Google+

La Finestra di Stefania

L'enogastrogiardiniera

Campo estivo per bambini al Museo, prima di tornare a scuola

campo estivo per bambini

Le vacanze sono finite, voi genitori state per tornare a lavoro, e il rientro a scuola dei vostri bambini è ancora lontano…Quindi cosa fargli fare, in questi giorni di fine estate? Avete mai pensato a un bel “campo estivo” al Museo?

Al Museo Archeologico del Chianti Senese di Castellina in Chianti (Siena), hanno pensato di far scoprire l’arte ai bambini con un campo estivo davvero divertente: il Campus al museo per bambini tra 6 e 12 anni. Il Campus si terrà dal 29 agosto al 2 settembre e dal 5 al 9 settembre e le attività si svolgeranno nella mattinata dalle ore 8.30 alle 13.30.

Due settimane dedicate alla scoperta e alla sperimentazione delle tecniche e del “saper fare” degli antichi popoli del Mediterraneo, fra arti e artigianato: verranno fatti  laboratori pratici, escursioni, giochi e letture animate. Parole d’ordine: sperimentazione e interattività!

campo estivo per bambini prima di tornare a scuola

Tra le attività, ‘Gli abilissimi orefici etruschi’, ‘Punzoni, lamine e bulini: il mestiere del metallurgo’, ‘L’atelier del ceramista’, ‘In scena con le maschere del teatro antico’… Ogni laboratorio prevede la realizzazione di uno o più oggetti da parte dei ragazzi.

Costi e riduzioni:

È possibile iscriversi all’intero campus o a singole giornate

Giornata singola: 30 euro;

1 settimana: 100 euro; 2 settimane: 180 euro

2°  Fratello/sorella – 1 settimana: 90 euro; 2 settimane: 160 euro

Sconto del 10% per soci coop che presentano la tessera socio.

PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA   entro il mercoledì che precede l’inizio del modulo settimanale (24 agosto per la prima settimana, 31 agosto per la seconda.

Campi estivi a Castellina in Chianti

Per informazioni e prenotazioni

Museo Archeologico del Chianti Senese
Piazza del Comune 17/18
53011 Castellina in Chianti (SI)
Tel: 0577/742090 Fax: 0577/741388
Mail: info@museoarcheologicochianti.it
www.museoarcheologicochianti.it

No comments

Il favoloso mondo di Caterina e Fiammetta

gennaio 12th, 2016 | Category: Divertirsi con i bambini

scuola per la dislessiaQuesta è la storia di un’amicizia del cuore, tra Fiammetta e Caterina. Loro non si conoscono al momento, ma chissà in futuro. Non lo sanno, ma hanno tante cose in comune, come vivere in un mondo favoloso. Siete curiosi?

Caterina se ne sta spesso in cucina a fare le ricette occhiometriche, di quelle che la nonna gli ha insegnato a fare a occhio, come le polpette. Dividere, formare i biscotti, contare i pavesini, lei impara così. Il destino della Streghetta grande si ribalterà sabato prossimo, ma per il momento lei non sa nulla. La sua vita continua a scorrere tranquilla tra le ricette di mamma Ilaria e i giochi con la streghetta piccola, sua sorella.

A Caterina piace mettere i fiori sugli alberi di un quaderno speciale, fare lezione di matematica pesando burro, farina e cioccolato. Addizzionare le goccie di cioccolato, sottrarre i cucchiai di zucchero, dividere le uova dal bianco, moltiplicare i biscotti.

Dall’altra parte della città, Fiammetta se ne sta spesso in giardino. E lei adora le vacanze di Natale e di Pasqua, ma anche i fine settimana e perché? Perchè con il babbo scorrazza con un carrettino di legno da lui costruito, addiziona facendo i fastelli per l’avvio del camino, moltiplica le foglie di quercia, sottrae le erbacce, divide la stanza con la sorella grande.

E quali storie strampalate si raccontano due bambine dotate di grande fantasia? All’inseguimento dell’amica gemella su una giostra di cavalli di quelle antiche, sai quante risate? Ognuna guarda fuori dalla propria finestra con aria sognante, sentono che da una parte della città c’è qualcuno a cui si rassomigliano un pò.

Fiammetta, preferisci immaginare un legame con una persona che non c’è? Piuttosto che creare un legame con persone che conosci? No babbo, è solo che io so che da qualche parte c’è una Caterina, e noi insieme, tireremo fuori dai pasticci, anche tanti altri bambini. La dislessia non è una malattia…si chiama affrontare la realtà!

Ecco voi piccole Caterina e Fiammetta, non avete le ossa di vetro. Non vi dovete lasciare sfuggire questa occasione. Qundi lanciatevi accidenti! La dislessia si supera, l’amicizia rimane…Vi conoscete da sempre nei vostri sogni…

E chissà magari sabato prossimo, tante Caterina e Fiammetta, ma anche tanti Marco e Stefano, si daranno appuntamento in un posto speciale. Ancora non lo sanno, ma si dovranno incontrare. E dove?

Alla scuola di Caterina! Ci sono tante scuole ma la scuola di Caterina è diversa. La sua scuola è tra le colline di Scandicci, la sua scuola non ha palestra, ma ha tanto verde quasi a perdita d’occhio. La sua scuola è a misura di bambino, la sua scuola ha una sola sezione, la sua scuola ha 120 bambini, la sua  scuola ha maestre  che hanno una marcia in più perché insegnano qualcosa di più dell’italiano e della matematica…
La sua scuola ha tutti i genitori che si fanno in quattro per aiutare. La  scuola di Caterina, l’ha accolta dalla seconda quando pensava che tutte le scuole fossero piene di brutte esperienze… la sua scuola gli ha insegnato ad avere fiducia in se stessa e recuperarla negli altri, la sua scuola l’ha supportata ed accompagnata nel momento del bisogno.
Lei è arrivata n 5° felice e consiglia a tutti voi di andare a vedere quanto possa essere forte e bella l’unione di una piccola grande scuola di campagna. Naturalmente ci sarà anche Fiammetta!

Sabato 16 gennaio 

OPEN DAY SCUOLA “E. TOTI” DALLE ORE 9.00 ALLE ORE 12.00

cuola Primaria “Enrico Toti” – Via Empolese,34

San Vincenzo a Torri- Scandicci-

50018

Firenze

Tel- e Fax 055/769001
E – mail : scuolaenricototi@gmail.com

No comments

Come fare mangiare il pesce ai bambini? Con il cappello della fata turchina

Cristina Galliti ricetta di pesce adatta ai bambiniCare mamme, siete sicure di averle provate proprio tutte per come fare mangiare il pesce ai vostri bambini? Siete sicure sicure? E il cappello della fata turchina lo avete mai fatto? In vostro aiuto arriva la brava Cristina Galliti  con questa fantastica ricetta golosa e omaggiando Pinocchio, la farà dal vivo domenica 8 ottobre alle 15 all’interno della manifestazione Tartufo al Pinocchio, a San Miniato Basso, nell’ambito di un weekend gastronomico di valorizzazione del tartufo bianco delle colline sanminiatesi, organizzato dalla Casa della Cultura e da Fabrizio Mandorlini. Info e Programma

Ma come si fa questo cappello? Magia..vi servirà del pesce bianco, che poi mantecherete con della ricotta e diventerà turchese con l’alga spirulina! Quindi le stelline verrano cotte insieme alla curcuma, così come gli spagheti per fare i fili del cappello! E la salsa? Magia, magia e lo yogurt e la spirulina insieme daranno tanta energia!!!

idee per come far mangiare il pesce ai bambiniE oltre al cappello della fata turchina, tante ricette di pesce adatte ai bambini le trovate nel libro “Pesce per Min Gourmet“. Se siete curiosi di conoscere gli autori di questo libro, Cristina Galliti  e Marco Gucci, saranno sabato, 7 novembre alle 17.30, presso lo storico caffè  LE GIUBBE ROSSE di Piazza della Repubblica a Firenze, e  avrete l’occasione per porre loro tante domande! Questo libro ha anche un altro scopo nobile, quello di divulgare la ricerca scientifica in campo oncomatologico a favore dell’associazione Giacomo-Onlus.

No comments

Il giardino di Pimpinella e le settimane selvatiche sui Colli Bolognesi

fattoria didattica in Emilia Romagna

Mercedes? La riconoscerai da un vestito a righe! Ok mi sono offerta volontaria per portare questa signora inglese, mai vista in vita mia, a dei giardini spontanei dove imparare a conoscere le piante locali. Come è bello andare in giro per i colli bolognesi alla ricerca de “Il giardino di Pimpinella“. Per fare un piacere alla mia amica Daniela, ho rinunciato a una domenica alle terme, per accompagnare la sua amica britannica, appena scesa dall’aereo a questo corso erboristico o meglio, a una settimana selvatica. Ma che sarà mai?

Sono curiosa anche io di questo posto, visto che me ne hanno parlato talmente tanto che non vedo l’ora di vederlo con i miei occhi. L’uscita dell’autostrada è a Sasso Marconi (dove c’è il ristorante dell’Aurora Mazzucchelli 😉 ) e si arriva abbastanza presto a Luminasio di Marzabotto, anche se non ho la 50 special dei Lunapop! Come saliamo la collina, piano piano si concretizza questa fattoria didattica, che già ad una prima occhiata fa carpire qualcosa di magico. Sarà il vento leggero, i colori, il Mandala della Compassione:un messaggio d’Amore e Pace universale da condividere fatto dai monaci tibetani, perché è risaputo che bisogna mettere colore e armonia nella propria vita, capito?

La padrona di casa è Laura dell’Aquila, una biologa ed erborista, che ha ricreato in questo piccolo paradiso, una casa dove fare i corsi per imparare a fare i preparati cosmetici e fitoterapici, e a saper riconoscere le piante spontanee ed a usarle in cucina. Ma anche impartisce corsi di erboristeria, medicina tradizionale mediterranea e un sacco di altre cose, questi sono tutti i corsi, sia per adulti, ma anche per famiglie e bambini.

Le settimane selvatiche, sono l’occasione oltre per imparare cose nuove, per immergersi completamente nella natura, conoscere persone nuove, mangiare quello che regala la natura, e dormire in una piccola comunità. Mercedes è tornata entusiasta ed ha risolto gli ultimi enigmi che le mancavano per lanciarsi nella sua nuova avventura, ed eccola qui la sua linea cosmetica tutta biologica 😉

Il Giardino di Pimpinella
Via Medelana 23 – 40043 Luminasio (Bologna)
Tel. 389.9703212
E-mail: info@pimpinella.it

 

No comments

Alla scoperta del parco del Rusciano tra un libro e un picnic

aree per pic nic a FirenzeLo so che sono un pò latitante dal blog ultimamente e mi scuso con tutti voi lettori. Sono stata precchio indaffarata tra il lavoro di giardiniera e la scoperta di nuovi giardini in giro per l’Italia, quindi per farmi perdonare vi svelo dove fare un picnic  Firenze e dintorni.

Me lo segnalano due cari amici, Barbara la cuoca-cappellaia e Gilberto il foto-sommelier: a Firenze, nel quartiere 3 c’è un  parco che anche gli abitanti del quartiere conoscono poco. È un bene pubblico che i cittadini possono riscoprire. Riappropriarsi di qualcosa è anche semplicemente usarla e non prenderne possesso. Il parco è di tutti e non può essere trascurato e tantomeno venduto.

Quindi ecco l’idea, quella di fare un picnic al parco di Rusciano (ingresso da via di Ripoli e da via Benedetto Fortini) domenica 31 maggio, ma poi ci potete andare quando volete eh 😉

foto di Gilberto Pierazzuoli.

Diciamo che questo è un numero zero, e quindi cosa dovete fare? Basta  portare una coperta, da mangiare, giochi per bambini, un libro da scambiare. Ma anche, per chi ne è capace, uno strumento musicale acustico. Usate anche il passa parola invitando tutti quelli che conoscete ma anche semplicemente i vicini e i condomini. Gilberto e Barbara, scommettono che se riescono a riunire abbastanza persone,  sarà un modo di riappropiarsi del parco il più veritiero e naturale, non trascurando il fatto di aver creato una situazione piacevole e gratificante per tutti.

No comments

C’era una volta un pesce per mini gourmet

Idee originali per fare mangiare il pesce ai bambini

Una domanda che si pongono tutte le mamme, è questa: come fare mangiare il pesce ai bambini? Alla soluzione ci hanno pensato la brava food blogger Cristina Galliti esperta di pesce povero, e il pediatra Marco Gucci.

Insieme, hanno creato questo libro, dove fare mangiare il pesce del nostro mare, ai bambini da 1 a 6 anni “Pesce per Mini Gourmet“. Sono 31 ricette divertenti e salutari, con piccoli trucchi imbroglia pargoli, per fare in modo che questo alimento, molto importante per la crescita, venga fatto mangiare ai bambini in modo sano e divertente. E non mancano disegni, favole e filastrocche dedicati al mare, insomma un libro utile e giocoso.

Questo libro ha un altro scopo nobile, quello di divulgare la ricerca scientifica in campo oncomatologico a favore dell’associazione Giacomo-Onlus.

Se siete curiosi di conoscere i due autori, di PESCE PER MINI GOURMET non perdetevi la presentazione del libro, mercoledì 25 marzo h 16.30 presso il Consiglio Regionale Toscana, Sala degli affreschi di Palazzo Panciatichi, Via Cavour 4 a Firenze.

2 comments

A San Gimignano si va a scuola di magia tra alambicchi e spezie magiche

I bambini si divertiranno sabato 31 gennaio a San Gimignano per il carnevale Etrusco. A scuola di magia: i misteri della Spezieria”, la visita guidata per bambini fino a 12 anni  al polo espositivo del monastero di Santa Chiara.  Alle ore 15, una strega ed una fatina accoglieranno – e si contenderanno – bambini ‘curiosi’ e pronti ad imparare cose nuove divertendosi. Li condurranno all’interno della Spezieria di Santa Fina per scoprire il mondo reale e quello magico degli etruschi. Un viaggio nel tempo che si snoderà tra reperti archeologici e racconti fantastici, per proseguire tra alambicchi, vasi, spezie ed erbe ritenute magiche come la mandragora. i piccoli visitatori, per l’occasione tramutati in folletti e apprendisti stregoni conosceranno esemplari di piante i cui segreti erano ben noti alle donne dell’epoca di Santa Fina: per ogni partecipante la visita si concluderà con una personalissima ricetta di “pozione”.

Il costo di partecipazione a persona alle visita sarà di 7 euro (gratis per i bambini fino a 6 anni) oltre ai 6,5 euro di ingresso al Museo, con il quale dopo la visita adulti e bambini potranno anche salire sulla Torre Grossa di San Gimignano. Prenotazione obbligatoria (fino ad un massimo di 20 partecipanti) al numero 347 5065700. I genitori potranno scegliere se accompagnare i figli o se affidarli alle guide per la durata dell’iniziativa (75 minuti circa). Partner dell’evento sarà Giocolenuvole onlus, che collaborerà per ‘trasformare’ i bambini in folletti.  Altri dettagli su www.facebook.com/scoperte.

No comments

Quante cose da fare per i bambini, dal corso di falegnameria alla lettura animata dei libri

piccoli-giardinieri-cresconoAvendo diversi amici che sono genitori, ogni tanto nel blog penso anche a loro, quindi quando vedo qualche idea carina mi piace segnalarla, e lo ammetto, qualche volta mi piacerebbe partecipare anche a me a questi eventi da bambini 😉

Ve ne segnalo un paio molto belli.

mi-leggi-un-libro

Da poco tempo a Siena è aperta la libreria Cartazzucchero, e sta facendo un sacco di cose interessanti e sabato 24 gennaio alle 15.30  Francesco Chiantese presenta “Mi leggi un libro”?
I libri si leggono ad alta voce oppure in silenzio? Si leggono da soli o in compagnia? E le immagini…a che cosa servono le immagini? I bambini incontrano il libro per scoprire che quel “coso” stampato e’ il primo strumento multimediale che l’uomo abbia mai inventato

Merenda golosa con torte, muffin, pane e nutella, cioccolata in tazza e spremuta di arancia

animazione+merenda € 15,00 (per bambini in età scolare)

prenotazione obbligatoria:
libreria@cartazucchero.it
0577-284769

CORSO DI FALEGNAMERIA PER BAMBINI (che garberebbe anche ai grandi) 😉

Alla Fattoria Didattica del Vecchio Molino, vicino a Siena, Francesca e Xavier propongono il corso di falegnameria.

In diversi incontri ci sarà la possibilità di andare nel bosco a reperire materiale e a riconoscere gli alberi. 
Gli incontri si svolgeranno il sabato mattina dalle 9.30 alle 12.30 (ore 9.30-10 raccolta materiale nel bosco, ore 10-12.30 laboratorio e nel mezzo colazione). 
L’iniziativa é rivolta sia ai bambini di 5-7 anni (gruppo dei “falegnomi”) che ai bambini di 7-12 anni (gruppo dei “maîtres du bois”).
 In alcuni incontri sono proposte attività differenziate ai due gruppi, tuttavia per ragioni di interesse o di competenze mostrate dal bambino, puo’ essere possibile cambiare gruppo. 
 
Ecco le date degli incontri e cosa faranno
 
31 gennaio : creazione del gioco del Pimpedin (gioco da tavolo dinamico per 2 persone, grandi o piccine!) 
 
07 febbraio : creazione di una “girouette” (segnavento) da mettere sul balcone o nel giardino… 
 
21 febbraio: creazione di un gioco delle tabelline (in uso nelle scuole steineriane) per i 7-12 anni,
creazione di un bastone della pioggia per i 5-7 anni
 
14 marzo : creazione di una “boîte à lettre” (cassetta della posta personalizzata) per i 7-12 anni,
realizzazione di una spada con fodero per i 

5-7 anni
21 marzo : terminazione della boîte à lettre e verniciatura per i 

7-12 anni
terminazione del fodero e realizzazione dello scudo per i 

5-7 anni
18 aprile : creazione di una “caisse à potager”, (orto tascabile!) da portare e continuare a casa per i 

7-12 anni
riconoscimento e raccolta di erbe spontanee commestibili e creazione di un erbario per i 

5-7 anni
 
09 maggio : creazione di un’amaca oppure di una casetta per i pipistrelli per i 

7-12 anni
inizio della realizzazione di una barchetta per i 

5-7 anni
16 maggio : creazione di un’amaca oppure di una casetta per i pipistrelli per i 

7-12 anni
terminazione della barchetta per i 5-7 anni.
Alla fine dell’incontro tutti i genitori sono invitati alle prove generali delle barchette sul torrente Fusola e a seguire pic-nic   
Numero minimo di partecipanti per attivare gli incontri: 13 
 
Quota : 95 euro (8 incontri), 65 euro (5 incontri), 15 euro (1 incontro) 
 
Iscrizione : una settimana prima di ogni incontro 
 
Strumenti : forniti da noi.
I bambini che già possiedono una cassettina di attrezzi ed hanno piacere di portarla possono farlo (consigliamo ci sia un’etichetta col nome del bimbo su ogni attrezzo). 
 
Raccomandiamo una tenuta comoda (che si possa eventualmente rovinare). 
 
Per chi ha problemi di trasporto da Siena al Vecchio Molino, segnalatelo, cosi da trovare una soluzione. 
Tel:  0577 377 187
Email: molino@poderesantamargherita.it 
No comments

Pagina successiva »