Google+

La Finestra di Stefania

L'enogastrogiardiniera
Archive for Luglio 4th, 2010

Oleandro: siepe, cespuglio o albero?

L’oleandro o mazza di San Giuseppe, è una pianta che può raggiungere i 6 mt di altezza, fatta eccezione per le specie nane, che raggiungono un altezza massima di 1,5 mt.

Il “nerium oleander” presenta foglie coriacee verde scuro, fiori semplici o doppi di vari colori, che vanno dal rosso, al rosa, all’albicocca al giallo rosato. Sbocciano ininterrottamente da giugno a settembre, e una volta sfiorite,  le fioriture vanno eliminate con le forbici.

La pianta adora il sole e teme il gelo, quindi se dopo un inverno rigido a causa di gelate eccessive, la pianta è danneggiata, potatela alla base. Non abbiate paura, tornerà bella e vigorosa in poco tempo. A metà febbraio potate la pianta, cercando di dargli una forma armonica ed eliminando le parti più vecchie.

Alcune varietà sono anche profumate: la bianca “Alsace”, la  rossa “Emile Shaut” e la bianca”Mont Blanc” fra le cultivar a fiore semplice. Fra le specie a fiore doppio le più profumate sono: la “Tamoure” rosso vivo, la “Provence“, rosa salmone e la “Geant de Bataille” con fiore rosso scuro, striato di bianco.

Per piccole aiuole consiglio le varietà nane: la “Petite Pink” , la “Petite Salmon” e la bianca “Isabelle“.

 L’oleandro, si presta bene a essere messo in vaso, impiegato in siepi libere o gruppi. L’unico svantaggio è che è molto velenoso, ma quando è fiorito è una delle piante più belle che esistono in natura.

4 comments