Google+

La Finestra di Stefania

L'enogastrogiardiniera
Archive for dicembre 12th, 2010

Come fare un festone o cordone con l’alloro

dicembre 12th, 2010 | Category: Consigli pratici di giardinaggio

Non spaventatevi nel vedere le foto! Il cordone o festone di alloro è facilissimo da realizzare!

Va bene per tutte le stagioni in quanto l’alloro √® facilmente reperibile tutto l’anno e chi deve potare la siepe in giardino si ricordi che con la potatura pu√≤ fare l’addobbo per un compleanno per un matrimonio, festa di laurea, addobbo di Natale ecc…( prima di potare ricordatevi di dove abitate, bandite le potature nel centro nord da dicembre a febbraio)!

Se abitate in queste zone e volete fare il cordone di Natale, procuratevi l’alloro da un grossista √® meglio se non toccate la vostra siepe ūüėČ

OCCORRENTE:

1 AMICO/A

1 CORDA DI ALMENO 2,5 MT

2 ROCCHETTI DI FILO DI FERRO DA FIORISTI

FILO DI FERRO FINO

ALLORO

ARANCI  & LIMONI

BACCHE ROSSE

MELOGRANE

2 SEDIE oppure 2 CAPRETTE DI LEGNO

Prima di tutto preparate i mazzetti di¬†alloro da una parte (usate solo la parte finale della potatura,¬† la punta che¬† √® quella pi√Ļ tenera). Calcolate di fare dei mazzetti lunghi 15-20 cm.

Prendete due sedie, oppure due capre di legno, distanziatele fra di loro e ponetevi sopra la corda. A questo punto dividetevi i compiti con l’amica/o: una posizioner√† il primo mazzolino di alloro intorno alla corda e l’altra con il rocchetto di ferro¬† fisser√† la parte pi√Ļ legnosa, che verr√† poi ricoperta da un altro mazzolino e cos√¨ via. Si inizia da una estremit√† e si procede verso il centro.

In base alla stagione o alla ricorrenza sta a voi agghindare il festone come pi√Ļ vi piace. Se decidetete di farlo con aranci, limoni e mandarini, √® bello cos√¨ , non aggiungete altro.

Oppure ora che ci avviciniamo al Natale √® bello decorare il festone con melagrane, arance e bacche rosse che troverete in giardino. Per mettere i frutti nel cordone, dovete prendere dei piccoli pezzetti di filo di ferro verde fine, tagliarli dieci cm in pi√Ļ della lunghezza dell’agrume oppure della melagrana, infilzare il frutto, e fate un uncino nella parte finale, in modo da bloccare il frutto. Quindi cominciate a disporle gli addobbi nel cordone, intrecciando il filo sotto l’alloro in modo che non si veda. Per le bacche, fate dei piccoli mazzetti, fermateli con il filo di ferro e incrociateli nel festone.

Sentirete un profumo buonissimo, che vi accompagnerà per tutte le feste o per la ricorrenza scelta! Cosa state aspettando! Precipitatevi a realizzarlo!

6 comments

Siena: La Festa di Santa Lucia il 13 dicembre

dicembre 12th, 2010 | Category: Siena Palio & Contrade,Terre di Siena

Questo è il mio articolo sul giornale TOSCANA & CHIANTI NEWS di dicembre-gennaio.

Ritorna la tradizione popolare a Siena, il 13 dicembre con la ‚ÄúFiera di Santa Lucia‚ÄĚ. Una festa che affonda le sue radici nel lontano 1852, dove nella piazza ¬†di fronte alla chiesa¬† intitolata alla martire protettrice della vista, veniva organizzata la fiera della ceramica, allestita dalle fornaci della zona. Nel corso degli anni, questa festa ha preso sempre pi√Ļ campo nel cuore dei senesi,¬† tanto che le bancarelle¬† adiacenti alla Chiesa del Carmine,¬† si sono estese per tutto il Pian dei Mantellini.

Una cinquantina di banchi che vendono dolciumi tipici, come croccanti vari, brigidini, torroni, zucchero filato e le famose campanine. Le campanine fatte in terracotta sono dipinte con i colori delle 17 contrade della citt√† di Siena, e hanno origine come ricordo di un miracolo di Santa Caterina, la quale fece suonare tutte le campane di Siena per risvegliare il culto verso la ‚ÄúSanta‚ÄĚ siciliana. Tipiche, sono anche le palline di San Pietro: palline,¬† della dimensione di un mandarancio, provviste di un laccio elastico, fatte di pezze di stoffa di pi√Ļ colori, riempite all‚Äôinterno di segatura.

Per la via si respira un anteprima di atmosfera natalizia, ed √® consuetudine trovare sui tavolini della fiera¬† anche statuine del presepe, capannucce e addobbi vari. Ma come tutte le tradizioni di Siena, anche qui si mescola il sacro e il profano. Se da una parte, troviamo il ‚Äúmercato‚ÄĚ, dall‚Äôaltra √® molto sentito il lato religioso. Tutti gli anni nella chiesina di Santa Lucia, ubicata nel territorio della contrada della Chiocciola,¬† per l‚Äôintera giornata, viene celebrato il rituale della benedizione degli occhi, e all‚Äôentrata della chiesa, √® usanza ¬†distribuire dei panini benedetti, dietro offerta libera. Un occasione in pi√Ļ per recarsi¬† a visitare la citt√† del Palio.

Stefania Pianigiani

3 comments