Google+

La Finestra di Stefania

L'enogastrogiardiniera

Archive for giugno, 2015

Rosso o Bollicine? La sfida tra Mazzei e lo Champagne in punta di forchetta

abbinare il vino rosso e lo Champagne a quale piatto? Siamo in piena estate, quindi nasce spontanea una domanda, ti piace di più il vino rosso o lo Champagne con il solito piatto abbinato?

Sei curioso di passare una serata diversa? Giovedì 25 giugno, a Siena alla Cava de’ Noveschi a Siena, si tiene una cena diversa con piccoli produttori di Champagne e i vini dei Marchesi Mazzei.
Le etichette dei Marchesi Mazzei contro una selezione di vignerons independent dello Champagne.

Terreno di sfida la cucina dello chef Lorenzo Baldacci, giovane, preparato chef di riferimento per i Marchesi Mazzei all’Osteria di Fonterutoli.

Questo il menu della sfida:abbinare il cibo al vino, quali piatti preparare?

 

Sarà possibile dalle 19.30 partecipare all’aperitivo a 12 euro, oppure rimanere alla cena-degustazione al costo di 40 euro.

INFO E PRENOTAZIONI
CAVA DE’ NOVESCHI
TEL. 0577 274878
VIA MONNA AGENSE 8 Siena

chef  e patron della Champagnerie Siena

 

No comments

Torrita Blues 2015, niente sarà più come prima nel mondo della musica

le band di Torrita Blues

Un programma ricco delle migliori rappresentazioni musicali del blues italiano ed internazionale è quello che animerà il palco del Torrita Blues 2015, che si terrà a Torrita di Siena dal 25 al 27 giugno. Tre giorni di festival con tantissimi artisti provenienti da tutto il mondo,  grandi numeri e grandi nomi per la ventisettesima edizione della manifestazione, una delle più importanti a livello nazionale. Un evento imperdibile per gli amanti del blues in ogni declinazione, per conoscere e vivere il sound di questa musica, che vivrà i concerti sul palco di piazza Matteotti.

I protagonisti saranno i musicisti che rappresentano profondamente la musica blues e la sua continua evoluzione. Tra questi  si esibiranno Luke Winslow King conosciuto agli appassionati per la sua tecnica di “slide guitar”: un camaleonte del blues che si cimenta nel suonare la chitarra, nel cantare, e nello scrivere i pezzi. Partirete con King per un viaggio sulle note del delta-folk, del ragtime e rock , un vero e proprio mix tra brani classici e sperimentazione blues, direttamente da New Orleans. Tra le band più attese, La “Band of Friends” ovvero la Original Rory Gallagher Band: questa band non è un tributo a Rory Gallagher, l’artista che ha influenzato più di ogni altro il movimento rock irlandese. La Band Of Friends più che altro celebra la sua musica e la sua vita, e tutti i “friends” hanno suonato con lui come Gerry McAvoy, Ted McKenna e Marcel Scherpenzeel.

componenti band cigarbalblus

La serata di sabato 27 vedrà protagonisti Egidio Juke Ingala & The Jacknives che hanno forgiato un loro suono personale, contaminato da influenze R‘n’B, Soul, Jazz, e R‘n’R delle origini. E a salire sul prestigioso palco ci saranno anche i finalisti di “Effetto Blues”: saranno ben sei le band che si esibiranno dal vivo, i Buster Blues, i Cigarbalblus, la Vladi Blues Band, la Shame Blues Band faranno ascoltare le loro note nella serata di giovedì 25, venerdì 26 giugno toccherà  a quelli della Killer Band esibirsi dl vivo, mentre sarà degli H Bomb Band il compito di chiudere sabato 27 giugno. E Torrita Blues, sarà la capitale europea del Blues 2016, un traguardo storico per tutte le persone che da anni  organizzano questa bella kermesse musicale di alto livello, ovvero i ragazzi dell’Associazione Culturale Torrita Blues, quindi state in ascolto, perché nei prossimi mesi ci saranno importanti novità.

No comments

La grande festa dell’Estate alle Ville sull’Arno

le più belle piscine degli alberghi a FirenzeMi hanno domandato diversi lettori del blog, dove andare a cena il giovedì sera a Firenze, e io direi di cominciare con la grande festa dell’estate alle Ville sull’Arno di giovedì 25 giugno.

Organizzata da Firenze Spettacolo, in collaborazione con Promowine, promette una serata davvero interessante dedicata ai vini biologici e biodinamici accompagnati dalle specialità alimentari di alcuni nomi cult del circondario fiorentino e non solo…

come fare una lista dei vini

Ecco i vini in degustazione:

AGRICOLA TAMBURINI (Gambassi Terme, FI)
Igt Bianco 2014 “Il Castelluccio”
Igt Sangiovese 2010 “Il Massiccio”
Chianti Docg 2012 “Mauro”
Igt Sangiovese 2009 “Il Moraccio”

CANTINA CAMPOTONDO (Campiglia d’Orcia, Siena)
”Banditone” rosso orcia DOC ”Tocco” rosso orcia DOC ”Tavoleto” bianco IGT Toscana

CONTUCCI (Montepulciano)
Una orizzontale dei Nobili della magica annata 2010, con la Riserva 2010 entrata sul mercato questo mese
www.contucci.it
Vino Nobile di Montepulciano DOCG 2010 Vino Nobile di Montepulciano DOCG 2010 Pietra Rossa Vino Nobile di Montepulciano DOCG 2010 Riserva

I VERONI (Chianti Rufina, Pontassieve)
Chianti Rufina Riserva docg
Chianti Rufina docg
Rosato Igt Toscana
Bianco igt Toscana

AZIENDA AGRICOLA VILLANOVIANA di Bolgheri
Erubesco IGT Toscana 2013 Imeneo Bolgheri DOC 2012 Teia Vermentino Bolgheri DOC 2014

CASAGRANDE
www.villacasagrande.it
Casagrande Chianti Docg 2014 – Sangiovese, Canaiolo Casagrande Chianti Docg 2014 – Chardonnay Donna Claudia Chianti Docg 2013 – Sangiovese 100% Donna Claudia Riserva Chianti Docg 2011 – Sangiovese 100% Ser Ristoro Rosso Igt 2009 – Sangiovese Grosso e Cabernet Sauvignon AZ. AGRICOLA F.LLI COLLAVO Valdobbiadene
www.fratellicollavo.com
Settolo – Prosecco DOC TREVISO – vino spumante Extra Dry Colfondo – Prosecco DOC TREVISO – Vino frizzante non filtrato

PIOMBAIA
Brunello di Montalcino – Docg
Rosso di Montalcino – Doc
Gatto Nero – Igt Toscano

CUPELLI
L’Erede – Spumante Brut da uve Trebbiano

MORDINI
Syrah – Igt Toscano
Pinot Nero

FATTORIA LE SORGENTI
Sghiràs – Toscana Bianco IGT da Uve Chardonnay e Trebbiano
Scirus – Toscana Rosso IGT – Cabernet, Merlot,Petit Verdot,Malbec
Respiro – Chianti Colli Fiorentini DOCG
Coda Rossa – toscano rosso Igt da uve Malbec
Gaiaccia – Toscana Rosso IGT da Sangiovese e Alicante

PODERE LA VILLA di Ilaria Tachis
Pargolo – Chianti Classico Docg 2012 Paggio – IGT Toscana Rosso 2012 da Uve Merlot

CANTO alla MORAIA (Castiglion Fibocchi, AR)
www.cantoallamoraia.com

Menù del ristorante Flora e Fauno di Ville sull’Arno
Isola Verdure
Isola del Riso
Pennette estive con pesto e pomodorini freschi
Mini lasagnette bolognese
Isola dei Dolci

con alcuni ospiti speciali tra cui:
crostini toscani e panzanella del Galanti
i crostini vegani di Cristian Giorni by Silvana bar moderno
salumi di cinta senese di Renieri
cantuccini della Pasticceria Maggini
and more….

Solo 25 euro tutto compreso. Ingresso dalle ore 20.
Prenotatevi! via mail a: info@firenzespettacolo.it – riceverete conferma scritta
o Hotel Ville sull’Arno – Lungarno Colombo, 3/5 – 055 670971 – www.hotelvillesullarno.com

No comments

Liguritudine da Obicà

Stefania Panigiani in cucinaRegole, ci sono delle regole da rispettare, per inventare una ricetta con gli ingredienti di Obicà. Guardo quel mazzo di carte e comincio a pensare all’Italianità…già il piatto deve avere un nome italiano. Poi c’è la convivialità, quindi niente aglio ne cipolla. E poi? E poi c’è la semplicità, la cucina di Obicà, prevede piatti semplici con ingredienti di alta qualità, senza bisogno di tante elaborazioni, del resto è per questo che è un mozzarella bar, con pizza e cucina.

Ci ritroviamo intorno a un tavolo conviviale, io, Giulia, Chiara, Marco, Raffaella, Sara, Azzurra, Valentina, Valeria e altre persone a ragionare di italianità e cosa sia cosmopolita, e cosa c’è di più cosmopolita della mozzarella? Uno dei prodotti italiani più conosciuti all’estero? La mozzarella, farà parte del mio piatto, dovrà essere la protagonista.

Una ricetta piena di freschezza, di prodotti indicati ne posso utilizzare da cinque fino a 26, quanti sono nelle ricette di Obicà. E così per quanto riguarda la prova, “Cucina con Obicà”, si materializza piano piano il da farsi, “Liguritudine“, sarà il nome del mio piatto, anche se siamo a Firenze.

Olive, pesto, tonno, mozzarella, carciofi, crostini di pane, capperi e pomodorini, è questa la mia “Liguritudine”, un omaggio rivisitato della “Capponadda ligure“. E così piano piano prendono forma tre caravelle, ognuna con ingredienti diversi, legate insieme dalla mozzarella, pronte a salpare in un mare di sapori. Basta poco, per essere conviviali,un gruppo di amici, ingredienti buoni e tanta fantasia.

ricetta della liguritudine, ingredienti

4 comments

La Casa del Chianti Classico a Radda in Chianti è tutto un programma

aperitivo in terrazzaL’hanno scorso ci sono stata a fare un paio di aperitivi e il giudice per la sfida delle cuoche chiantigiane più brave, e  ora che la stagione è ricominciata, vi porto alla scoperta della Casa del Chianti Classico a Radda in Chianti, posto ideale per degustare vino, fare cene e ascoltare musica dal vivo.

Da House, è passata a Casa, e dopo un anno per crescere, quest’anno le sale dell’ex Convento di Santa Maria al Prato, hanno tutte le carte in regola per essere il punto di riferimento dell’estate chiantigiana. Aperta dal giovedì alla domenica, oltre a corsi, pranzi veloci e degustazioni, ci sono anche serate a tema, e  eventi che la legano all’Expo attraverso le principali tematiche dell’Esposizione Universale: Children Park, Biodiversity Park, Arts&Food, Future Food District, Storia dell’Uomo – Storia di cibo.

Il programma degli eventi è molto ricco, e tra le cose che i suggerisco di annotarvi, ci sono la sfida delle massaie il 21 giugno, mentre il 25 giugno, arrivano gli chef stellati della guida Michelin.

Il 24 luglio, lo chef Giuseppe Frabetti, ribissa la cena rinascimentale. Io l’ho provata l’altra sera e vi assicuro che le lasagne con olio, cacio, pepe e cannella e la zuppa di pesce e piselli vi faranno tornare indietro nel tempo.

Casa del Chianti Classico, via del Convento, 1 Radda in Chianti – Siena

Aperto dal giovedì alla domenica dalle 10 alle 22

Tel 0577 738278

1 comment

Ipomea, la gloria rampicante del mattino in estate

fiori rosa che si aprono al mattino a forma di campanaEccoti li che ti stai domandando ma che è questo rampicante di fiori blu a campana? Magari lo hai visto nei posti di mare, oppure in luoghi abbastanza miti e non gli sai dare un nome. Questa meraviglia è l’Ipomea o Ipomoea. Quella dai fiori blu è la “gloria del mattino“. E questa specie molto bella lo sai che la puoi abbinanare ad altri rampicanti sempreverdi?

Le varietà più ricorrenti sono Ipomoea purpurea Ipomoea tricolor. Le annuali fanno un ciclo vegetativo completo in un solo anno: nascono, crescono, fioriscono e fruttificano. La maggior parte delle varietà hanno grandi fiori a tromba, che si aprono al mattino e chiudono nel pomeriggio in favore di calore. Durano fino a 3 giorni, ma la sostituzione è continua, visto che è una pianta in continuo movimento. E se ti piace, invece delle piantine gia pronte, puoi comprare i semi, e vederle crescere sotto i tuoi occhi.

E se hai dei bambini, divertiti a seminare due o tre semi nei vasetti con loro, e aspetta che i primi germogli facciano capolino.

No comments

Arte da Vinci: l’aperitivo sensoriale

locali per aperitivo a Firenze Spesso mi domandano dove fare l’aperitivo a Firenze, e questa volta ve ne segnalo uno davvero particolare.

Giovedì 11 giugno al primo piano di Eataly Firenze, in via Martelli, alle 19.30, si incontrano le opere d’arte degli artisti di Keepart, i vini della Fattoria Montellori e le specialità dello chef Enrico Panero del ristorante Da Vinci.

Ma non finisce qui, perché l’aperitivo in terrazza continua tutte le sere d’estate dalle 18.30.

 

 

No comments

I profumi di Boboli quest’anno sono all’Istituto Agronomico per l’Oltremare

giardini di Firenze meno notiLa prima bella notizia. è che finalmente mi hanno messo l’Adsl e che ora riesco a caricare le foto nel blog, e devo dire che quelli della Telecom, hanno fatto davvero veloci, mi hanno detto che ci sarebbero voluti una ventina di giorni, e invece dopo una settimana è arrivato il tecnico 😉 . La seconda notizia è che ci sono nuovi giardini da scoprire a Firenze.

Ringrazio la mia amica Nadia Fondelli, che me lo ha segnalato, sapendo la mia passione per i giardini. Oggi avete tutta la giornata per andare a Profumi di Boboliche quest’anno si svolge presso l‘Istituto Agronomico per l’Oltremare ( Via A. Cocchi, 4). Quello che in molti a Firenze  pensano sia un antico convento,  in disuso  e che invece è un luogo attivo,  e finalmente vedrete aprire le porte ed i cancelli per la prima volta.

istituto oltremare a Firenze interno

Questo è un edificio storico monumentale,progettato da Aurelio Ghersi , e ha un ettaro di Giardino Tropicale in cui sono presenti attualmente 340 specie rare, delle quali 92 coltivate all’aperto, tra queste un magnifico esemplare di Metasequoia glyptostroboides, sicuramente tra i primi ad arrivare in Italia nella prima metà del secolo scorso.

i profumi di Boboli

Durante la manifestazione è possibile prenotare presso il desk della Direzione una visita guidata gratuita agli ambienti monumentali dell’Istituto, al Museo, alla Biblioteca  e al Giardino Tropicale.

 L’ingresso agli spazi monumentali dell’Istituto Agronomico per l’Oltremare e al Giardino Tropicale è GRATUITO per tutti ( bus 11, 17, 3, 7). Orario 10/20

1 comment

Pagina successiva »