Google+

La Finestra di Stefania

L'enogastrogiardiniera
Archive for dicembre 27th, 2010

Osteria “BOCCON del PRETE” Siena

dicembre 27th, 2010 | Category: Recensioni di Ristoranti, Osterie & Trattorie

Ci troviamo vicino alla Pinacoteca e a due passi dal Duomo, san Pietro è un crocevia di studenti, senesi e turisti e il bravo Guido, anima del locale, ha ben pensato di mettere questa osteria, in una delle parti più antiche  e suggestive della città e di darle questo nome, che in toscano significa…il pezzo migliore…Mi  ha fatto venir voglia di provarla l’amico Capric, leggendo la sua recensione, e da allora dal buon Guido ci sono stata ben tre volte…

L’osteria è disposta su due livelli: nella prima sala, troviamo le pareti rosso aranciate, che subito ti danno un senso di calore,adorne di quadri sul Palio, piccoli tavoli di legno,  il bancone  nell’angolo e i vini ben esposti, dove, dalle etichette, si capisce che la cantina è ben gestita. Scendendo le scale ci troviamo nel cuore della città: una sala altissima, tutta a mattoni, con teche nelle pareti e la porta della cucina a arco: sembra proprio di entrare nel medioevo.

Dalla cucina, escono piatti di gustosa sostanza, quindi non perdetevi le crespelle di baccalà mantecato all’extravergine con olive nere e i crostoni di polenta con salsiccia, di carciofo scuro, di lardo alle erbette.

Continuando si può passare ai fantasmagorici pici con cavolo nero, briciole di pane e scaglie di pecorino, oppure ai pici all’arrabbiata.

Da assaggiare il pesce spada leggermente affumicato, e la tagliata di controfiletto di manzo alla griglia.

A coronare un pasto di grande soddisfazione, una serie di dolci accattivanti: tortino di pere in salsa vanigliata al Vin Santo, la crema cotta all’arancia, con zucchero di cana gratinato, e il semifreddo di panforte con salsa al caramello. Nel locale, vige una vecchia licenza che vieta la somministrazone di bevande calde, quindi per il caffè trovatevi una  torrefazione..come Fiorella in Via di Città….il caffè più buono di Siena.

OSTERIA BOCCON DEL PRETE

Via San Pietro, 17

SIENA

TEL 0577 280388

No comments

Ristorante-Bar “Laghi Santarelli” a Moresco

Quì ci si viene per un pranzo di lavoro,per fare merenda,  ma anche per un ritrovo di famiglia, magari dopo una bella gara di pesca sportiva da fare tutti insieme.

Locale alla vecchia maniera, con un salone ampio e bar all’ingresso, offre una cucina schietta e ruspante: creme e olive all’ascolana non mancano negli antipasti, mentre fra i primi, il piatto forte, sono i maccheroncini di Campofilone, proposti al sugo di carne, bianchi con funghi e salsiccia, che trovate in alternativa   a squisiti gnocchi e tagliatelle fatte in casa.

I secondi, rendono omaggio alla tipicità delle Marche: agnello, costatine di maiale, salsicce e arrosticini. Su ordinazione si possono gustare anche le trote, ottime in antipasto e al cartoccio.

Ristorante Bar LAGHI SANTARELLI

Via Piane

63026 MORESCO (Fermo)

Tel. 0734.223889

2 comments

“SIRA E REMINO” ristoro a San Gusmè

Una volta questo posto, era il bar di San Gusmè, dove Remino la mattina sfornava le paste e le cospargeva di zucchero a velo e all’ora di pranzo Sira lo aiutava a preparare i panini. Ora del vecchio locale con bancone anni settanta e seggiole lucide è rimasto solo il nome, per il resto è stato rimesso a nuovo con pareti affrescate, sedie rosse, e veranda per mangiare d’estate.
All’inizio in questa parte dove c’era il bar, ci dovevano essere solo cose veloci come pane prosciutto e formaggio, mentre i piatti caldi erano di fronte al ristorante “Terre delle Arti“, sempre di proprietà di Nicola, il figlio di Sira & Remino, ma data la richiesta, praticamente i due locali, separati solo da una piccola stada e di rimpetto, sono diventati un tuttuno.
Su vari cartelli, sparsi un po’ ovunque per la provincia e sui bus, troneggia la scritta un “Must”, un “Cult”, e incuriosita dai discorsi degli amici e dal nuovo look, mi sono decisa ad andare a provarlo.
Oltre ai salumi misti e ai formaggi, che campeggiano nella vetrina di fronte all’ingresso, insieme alle merende, si fanno anche piatti caldi, sia a pranzo che a cena trasformando così il posto in una sorta di osteria.
L’antipasto è secondo la tradizione toscana, con affettati e crostini misti, ma la vera delizia sono i crostini rigatino e gota.
I primi sono abbondanti e gustosi, tanto di cappello, va al cacciucco di ceci, e i pici cacio e pepe, sono cotti al punto giusto e ben amalgamati. Inoltre dalla cucina escono di continuo fumanti pappardelle ai porcini e  pici alla salsiccia.
La griglia offre tagliata, controfiletto con scaglie di pecorino, filetto al lardo,  e tagliata ai porcini. Di contorno, dei  semplici fagioli o ceci, che se ben fatti, non stancano mai.
Si termina con un cantuccio o un ricciarello. Carta dei vini concentrata sui  prodotti delle terre di Siena.
SIRA E REMINO
SIRA & REMINO – TERRE DELLE ARTI
Via della porta, 13 – San Gusme’
53019 – Castelnuovo Berardenga (SIENA)tel: 0577.358060
4 comments