Google+

La Finestra di Stefania

L'enogastrogiardiniera
Archive for Novembre 20th, 2012

Nasce AgriApp per gli agriturismi della provincia di Firenze

I ragazzi di DeGustibus, capitanati da Tommaso Ciabini, una ne pensano e cento ne fanno, verrebbe da dire, e se si mettono in un impresa con Lorenzo Fanti, vedrete che ne escono delle belle. Gioved√¨ 22 novembre alle 18¬† presentano AgriApp a Palazzo Malaspina, nel borgo medievale di San Donato in Poggio (Firenze), ospitati dai rappresentanti dei Comuni di Barberino Val d’Elsa, San Casciano Val di Pesa, Tavarnelle Val di Pesa e Greve in Chianti.

Con AgriApp sarà possibile scegliere fra le circa 700 strutture ricettive della Provincia di Firenze, ricercare gli agriturismi e i produttori per zone e tipologia secondo criteri di geolocalizzazione grazie ad una presenza qualificata di servizi innovativi.

Per maggiori informazioni sulla presentazione: tommaso@de-gustibus.it – 340 5796207 – http://www.de-gustibus.it/agriapp.html

VIENE SOLO DA DOMANDARSI PERCH√® √® STATA SCELTA UNA FOTO DELLA VAL D’ORCIA PER PRUOMOVERE QUESTA APP ūüėČ

6 comments

Sesto On Arno il brunch per una domenica di sole coccole

Dietro una porta scorrevole, si entra nella hall, e si prende l’ascensore che porta fino al Sesto On Arno, all’ultimo piano del Westin Excelsior di Firenze. L’ascensore si apre e svela questo bar-ristorante che potrebbe stare tra New York e Parigi e invece spicca tra i tetti della Firenze rinascimentale.

Luce, tanta luce naturale, che entra dalle enormi vetrate quasi a picco sull’Arno e sulla citt√†, e che si posa sia nella zona bar che in quella ristorante. La domenica qui si viene per il brunch, anche se alla fine √® un pranzo vero e proprio. Si comincia con un cocktail preparato al momento, stile un Bloody Mary con salsine sfiziose al seguito, tanto per scaldarsi un p√≤, poi si va a scuriosare intorno a un tavolo pieno di libagioni. Caviale con blinis mignon preparato al momento, capasanta con invidia caramellata o insalata di mare agli agrumi se vogliamo sentire l’acqua in bocca, oppure torte salate e caprese al lardo se si vuole un p√≤ di rusticit√† nel palato.

Finito “l’antipasto” e uno gi√† sarebbe sazio, si sposta nel ristorante vero e proprio dove si viene messi all’opera dall’abilit√† della chef (si avete letto bene, finalmente una donna) Entiana Osmenzeza. Cucina ricca di spunti¬† che vanno a comporre un menu ricco e colorato. Io ho provato i paccheri con baccal√†, pomodoro e olive taggiasche, equilibrati nei sapori e nella cottura della pasta. Da copiare le tagliatelle di rag√Ļ¬† di cinghiale e cioccolato, magari aggiungendo appena appena un pochino di “birbo“. Tra i secondi ottimo l’ossobuco servito su crostone di pane da cui prelevare il midollo, e io mi sono divertita a “scomporre” il cosciotto di maiale all’arancia e cipolle. Un secondo all’apparenza semplice, rivelatosi¬† invece una sorpresa con un gioco di contrasti e consistenze davvero azzeccato.

Si termina con il buffet dei dolci, ce ne sono una decina, compresa frutta e gelato Dei Medici. Se vi capita assaggiate la mousse al mandarino o il cremino al fondente e caffè. Il brunch costa 65 euro, ma alla fine ricordatevi che è un pranzo e il menu cambia tutte le domeniche. Per coccolarsi e coccolare toccando Firenze con un dito.

SESTO ON ARNO

PIAZZA OGNISSANTI FIRENZE

Tel. +39 055 2715 2783
Fax +39 055 2715 2821
Email info@sestoonarno.com

 

 

No comments