Google+

La Finestra di Stefania

L'enogastrogiardiniera

Archive for ottobre, 2015

Cosa fare nel weekend del 1 novembre

tutti i colori delle foglie in autunno

Arrivare al fine settimana del 1 novembre, quello dei Santi con il sole e temperature così alte è davvero una bella cosa. Avete deciso cosa fare in questo weekend? Io di preciso ancora no, perché c’è davvero l’imbarazzo della scelta, per la moltitudine di eventi proposti, come il trekking urbano in 50 città italiane. Oppure ad esempio in autunno i giardini offrono uno spettacolo che affascina un numero sempre maggiore di persone: il fall foliage – le foglie degli alberi si tingono di giallo, arancio e rosso trasformando il panorama in una tavolozza di colori indimenticabili.
Ottobre e Novembre sono i mesi ideali per godere di questo spettacolo nei Grandi Giardini Italiani.

ricette con lo zafferano toscano

A Firenze c’è A tutto zafferano“, la festa dello Zafferano delle Colline Fiorentine sabato 31 ottobre (fino a domenica 1 novembre) al Centro Il Fuligno di Firenze in via Faenza 48, in collaborazone con Arga Toscana,  dove curiosi, buongustai e interessati a conoscere meglio le caratteristiche, le proprietà e le bontà dell’Oro giallo sono attesi dalle 10 alle 19,30 con ingresso libero. Ci saranno anche tanti cooking show: sabato 31 ottobre con Anna Casadei che preparerà il risotto zucca e zafferano (ore 11,30) a cui seguirà Alessandra Arrigoni con “Il principe” a colazione, panini al latte e zafferano con ricotta fresca e miele goccia d’oro (ore 14) per concludere con Antonietta Piscolla con le tortine di crema allo zafferano abbinate alla tisana allo zafferano. Domenica 1 novembre Cristina Latini proporrà “Ricotta e zafferano: Matrimonio di sapori, i ravioli allo zafferano” (ore 11,30) seguita da Marco Mazzoni con le Tagliatelle allo zafferano (ore 14) e da Gerry Zanieri con il Filetto di baccalà con crema di porri e zafferano.

brunch a Villa Cora

Un brunch secondo le ultime tendenze di consumo, con il campione di caffetteria Francesco Sanapo in un luogo esclusivo quale Villa Cora a Firenze, posto di storia e prestigio, situato all’interno di un parco secolare che domina il Giardino di Boboli (viale Machiavelli 18, Firenze). 

E’ la proposta, dal titolo “L’eleganza del caffè”, che si terrà domenica 1 novembre, dalle ore 12 alle ore 15, nella villa costruita a fine Ottocento dall’architetto Pietro Comparini su commissione del barone Oppenheim, in cui hanno soggiorno personalità quali la principessa Eugenia, moglie di Napoleone III, e il pianista francese Claude Debussy (www.villacora.it).

No comments

Scoprire Siena con Il Trekking Urbano

Il trekking urbano a Siena

Indecisi su come passare il weekend? Sabato 31 ottobre e domenica 1 novembre, Siena vi accoglie con visite guidate, percorsi urbani, cooking show e tour in bici.

Siena celebra la Giornata del Trekking Urbano con un weekend di eventi slow, da vivere all’aria aperta.

 Sabato 31 ottobre il percorso da Piazza del Campo tra arte, gusto, cibo con degustazione nel Cortile del Podestà

 Due giorni di eventi all’aria aperta e all’insegna dello ‘slow tourism’ per celebrare la XII giornata nazionale del Trekking Urbano, in programma per sabato 31 ottobre in 50 città d’arte italiane.

 Un sabato a ‘tutto trekking urbano’. Siena, Comune capofila, della XII giornata nazionale del Trekking Urbano propone per sabato 31 ottobre un fitto programma di iniziative che culmineranno con il percorso tra arte, cultura e gusto dal titolo ‘Cibo per l’anima, cibo per il corpo’. Nell’anno di Expo 2015, Siena propone un itinerario affascinante che si snoderà per 3 chilometri alla scoperta della storia, dei luoghi simbolo della città e delle opere d’arte che ‘raccontano’ il cibo e la convivialità a tavolaAlle ore 21.30, presso il Cortile del Rettorato in Banchi di Sotto 53 è previsto il Dj Set a cura dell’Università degli Studi di Siena. I sapori della migliore tradizione enogastronomica toscana torneranno protagonisti, sabato 31 ottobre dalle ore 12 a mezzanotte e domenica 1 novembre dalle ore 11 alle ore 22, in occasione di “Siena wine fair. Small Vineyards Special Edition”, in programma al Tartarugone, di Piazza del Campo, per la manifestazione dedicata alla promozione e degustazione di vini, con la partecipazione di  20 piccole aziende vitivinicole italiane e di 4 aziende locali di street food.

percorsi di trekking a Siena e dintorni

 A Siena le tappe del percorso. Il Trekking urbano, prenderà il via da Piazza del Campo dalle ore 15.30, con partenze programmate ogni dieci minuti. L’itinerario coniuga sapientemente un affascinante percorso che si snoda attraverso stradine e suggestivi vicoli del centro storico, con la possibilità di ammirare capolavori di straordinario valore, come la formella del Banchetto di Erode di Donatello, custodita nel Battistero del Duomo e l’affresco del Buon Governo di Ambrogio Lorenzetti.

Gli Itinerari guidati di sabato 31 ottobre e domenica 1 novembre. Il week end organizzato dal Comune di Siena propone eventi e iniziative per riscoprire la città a piedi senza fretta, riappropriandosi del tempo, della memoria e dell’identità dei luoghi. Tra gli itinerari alla scoperta di Siena oltre al Trekking urbano, sarà possibile partecipare alla visita guidata ‘Siena classica’, organizzata dal Centro Guide. L’iniziativa, a pagamento per gli adulti (20 euro) e gratuita per i bambini sotto i 12 anni, si svolgerà alle ore 11 nelle giornate di sabato 31 ottobre e domenica 1 novembre su prenotazione chiamando il numero 0577 43273.

Domenica 1 novembre alle ore 9 si svolgerà inoltre l’ultimo appuntamento di #SienaFrancigena, il trekking urbano lungo la Via Francigena, da Porta Camollia all’Orto dè Pecci, facendo tappa all’antico ospedale di Santa Maria della Scala. Alla conclusione del percorso, su prenotazione al numero 0577 530038, sarà consegnata la Bisaccia del Pellegrino con prodotti a Km zero. Sempre nella giornata di domenica 1 novembre alle ore 13.30 prenderà il via ‘Assaggia Siena’ il tour in città con degustazione di prodotti locali, curato dal Centro Guide in collaborazione con il Consorzio Agrario di Siena. Il percorso è a pagamento su prenotazione chiamando il numero 0577 43273.

Cooking show. Il cartellone di eventi, in occasione della XII Giornata nazionale del Trekking Urbano, prevede inoltre due cooking show in programma per domenica 1 novembre. Alle ore 10.30, presso la cucina del Complesso Santa Chiara in Via Valdimontone n.1, la Scuola di cucina di Lella propone ‘Zuppe e verdure di stagione’ con la possibilità di imparare e preparare dal vivo alcune ricette della trazione senese. L’iniziativa è gratuita e su prenotazione chiamando il numero 0577 46609. Alle ore 16.30, sempre all’interno della cucina del Complesso Santa Chiara, si terrà il workshop e cooking show dedicato alla zucca gialla curato dalla Scuola di cucina The International Chef Academy of Tuscany, in collaborazione con la biologa nutrizionista, Silvia Migliorini. L’evento è gratuito su prenotazione chiamando il numero 0577 280121.

Caccia al tesoro golosa per bambini. Gli eventi in programma ‘strizzano l’occhio’ anche alle famiglie con bambini. Domenica 1 novembre alle ore 15 si terrà la caccia al tesoro da Piazza del Campo alla scoperta dei dolci e delle tradizioni culinarie senesi, in compagnia delle guide del Centro Guide. L’evento è a pagamento per i bambini al costo di 6 euro e su prenotazione chiamando il numero 0577 43273.

Per gli amanti delle due ruote. Le proposte per visitare Siena in maniera slow e ‘dolce’ continueranno, oltre che a piedi, anche in bicicletta grazie al tour panoramico proposto da Siena Bike Tour per domenica 1 novembre. Grazie alle biciclette elettriche a pedalata assistita sarà possibile ammirare scorci e angoli nascosti della città. La partenza è fissata per le ore 15 dal parcheggio “ex campino” adiacente alle Fortezza Medicea. L’iniziativa è a pagamento su prenotazione chiamando il numero 377 6704235.

1 comment

Il Sangiovese Purosangue finalmente gioca in casa, a Pontignano!

ottobre 28th, 2015 | Category: Cosa fare e dove andare a,Degustazioni,Evento Di Vino

la certosa di Pontignano a Siena

 

Se siete degli appassionati di vino, questo evento nelle Terre di Siena, non ve lo dovete fare sfuggire. L’Associazione EnoClub Siena rinnova l’appuntamento con il Sangiovese. Martedi’ 3 novembre direttamente nel territorio produttivo arriva Sangiovese Purosangue: nelle sale e nel chiostro della splendida Certosa di Pontignano. In piena Berardenga, area sud del Chianti Classico,  molto vicino a Siena. La “bella campagna senese” ben descritta già dai tempi del Buon Governo di Ambrogio Lorenzetti. Il gruppo dei 24 produttori del Classico della Berardenga accoglie nella propria sede istituzionale tutti gli altri produttori di Sangiovese di qualità.

PROGRAMMA SANGIOVESE PUROSANGUE
Martedi’ 3 novembre 2015
10.00 – 10.30 Accoglienza, accrediti e registrazione operatori e giornalisti
11.00 – 13.00 Sala Bracci. Conferenza con interventi tecnici riservati agli operatori del settore/aziende vitivinicole
11.00 – 17.00 Sala degustazione riservata con servizio sommelier riservata a giornalisti ed operatori, con Sangiovese delle varie aree produttive
14.30 – 17.00 Sala Bracci. Conferenza pubblica su prenotazione per approfondimenti tematici
17.00 – 20.00 Degustazione ai banchi con i produttori, divisi per zone produttive (ingresso euro 10)
18.00 Presentazione del libro “Appetiti Estremi” di Stefania Pianigiani e Sabrina Somigli, con la partecipazione amichevole di Sonia Pallai.

A corollario della giornata sul Sangiovese, mercoledì 4 novembre si svolgerà a Siena una fantastica e irripetibile degustazione di 28 annate di Pergole Torte, 1980-2012. Con la presenza amichevole di Armando Castagno e Giampiero Pulcini in qualita’ di relatori. Chiedere per maggiori informazioni.

PROGRAMMA SPECIFICO DELLA CONFERENZA
Mattina riservata a produttori, tecnici, responsabili aziendali
Ore 10.00-10.30 – Registrazione e accrediti per operatori e giornalisti
Ore 11.00 – 13.00 Sala Bracci
“Dematerializzazione Registri ICQRF e Certificazione Vini DOP: l’impatto sugli attuali processi aziendali”
Michele Fino – Docente legislazione vitivinicola Università degli Studi di Pollenzo
Massimo Marietta – Responsabile Sviluppo Enologia in Sistemi Spa

POMERIGGIO
Aperta al pubblico, su prenotazione e fino ad esaurimento dei posti
Ore 14.30-17.00, Sala Bracci

– “Primi approcci ai cru della Berardenga” – Leonardo Bellaccini, enologo San Felice e consigliere dell’Associazione Classico Berardenga – Viticoltori di Castelnuovo

“Fare vino a Radda” – Angela Fronti, Istine

– “Fare vino a Castellina in Chianti” – Monica Raspi, Pomona

– ” Il futuro del distretto di San Gimignano”
Letizia Cesani – Presidente Consorzio Vernaccia di San Gimignano

– “La fermentazione spontanea e biodiversità microbica”
Giacomo Buscioni- Agronomo resp. settore microbiologia enologica FoodMicro Team, spin off accademico UniFI

– “Variabilità e plasticità del Sangiovese”
Claudio D’Onofrio – Dipartimento di Scienze Agrarie, Alimentari e Agro-ambientali, Università di Pisa
Pietro Tonutti, Istituto di Scienze della Vita, Scuola Superiore Sant’Anna, Pisa

– Maurizio Castelli – Agronomo ed enologo

– Mary Ferrara – Enologa

– Luca Felicioni – Enologo

– “Enogramma. Significati semantici delle etichette”
Massimo Vedovelli – Ordinario Università per Stranieri di Siena

 

i produttori di vino del sangiovese purosangue
TOSCANA

CHIANTI CLASSICO
VAL DI PESA
Cigliano

VAL DI GREVE VERSANTE SINISTRO
Villa Calcinaia

LAMOLE
I Fabbri
Podere Castellinuzza

PANZANO
Le Cinciole

RADDA IN CHIANTI
Colle Bereto
Fattoria Vignavecchia
Istine
L’Erta di Radda
Monteraponi
Montevertine
Pruneto
Val delle Corti

GAIOLE ALTA
Fietri
Monterotondo

MONTI IN CHIANTI
Badia a Coltibuono
Podere Il Palazzino

VAL D’ELSA
Castello di Monsanto
Montalpruno
Ormanni

CASTELLINA IN CHIANTI
Bibbiano
Pomona

CASTELNUOVO BERARDENGA (Produttori Classico Berardenga – Viticoltori Castelnuovo, associazione ospitante)
Bindi Sergardi
Borgo Scopeto
Canonica a Cerreto
Carpineta Fontalpino
Castello di Bossi
Castello di Selvole
Dievole
Fattoria di Corsignano
Felsina
La Casaccia
La Lama
Lecci e Brocchi
Losi Querciavalle
Miscianello
Podere Le Trosce
Podere Scheggiolla
Poggio Bonelli
San Felice
Tenuta Casucci Tarletti
Terra di Seta
Tolaini
Villa a Sesta
Villa di Geggiano

SIENA
La Prodaia

MONTALCINO
Col d’Orcia
Fattoria dei Barbi
Fattoria del Pino
Ferrero
Il Colle
Il Marroneto
La Fornace
Le Chiuse
Le Potazzine
Le Ragnaie
Pietroso
Piombaia
Podere San Giacomo
Sanlorenzo
Sesti
Tiezzi
Tornesi
Ventolaio

BOLGHERI
Michele Satta

TERRICCIOLA
Badia di Morrona

CARMIGNANO
Bacchereto Terre a Mano
Fattoria Ambra

RUFINA
Castello del Trebbio

ALTA VAL D’ELSA
Pietro Beconcini

CERTALDO
Casale

SAN GIMIGNANO
Cesani
Il Colombaio di Santa Chiara
La Castellaccia
Signano

SAN QUIRICO D’ORCIA
Poggio Grande

PIENZA
Marco Capitoni

MONTEPULCIANO
Gracciano della Seta
Il Conventino
Le Casalte
Tiberini

SARTEANO
Palazzo di Piero

CHIUSI
Colle Santa Mustiola
Ficomontanino

AMIATA
Castello di Potentino

GAVORRANO
Tenuta Casteani

CINIGIANO
Campinuovi

MONTIANO
Montecivoli

ROMAGNA – SERRA
Costa Archi

ROMAGNA – CASTROCARO
Marta Valpiani

ROMAGNA – MARZENO
Ca’ di Sopra

ROMAGNA – ORIOLO
Ancarani
Cantina San Biagio Vecchio

ROMAGNA – PREDAPPIO
Condè

LAZIO – TREVINANO
Podere Orto

GASTRONOMIA
Forno di Ravacciano
Torta Pistocchi Firenze

No comments

La Misericordia, il camposanto monumentale di Siena

siena camposanto monumentale della misericordiaCamposanto, ricco di storie, di creature volate in cielo delle quali non bisogna avere paura, ma rispetto. Il camposanto monumentale della città di Siena, La Misericordia, è anche un museo a cielo aperto, dove grandi artisti come Tito Sarrocchi, Giovanni Dupré e Alessandro Franchi, hanno lasciato la loro impronta.

Sculture e affreschi da ammirare,come il Tobia, la Pietà, antiche lapidi da consultare, senza paura, ma con rispetto e anche curiosità per un linguaggio ormai dimenticato. Soffermarsi sui tanti angeli in volo tra i corridoi a mattoni, scendere nelle catacombe senza timore. Ascoltare il vento che porta messaggi, pregare, soltanto osservare  e cercare di capire.

Non ho mai avuto paura dei cimiteri, me lo ha insegnato il mio babbo: bisogna avere paura dei vivi e non dei morti. Qui si cammina nel tempo tra sguardi e storie. Non regna il terrore, ma la pace e la voglia di sapere di questi inquilini particolari che vi accompagnano tra corridoi e quadri verdi. Se proprio devo trovare una cosa triste, sono i fiori finti…meglio portare un mazzo di ortensie e farle seccare all’aria, fanno più allegria.

Una visita inedita di una Siena, ricca di tesori. perché questa città ha tante cose da far vedere e da raccontare. Dalle fonti storiche, ai bottini, ai vicoli semisconosciuti. Arte a cielo aperto che non stanca mai. Provare per credere, ci sono milioni di cose da fare in questa città.

No comments

Appetiti Estremi, tutte le date delle presentazioni del libro

Appetiti Estremi il libro di Stefania Pianigiani e Sabrina Somigli

Devo dire che fa un certo effetto parlare del libro Appetiti Estremi da un altro punto di vista. Nel blog sono io che informo e racconto gli eventi da non perdere, le cose da fare e da vedere, dove andare a mangiare. Questa volta è diverso, sono gli altri che parlano di me e di Sabrina Somigli e del nostro libro con i disegni di Rakele Tondini, edito da Ara Edizioni,  ed è emozionante trovarsi nominate su altri portali, blog e siti di news.

Dopo la presentazione del libro a Pontassieve, stasera ripartiamo con la nostra tournée letteraria, concedetemi il termine, un ‘Enogastrogiardiniera, mica c’è abituata a queste cose! E’ davvero un sogno e ancora ne io ne gli altri protagonisti di questo librino ce ne stiamo rendendo conto. Se volete ridere, mangiare qualcosa di buono e conoscerci di persona, ecco le prossime date delle presentazioni del libro.

libro al museo

Sabato 17 ottobre ore 17.30 al Museo Archeologico del Chianti senese, a Castellina in Chianti, con in assaggio alcune golosità de la Gelateria L’Antica Delizia di Castellina in Chianti, tra cui il curioso sorbetto di arancio con acciughe e cipollotti.

presentazione del libro appetiti estremi a Firenze

Sabato 24ottobre ore 15.00 in occasione di Shopping & Food Show, alla Leopolda di Firenze, un incontro con le autrici del libro Appetiti Estremi scritto a quattro mani da  Stefania Pianigiani, giornalista e blogger e Sabrina Somigli, microbiologa, prestata con successo alla ristorazione in veste di cuoca.  Parleremo con loro del nuovo libro e cucineremo insieme una speciale ricetta: la Trippa all’Arancia.

libreria Mondadori Siena

 

Giovedì 29 ottobre ore 18.00 alla Libreria Mondadori di Siena (via Montanini 112), modera il giornalista Giovanni Pellicci, a seguire assaggi di ricette tratte dal libro.

appetiti estremi e il vino sangiovese purosangue

Martedì 3 novembre ore 18.00 alla Certosa di Pontignano (Castelnuovo Berardenga, Siena) nell’ambito della manifestazione dedicata al vino Sangiovese Purosangue. Presentazione del libro “Appetiti Estremi” di Stefania Pianigiani e Sabrina Somigli, con la partecipazione amichevole di Sonia Pallai.

le date di god save the wine

Giovedì 12 novembre ore 19.30 in occasione del God Save The Wine a Eataly Firenze ( via Martelli).

appetiti-estremi-a-bologna.jpg

Sabato 14 novembre ore 12.00 a Bologna alla Fiera della Biodiversità in vicolo Bolognetti, 2.

1 comment

Gardinity, nel giardino Villa Pisani Bolognesi-Scalabrin a Vescovana

ville venete, giardino villa pisaniE una giardiniera come me, come non poteva parlarvi di Giardinity, che si tiene in una bellissima villa veneta? Sabato 24 e domenica 25 non prendete impegni, perchè,  Villa Pisani Bolognesi Scalabrin a Vescovana ,  si trasforma  tra piante rare, insolite e tutte bellissime. Un evento dedicato alla passione per il giardinaggio, più che una mostra mercato una festa del giardino. Dedicato a Evelina Pisani genius loci del posto e ideato dalla proprietaria Mariella Bolognesi Scalabrin, la precedente manifestazione, I Bulbi di Evelina Pisani, cresce e diventa Giardinity, curato ora da Carlo Contesso, garden designer e penna di Gardenia e Corriere della Sera, arricchendosi di espositori e relatori internazionali. Si svolge al riparo delle ampie barchesse della villa cinquecentesca, affacciati su Crispin de Passe, lo splendido giardino creato dall’ultima contessa Pisani nell’800.

 

giardinity a villa pisani

Tanti espositori italiani e tra gli stranieri , l’ibridatore polacco Piotr Kleszczynsky, che produce gli Streptocarpus più belli al mondo (piccole piante dalle corolle multicolori, fiorite in autunno e inverno, perfette per la casa), presentati per la prima volta in Italia e in esclusiva a Giardinity. Ci sarà un’abbondanza di piante da giardino a fioritura autunnale e invernale, spesso profumatissima come Sarcococche e Daphne, e ricercate cultivar di Camellia sasanqua. Attività per i bimbi , la caccia al tesoro, attività di gioco didattico botanico nel parco, le magie di mamma folletto che insegna il giardinaggio ai bimbi tra i 3 e 6 anni.

come organizzare un garden show

La Villa commissionata dal Cardinal Francesco Pisani, patrizio veneziano. Il palazzo rinascimentale con affreschi del Veronese, lo Zelotti, il Varotari e il fiammingo Toeput, nasce come sede amministrativa delle proprietà fondiarie acquisite nel 1478 nella Bassa Padovana. Evelina, l’ultima contessa Pisani, nata a Costantinopoli e cresciuta a Londra da una famiglia inglese e fiamminga, crea il giardino e parco nello stile gardenesque del tempo, con influssi islamici e un’ironia tutta sua. Così come li lascia Evelina ammiriamo oggi villa e giardino, restaurati e amorevolmente curati dall’attuale proprietaria, Mariella Bolognesi Scalabrin.

Biglietti: intero €6 – famiglia (due adulti e due bambini) €18 – bambini sotto i 6 anni gratuito con il biglietto un tagliando sconto del 10% (fino al valore massimo del biglietto stesso) per un acquisto di piante.

Villa Pisani – Bolognesi Scalabrin, via Roma 25, 35040 Vescovana PD

tel/fax 0425.920016

 

No comments

La vendemmia nel Chianti Classico quest’anno è in diretta

Tuscany harvest in Chianti ClassicoLa vendemmia è il momento clou per ogni produttore di vino, grande o piccolo che sia, e quest’anno nel Chianti Classico alcune aziende hanno fatto una cosa diversa, hanno ripreso la vendemmia con le telecamere per far vedere come nasce un vino, dalla raccolta dell’uva fino all’arrivo in cantina.

vendemmia in Toscana

Il critico enogastronomico Leonardo Romanelli lancia un nuovo programma televisivo dal titolo Vendemmia in diretta, questa volta per parlare del Chianti Classico e delle eccellenze collegate al suo Consorzio e al suo territorio.

Per due volte alla settimana sarà possibile approfondire la conoscenza del vino toscano per eccellenza attraverso le interviste che il conduttore farà ai principali produttori di Chianti Classico.

Con lo stile che lo contraddistingue, tra il serio e il faceto, Romanelli insieme alla collega Gaia Nanni, visiterà le aziende durante la vendemmia e sfrutterà il momento della raccolta per offrire un racconto spiritoso e leggero sulle persone e sul vino. Un road movie in mezzo ai più bei scenari della Toscana per offrire al pubblico una panoramica completa del Chianti Classico tra storia, tradizione e agricoltura.

Vendemmia in diretta, con la regia di Simone Cartaginese, andrà in onda su TeleRegione Toscana per due volte alla settimana. Oggi martedì 13 ottobre alle ore 19 e seconda replica venerdì 16 ottobre alle ore 19. La seconda trasmissione sarà mercoledì 14 ottobre alle ore 12 con replica sabato 17 ottobre alle ore 19.

Istine i vini di Angela FrontiQueste le aziende vinicole chiantigiane che hanno partertipato alla vendemmia in diretta 2015: Fattoria di Corsignano/Brancaia/Dievole/Tenuta di Arceno /Casaloste/Castello di Uzzano/Vicchiomaggio/ Castello di Verrazzano/Villa Calcinaia / Savignola Paolina/ Vignamaggio/ Torraccia di Presura / San Michele a Torri/ Lanciola/ Bindi Sergardi / Badia a Coltibuono/ Rocca di Montegrossi/ Monterotondo / Castello di Bossi/  Melini/ Bibbiano / Tolaini /Colle Bereto/ Casa Chianti Classico/ Istine/ Fattoria di Montemaggio/ Castello di Volpaia/ Castello di Gabbiano / Piccini (Valiano)/ Castello di Lamole / San Fabiano in Calcinaia/ Rocca delle Macie/ Castello di Fonterutoli/ Castellare di Castellina.

No comments

Siena Francigena, camminare nel passato pensando al futuro

Panorama di Siena

Siena, credi di conoscerla bene e invece scopri che non è così! Mi è successo qualche domenica fa che durante la #SienaFrancigena nel tratto urbano della città, ho visto cose che non mi ero mai resa conto ci fossero! Osservare più che si può questa è la regola.

Oltre cinquanta persone, forestieri e tanti senesi, si avete letto “senesi”, a fare il tratto urbano della Via Francigena, da Porta Camollia a Porta Romana. Tutti con la voglia di immergersi nella storia e vedere la città in modo diverso. Pellegrini forestieri arrivati grazie a un ottimo modo di fare comunicazione, e questo ai tempi d’oggi è molto importante.

Suona suona campanina, gli occhi rivolti al cielo ad ammirare i tanti piccoli campanili a vela.

Le lastre del “Tempo Zulu“, quante volte le avrete calpestate senza vederle? Me compresa! Quindi aguzzate la vista quando camminate sulle lastre, troverete sorprese.

Logge della Mercanzia, l’incanto del Duomo, e gli occhi sbalorditi dei pellegrini appena varcato l’ingresso del Santa Maria della Scala. Ma davvero era un’ospedale?

L’Ospedale Ospitale, e io che ho la fortuna di esserci nata in questo luogo, che mi ricordo di camerate e pronto soccorso, ed ora mani esperte hanno ridato vita a pitture magistrali, rimaste coperte per secoli…Nutrire e accogliere, questo il suo motto.

Camminare e ammirare, lentamente, passeggiare slow, fino ad arrivare alla Basilica dei Servi, da osservare in silenzio. Infine, ripartire, con una Siena diversa negli occhi, sorprendente e sincera.

Tappa conclusiva, all’Orto dei Pecci, la campagna in città, dove ristorarsi con la bisaccia del pellegrino. Finisce così la passeggiata, con il saluto dei Pellegrini “Utreia” “Suseia” e la cosa importante è che fa sempre bene contaminarsi di cultura, si imparano sempre un sacco di cose nuove…

#SienaFrancigena è un progetto del Comune di Siena che si svolgerà, ogni domenica, dal 7 giugno al 1 novembre con partenza alle ore 9 da Porta Camollia.
Il percorso ha una durata di circa 3 ore e si snoda per 4 km all’interno delle mura.
Il costo del biglietto, comprensivo di guida, ingresso al Santa Maria della Scala e della ‘’Bisaccia del pellegrino’ è di 20 euro e di 10 euro per bambini fino a 11 anni di età.

Prenotazioni:
(entro le ore 17,00 del sabato)
TEXI s.r.l. – Viale Europa, 21 – Siena
tel. +39 0577 530038 – +39 392 1212784
info@texi.travel
www.texi.travel

1 comment

Pagina successiva »