Google+

La Finestra di Stefania

L'enogastrogiardiniera

Archive for giugno, 2012

E che cappero!

giugno 30th, 2012 | Category: Cibo Chef e Cuochi

 I capperi, sono un ingrediente fondamentale per molte preparazioni della cucina italiana e mediterranea. Di solito queste meravigliose piante prediligono dimorare su muri e roccie, e dai bellissimi fiori bianchi nascono i frutti. Il cappero è una pianta rustica, se la mettete in vaso, bagnatela con moderazione, e alla fine della stagione quando i rametti cominceranno a seccare, tagliateli a “zero”, in modo drastico, non abbiate paura! In questo modo avrete rinnovato la pianta per la stagione successiva.

MA QUANDO SI COLGONO I CAPPERI?

Chi vuole raccogliere e mettere sotto aceto, sotto sale,  sott’olio, in conserva, i capperi, deve staccare i boccioli ancora chiusi, quando hanno le dimensioni di un pisello. Dopo di che li dovete lasciare appassire per un poco di tempo in modo che possono sviluppare l’olio aromatico.

Vi lascio di seguito la ricetta dell‘ACCIUGATA DI FABIEN, una vera delizia per il palato con acciughe e capperi.

1 comment

Se il ristoratore è gentile con il cliente: l’Asinello di Villa a Sesta promette bene

giugno 29th, 2012 | Category: Recensioni di Ristoranti, Osterie & Trattorie

Una piccola cosa che ci tengo a segnalare, perchè mi è successa proprio oggi: non molto tempo fa avevo letto di un ristoratore del Chianti “fiorentino”, che si era comportato malissimo con un cliente, riguardo a una bottiglia di vino ed ero rimasta basita!

Oggi invece, nel Chianti “senese” è successo il contrario, la cordialità di un caffè! Avendo dovuto cambiare in corsa un giardino con un altro,subito dopo pranzo, avevo voglia di caffè! Si ma dove da Brolio a Castelnuovo Berardenga?

Ho pensato, ma alla Villa a Sesta, ci sarà qualcuno che fa il caffè? Ho trovato la risposta presso il Ristorante l’Asinello, dove con cordialità i due gentili titolari, non hanno badato alla “mise” di due giovani giardinieri e ci hanno accolto, come fosse arrivato un imperatore! E ce lo hanno fatto pagare 1 euro come al bar, qualcun altro non so se l’avrebbe fatto! 😉

 Mentre bevevo il caffè, ho letto il menu e mi ha incuriosito parecchio, penso che lo testerò a breve, poi a pranzo fanno anche piatti veloci, e prima di cena servono la merenda, al piano di sotto ho notato una piccola saletta, ideale per qualche degustazione.

Poi ogni tanto ho letto che fanno delle serate di musica in collaborazione con Siena Jazz, questo è il programma:

22 Luglio – GIACHERO – pianoforte – FABBRINI – contrabbasso
5 Agosto – ROMINA CAPITANI – voce – ANNICCHIARICO – chitarra
19 Agosto – MARIOTTIINI – clarinetto- ADDABBO -organoHammond
31 Agosto – GIACHERO – pianoforte- MARIOTTINI – clarinetto
. . .
IL COSTO DELLE SINGOLE SERATE,
CON MENù DEGUSTAZIONE (VINI INCLUSI) E’ DI € 40

Ristorante L’Asinello
Via Nuova 6 Loc. Villa a Sesta
53019 Castelnuovo Berardenga, Siena
Mail. info@asinelloristorante.it
Web. http://www.asinelloristorante.it/
Tel. +39 0577 359 279
Chiuso lunedì

2 comments

Laura Moretti e l’arte di riciclare, impreziosire, ricreare

Mai pensare, ecco questo non mi serve più, non so proprio cosa farci, lo butto via! Tutte le cose, hanno una seconda vita, come minimo, e una seconda anima, e Laura Moretti, ha preso alla lettera come riciclare, impreziosire, ricreare.

Laura Moretti è senese, anche se manca dalla città del palio da molti anni, e ora si è fatta il suo buon-ritiro-laboratorio, nella campagna della Montagnola senese, circondata da gigli, piante grasse e pomodori.

In questa piccola oasi di tranquillità c’ è il suo regno, il laboratorio di idee, dove l’occio viene rapito da colori, forme e materiali davvero insoliti. Piccoli arredi, lampade, cornici, scatole, specchi, sono tutti oggetti realizzati con materiale di recupero: la polvere delle chiavi che impreziosiscele scatole portaoggetti, le cornici arricchite dai capi d’aglio, le molle e gli scarti della lavorazione del ferro danno vita a piccoli fiori di metallo, il legno del mare si rasforma in porta-lampade dai “cappelli” batik…

Gioielli, quadri insoliti come il mio preferito che è “Fiorbocca“, (fatto con tante bocche ritagliate a formare dei petali e come colori ha usato i rossetti) sono il frutto di un espressione artistica e creativa, di mani sapienti che hanno lavorato cose destinate all’oblio e riportate a nuova vita.

Una piccola parte delle sue creazioni è in questi giorni visibile a San Gimignano da SOPRA SOTTO, un piccolo negozio dove vendono solo cose riciclate , dove hanno allestito un piccolo spazio dinamico per valorizzare giovani artisti.

LAURA MORETTI

RICICLARE-IMPREZIOSIRE-RICREARE

Strada di Pilli 1

Monteriggioni (Siena)

lauramoretti49@gmail.com

328 9230978

No comments

Ordinary World, la mostra d’arte per chi è al mare in Maremma

Se vi trovate a transitare per la Maremma, sia per lavoro o per vacanza, ritagliatevi un attimo di tempo per vedere questa mostra ORDINARY WORLD

ANDY WARHOL / Pietro Psaier The Factory Artworks

KEITH HARING / Paolo Buggiani New York Stories

a cura di Maurizio Vanni

 

fino al 29 luglio – Follonica, Pinacoteca Civica

piazza del Popolo

martedì-domenica 17.30-20 | 21-23

0566.42412 – www.comune.follonica.gr.it

 

dal 5 agosto al 2 settembre – Orbetello, Museo Archeologico Polveriera Guzman

via Mura di Levante 0564.860378

sabato, domenica 18-22 | dal 1 settembre sabato 16-20 domenica 9-13 e 16-20

 

6 agosto/2 settembre: Porto S. Stefano, Fortezza Spagnola

tutti i giorni dalle 18.30 alle 23.30 (aperto anche il lunedì)

 

Una selezione di opere di Wahol – dalle celeberrime Campbell´s soup ai ritratti di Marilyn e Mick Jagger – la mostra evidenzia anche la misteriosa collaborazione con Pietro Psaier e propone una serie di subway drawings di Keith Haring, realizzati clandestinamente nelle stazioni della metropolitana di Manhattan quando era ancora un anonimo writer newyorkese e recuperati dall´artista Paolo Buggiani, di cui sono in mostra alcuni lavori.

No comments

Alle Terme Antica Querciolaia sono aperte due nuove piscine per la bagnoterapia e l’emozione del bagno di notte

giugno 27th, 2012 | Category: Uncategorized

Quali sono le terme con più piscine in provincia di Siena? Ufficialmente l’inaugruazione delle due nuove piscine termali all’Antica Querciolaia di Rapolano Terme, è oggi, ma ufficiosamente sono gia aperte da alcuni giorni e io sabato ci ho fatto il bagno.

Si tratta di due nuove vasche all’aperto per un bagno temperato e uno freddo, una quadrata, e l’altra con due vasche circolari, che impreziosiscono la già ampia offerta di servizi presso lo stabilimento termale. In più c’è un nuovo percorso per camminare di acqua calda-fredda, e nella piscina più grande hanno fatto dei gradoni a cascata dove è possibile fare un massaggio grazie alla forza dell’acqua.

Visto che era il mio compleanno, mi sono proprio coccolata, ho fatto il massaggio californiano, dove a un certo punto mi son resa proprio conto dello stato di rilassamento raggiunto, riuscendo ad addormentarmi ;-), poi siccome non avevo mai provato le terme di notte, ho cenato dentro le terme, al Foyer La Fontana (unico appunto le bottiglie di vino si stappano in tavola!!), e dopo ho fatto il bagno fino a mezzanotte sotto le stelle, nell’acqua calda, con musica in sottofondo. Esperienza davvero bella.

Le Terme Antica Querciolaia sono aperte dal lunedì al venerdì con orario continuato, dalle ore 9 alle ore 20; il sabato e il martedì, dalle ore 9 alle ore 1 di notte e la domenica dalle ore 9 alle ore 20. Per ulteriori informazioni è possibile visitare la pagina Facebook “Terme Antica Querciolaia” o il sito internet www.termeaq.it

Sabato e domenica l’ingresso alle terme è di 15 euro, gli altri giorni costa un pò meno.

 

2 comments

Erbacee perenni, ma quante sono da mettere in giardino? Tante, colorate e una più bella dell’altra

Questo post, è un omaggio alla mia cara amica Mauri, una che le erbacee perenni le conosce bene, in quanto le ha coltivate e piantate per anni.

Le erbacee perenni, o le ami ol e odi…Le odi, perchè d’inverno spesso molte specie seccano e rimangono pochi fili brutti e marroni, le odi, perchè purtroppo molte non le conosci, e invece dovresti imparare a farlo!

Le ami…Le ami, perchè producono alrcobaleni di sorriso alla vista, gioia all’olfatto, musica per le orecchie quando si piegano alla forza del vento, sono come seta al tatto, alcune di loro buone da mangiare…

Io le sto scoprendo piano piano, visto che in molti giardini comincio a piantarle spesso, attratta dai colori sgargianti e dalle forme bizzarre di alcune specie…Non mi importa che d’inverno saranno brutte streghe, tanto so da subito, che in primavera torneranno ad essere regine…

Le perenni, vengono chiamate anche “piante vivaci”, di norma si piantano dall’autunno a Pasqua, quelle più alte si mettono sullo sfondo, quelle basse sul davanti, ricordandovi di metterle ben distanziate,  evitando la tendenza di metterle troppo strette, perchè poi cresceranno 😉

Le erbacee perenni sono particolarmente adatte alla formazione di gruppi fioriti, macchie di colore e giardini rocciosi, per muretti, scarpate e bordure. Si possono mettere nelle fioriere per poi reciderne i fiori, oppure usare come tappezzanti.

2 comments

Gli esami di maturità come non li avete mai assaggiati

Dopo il gelato al tabacco di un paio di anni fa, dopo il pranzo all’Enoteca Pinchiorri, di alcune settimane indietro, viene da chiedersi, cosa saranno capaci di proporre gli alunni delle quinte dell’IPSSAR B.Buontalenti di Firenze, e chi tra di loro fra qualche anno verrà alla ribalta gastronomica nazionale…

L’Istituto Alberghiero, rimarrà per sempre nel mio cuore, visto che ai tempi non l’ho potuto frequentare, causa troppa lontananza da casa, mica come ora, che queste scuole proliferano dappertutto!! 😉

ALLA SCUOLA BUONTALENTI DI FIRENZE INIZIANO GLI ORALI DELLA MATURITÀ E I RAGAZZI SI SFIDANO ALL’ULTIMO PIATTO.

Mercoledì 27 Giugno, all’istituto IPSSAR “Bernardo Buontalenti” di via de’Bruni, 6 a Firenze, inizieranno gli orali degli esami di maturità ed i professori saranno severi giudici di golosi e contemplativi manicaretti composti e scelti dai giovani studenti.

I piatti preparati, oltre ad essere gustose portate da servire, saranno lo spunto per raccontare storie di paesi, città e persino scrittori e personaggi letterari.Gli insegnanti di ristorazione Ariani e Romanelli hanno aiutato i ragazzi a preparare le tesi, che poi i ragazzi svolgeranno anche da un punto di vista pratico. Al  mattino alle 8  è già di scena la preparazione del Mojito, ed a seguire, alle ore 9 , la rielaborazione creativa di un piatto tradizionale toscano come i “necci”, preparati con la mozzarella di bufala. Alle 10 Marta presenta la “panzanella per celiaci”,fatta con pane apposito, a supporto della sua tesi riguardante tale argomento mentre Noemi, alle 11, dovrà illustrare la storia del pane, attraverso l’assaggio della ribollita e Alessia termina illustrando le potenzialità di un vino come lo Chateauneuf du Pape bianco. La parte pratica rientra nella parte definita dell’argomento a piacere che occupa i primi dieci minuti del colloquio. Gli esami orali proseguiranno fino al 5 luglio e sono previsti interventi legati alla cucina futurista, quando viene presentato il risotto “Trinacria” a supporto della tesina, il confezionamento di un gelato al riso e zafferano, la degustazione di una birra preparata direttamente dall’allievo e anche un omaggio alla tradizione della cucina da strada fiorentina, con il confezionamento e l’assaggio di un panino con il lampredotto nella tesi che tratta del cibo popolare.

LEGGETEVI IL DIARIO DELLA MATURITA’, NELL’ATTESA DI PRESENZIARE A UNA CENA CON TUTTE LE PORTATE DEGLI ALLIEVI…FINITA LA MATURITà POTREBBE ESSERE UN IDEA…MAGARI DEVOLVENDO L’INCASSO IN BENEFICENZA…

 

 

 

No comments

Musica celtica, un calice di vino, un boccone prelibato, girogustando al parco sculture del Chianti

Martedì 26 giugno  alle 19.00 torna l’appuntamento con la musica al Parco Sculture del Chianti di Pievasciata (SI), mostra permanente di sculture contemporanee integrate in un magico bosco di querce e lecci.Protagonisti del terzo concerto di “Serate Musicali all’Anfiteatro” i Jig Rig, gruppo toscano composto da sette musicisti di formazione diversa, unitisi più di dieci anni fa con la voglia di suonare e divertirsi nel nome della musica celtica.

Al termine del concerto, un inedito e gustoso epilogo:  Girogustando nel Parcoassaggi degustativi a quattro mani. Dopo i musicisti, ad esibirsi saranno due dei cuochi senesi partecipanti a Girogustando, la serie di gemellaggi gastronomici grazie alla quale “i cuochi d’Italia s’incontrano a Siena”. I prescelti per l’occasione saranno gli chef del ristorante la Porta del Chianti  di San Gusmé (Castelnuovo Berardenga) e de  L’oste mezzo al Giuggiolo (Siena): insieme prepareranno per il pubblico della serata musicale alcuni ‘assaggi degustativi’ da assaporare nel cuore del Parco, sul far della sera.  Per ulteriori informazioni: www.girogustando.tv

Prezzo del biglietto € 10,00, ridotto sotto i 16 anni € 7,50.

Biglietto cumulativo Parco + concerto € 15,00, ridotto € 10,00.

 Per informazioni: tel. 0577 35 71 51 – mail info@chiantisculpturepark.it

 

2 comments

Pagina successiva »