Google+

La Finestra di Stefania

L'enogastrogiardiniera

Archive for agosto, 2014

Siena, apertura e visite guidate al pavimento del Duomo

Come tradizione vuole, dopo il Palio di agosto, si tolgono i cartoni da terra, e il pavimento del Duomo di Siena, torna a farsi ammirare in tutta la sua magnificenza fino al 27 ottobre, inoltre vi consiglio di vedere la porta del cielo.

Ognuno può pagare il biglietto ed entrare in cattedrale, ma se volete fare una cosa più approfondita, per capire meglio cosa viene raffigurato tra il marmo, sabato 6 settembre, c’è questa visita guidata.

L’Associazione Guide Siena e Oltre  organizza sabato 6 Settembre 2014 ore 15 la visita guidata al pavimento del Duomo di Siena

Un immenso tappeto di pietra.
Il pavimento «più bello, grande e magnifico che mai fusse stato fatto in Italia» (Giorgio Vasari).

Costo della visita: € 8 a persona + Euro 1,40 per noleggio auricolari (obbligatori se il gruppo supera 15 persone).
• Durata della visita: 2 ore circa.
• Punto di ritrovo: ore 15:00 con biglietto già fatto (è sufficiente mettersi in fila 10 minuti prima dell’entrata) presso la biglietteria accanto allo sportello nr. 1

• Prenotazioni: Per prenotare si prega di telefonare al nr +39 338 61 101 27 (lun- ven dalle 14.00 alle 19.00) o inviare una mail a: info@guidesienaeoltre.com indicando il vostro nome, cognome e numero di cellulare.

No comments

A Fonterutoli arriva l’enojazz con Matteo Addabbo Organ Trio

Giornate incredibilmente piene a lavoro e “l’agostite” nelle ossa, (quella sensazione che ti fa credee di essere in ferie, anche se è agosto 😉 ), mi hanno fato rallentare di pubblicare i post, ma quando mi è arrivata questa bella serata jazz promossa dall’amica Elena, ho detto Stefy, svegliati e ricomincia a scrivere per i tuoi lettori.

Così venerdì prossimo, il 29 di agosto, nel Chianti, si svolge l’enojazz in cantina a Fonterutoli.

Visita della Cantina, Cena a Tema, Concerto di “Matteo Addabbo Organ Trio”

Programma:
Ore 18,30: Visita della Cantina di Fonterutoli
Ore 20,00: Cena a Tema presso Osteria di Fonterutoli
Ore 21,30: Concerto di “Matteo Addabbo Organ Trio”
nella Terrazza dell’Osteria (Ingresso Libero)

Osteria di Fonterutoli – Loc.Fonterutoli – Castellina in Chianti (SI) – GPS: 43.43527 N 11.30723 E

Info e Prenotazioni: +39 0577 741125 – +39 0577 741385

osteria@fonterutoli.it – e.stefanelli@mazzei.it

Cena su prenotazione con visita gratuita della cantina

Ingresso libero per il concerto a partire dalle ore 21

 

No comments

Calici di Stelle con musica e arte a Siena

calici-si-stelle-programma-siena
San Lorenzo tutti a guardare il cielo, con un calice di vino in mano a pensare a una rondine che non c’è più, ma che è sempre nei nostri cuori.
Il fascino della notte di San Lorenzo in una cornice di musica e vino, con l’immancabile osservazione guidata del cielo e dei suoi astri: il 10 agosto, torna il consolidato appuntamento con “Calici di Stelle”, promosso a livello nazionale dall’associazione Città del Vino in collaborazione con il Movimento Turismo del Vino.
A Siena sono in programma una serie di iniziative eterogenee, organizzate dall’assessorato al Turismo, e diffuse nei principali luoghi di cultura cittadini.
Il Museo civico effettuerà un’apertura straordinaria dalle 21 alle 24 al prezzo di 5 euro, comprensivo della degustazione di vino curata dal consorzio Chianti Colli senesi, in collaborazione con la Federazione italiana Sommelier Albergatori e Ristoratori (FISAR), che si terrà nella splendida terrazza della Loggia dei Nove, dove i volontari dell’Unione Astrofili Senesi accompagneranno il pubblico nell’osservazione guidata della volta stellata.
Sullo sfondo, l’accompagnamento musicale degli allievi e dei docenti dell’Istituto superiore di studi musicali “Rinaldo Franci”, che si esibiranno in una performance nella Sala del Mappamondo.
Anche la Torre del Mangia si aprirà al pubblico in fascia notturna 21/24: ingresso alla tariffa corrente di 8 euro, oppure al costo complessivo di 13 euro per il binomio con tutta l’offerta del Museo civico.
Musica e vino protagonisti anche al Santa Maria della Scala, dove le note del gruppo “Siena Jazz ensemble”, formazione in seno alla Fondazione Siena Jazz, costituiranno lo sfondo per le degustazioni nella “corte degli archi” di vini dolci, passiti e liquorosi, offerte dall’associazione Città del Vino in collaborazione con Fisar. L’ingresso, al costo di 5 euro, prevede anche la visita alla mostra “Satira e Sogni” di Sergio Staino, che sta riscuotendo un notevole successo in termini di pubblico e interesse.
Un incontro tra il mondo del vino e quello dell’arte è in programma anche sotto il Tartarugone di piazza del Mercato per “Stelle dell’Arte in Piazza”, lo scenario creativo per i rappresentanti del “Gruppo Estrosi” che delizieranno il pubblico con realizzazioni e allestimenti di opere in estemporanea, sempre a partire dalle 21.
Qui saranno presentati i vini partecipanti al concorso enologico “La selezione del Sindaco”, curato da Città del Vino e dalla delegazione senese dell’Associazione Italiana Sommelier (AIS), a cui si potrà partecipare al costo di 5 euro.
Nella ricca e articolata offerta della serata, infine, la possibilità della visita al Palazzo del Capitano in piazza Duomo, dove saranno esposte alcune opere artigianali e scultoree, ispirate al tema delle trasparenze, grazie alla collaborazione di Fondazione MPS e il supporto organizzativo di Vernice Progetti Culturali: ingresso a 5 euro, comprensivo della degustazione di vini curata da Enoclub Siena.
No comments

Castello d’Albola: Verticale Chianti Classico Riserva 1985-2009

Una verticale per pochi amici, quelli dell’Ais Siena con il delegato Marcello Vagini e il braccio destro Alessandro Balducci, e ancora Ais con Pizzolato e Castellani, gli amici dei Grandi Vini, e pochi altri grandi scrittori di vino. La prima verticale di Chianti Classico Riserva del Castello d’Albola 1985-2009 è stata tutta un percorso, un Sangiovese che si è fatto scoprire piano piano, con un’inaspettata continuità di stile.

Le persone e il vino raccontano sempre una storia, e si sa che i grandi vini devono esprimere il territorio, e a Radda, i vignaioli sono rispettosi con il Sangiovese: un Sangiovese che qualche volta è ostinato a farsi lavorare, che cerca qualcuno che abbia il senso del tempo, che cerca sempre qualcuno abile in cantina e soprattutto che abbia coraggio, coraggio nel far esprimere tutto il potenziale che può avere questo vitigno. Impresa che Alessandro Gallo sta portando avanti, in modo determinato.

Una verticale quasi miracolosa, piacevole, con una varietà e un’originalità di sensazioni nelle varie annate degustate:

2009, annata calda e una grande potenzialità di evoluzione.

2008, elegante e fresca.

2007,  equilibrio e buona acidità.

2006, potenza ed eleganza.

2004, piacevole, con una varietà di sentori, ha già un corpo.

2003, il grande caldo.

1988, leggermente ossidato.

1986, una grande sorpresa.

1985, la grande bellezza.

No comments