Alberi cespugli e gruppi di piante

Cipresso: la sentinella della Toscana

26/09/2010

Se l’olivo è il principe della regione, il cipresso (cupressus sempervirens), senza dubbio, lo possiamo definire l’imperatore.

Alto e imponente, svetta sulle dolci colline della campagna Toscana: i più famosi sono i cipressi di Pienza, ma se guardate il paesaggio, vi renderete conto, che il cipresso domina ovunque. Quelli isolati, una volta venivano piantati per delimitare il confine tra un appezzamento e l’altro.

Il cipresso si usa per formare viali alberati, siepi in ville d’epoca, oppure messo in gruppi da tre nel giardino. Anche il cipresso si pota, o meglio, si “pettina”.  Per eliminare le coccole, che appesantiscono la silhouette, con le  forbici da siepe, partendo dal basso verso l’alto, in senso verticale, si eliminano i ciuffi spampanati, riportando così la pianta nella sua forma eretta originale.

Ti potrebbe interessare anche

1 Comment

Rispondi

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.