Pianigiani

La Trenista, quest’anno ha festeggiato in modo speciale i suoi trent’anni di treno: presentando il libro di Enrico Menduni “Andare per treni e stazioni” e vedere finalmente in funzione il plastico ferroviario della stazione di Siena.

treni per modellismo

Se non fossi andata a trovare Giancarlo Palazzi, al binario 1, per vedere le novità del presepe, non avrei scoperto questa cosa.

quanto costa un plastico ferroviario, how much does a railway model cost?

Questo è davvero un atto d’amore verso i treni, il modellismo, e la stazione di Siena.

il plastico della stazione di Siena

Non avete idea di quanto è complicato far girare un treno, di quanti fili sono stati aggiuntati per dare la corrente.

macchina di comando

Mettetevi in contatto con Lorenzo, e andate a vedere questa meraviglia.

andare per treni e stazioni

Ringrazio mio cugino Andrea Pagliantini per questa foto, che mi ritrae insieme a Lorenzo, e per il suo articolo sul plastico.

Dove portare i bambini a Siena quando piove

La prossima occasione per vedere in funzione il plastico ferroviario è per la Befana: sabato 6 gennaio, Lorenzo Cini, dalle 16 alle 19, sarà al binario 2 a far muovere i treni, mentre se volete vederlo in funzine in altra occasione, basta prendere un appuntamento, scrivendo sulla Pagina Fb.

No comments

Le novità del presepe della stazione di Siena

Cosa fare a Siena per le vacanze di Natale, What to do in Siena for the Christmas holidays

Ad agosto, dopo il Palio, a Siena, c’è chi va in vacanza al mare, e c’è chi invece pensa al Natale. E’ il caso dei volontari del Presepio della Ferrovia Val D’Orcia, capitanati da Giancarlo Palazzi, che ogni anno a mezza estate, cominciano a pensare alle novità del presepe della stazione di Siena.

presepe della stazione di Siena

Ne avevo pralato già qualche tempo fa del presepe meccanico, ma l’altra sera sono tornata di nuovo al binario 1 della stazione di Siena, per vedere cosa avevano combinato Giancalo Palazzi, Fabrizio Bonechi e compagnia bella.

l'inventore del presepe della stazione di Siena

Di nuovo vi dico che dovete scovare la Piazza del Campo salutata da angeli cantanti, ammirare la nuova cinta muraria del presepe con il ponte levatoio che si alza e…

Non vi dico di più. Sta a voi cercare le novità, sentirvi parte della scena, perdervi nel blu della notte, vedere l’alba far capolino, perdervi in questo atto creativo.

I movimenti delle statue sono 270, e si contano oltre quattrocento effetti speciali, che vanno dalla neve, ai fulmini, alla musica, e ai vari tipi di illuminazione. Roba da restare a bocca aperta.

Giancarlo Palazzi e il presepe alla stazione ferroviaria di Siena

E’ questa la magia del presesepe della stazione di Siena, che ogni hanno attrae, grandi e piccini, a vedere, un’opera di ingegneria meccanica artistica.

Il presepe meccanico è visitabile per tutto il periodo natalizio e non solo. Infatti i volontari del Presepe della stazione di Siena, lo possono aprire in qualsiasi momento dell’anno su prenotazione. Immaginatevi la scena, fare una sorpresa ai vostri bambini, portandoli a Siena in treno, farli scendere alla stazione, e fargli vedere il presepe e addirittura il plastico con i treni in funzione!

Siena, ha una stazione speciale: oltre ad andare in treno per stazioni, quì c’è la mano di grandi artigiani appassionati di modellismo, che si tramandano questa arte di generazione in generazione. Non lo dimenticate.

I presepi da vedere in Italia

Gli orari per vedere il presepe della stazione di Siena, al binario 1 sono:

Tutti i giorni fino al 7 gennaio dalle 10.30 alle 12.15 e dalle 15.30 alle 19.00.

Se invece volete vedere il presepe, in un altro periodeo dell’anno, va prenotata la visita al numero 3388992577.

Buone Feste, cari lettori del blog.

1 comment

Bye Bye Venezia, il Mercato Centrale di Firenze saluta la Serenissima con una grande festa

ottobre 25th, 2017 | Category: Cibo Chef e Cuochi,EVENTI,Eventi di Cibo e Spettacolo

 

dove mangiare a venezia vicino alla stazione, where to eat in venice near the station

Come passa veloce il tempo. Pare ieri di quando ho scritto qui dell’arrivo del Mercato Centrale di Firenze in Tour a Venezia, che è gia tempo di fare la festa di chiusura della stagione.

L’avventura a Venezia termina con una grande festa sabato 28 Ottobre 2017: durante l’estate il mercato in movimento ha allietato la piazzetta interna della stazione Santa Lucia di Venezia accogliendo tanti sorrisi e tanta voglia di trascorrere del tempo insieme.

Il mercato centrale di Firenze a Venezia dove è

Il Mercato Centrale di Firenze in Tour, saluta la laguna, gli artigiani salutano Venezia con tanta musica e bontà!

Il programma:
Ore 17:00 – I festeggiamenti si aprono a suon di jazz contemporaneo in compagnia dei Civico19.
Ore 19:00 – L’aperitivo sarà in compagnia di Stefano Volpato: voce, basso, chitarra e batteria elettronica per un’atmosfera soul e R’n’B.
Ore 21:00 – La serata si conclude a suon di rock con successi di Lou Reed, David Bowie e tanti altri con i The Wanderers.

Ma chi ci sarà?

dove mangiare a Venezia

Che #TrippaDay sarebbe senza trippa? La trovate tutti i giorni dalle 11 a mezzanotte, alla bottega di Giacomo Trapani.

gli hamburger de La Toraia a Venezia

Voglia di burger, ma buono, fresco e di qualità. Trovi la bottega de La Toraia.

Menchetti non prepara solo delle gustose pizze, ma crea dei veri e propri capolavori. Tutti i giorni fino a mezzanotte.

La bottega di Mendolia è un vero e proprio emporio della pasta: ogni giorno qui si celebra il prodotto simbolo del Made in Italy e protagonista assoluto della dieta mediterranea.

Dove mangiare il tartufo a Venezia

Nella bottega del tartufo di Savini non ci sono segreti, è tutto nel piatto.

I segreti della porchetta di Granieri? Interno ben cotto, esterno croccante e dorato. Scegli di gustarla nel panino, non te ne pentirai!

Montanara, pollo fritto e baccalà in pastella sono solo alcune delle specialità presenti in menù alla bottega del Fritto di Bellincampi.

La bottega di Bodini ti aspetta con tramezzini, insalate coloratissime e frullati con ingredienti di stagione.

street food in Venice, where?

Arà porta i profumi e le bontà siciliane.

Affettati, tartare e tantissime specialità. La carne di Savigni è forte!

Puoi ordinare da bere al bar o direttamente dal Menù della Piazza e scegliere cosa mangiare tra le tante bontà degli artigiani.

Ultimo giorno del Mercato nella piazzetta interna della stazione Santa Lucia di Venezia (lato binari regionali (15-21) è il 29 ottobre.

I Mercato centrale di Firenze in tour a Venezia dove è?

In attesa di vedere una versione fissa a Venezia del Mercato Centrale, godetevi la grande festa di chiusura.

No comments

Arriva il Big Flower Show per tutta la famiglia al Giardino Garzoni di Collodi

Parco di Pinocchio, Pinocchio Park Tuscany

La visita al “Giardino di Villa Garzoni“, finalmente tornato ai fasti di un tempo, grazie al lavoro del paesaggista Stefano Mengoli e del suo team, non è solo una passeggiata tra piante e fiori, ma un vero e proprio viaggio nella storia, adatto per tutta la famiglia. E se poi trovate la giornata del Flower Show, diventa ancora tutto più magico.eventi per la famiglia al parco di Pinocchio, Family events at the Pinocchio park

Si comincia domenica 7 maggio con il “Big Flower Show“, dedicato all’orto.
L’ORTO E I SUOI FRUTTI, COME COLLOCARLI IN GIARDINO:
– per i bambini: caccia al tesoro botanica e percorso orienteering per ritrovare il “grande vecchio” del giardino e gli animali del parco, conoscere e vedere il ciclo di vita delle farfalle;
– per gli adulti: conferenze, presentazioni di collezioni botaniche con possibilità di acquisto negli appositi stand;
– per tutti: accompagnamento alla scoperta del giardino e delle suo innumerevoli e inaspettate sorprese!

A RICHIESTA: Sacco PicNic curato dal Ristorante di Villa Garzoni da gustare in uno scenario unico.

Le attività sono su prenotazione a giardinogarzoni@gmail.com

Gli altri appuntamenti che vedranno il giardino trasformarsi in un “Bio-Parco”, saranno domenica 11 giugno (“Il risparmio dell’acqua in giardino”), il 9 luglio (“Fiori eduli, cibo vegetariano e giardino”), il 27 agosto (“Farfalle e animali della fantasia campestre”) e il 17 settembre (“L’arte con la natura”).

Prenotazioni su www. pinocchio. it/storico-giardino-garzoni/

No comments

Campo estivo per bambini al Museo, prima di tornare a scuola

campo estivo per bambini

Le vacanze sono finite, voi genitori state per tornare a lavoro, e il rientro a scuola dei vostri bambini è ancora lontano…Quindi cosa fargli fare, in questi giorni di fine estate? Avete mai pensato a un bel “campo estivo” al Museo?

Al Museo Archeologico del Chianti Senese di Castellina in Chianti (Siena), hanno pensato di far scoprire l’arte ai bambini con un campo estivo davvero divertente: il Campus al museo per bambini tra 6 e 12 anni. Il Campus si terrà dal 29 agosto al 2 settembre e dal 5 al 9 settembre e le attività si svolgeranno nella mattinata dalle ore 8.30 alle 13.30.

Due settimane dedicate alla scoperta e alla sperimentazione delle tecniche e del “saper fare” degli antichi popoli del Mediterraneo, fra arti e artigianato: verranno fatti  laboratori pratici, escursioni, giochi e letture animate. Parole d’ordine: sperimentazione e interattività!

campo estivo per bambini prima di tornare a scuola

Tra le attività, ‘Gli abilissimi orefici etruschi’, ‘Punzoni, lamine e bulini: il mestiere del metallurgo’, ‘L’atelier del ceramista’, ‘In scena con le maschere del teatro antico’… Ogni laboratorio prevede la realizzazione di uno o più oggetti da parte dei ragazzi.

Costi e riduzioni:

È possibile iscriversi all’intero campus o a singole giornate

Giornata singola: 30 euro;

1 settimana: 100 euro; 2 settimane: 180 euro

2°  Fratello/sorella – 1 settimana: 90 euro; 2 settimane: 160 euro

Sconto del 10% per soci coop che presentano la tessera socio.

PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA   entro il mercoledì che precede l’inizio del modulo settimanale (24 agosto per la prima settimana, 31 agosto per la seconda.

Campi estivi a Castellina in Chianti

Per informazioni e prenotazioni

Museo Archeologico del Chianti Senese
Piazza del Comune 17/18
53011 Castellina in Chianti (SI)
Tel: 0577/742090 Fax: 0577/741388
Mail: info@museoarcheologicochianti.it
www.museoarcheologicochianti.it

No comments

Il favoloso mondo di Caterina e Fiammetta

gennaio 12th, 2016 | Category: Divertirsi con i bambini

scuola per la dislessiaQuesta è la storia di un’amicizia del cuore, tra Fiammetta e Caterina. Loro non si conoscono al momento, ma chissà in futuro. Non lo sanno, ma hanno tante cose in comune, come vivere in un mondo favoloso. Siete curiosi?

Caterina se ne sta spesso in cucina a fare le ricette occhiometriche, di quelle che la nonna gli ha insegnato a fare a occhio, come le polpette. Dividere, formare i biscotti, contare i pavesini, lei impara così. Il destino della Streghetta grande si ribalterà sabato prossimo, ma per il momento lei non sa nulla. La sua vita continua a scorrere tranquilla tra le ricette di mamma Ilaria e i giochi con la streghetta piccola, sua sorella.

A Caterina piace mettere i fiori sugli alberi di un quaderno speciale, fare lezione di matematica pesando burro, farina e cioccolato. Addizzionare le goccie di cioccolato, sottrarre i cucchiai di zucchero, dividere le uova dal bianco, moltiplicare i biscotti.

Dall’altra parte della città, Fiammetta se ne sta spesso in giardino. E lei adora le vacanze di Natale e di Pasqua, ma anche i fine settimana e perché? Perchè con il babbo scorrazza con un carrettino di legno da lui costruito, addiziona facendo i fastelli per l’avvio del camino, moltiplica le foglie di quercia, sottrae le erbacce, divide la stanza con la sorella grande.

E quali storie strampalate si raccontano due bambine dotate di grande fantasia? All’inseguimento dell’amica gemella su una giostra di cavalli di quelle antiche, sai quante risate? Ognuna guarda fuori dalla propria finestra con aria sognante, sentono che da una parte della città c’è qualcuno a cui si rassomigliano un pò.

Fiammetta, preferisci immaginare un legame con una persona che non c’è? Piuttosto che creare un legame con persone che conosci? No babbo, è solo che io so che da qualche parte c’è una Caterina, e noi insieme, tireremo fuori dai pasticci, anche tanti altri bambini. La dislessia non è una malattia…si chiama affrontare la realtà!

Ecco voi piccole Caterina e Fiammetta, non avete le ossa di vetro. Non vi dovete lasciare sfuggire questa occasione. Qundi lanciatevi accidenti! La dislessia si supera, l’amicizia rimane…Vi conoscete da sempre nei vostri sogni…

E chissà magari sabato prossimo, tante Caterina e Fiammetta, ma anche tanti Marco e Stefano, si daranno appuntamento in un posto speciale. Ancora non lo sanno, ma si dovranno incontrare. E dove?

Alla scuola di Caterina! Ci sono tante scuole ma la scuola di Caterina è diversa. La sua scuola è tra le colline di Scandicci, la sua scuola non ha palestra, ma ha tanto verde quasi a perdita d’occhio. La sua scuola è a misura di bambino, la sua scuola ha una sola sezione, la sua scuola ha 120 bambini, la sua  scuola ha maestre  che hanno una marcia in più perché insegnano qualcosa di più dell’italiano e della matematica…
La sua scuola ha tutti i genitori che si fanno in quattro per aiutare. La  scuola di Caterina, l’ha accolta dalla seconda quando pensava che tutte le scuole fossero piene di brutte esperienze… la sua scuola gli ha insegnato ad avere fiducia in se stessa e recuperarla negli altri, la sua scuola l’ha supportata ed accompagnata nel momento del bisogno.
Lei è arrivata n 5° felice e consiglia a tutti voi di andare a vedere quanto possa essere forte e bella l’unione di una piccola grande scuola di campagna. Naturalmente ci sarà anche Fiammetta!

Sabato 16 gennaio 

OPEN DAY SCUOLA “E. TOTI” DALLE ORE 9.00 ALLE ORE 12.00

cuola Primaria “Enrico Toti” – Via Empolese,34

San Vincenzo a Torri- Scandicci-

50018

Firenze

Tel- e Fax 055/769001
E – mail : scuolaenricototi@gmail.com

No comments

Pagina successiva »