Google+

La Finestra di Stefania

L'enogastrogiardiniera

Archive for Febbraio, 2012

Umiltà, passione e sogno al premio Italia a Tavola a Firenze

Febbraio 29th, 2012 | Category: Eventi di Cibo e Spettacolo

Finalmente Bottura mi verrebbe da dire! Finalmente dopo due buche colossali, dove l’ho mancato, sabato finalmente l’ho visto e ascoltato! Merito di Alberto Lupini, direttore di Italia a Tavola, che ha portato a Firenze  sabato 25 febbraio, questo premo importante.

Firenze! Molti si lamentano che non c’è mai niente, mentre i grandi della gastronomia, appena possono, scelgono questa città per parlare, dialogare, discutere di cibo. La città di Caterina De’ Medici, continua sempre ad affascinare i cultori del cibo e del vino, non a caso anche Taste è alle porte. Un motivo ci sarà se tutti approdano nella città gigliata.

Umiltà, passione e sogno, sono le tre parole pronunciate dallo chef modenese Bottura, del resto uno che ha imparato a fare la pasta da una “razdora“, nonostante la fama mondiale, rimane una persona semplice nei modi e  disponibile nel porsi alla gente. Insiema a lui anche Davide Oldani, il cuoco di Cornaredo: già cuoco, come dice Davide Paolini, che ha aperto una bella discussione per riappropiarsi di questo vocabolo importante e abolire la parola chef, che in Italia non viene interpretata nel modo giusto. Basta con gli chef, torniamo ai cuochi e a Oldani! Oldani, il ragazzo, che ha dato la possibilità di far conoscere l’alta cucina a tutti a prezzi popolari.

Quì trovate tutti gli interventi http://www.italiaatavola.net/articoli.asp?cod=24585

 Finito il convegno, dove è intervenuto anche il sindaco Renzi, tutti a Palazzo Borghese, per la cena di gala e la consegna dei premi.

Sul palco sono  saliti, a turno, Davide Paolini e Alessandro Scorsone, primi classificati nel sondaggio di Italia a Tavola nelle categorie, rispettivamente, degli Opinion leader e dei Maître e sommelier. Con uno spirito di cavalleria “al contrario”, le uniche due donne premiate hanno però dovuto attendere e ritirare i loro riconoscimenti per ultime, verso la fine della cena. Rosanna Marziale (vincitrice del sondaggio di Italia a Tavola nella categoria Cuochi) e Annie Feolde (che ha ricevuto l’Award 2011 per il contributo dato ai festeggiamenti del 150° anniversario dell’Unità d’Italia) hanno ricevuto i loro ritratti dipinti per l’occasione dall’artista bresciano Renato Missaglia, uno dei più grandi ritrattisti italiani contemporanei. Nel consegnare alle cuoche i due splendidi dipinti incorniciati, il direttore di Italia a Tavola ha lanciato anche una proposta: far sì che questi siano i primi due dipinti di una lunga serie di ritratti dei più grandi cuochi italiani, in modo che in breve tempo si possa creare una grande galleria che unisca l’eccellenza dell’arte all’eccellenza della ristorazione, valorizzando così quella “nazionale” di cuochi che deve costituire la squadra di fuoriclasse capace di promuove il Made in Italy a tavola nel mondo.

Qui trovate tutte le premiazioni con le foto http://www.italiaatavola.net/articoli.asp?cod=24605

E dopo una serata del genere, il modo per continuare la domenica al meglio è stato fare la turista per Firenze, un brunch in un palazzo storico e un sorso di Pilsner Urquell! Grazie…

Poi gustatevi il video di Massimo Bottura girato dalla mia amica e promettente cuoca Beatrice Volta

 
1 comment

La forza che ho dentro di Iacopo Ortolani e la sua battaglia per il diabete infantile

Febbraio 28th, 2012 | Category: Il Piacere di Leggere il Cibo e altri libri

 Un giorno mi è arrivata una mail…strana…da un centro di ricerca austriaco…quelle mail che non sai se sono vere o fasulle…Mi chiedevano l’indirizzo di Iacopo Ortolani e altre cose, ho deciso di girarla direttamente a Iacopo quella mail…

Non era fasulla, era vera, LA FORZA CHE HO DENTRO, ha vinto un premio, come libro dell’anno.

http://lafinestradistefania.simplicissimus.it/2011/06/27/diabete-infantile-lisola-ritrovata-del-meyer-per-plinio-margherita-e-tanti-altri-bambini/

Vi lascio a un pensiero di Iacopo, il babbo di Plinio

“PASSERA’!
E’ l’ultima rima da me scritta,Passera’ è la frase che ricorrente si dice con cantilena cadenza,per calmare,coccolare il proprio piccolo,dopo che cadendo si ferisce,o durante tutti quei malesseri che hanno un inizio ed una fine. Per Plinio e per chi come lui NON é COSì. Passera’ è quello che VORREBBE dire ogni padre ed ogni madre al proprio piccolo diversamente glicemico. Purtroppo per …noi, per Plinio tutto quello che non doveva avere e che sbaglio dopo sbaglio adesso HA, peggiora la sua qualita’ di vita e rappresenta un muro di gomma per farci accettare la sua nuova condizione aumentando in noi i senzi di colpa…ma è con noi!

PASSERA’
Maledetto luglio,giallo ed infuocato
E’ con te che senza preavviso tutto è cominciato!
Ho vissuto sempre sino ad allora nei color di primavera
Verdi prati di speranza
Ti prego no!
Non ha neanche l’eta’ dell’innocenza!
Quante notti in bianco ancor dovrem passare?
E’ da allora che ora dopo ora il suo rosso devo catturare.
Il suo DIABETE dobbiam valutare
E’ come prenderlo dal mio cuore!
Ed ogni volta sento scivolar tra le dita la mia triste vita.
Sopportare tutto è una fatica che non riesco a raccontare!
Il tempo in quei momenti è così duro da piegare,è sempre li’ e tarda ad andare.
Ma PASSERA!
Tutto passa
Te lo prometto PASSERA’
E proprio quando credo che il dolor m’ha lasciato il dolor tra i denti m’ha spezzato!
Adesso vivo con l’animo trurbato.
Ed il cuore rattristato.
Ed allora guardo da dove sei tornato.
E mi lascia senza fiato ogni bacio che m’hai ridato.

Iacopo Ortolani

No comments

Benvenuto Brunello 2012 a Montalcino

Febbraio 27th, 2012 | Category: Evento Di Vino

Tra le novità di Benvenuto Brunello 2012 la scelta del consorzio di ridurre ancora la resa per ettaro delle uve per aumentarne ancora di più la qualità, la proclamazione di 4 stelle per l’annata 2011, visto le complicate e soprattutto altalenanti temperture folli della scorsa estate.

Variazioni climatiche sempre più importanti e imprevedibili, con sbalzi di temperature e aumento delle radiazioni solari, che portano a vendemmie sempre più anticipate.

Nonostante tutte le avversità climatiche, alla fine a Montalcino c’è stata una grande prova del territorio, perchè per molti produttori la vendemmia 2011 è stata assai complessa, ma nonostante tutto ha prevalso la voglia esagerata di fare bene.

Poi andatevi a leggere questo blog per sapere tutte le notizie…

http://www.brunello.tv/

1 comment

Carnevale Medievale a Calenzano

 

Domenica 26 Febbraio 2012 si replica il Carnevale Medievale di Calenzano. Verrà replicato anche il Mercato straordinario di Carnevale nel centro di Calenzano.

Sarà proprio la Città di Firenze a rendere omaggio a questo avvenimento perché aprirà il grande corteggio di oltre 500 figuranti nel quale prenderanno parte tutti i Borghi di Calenzano , gli SBANDIERATORI E MUSICI DELLA SIGNORIA DI FIRENZE, uno dei gruppi storici più blasonati per i giochi di destrezza della bandiera.

Il programma della giornata sarà il seguente:

  • Ore 14 ritrovo alla Misericordia di Calenzano per tutti
  • Ore 14.30 Corteggio dei Gruppi dai Borghi e del Gruppo storico
    Carraia, San Niccolò – Sommaia, Donnini, Le Croci, Legri, Nome di Gesù, Settimello.
  • Ore 15.00 Piazza Vittorio Veneto. Saluto alla “Voce”.
  • Ore 15.30 Castello di Calenzano Alto. Saluto al pubblico intervenuto. Inizio Giochi per la conquista della “Torre d’Oro” e del “Torrino d’Oro”
  • 0re 16.00 Inizio Giochi per la conquista della “Torre d’Oro” e del “Torrino d’Oro”
  • Ore 17.00 Estrazione e premiazione dei vincitori “dell’oro di Calenzano” l’olio del comprensorio.
  • Ore 17.30 Benedizione del Fuoco
  • Ore 18 Piazza Vittorio Veneto, Rogo del Re Carnevale.

Per le strade del Borgo Antico di Calenzano Alto nel pomeriggio saranno allestiti banchi di mercanzie, prodotti artigianali, del territorio, giocolerie ed attrazioni per bambini.

Previste visite guidate gratuite al Museo del Figurino Storico

L’entrata al Castello che darà diritto all’estrazione dei premi in olio costa 1 euro al biglietto

No comments

Marco Pallanti:quando la passione incontra il territorio nella notte dei desideri

Questo è il mio articolo sulla rivista  TOSCANA & CHIANTI NEWS

Ama, un luogo molto particolare, incastonato al centro della conca d’oro gaiolese, sorvegliato dai vigneti Bellavista, San Lorenzo, l’Apparita, Il Chiuso,  guardato a vista dalle torri di Siena. Ama, sede della famosa azienda vinicola, posta in uno dei borghi più belli del Chianti, dove da molti anni , opera Marco Pallanti.

Di lui sappiamo quasi tutto: fiorentino, enologo, presidente di uno dei consorzi vinicoli più importanti del mondo, quello del Chianti Classico, direttore del castello di Ama, da quasi trenta anni..Al giorno  d’oggi, passare sei lustri nel solito posto è una rarità, qualcosa che va contro tendenza, ma c’è chi riesce nell’impresa come ha fatto lui. Non è un caso se il patrono di Ama è San Lorenzo, che si festeggia il 10 di agosto, la notte dei desideri, e Marco Pallanti a questa data e a questo santo gli è molto devoto: Lorenza è il nome di sua moglie, compagna da una vita, si sono sposati proprio il 10 di agosto, hanno tre figli e di desideri avverati insieme ne anno tanti, uno dei più importanti, oltre alla famiglia, è quello di aver fatto 25 vendemmie insieme, celebrate con un etichetta speciale che la dice lunga “Grazie Marco per questi 25 ani insieme L.”.

Ma oltre al vino, ai cani e alla famiglia , una grande passione è l’arte contemporanea. Gli si illuminano gli occhi, quando racconta di una nuova installazione, di un nuovo progetto: diventa un direttore dei lavori al momento dell’avvio di una nuova opera, ama seguire passo dopo passo tutti i vari progressi. Gli piace camminare tra le piccole stradine, del paese, all’ombra dei lecci, e parlare di questa collezione che tutti possono ammirare, grazie alle sculture poste all’esterno, ma anche quelle dentro le cantine, che se prenotate, vengono scoperte agli occhi del visitatore. E anche i luoghi non sono stati scelti a caso: Punti di Vista di Daniel Buren, con il gioco di specchi di fronte alle vigne, aprendo delle finestre naturali, su uno dei panorami più cari a Pallanti.

La visita non può che partire dalla cantina d’invecchiamento, con la fonte di vita della Bourgeois,  l’Albero di Ama di Pistoletto, dal quale si capisce anche il pensiero dell’azienda, dove il legno impersona l’uomo e gli specchi il pensiero e la filosofia di chi in questo progetto ci ha sempre creduto, fino ad arrivare ala barriccaia di “Revolution”. Una scritta al neon rossa, che campeggia sulle barriques, realizzata da Kendell Geers, che simboleggia la rivoluzione della terra in ogni stagione, ma soprattutto la rivoluzione dei cru del vino, che ha fatto negli anni Marco Pallanti al Castello di Ama.

Stefania Pianigiani

Ti possono anche interessare gli articoli

http://lafinestradistefania.simplicissimus.it/2009/09/08/castello-di-ama-per-larte-contemporanea-opere-interne/

http://lafinestradistefania.simplicissimus.it/2009/09/02/ama-larte-opere-contemporanee-esterne/

No comments

Asta benefica dei gruppi femminili delle contrade di Siena

 La mia amica Vita di Benedetto, mi segnala questa bella iniziativa in programma oggi a Siena.

SABATO 25 FEBBRAIO DALLE ORE 16
a PALAZZO PATRIZI, via di Città’, Siena

verra’ battuta un’importante asta di beneficenza a favore di coloro che soffrono di disturbi di apprendimento.

l’asta organizzata dai gruppi femminili delle 17 contrade di Siena è stata intitolata “BATTI L’ASTA DELLA SOLIDARIETÀ‘” e mette in gara opere uniche di Artiste Senesi.

Le opere sono visibili la mattina dalle ore 10 alle ore 14.

Per maggiori informazioni

http://www.si.astagiudiziaria.com/

 

No comments

Bottura, Oldani, Scorsone e tanti altri grandi a Firenze per la grande festa dell’enogastronomia di Italia a Tavola

Febbraio 24th, 2012 | Category: Eventi di Cibo e Spettacolo

 

Il capoluogo toscano ospiterà il 25 febbraio un grande evento. Un’occasione per discutere sulla situazione del settore e consegnare i premi ai vincitori del sondaggio sul Personaggio dell’anno e 5 speciali Award alle personalità che si sono distinte nella valorizzazione del Made in Italy a tavola

L’evento è organizzato da Italia a Tavola insieme a Fipe Toscana e Confcommercio Toscana. Sarà una giornata dedicata tanto ai festeggiamenti quanto al dibattito. Nel pomeriggio si terrà, nella prestigiosa sede di Palazzo Medici Riccardi un talk show dal titolo “Il Ristorante fra recessione e qualità di vita. Traino o rimorchio di cultura e territorio?“, al quale prenderanno parte: Matteo Renzi, sindaco di Firenze; Massimo Bottura, cuoco e patron dell’Osteria Francescana di Modena (3 stelle Michelin); Aldo Cursano, presidente di Fipe Toscana e vicepresidente vicario della Fipe nazionale; Davide Oldani, cuoco e patron del Ristorante D’O di Cornaredo (Mi); Carlo Ottaviano, direttore editoriale del Gambero Rosso; Davide Paolini, “Gastronauta” – Gruppo Sole24Ore; Alberto Lupini, direttore Italia a Tavola network. Moderatrice del dibattito sarà Annamaria Tossani di Italia 7

Nel corso di una cena di gala nella splendida cornice della Galleria Monumentale di Palazzo Borghese, saranno infatti premiati i vincitori del sondaggio di Italia a Tavola sul “Personaggio dell’anno dell’enogastronomia e della ristorazione”. L’edizione 2011 dell’iniziativa (che ha avuto oltre 92mila votanti sul web) ha visto trionfare Rosanna Marziale nella categoria dei Cuochi, Davide Paolini tra gli Opinion leader e Alessandro Scorsone per la sezione Maître e sommelier.

Oltre ai tre vincitori del sondaggio sul Personaggio dell’anno, saranno assegnate anche delle menzioni speciali: gli “Award enogastronomia e ristorazione 2011” Gli Award 2011 saranno consegnati al sindaco di Firenze Matteo Renzi, alla cuoca Annie Feolde del ristorante Enoteca Pinchiorri di Firenze, al presidente del Conaf (Consiglio dell’ordine nazionale dei dottori agronomi e dei dottori forestali) Andrea Sisti, al consigliere delegato di Imperia & Monferrina (azienda che produce e distribuisce macchine per la pasta) Dario Ancona e infine al giovane cuoco Alessandro Cogliati.

No comments

Cibolando: arriva in Toscana il progetto di alimentazione per i ragazzi

Febbraio 23rd, 2012 | Category: Divertirsi con i bambini,Eventi di Cibo e Spettacolo

Fondazione Italiana Accenture in partnership con Philips ha promosso il progetto online di educazione alimentare “Cibolando – Il paese della buona alimentazione”, attualmente in fase di monitoraggio da parte del MIUR – Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, rivolto ai ragazzi delle scuole secondarie di primo grado (11-14 anni).

 http://www.cibolando.it/i-concorsi/

L’obiettivo è promuovere l’importanza di una corretta educazione alimentare,  diffondendo tra i giovani la conoscenza del patrimonio gastronomico italiano e delle professioni legate ai settori dell’agroalimentare e del turismo enogastronomico.

Aperto anche a genitori e insegnanti attraverso percorsi ludico-didattici individuali e di gruppo, il progetto è online sul sito www.cibolando.it e prevede, fra le varie attività, 2 concorsi per le classi e un percorso di 20 racconti, uno per settimana, che avranno come scenario di volta in volta una diversa regione italiana e due protagonisti dei racconti: l’abile cuoco di origine italiana Mr. Eat e il malvagio Fat God – avendo  la possibilità di scegliere un Ciborg in cui identificarsi: più azioni si porteranno a termine durante i giochi più punti si accumuleranno e maggiore sarà la possibilità di vittoria finale.

I racconti hanno preso il via tre settimane fa dalla Sardegna, dove l’attenzione è ricaduta sulla figura del panettiere che ha raccontato la vera ricetta per preparare il pane carasau, proseguendo poi in Sicilia e Isole Eolie con il mestiere del pescatore e una ricetta dedicata al pesce azzurro.

Questa settimana è la volta della Toscana, e i riflettori saranno puntati sul mestiere dell’olivicoltore e su un prodotto di eccellenza made in Italy: l’olio extravergine di oliva. Il racconto vedrà Mr Eat sbarcare a Livorno e fermarsi con il camper nell’entroterra proprio in un oliveto, dove si trova il perfido Fat God intento a distruggere la produzione di olio novello. Ai ragazzi che prenderanno parte al gioco, toccherà aiutare in tutto i modi Mr Eat e fra un’avventura e l’altra potranno imparare a conoscere la variegata tradizione gastronomica della Toscana, le sue eccellenze e i lavori più interessanti ad esse legati.

Per informazioni: ufficio stampa Fondazione Italiana Accenture
Federico Cerrato – cerrato@headz.it – 348 8979909
Simona Redana – redana@headz.it – 393 8279234 – 02 92010227
Giordana Sapienza – press.ideaTRE60@headz.it – 349 7613930

No comments

Pagina successiva »