Google+

La Finestra di Stefania

L'enogastrogiardiniera

Al Convento Bistrot: la Casa del Chianti Classico riparte da qui

Dove portare a mangiar un gruppo di turisti nel Chianti, Casa del Chianti Classico, Where to take a group of tourists to eat in Chianti

La Casa Chianti Classico ha sede nel cuore della Toscana, a Radda in Chianti, nel meraviglioso convento settecentesco di Santa Maria al Prato e finalmente ha trovato una propria identità.

Dove fare una degustazione di vino a Radda in Chianti, Where to have a wine tasting in Radda in Chianti

La Casa ospita proposte dedicate al vino e alla cultura del territorio: il bistrot Al Convento, lʼesclusiva enoteca del Gallo Nero, unʼarea museale dedicata al vino e alla storia del Chianti Classico, spazi per esposizioni e corsi di approfondimento sul vino e scuola di cucina, una terrazza affacciata sulle colline del Chianti e gli antichi ambienti del refettorio e del chiostro.

Casa Chianti Classico, the best wine tasting in Tuscany

La grande novità, nasce dall’idea di Giuseppe Pollio e Alessandro Boletti, che finalmente hanno fatto della Casa del Chianti Classico, un luogo di accoglienza enoculturale, per informare, incuriosire, stupire il visitatore, ma soprattutto per fare vivere un’esperienza legata al Gallo Nero e alle tante anime che lo compongono.

Al Convento Bistrot, Where to eat well in Radda in Chianti

Ma la vera rivoluzione è la cucina: Al Convento Bistrot, all’interno della Casa del Chianti Classico è il nuovo indirizzo da segnare in agenda, per mangiare bene nel Chianti.

Menu Casa Chianti Classico, Al Convento Bistrot

Aperto da martedì a sabato 11.00 – 19.00 e la domenica dalle 11.00 – 15.00.

Chi è lo chef della Casa del Chianti Classico Tommaso Mori

I fornelli del Bistrot, Al Convento, sono stati affidati al giovane Tommaso Mori, che propone una cucina del territorio, fatta di materie prime di alta qualità, e con i pici veri, tirati a mano.

Ma cosa si mangia al bistrot Al Convento? Un menu semplice, fatto di pochi piatti, ma di quelli che contano, come la degustazione di pane fatto con grani antichi abbinato all’olio del Chianti Classico, , la pappa al pomodoro, la bresaola di Chianina, i taglieri di salumi e formaggi, il pinzimonio.

dove trovare i pici più buoni di Siena

Questi sono i pici all’aglione tirati a mano.

ricette tipiche senesi

Acciughe del convento, sotto pesto alla senese, con mascarpone, peperoni grigliati e conditi, e pane tostato.

la salsa più adatta a condire i pici

Il piatto top della “Casa”, sono i Pici del Bistrot, con pesto di pomodori datterini confit, mandorle, olive ed erbe aromatiche.

come comporre un tagliere di formaggi

Tagliere di formaggi.

idee originali per guarnire la panna cotta

Panna cotta al Vin Santo e crumble di cantuccini.

torta di mele monoporzione ricetta

Tortino di mele.

Madame osè. vino rosato, Casa Rossa

E un buon bicchiere di vino, per finire il pasto in bellezza.Idee per arredare un enoteca di vino, Casa Chianti Classico

Oltre al Bistrot cosa c’è alla Casa del Chianti Classico?

Enoteca where to make tastings in Radda in Chianti

L’esclusiva enoteca del Gallo Nero, dove trovare la più ampia selezione di etichette di Chianti Classico e poterne assaporare le diverse sfaccettature.

profumi del vino

Percorso sensoriale del Chianti Classico

Un percorso sensoriale articolato in due sezioni: installazioni e video per scoprire i colori, i sapori e i profumi del vino Chianti Classico.

Black Rooster, The history of the Chianti Classico Gallo Nero wine

Pannelli e video interattivi per conoscere le tappe più importanti della storia del territorio e di una delle denominazioni vitivinicole più importanti al mondo.

Dove fare un corso sul vino nel Chianti, Where to take a course on wine in Chianti, Casa Chianti Classico

Corsi sul vino ABC Chianti Classico

Tutti i giorni le degustazioni guidate degli esperti della Casa Chianti Classico! Contattateci per informazioni sugli orari delle degustazioni e i programmi.

Solo su prenotazione per almeno 7 persone: Corso completo sul vino Chianti Classico, sulla storia e sul territorio tenuto da esperti certificati.

luogo dove fare eventi nel Chianti

 

Scuola di Cucina

(Solo su prenotazione min. 4 – max 10 persone)

La vera cucina toscana spiegata da esperti cuochi, pronti a svelare tutti i segreti della pasta fresca e delle ricette più famose della tradizione.

Consorzio Vino Chianti Classico sede

Gli eventi dell’estate 2018

Agosto
2 Aperitivo al Convento

9 Aperitivo al Convento

16 Aperitivo al Convento

22 I concerti nel chiostro

23 Aperitivo al Convento

30 Indovina chi bevi a cena

Dove fare l'aperitivo nel Chianti, Where to have an aperitif in Chianti

Le serate del gusto al Convento

Serate divertenti con musica o spettacoli dal vivo, piatti prelibati e abbinamenti particolari (talvolta insoliti e sorprendenti) nella magica atmosfera del chiostro del convento.

Cosa fare nel Chianti dopo cena, What to do in Chianti after dinner

I concerti nel chiostro

Serate musicali nel chiostro precedute da degustazioni e aperitivi del bistrot Al Convento.

SETTEMBRE

6 Aperitivo al Convento

8 Serata del Gusto

13 Aperitivo al Convento

14 Le grandi Melodie del Gallo Nero

20 Aperitivo al Convento

27 Aperitivo al Convento

29 Aspettando la Granfondo del Gallo Nero

OTTOBRE

4 Aperitivo al Convento

6 Serata del Gusto

11 Aperitivo al Convento

18 Indovina chi bevi a cena

25 Aperitivo al Convento

Infoi e prenotazioni

info@casachianticlassico.it Tel. +39 0577 73 8187 / +39 0577 73 8278

Circonvallazione Santa Maria 18, 53017 Radda in Chianti (SI).

www.casachianticlassico.it

CHIUSO IL LUNEDI’

No comments

La tua panzanella è la più buona del mondo? Partecipa a Beata Panzanella

la ricetta della migliore panzanella toscana

Estate è tempo di panzanella. Ogni casa toscana ha la sua ricetta per preparare la panzanella. Se anche te e la tua famiglia, fate un piatto speciale, partecipa alla gara gastronomica “Beata Panzanella” ideata dalla Fattoria dei Barbi a Montalcino.

Dal 28 al 30 luglio torna a Montalcino (SI) la Festa titolare del Beato Giovanni Colombini con la seconda edizione di ‘Beata Panzanella, gara gastronomica, giocosa ma non troppo, dedicata al tipico piatto povero toscano e al suo inventore 

Chiunque potrà partecipare alla tre giorni di festa e al concorso – in programma domenica 29 luglio – con una propria ricetta, 

che verrà valutata alla cieca da una giuria di giornalisti ed esperti. Ma anche il pubblico potrà assaggiare e dire la sua.

 

taverna-dei-Barbi-Montalcino.jpg

CONCORSO GASTRONOMICO

‘BEATA PANZANELLA 2018 | seconda edizione

GARA GASTRONOMICA, GIOCOSA MA NON TROPPO, DEDICATA AL TIPICO PIATTO POVERO TOSCANO E AL SUO INVENTORE, 

IL BEATO GIOVANNI COLOMBINI, NEL GIORNO DELLA SUA FESTA TITOLARE

Chiunque può partecipare alla disfida, purché non sia un professionista della ristorazione e abbia voglia di divertirsi.

Semplice la formula: basta iscriversi (è gratuito) scrivendo a info@fattoriadeibarbi.it o telefonando allo 0577 841111 [oppure sabato e domenica 0577 841205], preparare una panzanella per almeno 6 persone secondo la propria interpretazione, allegando la ricetta e indicando ingredienti, quantità, modi esecuzione e quant’altro ritenuto importante, e portarla entro le 11:30 del 29 luglio 2018 alla Fattoria dei Barbi in Località Podernovi 170 a Montalcino (SI). Una giuria di giornalisti enogastronomici e addetti ai lavori la assaggerà in modo anonimo, stabilendo quale sia la migliore. Ma anche il pubblico potrà assaggiare e dire sua. Una competizione giocosa che vede in palio, per chi salirà sul podio, bottiglie di vino della Fattoria dei Barbi tra cui Sua Maestà il Brunello.

cantina-da-visitare-a-Montalcino.jpg

I Colombini della Fattoria dei Barbi a Montalcino  celebri produttori di Brunello, sono la più antica famiglia documentata a Montalcino: nel 1352 Tommaso costruì il Castello di Poggio alle Mura e dopo pochi anni il Beato Giovanni predicò nella chiesa di S. Agostino.

Per ricordare sei secoli e mezzo di matrimonio con questa bella terra, i Colombini celebrano ogni anno a fine luglio la Festa Titolare del loro Beato: quest’anno in programma saranno tre i giorni di festa, sabato 28, domenica 29 e lunedì 30 luglio, in cui saranno aperte gratuitamente le parti storiche delle cantine di invecchiamento, i giardini privati e il Museo del Brunello a tutti i visitatori.

 

Da sabato a lunedì compreso ci saranno visite guidate gratuite – con orario 12:00, 15:30 e 17:30 – con racconti, aneddoti e curiosità e, domenica 29 luglio, per il secondo anno, la divertente “disfida della panzanella”, piatto che la leggenda vuole inventato proprio dal Beato Giovanni: un concorso gastronomico – Beata Panzanella – che invita tutti gli appassionati di cucina tradizionale toscana a mettersi in gioco e a presentare la propria interpretazione del piatto. 

 

Chi lo desidera potrà mangiare sia a pranzo che a cena alla Taverna dei Barbi che per l’occasione presenterà la rivisitazione della Panzanella del Beato a cura dello chef Duccio Lorenzini e uno speciale piatto medievale ispirato ai tempi in cui visse il Beato, ma ci saranno anche tanti piccoli assaggi gratuiti per tutti di vini, salumi e formaggi della Fattoria. 

Fattoria dei Barbi

Stefano Cinelli Colombini

Loc. Podernovi, 170 | Strada Consorziale dei Barbi

53024 Montalcino (SI) Italia

t(+39) 0577 841111 f. (+39) 0577 841112

info@fattoriadeibarbi.it

www.fattoriadeibarbi.it

—————————

No comments

Cinque cene imperdibili al chiaro di luna

abergo-romantico in Toscana

Questa settimana sarà ricordata per l’eclissi di luna di Venerdì 27 luglio. Ecco cinque cene da segnare in agenda, dove pizzaioli di fama e chef stellati, prepareranno piatti al chiaro di luna.

dove mangiare bene a Cortona

A Cortona (AR) torna Street Chef, l’appuntamento culinario di caratura nazionale che giovedì 26 e venerdì 27 luglio vedrà le strade e le piazze di Cortona protagoniste di un viaggio enogastronomico volto a valorizzare le eccellenze del territorio e la tradizione della Cucina Italiana.

La manifestazione si aprirà giovedì 26 luglio con la serata speciale dedicata alla Pizza e all’arte del pizzaiolo, patrimonio dell’umanità Unesco. Avremo il piacere di vedere esibirsi in piazza i grandi pizzaioli della Scuderia Catalano:
Antonio Ferraiuolo – Pizzeria le 7 Voglie, San Marco Evangelista CE
Giorgio Moffa – Antica Pizzeria Ciro dal 1923, Formia e Gaeta LT
Maurizio Del Buono – Pizzeria da Gennaro, Napoli NA
Roberto Esposito – Pizzeria Rosso Vivo – Pizzeria Re al Quadrato, Chianciano Terme SI
Roberto Miele – La Taverna dei Re, Campobasso CB
Vincenzo Di Fiore – Pizzeria Vincenzo di Fiore, Acerra NA
che prepareranno a vista le pizze della tradizione e per la prima volta interpreteranno insieme a grandi chef pizze gourmet con i prodotti della Valdichiana, tra cui l’Aglione, la Chianina, la Cinta, lo zafferano, l’olio d’oliva, accompagnate da fritti della friggitoria campana e toscana e birra agricola toscana, serviti al tavolo nella meravigliosa cornice di Piazza Garibaldi.

Venerdì 27 luglio dalle 17:00 alle 23:00, come nella passata edizione i vicoli di Cortona saranno teatro di “Morsi e Sorsi”, un percorso enogastronomico che permetterà ai visitatori di assaporare le eccellenze dello Street Food locale. I chioschi si snoderanno da Piazza Garibaldi per tutta Via Nazionale, Piazza della Repubblica, Piazza Signorelli e Via Dardano: in ogni punto gli operatori proporranno piatti da gustare passeggiando, abbinati ad un bicchiere di vino della DOC Cortona.
Alle ore 18:30 Street Chef Opening in Piazza Della Repubblica il concerto del quintetto Amsterdam Brass Quintet darà il benvenuto alla grande brigata di chef. In collaborazione con Associazione Mammut.
Alle ore 20:30 la tanto attesa Cena Gourmet che porterà in Piazza Garibaldi un’incredibile brigata di oltre 20 chef di cui 5 chef stellati provenienti da tutto lo stivale:
Silvia Baracchi * – Ristorante Il Falconiere, Cortona AR
Claudio Sadler * – Ristorante Sadler, Milano
Paolo Gramaglia * – Ristorante President, Pompei NA
Valentino Palmisano * – Ristorante Vespasia di Palazzo Seneca, Norcia PG
Giuseppe Di Iorio * – Ristorante Aroma, Roma
Elio Sironi – Ristorante Ceresio 7, Milano
Paolo Cappuccio – Chef consulente per le nuove tendenze “nutrizionali”
Paolo Paciaroni – Borgo Lanciano, Castelraimondo MC
Massimiliano Mandozzi – Ristorante L’Orangerie Casta Diva Resort, Blevio CO
Elnava De Rosa – Ristorante L’Orangerie Casta Diva Resort, Blevio CO
Catia Ciofo – Taste&Feeling, Perugia
Michela Starita – Lady Chef Associazione Cuochi Montecatini Terme PT
Marialuisa Lovari – Cucina Donnaluisa Relais il Verreno, Ambra AR
Andrea Giuseppucci – Ristorante La Gattabuia, Tolentino MC
Andrea Perini – Chef all’extravergine del premio il Magnifico
Walter Redaelli – Ristorante Walter Redaelli, Sinalunga SI
Emilio Signori – Locanda La Luna, Tirli GR
Matteo Donati – Ristorante Donati, Castiglione Della Pescaia GR
Shady Hasbun – Chef Shady Food Experience, Arezzo
guidata da Fausto Arrighi, già direttore della prestigiosa Guida Michelin e Annamaria Farina, interior designer.

Serata stellata al ristorante La Magnolia di Forte dei Marmi

Lo Chef Resident Cristoforo Trapani ospita Matteo Baronetto
per una cena esclusiva a quattro mani

Si svolgerà giovedì 26 luglio alle ore 20.30 nell’elegante e raffinata cornice del ristorante “La Magnolia”, il fiore all’occhiello dell’hotel Byron di Forte dei Marmi, l’incantevole dimora a 5 stelle del Gruppo Soft Living Places. Il padrone di casa lo chef Cristoforo Trapani ospiterà il collega Matteo Baronetto dello storico ristorante “Del Cambio” di Torino per una cena esclusiva all’insegna dei sapori italiani di mare e non solo.

Ad aprire le danze, il benvenuto di Matteo Baronetto con l’insalata piemontese. Segue il primo e il secondo proposti da Trapani: tortelli di parmigiana di melanzane con scamorza affumicata e il morone alla mugnaia, asparagi di mare e bottarga di tonno. Il tutto accompagnato dalla freschezza e rotondità del Lambrusco Rose e Pinot Bianco. Il palato degli invitati continuerà ad essere deliziato in chiusura da Baronetto con la noce di cocco, abbinata all’Aneri Gewúrztraminer, vino elegante e raffinato dal sapore pieno e armonico.

Prezzo incluso abbinamento enologico: € 120,00.

Per prenotazioni e informazioni: Ristorante La Magnolia presso Hotel Byron – Forte dei Marmi Tel. (+39) 0584 787052 Email: info@hotelbyron.net

La migliore Spa della Toscana

A Il Borro Tuscan Bistro, all’interno della Tenuta Il Borro, azienda agricola e vitivinicola biologica nel Valdarno di proprietà di Ferruccio Ferragamo, giovedì 26 luglio dalle 19.30 andrà in scena una serata tutta italiana. Andrea Campani, Executive Chef dei ristoranti de Il Borro (Osteria del Borro e Il Borro Tuscan Bistrò), ospita Giovanni Santarpia, maestro pizzaiolo napoletano, ma toscano d’adozione, e Simone Bonini, ideatore e padre del gelato artigianale.

Il menù, al chiaro di luna, prevede un mix di antipasti con salumi, formaggi e verdure dell’orto biologico de Il Borro, accompagnato da un insolito aperitivo a base di gelato gastronomico di Simone Bonini creato a quattro mani con lo Chef di casa Andrea Campani. La protagonista sarà poi la pizza fritta di Giovanni Santarpia seguita da un giro di pizze cotte nel forno a legna create per l’occasione insieme ad Andrea Campani.

In abbinamento verrà servita la Biritullera, una birra artigianale, dal sapore toscano, a base di farro e orzo, provenienti dalle coltivazioni biologiche de Il Borro. Finale in Bontà con i best di Simone Bonini, che, come i piatti di Andrea Campani, sono realizzati con materie prime di qualità (spesso locali), rigorosamente di stagione, per un risultato dal carattere deciso e ineguagliabile.

Prezzo a persona: €40
Per informazioni e prenotazioni:

osteria@ilborro.it – 055 9772333

i miglior ristorante giapponese di Milano

Venerdi 27 luglio 2018 lo chef  Takeshi Iwai sarà l’interprete, insieme a Pasquale Palamaro, resident chef del ristorante Indaco al Regina Isabella, di una cena sostenibile a 4 mani.

L’executive chef del ristorante Ada E Augusto di Gaggiano (MI) ha aderito volentieri all’ evento che vede come tema quello dell’etica in cucina. Un argomento attuale quello della sostenibilità che spinge gli chef a riflettere sul valore del cibo, delle stagioni, e della territorialità in modo da garantire un maggior rispetto per la natura e per quanto può dare.

I piatti che lo Chef Iwai presenterà sono: uno dei suoi piatti più iconici, l’appetizer Trota Carota e a seguire i Mondeghili; come antipasto una delle sue più recenti creazioni Rapa rossa e mandorle e per finire il primo Spaghettini freddi, storione, mandarino e zenzero. Un trionfo di cibi di stagione e sapori italiani rivisitati dal giovane chef del Sol Levante.

dove mangiare bene a Radda in Chianti

 

In occasione della spettacolare eclissi totale di Luna di VENERDI’ 27 LUGLIO la Casa Chianti Classico resterà aperta con i suoi servizi di degustazione e bistrot sulla splendida terrazza per godere del lungo e spettacolare fenomeno astronomico.
Per l’occasione sarà anche possibile osservare le fasi dell’eclissi attraverso un telescopio e, per chi vuole, provare a fotografare la luna e Marte che si troverà in congiunzione poco distante e che brillerà anch’esso di una luce arancione.
La luna alle nostre latitudini sorgerà dopo le ore 20 ed inizierà l’ingresso nell’ombra alle 20:20 circa. L’eclissi totale culminerà alle 22:22.

Circonvallazione Santa Maria, 18
53017 Radda in Chianti

Tel 0577 738187
No comments

Il Chianti Gourmet Festival a Vertine

giugno 23rd, 2018 | Category: Cibo Chef e Cuochi,EVENTI,Il mio Chianti....

Chianti Gourmet Festival

Vertine, a pochi km da Gaiole in Chianti, Domenica 24 Giugno ospita tra le vie del borgo il “Chianti Gourmet Festival“, un evento che porterà il grande pubblico nel Chianti, attraverso la scoperta di eccellenze legate alla ristorazione e all’enologia.

La manifestazione, nata dall’idea dello chef stellato Vincenzo Guarino del Castello di Spaltenna e da Augusto Bianciardi, Lorenzo Minucci e Antonio Carloni di Evorart, porta a Vertine chef stellati provenienti da tutta Italia, ai quali verranno affiancate le realtà più esclusive del territorio chiantigiano.

chef stellati nel Chianti

Dalle ore 11 alle ore 23, le vie di  Vertine ospiteranno un vero e proprio percorso enogastronomico, suddiviso in varie isole che  permetteranno di scoprire i piatti tipici della tradizione e le creazioni di grandi maestri in abbinamento ad alcuni dei vini più pregiati del Chianti Classico. Uno spazio sarà dedicato anche alla pizza, la birra artigianale e gli affettati di qualità.

Dove mangiare la domenica nel Chianti

Per assaggiare i vini e il cibo, si potranno acquistare dei tagliandi in vendita da 6 euro per il cibo e 3 euro per il vino. Ad arricchire la giornata, musica, giochi e anche un’area dedicata ai più piccoli.

chef Castello di Spaltenna, Gaiole in Chianti

Ma chi ci sarà a Vertine?

CHEF STELLATI

EMANUELE PETROSINO – I PORTICI, Bologna

FABRIZIO BORRACINO – IL POGGIO ROSSO, BORGO SAN FELICE, Castelnuovo Berardenga

GIOVANNI LUCA DI PIRRO- LA TORRE -CASTELLO DEL NERO, Tavarnelle Val di Pesa

GIUSEPPE AVERSA – IL BUCO, Sorrento

GIUSEPPE MANCINO – IL PICCOLO PRINCIPE, HOTEL IL PRINCIPE, Viareggio

LINO SCARALLO-PALAZZO PETRUCCI, Napoli

MAURIZIO BARDOTTI –AL 43, San Gimignano

NICOLA DAMIANI-OSTERIA DI BADIA PASSIGNANO, Badia a Passignano

ROCCO DE SANTIS – SANTA ELISABETTA, HOTEL BRUNELLESCHI, Firenze  

SILVIA BARACCHI -IL FALCONIERE, Cortona

VINCENZO GUARINO, IL PIEVANO, CASTELLO DI SPALTENNA, Gaiole in Chianti

Il nuovo locale di Giovanni Santarpia

PIZZAIOLI

GIOVANNI SANTARPIA, Pizzeria Santarpia, Firenze

MASSIMO GIOVANNINI, Pizzeria Apogeo, Pietrasanta

PIERLUIGI POLICE, Pizzeria Lo Scugnizzo, Arezzo

Tenuta-Perano-Frescobaldi.jpg

AZIENDE VINICOLE

BADIA COLTIBUONO, Gaiole in Chianti

BORGO CASA AL VENTO, Gaiole in Chianti

BORGO SAN FELICE, Castelnuovo Berardenga

CANTALICI, Gaiole in Chianti    

CAPANNELLE, Gaiole in Chianti

LAMOLE DI LAMOLE, Greve in Chianti

RICASOLI 1141, Gaiole in Chianti

ROCCA DI CASTAGNOLI, Gaiole in Chianti

SAN GIUSTO A RENTENNANO, Gaiole in Chianti

SAN VINCENTI,Gaiole in Chianti

TENUTA PERANO – FRESCOBALDI, Gaiole in Chianti

VALLEPICCIOLA, Castelnuovo Berardenga 

BIRRA ARTIGIANALE

BIRRIFICIO VALDARNO SUPERIORE, Pergine Valdarno

Vertine-Chianti-Gourmet-Festival.jpg

RISTORANTI DEL TERRITORIO

BADIA COLTIBUONO, Chef Roberto Nocentini, Gaiole in Chianti

CONTRADA – CASTEL MONASTERO, Chef Stylianos Sakalis, Castelnuovo Berardenga

FONTANELLE -LA COLONNA, Chef Daniele Cannella, Castelnuovo Berardenga

FRESCOBALDI,Chef Roberto Reatini, Firenze

IL CASALE, Chef Giuseppe Lopresti, Gaiole in Chianti

IL CELLIERE, Chef Fata Selimanovic, Gaiole in Chianti

LABORATORIO DEL GUSTO-CASA AL VENTO, Chef Antonio Sapienti, Gaiole in Chianti

LE CONTRADE, Chef Andrea Oppo e Veruska Granata, Gaiole in Chianti

LA TAVOLA DI GUIDO LOCANDA LE PIAZZE, Chef Guido Haverkock, Castellina in Chianti

OSTERIA DEL CASTELLO-BROLIO, Chef Alessandro Mennini, Gaiole in Chianti

VILLA LA PALAGINA, Chef Massimiliano Catizzone, Figline Valdarno

VITIQUE- SANTA MARGHERITA, Chef Riccardo Vivarelli e Alessio Mori, Greve in Chianti

Macelleria-Chini-Gaiole-in-Chianti.jpg

LA NORCINERIA

ANTICA MACELLERIA CHINI, Gaiole in Chianti

I CIPRESSI IN CHIANTI, Radda in Chianti

GELATERIA

ORSO BIANCO, Aversa

No comments

Weekend di Pentecoste, cosa fare in Toscana

pentecoste, pentecost, Pfingsten, Chianti, Tuscany

Pentecoste è prevista con il sole. Se ancora non avete deciso cosa fare, ecco alcuni eventi da non perdere in Toscana.

Un weekend da favola con “Pentecoste a Castellina in Chianti”

Il 19 e il 20 maggio si rinnova l’appuntamento con “Pentecoste a Castellina in Chianti”.  Degustazioni di vino, musica, spettacoli per bambini e specialità gastronomiche.

Sabato 19 e Domenica 20 maggio, la vera full immersion fra i profumi e gli aromi del Gallo Nero, con le degustazioni dei prodotti di 32 aziende di Castellina in Chianti che presenteranno le loro eccellenze dalle 15 alle 20, lungo il camminamento di Via delle Volte.

 

Fra gli eventi collaterali e intrattenimenti vari, per i più piccoli ricordiamo la  Gimkana di sabato 19 maggio: i bambini suddivisi in tre categorie, pulcini, galletti e galli neri si impegneranno nella Gimkana di Pentecoste (ore 16 Piazza del Comune). Ai ragazzi più grandi è invece dedicato il concorso di pittura “Castellina in Chianti: andar per vigne”: l’elaborato più significativo dal punto di vista grafico avrà la possibilità di diventare il poster della Pentecoste a Castellina in Chianti 2019.

 

Da non perdere, infine, domenica 20 maggio, il “Mangiagiro nel Chianti Classico”: un tour enogastronomico fra le vigne di Castellina in Chianti (su prenotazione).

corso per imparare a pescare in alto mare

A San Vincenzo, tutto pronto per Un mare di gusto

Sabato 19 e domenica 20 maggio un ricco calendario di eventi, degustazioni

e approfondimenti dedicati alle tipicità ittiche della Costa degli Etruschi
Novità di quest’anno sono lo street food serale e il “pranzo della domenica”

La manifestazione, organizzata dal Comune di San Vincenzo e sotto la direzione artistica di Deborah Corsi – chef JRE del ristorante La Perla del Mare si presenta con numerose novità in programma, a partire dal tema protagonista di questa edizione, i fiori. Non è un caso, se il tema quest’anno viene declinato come “Palamita in fiore”: saranno infatti gli accostamenti tra il pescato e il mondo floreale, a caratterizzare il calendario che la prossima settimana animerà San Vincenzo.

Inoltre, alla Torre di San Vincenzo andranno in scena la presentazione del libro “Dall’atelier alla cucina” di Elisabetta Arrighi con un cooking show dello chef Emanuele Vallini (ore 15).

Il “Pranzo della Domenica”, una jam session culinaria lungo la passeggiata del Marinaio con quattro chef del territorio: Fabrizio Caponi (Osteria I’ Ciocio, Suvereto) con la palamita al fumo d’alloro, Ivano Lovisetto (Il Baccanale, Piombino) con la panzanella azzurra, Mirko Rossi (Il Doretto, Cecina) con i bottoni di canapa alla palamita e Deborah Corsi (La Perla del Mare, San Vincenzo) con la palamita “croc” e il dessert campigliese new style. Il tutto accompagnato dai vini del territorio.

Biglietti:

Per lo street food il costo del biglietto è di 10 euro e dà diritto a 4 degustazioni cibo o vino. Ogni ulteriore degustazione ha il costo di 2 euro .

Il pranzo della domenica ha un costo di 40 euro (20 per i bambini dai 3 ai 12 anni). Per info e prenotazioni: info@unmaredigusto.it

Locali per divertirsi in Versilia

Al Nikki Beach Versilia arriva la musica di Giacomo Urtis, il chirurgo estetico dei Vip noto per aver partecipato all’edizione 2017 dell’Isola dei Famosi. Urtis, che ha appena presentato il singolo Tìa (corazon atrapado), suo primissimo lavoro musicale, sarà protagonista sabato 19 maggio, a partire dalle 13.00, di un divertente dj set.

Inoltre ci sarà la possibilità di sorseggiare a bordo piscina i cocktail proposti dai bartender del celebre beach club di Marina Pietrasanta (LU) e gustare i piatti à la carte dell’execetuve chef Cesare Lazzeri.

Musei di Firenze aperti l domenica di Pentecoste

L’Ex Monastero di Santa Maria degli Angeli apre le porte all’A.T.T.

 

Domenica 20 Maggio un pomeriggio di cultura con l’Associazione Tumori Toscana alla scoperta dell’ex Monastero di Santa Maria degli Angeli (Via degli Alfani, 49 Firenze).

La visita sarà a cura del professor Divo Savelli e comprende:

la ex chiesa monastica, il chiostro (affreschi di Bernardino Poccetti e collaboratori e sculture di Pietro Francavilla e Giovanni Caccini), il refettorio (Cenacolo di Ridolfo del Ghirlandaio), la Cappella Ticci (affreschi di Bernardino Poccetti), la Sala del Consiglio (architettura e decorazioni anni ’30 del ‘900),la Sala delle Assemblee (affreschi dal ‘400 al ‘700), la Rotonda del Brunelleschi.

Un’occasione unica per scoprire uno dei luoghi più affascinanti e meno conosciuti di Firenze secoli di storia e di arte fiorentina.

Orario Visite ore 15.00 e 17.00.

Offerta minima 12 Euro.

cosa fare in Versilia per Pentecoste.jpg

Vini d’autore – Terre d’Italia
VI edizione

Domenica 20 e lunedì 21 maggio 2018 – Una Hotel Versilia Lido di Camaiore (Lu)
via Sergio Bernardini 335/337

Anche per questa VI edizione saranno 80 i protagonisti presenti ai banchi di assaggio, provenienti da pressoché tutte le regioni, pronti per raccontare, attraverso le loro etichette più rappresentative, la storia dell’azienda e le nuove produzioni.

Orari:

domenica dalle 11.30 fino alle 19 e lunedì dalle 11.30 fino alle 18.30

Ingresso:

Ingresso €25 (l’ingresso dà diritto a degustare tutti i vini presenti)

Ingresso ridotto (€20) per i soci AIS, FISAR, ONAV, AIES, SLOW FOOD, TOURING, ASPI e abbonati al notiziario de L’AcquaBuona

 

No comments

Faenza, tra cene itineranti e lezioni di foraging

maggio 16th, 2018 | Category: Cibo Chef e Cuochi,EVENTI

cibo-selvatico-erbe-spontanee

La Romagna è sempre stata una regione vitale, e Faenza, questo weekend, mette in piazza i suoi migliori chef per una cena itinerante, e per far scoprire il foraging. Questa sarà l’undicesima edizione, e l’associazione Distretto A ha organizzato, da venerdì 18 a domenica 20 maggio , Distretto A Weekend – DAWE –
un copioso carnet di iniziative che prevede le proposte di grandi chef e progettid’arte urbana .

Dove-mangiare-a-Faenza.jpg

Venerdì 18 maggio (solo per questa serata) 46 fra ristoranti e osterie e 38 fra cantine , barman e birrifici emiliano-romagnoli, si distribuiranno in una mappa reticolare che coprirà tutto il centro di Faenza, per l’occasione trasformato quasi totalmente in zona pedonale, con l’ausilio di navette elettriche. I gastro-passanti
potranno transitare da una tappa all’altra, muniti di calice, costruendo mano a mano il loro personale concetto di cena, collezionando multi esperienze gastronomiche. Dalla
pizza contemporanea di ‘ O Fiore Mio e Pummà con impasti al lievito madre, farine biomac inate a pietra e grande selezione di ingredienti, ai sapori marittimi dello chef Omar
Casali del Marè di Cesenatico, agli accostamenti inattesi e le tecniche innovative del nuovo Benso di Forlì che annovera Pier Giorgio Parini nella supervisione dei piatti. Per
la prima volta dopo l’apertura del suo da Gorini a San Piero in Bagno, Gianluca Gorini avrà una postazione alla Cena Itinerante, dove porterà la sua concezioneavanguardistica di “Romagna in fiore” nel piatto, versione da passeggio. Non mancherà
come a ogni edizione, un saggio di una delle esperienze più dirompenti dell agastronomia italiana contemporanea, Postrivoro, con i ragazzi di Raw Magna.

Dove mangiare a Faeenza e dintorni

Prima partecipazione al gastro pellegrinaggio faentino per Scamporella , il picnic country-chic che nelle ultime estati ha vivacizzato le colline cesenati. In antepr imasull’atteso programma estivo, la cenetta sotto gli ulivi secolari, raggiunti in trattore con il
proprio cestino di vimini e accovacciandosi intorno alla tovaglia a scacchi rossi, si trasferisce in città, sempre all’aperto, ma in questo caso ornata da un fondale urbano.
La proposta gastronomica avrà la firma di Alberto Faccani , da quest’anno bistellato Michelin del Magnolia di Cesenatico, già collaboratore principale per la partegastronomica dell’esperienza bucolica e che sarà presente anche il giorno successivo con “ Magnolia To go” il furgoncino verde mare che porta in giro il cibo di strada dello chef di Cesenatico.

ricette di foraging e cibo selvatico

Sabato 19 maggio Distretto A – DAWE proporrà un evento incluso nella quarta edizione della Wild Feral Food Week , la settimana celebrativa del cibo selvatico ideata
dal Berkeley Open Source Food , progetto che studia e promuove il wild food e che annovera nel board Roberto Flore , head chef del Nordic Food Lab di Copenhagen fondato da René Redzepi .
In tutto il mondo , nella settimana dal 18 al 27 maggio verrà rivolta attenzione da p arte di chef, ristoratori, produttori e forager all’ utilizzo di alimenti prodottispontaneamente dall’ambiente, dalle piante selvatiche agli insetti . Cibi che possono
migliorare la nutrizione dilet tando il palato, riducendo allo stesso tempo lo spreco eincrementando la biodiversità.
DAWE 2018 contribuirà alla promozione di questo obiettivo etico organizzand o, lungo ilfiume Lamone a Faenza, una passeggiata-lezione di foraging (prenotabile qui https://pptng.it/foraging ) tenuta da Valeria Mosca , pioniera in Italia nella raccolta
conservazione e uso in cucina del cibo selvatico. La chef fondatrice di Wood*ing ci condurrà alla scoperta delle specie vegetali spontanee attraverso l’alimurgia, lo studio
della commestibilità delle piante selvatiche in una gita di un paio d’ore che si concluderà con un aperitivo e assaggi a base di vegetali selvatici.

Domenica 20 maggio, sarà l’occasione per rivedere i luoghi espressione della creatività del quartiere con la luce del mattino, dopo la confortante colazione collettiva si potrà
girellare fra laboratori, visite guidate e passeggiate urbane.

No comments

A Castel Monastero si celebra la primavera a cena

maggio 08th, 2018 | Category: Cibo Chef e Cuochi,EVENTI,MANGIARE FUORI

dove-mangiare-a-Castelnuovo-Berardenga.jpg

Cosa c’è di meglio che celebrare la primavera con una cena gourmet? A Castel Monastero, hanno avuto la bella idea di unire il Chianti con la Versilia, per una cena a quattro mani imperdibile.

Giovedì 10 maggio, l’Executive Chef di Castel Monastero Stelios Sakalis proporrà alcuni dei suoi piatti più rappresentativi insieme ad un asso della cucina italiana come Giuseppe Mancino, due stelle Michelin presso il ristorante Il Piccolo Principe di Viareggio.
Una cena a quattro mani per godere della creatività culinaria più interessante della nostra regione come l’antipasto “ la panzanella toscana nascosta nell’insalata greca” creata da Sakalis per celebrare le sue origini e il paese che lo ha adottato o l’ “agnello della Garfagnana, peperoni, fagioli schiaccioni, cicoria e caffè” che Mancini ha ideato pensando al territorio che lo ospita ormai da anni.
Questi sono solo alcuni dei piatti che si potranno degustare alla cena di Castel Monastero nello splendido scenario della campagna toscana.
Cena 90 euro a persona (vini esclusi).
Castel Monastero
Loc. Monastero D’Ombrone, 19
Castelnuovo Berardenga SI
Telefono: 0577 570570
 
No comments

Orticola a Milano; l’edizione 2018 è scoppiettante

Tutti gli eventi di Orticocola a Milano

Il mese di maggio per la città di Milano, è il mese dedicato ad Orticola. L’edizione 2018, si appresta ad essere molto frizzante, e nei giorni che vanno da venerdì 11 a domenica 13 Maggio, Milano si fa bella.

Orticola 2018 ci ricorda che il giardinaggio è benessere, soddisfazione, passione, gusto e deve essere …
“AL PIACER MIO …”
Un’edizione progettata con i vivaisti, dai vivaisti e per i vivaisti, con le piante che essi propongono, con i modi
di coltivazione che scelgono, con l’affezione per specie e varietà che sentono!
160 espositori, tanti nuovi, tanti quasi di famiglia, altri che ritornano
e alcuni che arrivano dall’estero e da molto lontano …

date-e-programma-orticola-Milano.jpg

“AL PIACER MIO”: ECCO IL TEMA 2018
Per il 2018 Orticola ha voluto privilegiare la passione, la soddisfazione, il gusto di fare giardinaggio!
“Al piacer mio”, è il tema su cui i vivaisti dovranno confrontarsi per il 2018.
Tra i tanti mestieri che possono lasciare una sensazione di piacere c’è senza dubbio quello del giardiniere che,
da un piccolo seme, sa di poter generare meraviglia. E sa, con la sua fatica, di essere capace di coltivare il valore della bellezza. A volte il giardiniere è anche vivaista: ha scelto e selezionato le piante da far crescere in un giardino.
Dove fanno orticola a Milano
Gli ingressi e la fontana,
L’entrata di piazza Cavour
accoglierà la suggestione di una piccola serra da vivaio, colta nel momento delle fioriture primaverili creata per Orticola 2018 da
Gheo Clavarinoin collaborazione con “I Giardini e le Fronde”,
vivaio di Lucia e Stefano Ruhe.
Mentre entrando da via Palestro, si può ammirare lo spettacolo messo in scena dalla paesaggista Cristiana Serra Zanetti con la complicità dei Vivai Fratelli Ingegnoli.
Il grande storico portale di Palazzo Dugnani, ingresso di via Manin alla mostra-mercato, vedrà emergere la creatività di Massimo Semola, con ilVivaio Il Giardino, per mettere in scena “Belle Epoque”.
allestimenti-per-giardini-a-Milano.jpg
Gli orari di Orticola Milano

Mostra Orticola 2018 — 11, 12 e 13 maggio dalle 9:30 alle 19:30 ai Giardini Indro Montanelli

Acquistando il biglietto XXIII Mostra Orticola dai il tuo contributo alla raccolta fondi destinata alla cura del verde cittadino e puoi partecipare a numerose attività gratuite in calendario, dentro e fuori Orticola!

 

 

 Costo Ingresso Orticola Milano  € 11,00

Gratuito per bambini accompagnati fino a 16 anni compiuti.

tutti-gli-eventi-a-Milano-per-Orticola-e-fuori-Orticola.jpg

Il Fuori Orticola a Milano 2018

Qui trovate una serie di eventi da non perdere in giro per tutta la città: dal 5 al 13 Maggio le strade del centro di Milano rifioriranno, in concomitanza con la Mostra Orticola 2018, con le straordinarie vetrine fiorite che accompagneranno per la città il pubblico di Orticola.
No comments

Pagina successiva »