Google+

La Finestra di Stefania

L'enogastrogiardiniera

Archive for novembre, 2015

Toscana terra di presepi

terre di presepi in Toscana

Fin da piccina, da buona toscana, oltre l’albero di Natale, a me è sempre piaciuto fare il presepe. Andare a cercare la borraccina, mettere i rametti di quercia a fare gli aberi insieme a il pungitopo. E mi è sempre piaciuto andare in giro per la Toscana a vedere i presepi, e quest’anno ce ne sono davvero tanti da non perdere.

Terre di Presepi, é un coordinamento fatto da presepisti, parrocchie, enti ed associazioni, che ha messo in rete Vie dei presepi, presepi artistici, esposizioni presepiali, musei del presepe, presepi viventi per una proposta accattivante per il tempo di Natale.


Ecco dove andare a vederli: a Usigliano di Lari (Pi), è visitabile l’unico Museo permanente del presepe regionale e accoglie nelle cantine dell’antica fattoria Castelli una collezione pregevoli con quaranta realizzazioni del presepista Claudio Terreni. A Porcari di Lucca è allestita una  mostra di presepi e diorami con opere di scultori italiani e spagnoli, a Siena, un’ampia collezione di presepi provenienti da tutto il mondo, a Tavarnelle val di Pesa (Fi) un percorso presepiale.


Chi vuol apprezzare tante realtà presepiali in un’unica visita deve recarsi a Castelfiorentino (Fi) dove è allestita la via dei presepi caratterizzata da oltre cinquanta rappresentazioni artistiche di cui alcune di grandi dimensioni.
A Cerreto Guidi la via dei presepi che interessa il paese è caratterizzata (accanto al presepe nel campanile) da un realizzazione da record. Si tratta del presepe all’uncinetto più grande mai realizzato.


A San Miniato la via dei presepi si snoda sui due chilometri del crinale della città ed è caratterizzata dal Calendario dell’Avvento, una mostra collettiva sul tema della misericordia realizzata da trenta artisti sulle finestre dello storico seminario, dall’esposizione artistica dei presepi in arte povera realizzata con materiali di riciclo realizzati da Roberto Cipollone in arte Ciro, dalla passeggiata campestre alla scoperta dei presepi lungo i vicoli carbonari, al presepe artistico di Mario Rossi, situato in una nuova location, ai tanti presepi artistici e tradizionali.


Poi ci sono i presepi artistici, vere e proprie opere d’arte di grandi dimensioni. A San Romano si tratta di un presepe che occupa l’intero chiostro del convento, una vera e propria opera monumentale per ingegno e realizzazione. A Cigoli, il presepe tra i più tecnologici d’Italia, avrà ancora maggiori suggestioni, a Petroio, presso Vinci, nella terra di Leonardo, il presepe meccanizzato, allestito esternamente, occupa un’intera collina. Nella vicina Sovigliana al presepe artistico e affiancata una esposizione di diorami.
A Lecore nella piana di Signa, Sauro Mari realizza un presepe artistico e contemplativo; quest’anno ha come tema: “Profumo di vita dove tutto diventa pane” e viene sviluppato con materiale povero come le scatole di cartone e materiali naturali.

Meditazione e riflessione anche al presepe di Oste di Montemurlo. Ha come titolo “Venne tra i suoi, e i suoi non l’hanno accolto” (Gv. 1,11) e pone l’attenzione all’accoglienza dei tanti migranti che giungono in condizioni disperate nelle nostre coste, senza mancare i forti richiami al Giubileo della Misericordia.
A Nicosia di Calci (Pi) a pochi chilometri dalla Certosa, al “Presepio che cresce” i personaggi sono realizzati in gesso lavorato e pitturato e i vestiti con tessuti adatti all’epoca.

A Montignoso (Gambassi Terme – Fi) il presepe racconta in un suggestivo itinerario le scene dell’intera vita di Gesù, a Montopoli il presepe è tradizionale nella sacrestia della pieve e ha una veste nuova:un fondale panoramico che raffigura gli angoli più caratteristici del piccolo borgo,situato nella campagna toscana.
Presepe in grotta in località Convalle di Pescaglia in provincia di Lucca. Si tratta di un presepe realizzato dal Gruppo Speleologico dell’Alta Val Freddana sin dal 1994 all’interno in una grotta naturale.
All‘Isolotto di Firenze ai Bassi, il presepe artistico, recentemente rinnovato, è meccanizzato, mentre alla parrocchia di Legnaia di Firenze ricalca la tradizione.
Ad Empoli viene allestito un presepe napoletano allestito nell’ex ospedale San Giuseppe, mentre presso la parrocchia di San Giovanni Evangelista accanto al presepe artistico va in scena da alcuni anni il presepe vivente in parole, danza e musica.
A Poggibonsi in un capannone è allestito il presepe animato dei vecchi mestieri. Si tratta in un percorso illustrato di circa 50 raffigurazioni di antichi mestieri, fra i quali il falegname, il barbiere, le donne che tessano la lana, il macellaio, il fabbro (vincitore alla mostra dei presepi di Verona)
A Tizzana di Quarrata, il presepe, di stile tradizionale, ha come particolarità il luogo di allestimento: l’antica cantina della canonica. Alla parrocchia di Traversagna, (Massa e Cozzile) il presepe poliscenico è animato con tre fasi, sincronizzato con commento e colonna sonora con personaggi in movimento. A San Miniato Basso il presepe è vivente. In esso sono coinvolti ogni anno oltre trecento figuranti per una rappresentazione scenica di notevoli dimensioni arricchita dalle principali scene di vita al tempo della nascita di Gesù.
Ma ci sono anche molte altre realtà che stanno preparando presepi suggestivi come la parrocchia di Castelfranco di Sotto e i borghi di Marti, Ponte a Elsa nel sanminiatese.
www.terredipresepi.blogspot.it

No comments

Il mare d’inverno del post numero 2000

Genova il mare d'invernoSembra ieri, ed invece siamo già arrivati al post numero 2000. E lo voglio celebrare con queste belle foto del mare d’inverno.

Venuto dal sole o da spiagge gelate
perduto in novembre o col vento d’estate
io t’ho amato sempre, non t’ho amato mai
amore che vieni, amore che vai.
Fabrizio De André

Queste foto sono fatte in una città a me tanto cara, Genova, Zena in dialetto. La passeggiata su Corso Italia che dalla Foce porta a Boccadasse.

Con il mare mosso e in inverno ha ancora più fascino. I bagni che d’estate vengono presi d’assalto dai genovesi, ora sono addormentati in un leggero torpore.

Ci si affaccia alla balconata ogni tanto, mentre siamo in passeggiata, si guardano i gabbiani, le grandi navi che vanno e vengono dal porto, le onde che si abbattono sugli scogli e sulla spiaggia.

Due chilometri di passeggiata salutare che fa bene agli occhi e al cuore, dove lasciare andare i pensieri, confessandoli al mare e ritrovare il sorriso.

Un toccasana naturale per la mente. Il potere della natura è questo, far dimenticare tutto mentre la guardi.

No comments

Local Bio a Firenze; la Toscana buona e sostenibile

local bio a Firenze, il vinoLa Toscana buona e sostenibile venerdì 27 e sabato 28 novembre, si mette in mostra a Firenze con Local Bio.

In piazza della Santissima Annunziata, ogni giorno dalle ore 9 alle 19, andrà in scena una grande mostra mercato dedicata al “mondo bio”, con oltre 50 artigiani del gusto provenienti da tutta la Toscana.

Alla Galleria delle Carrozze di Palazzo Medici Riccardi, si alterneranno senza sosta food show, laboratori e incontri aperti al pubblico. Qui inoltre verrà allestita un’importante area vino, dove esporranno circa 20 cantine biologiche e biodinamiche toscane. La Galleria delle Carrozze (accesso da via Cavour, 5) il 27 e 28 novembre sarà aperta dalle ore 11 alle ore 21.

local bio alla galleria delle carrozzeQuesto il programma della manifestazione

VENERDI’ 27
(GALLERIA DELLE CARROZZE PALAZZO MEDICI RICCARDI)
Ore 11 – Degustazione
TUTTI I SAPORI DEL BIO: MATRIMONIO FRA VINI E PRODOTTI DEL TERRITORIO
Con Andrea Dominici (agronomo ed esperto di vini)

Ore 12.30 – Show Cooking
PIZZA GOURMET
Con Paolo Pannacci (pizzeria Lo Spela, Greve in Chianti – FI)

Ore 14.30 – Show Cooking
RIBOLLITA BUBBLE
Con Simone Cipriani (ristorante Il Santo Graal, Firenze)

Ore 16 – Degustazione
OLIO EXTRA VERGINE: GUIDA ALL’ASSAGGIO
Con Antonella Berti (degustatrice Camera Commercio di Firenze)

Ore 17.30 – Degustazione
MIELE E DINTORNI: IL MERAVIGLIOSO MONDO DELLA API
Con Jacopo Minuzzo (apicoltore)

Ore 19 – Show Cooking
BIO MIO: IN CUCINA CON I FUNGHI COLTIVATI NEL FONDO DI CAFFE’
Con Marco Vitale (chef e formatore) e Antonio Di Giovanni (agronomo)

SABATO 28
(GALLERIA DELLE CARROZZE PALAZZO MEDICI RICCARDI)
Ore 11 – Incontro
IL MERCATO BIO NELL’ERA 2.O
Con Giulio Gargani (Agrimè.it)

Ore 12,30 – Show Cooking
BIO VEGAN CON GUSTO
Con Marco Vitale (chef e formatore) e Vincenza La Placa (ristorante La Raccolta, Firenze)

Ore 14.30 – Talk Show
SEGRETI E TECNICHE DI CONSERVAZIONE DELLA PASTA MADRE BIO
Con Stefania Storai (food blogger)

Ore 16 – Incontro
VINO BIODINAMICO TRA SCIENZA E STREGONERIA
Con Paolo Valdastri (FIS Toscana), Filippo Ferrari (enologo) e Nicola Schirru (ristoratore)

Ore 17.30 – Incontro
LA FILIERA DEL GRANO FRA VIRTU’ E BUONE PRATICHE
Con Marco Bardazzi (molitore e presidente dell’Associazione GranPrato), Paolo Colzi (agricoltore) ed Enrico Fogacci (fornaio storico)

Ore 19 – Show Cooking
AUTUNNO IN BIO
Con Sara Conforti (Osteria del Vicario, Certaldo – FI)

SABATO 28
(PIAZZA SS. ANNUNZIATA)
Ore 12 – Baby Arena
IO GIOCO BIO! LABORATORIO DI MANIPOLAZIONE PER BAMBINI
Con Monica Lenzi (esperta in infanzia e comunicazione)

vignaioli biologici e biodinamici al local bioQuesti i vignaioli biologici e biodinamici presenti a Local Bio a Firenze

Entrata libera (cauzione bicchiere per degustazione vini: 8 euro)

Podere di Pomaio (Pomaio, AR)
http://www.pomaio.it/it/index.html

Fattoria Cerreto Libri (Pontessieve, Firenze)
http://www.cerretolibri.it/

Podere Casaccia (Scandicci, FI)
http://www.agricolamoretti.it/

Podere Fornace (Cerreto Guidi, FI)
http://www.poderefornaceprima.it/index.html

Fattoria Casagrande (Figline Valdarno, FI)
http://www.fattoriacasagrande.it/

Fattoria di Poggiopiano (Fiesole, FI)
http://www.poggiopiano.it/

Canneta (San Gimignano, SI)
http://www.canneta.com/vino-biologico-toscana

Fattoria di Montemaggio (Radda in Chianti, SI)
http://www.montemaggio.com/lang-it/home.html

La Castellaccia (San Gimignano, SI)
http://www.lacastellaccia.it/

Voltumna (Dicomano, FI)
http://www.voltumna.it/

Fattoria di Petreto (Bagno a Ripoli, FI)
http://www.fattoriapetreto.it/it/vini.html

Cappella Sant’Andrea (San Gimignano- SI)
http://www.cappellasantandrea.it/

Macea (Borgo a Mozzano, LU)
http://www.macea.it/

Camigliano (Casigliano, LU)

Cosimo Maria Masini Vini (San Miniato, PI)
http://www.cosimomariamasini.it/

No comments

Il pero da fiore pendulo, l’albero che avvolge il cielo di risate

abbracciare il cielo con i fiori del pero pendulo

Lo so che te ne hai abbastanza di alberi comuni! Hai voglia di qualcosa di diverso e che magari fa dei bei fiori! Hai mai pensato al pero da fiore, nella versione pendula? Il pyrus salicifolia pendula è proprio quella pianta che secondo me, farà diventare il tuo giardino originale. é un albero adatto ai giardini piccoli in quanto ha un portamento non troppo invasivo, e data la sua forma particolare, attira l’attenzione.

Anche se ha una forma piangente, è un albero allegro! Le sue foglie verde-grigio rivestono il fitto intreccio di rami penduli e ad aprile è un’esplosione di fiori bianchi tendenti al rosa pallido. Vero che vi sta piacendo questo pero da fiore pendulo? I fiori sono seguiti da frutti a forma di pera, che non sono buoni da mangiare, ricordatelo sempre.

Poi vi voglio lasciare questa bellissima frase, dove io mi ritrovo tanto, e spero anche voi appassioanti della natura e della vita: abbandonare, nei confronti del mondo, l’atteggiamento da “guardiaboschi” per favorire la posizione del “giardiniere”. Il giardiniere sistema il mondo; sceglie le piante giuste, estirpa quelle nocive. (Zygmunt Bauman)

No comments

Mantova e Pistoia, lungo la Via Romea Imperiale

Mantova lungo la via romeaLe coincidenze vanno sempre guardate e rispettate! Siena, Capitale Italiana della Cultura 2015 con la sua Via Francigena, sta per dare il cambio a Mantova, Capitale Italiana della Cultura 2016, con la sua Via Romea Imperiale. Due antichissime strade dei pellegrini, che si preparano a grandi cose in vista del Giubileo straordinario a Roma, e tutto questo con in mezzo Pistoia, città toscana meno battuta dal turismo, ma che vale la pena visitare per conoscere la sua storia e la sua bellezza.

la città di Pistoia e il suo duomoL’occasione che permette di capire l’unione tra Mantova e Pistoia, ce l’avete sabato 21 novembre, quando nell’ Antico Palazzo dei Vescovi, piazza del Duomo 3,  dalle 9.30 alle 13 terrà la presentazione del libroLa via Romea Imperiale. Mantova, Modena, Pistoia sulla strada dei sovrani germanici” di Iacopo Cassigoli e Gabriele Farinelli.

E chi sono gli autori che si sono cimentati in questa impresa? Iacopo Cassigoli, è uno studioso di iconografia e di sociologia dell’arte, tiene conferenze ed è autore di numerosi articoli e saggi su riviste, mentre Gabriele Farinelli è stato docente di cartografia, topografia, fotogrammetria e tecnica cartografica della Scuola dell’IGM e di cartografia numerica, disegno e rilievo ai corsi CEE di specializzazione post diploma dei Geometri.

Nel pomeriggio (ore 14.30) sarà possibile visitare il complesso architettonico dell’Antico palazzo dei Vescovi e i luoghi jacopei della Cattedrale, grazie alla collaborazione con Artemisia.

Per info: 0573/369275
anticopalazzodeivescovi@operalaboratori.com

libro la via romea imperialeNel libro si riporta, per la prima volta, quanto emerso da un lungo e approfondito studio che mira a ricostruire un tratto dell’antica via Romea Imperiale, ovvero la direttrice viaria medievale che collegava il Sacro Romano Impero a Roma, attraverso un tracciato lungo ben 1200 km.
La via Romea Imperiale, imperniata sui rilevanti centri economici di Mantova, Modena e Pistoia, può essere considerata come una tra le rotte commerciali più significative del Medioevo, in asse con le città baltiche della Lega Anseatica e le miniere di salgemma dei Principi Vescovi di Salisburgo. Di questo itinerario si avvalevano anche i pellegrini diretti a Roma.

Una bella occasione per visitare Pistoia e magari approfondire anche il perchè del suo splendore sia ultimamente offuscato da un neo, le brutte condizioni in cui versa la Fortezza di Santa Barbara.

 

No comments

Comunicare l’olio è cosa buona e giusta

novembre 17th, 2015 | Category: Uncategorized

comunicare l'olio fa bene

Dopo gli ultimi scandali dei grandi colossi italiani che hanno nuovamente fatto a danno dell’olio, colgo l’occasione per segnalarvi questo incontro davvero interessante “comunicare l’olio” organizzato da Arga Toscana a Casciana Terme (Pi), sabato 21 novembre alle 9.30. E voi consumatori diffidate di quelli che costano sotto i 7 euro! E consumate solo Olio Extravergine d’Oliva!

Quanti tipi di olive conosciamo? Quali sono le caratteristiche dell’olio che consumiamo e come viene garantito? L’informazione come parla della filiera dell’olio?
Sono solo alcuni degli aspetti che saranno trattati a Casciana Alta, una deliziosa frazione del comune di Casciana-Terme-Lari in un educational di aggiornamento promosso da Arga Toscana e da Associazione Stampa Toscana, in collaborazione con il Comune di Casciana Terme – Lari e il frantoio F.lli Caprai rivolto ai giornalisti con lo scopo di approfondire la conoscenza su un prodotto di largo uso e di cui, spesso, si sa poco.

olio toscano dopFabrizio Mandorlini giornalista enogastronomico e vice presidente di Arga Toscana, interverrà su “Comunicare l’olio, scrivere di olio, l’uso corretto della terminologia, le fonti, indicazioni deontologiche nell’agroalimentare”.

Il frantoiano Ledo Caprai spiegherà poi i processi di lavorazione, le tecniche di estrazione e di frangitura delle olive.

Le conclusioni saranno di Franco Polidori Presidente Arga Toscana e di Chiara Ciccarè, Assessore all’Agricoltura Comune Casciana Terme – Lari.

Seguirà la visita guidata al Frantoio F.lli Fabbri, uno dei più moderni e produttivi della zona, durante una giornata di frangitura. Al termine dell’educational saranno serviti ai corsisti alcuni assaggi di olio in abbinamento con alcuni prodotti tipici del territorio.


conoscere bene l'olio extravergine d'oliva

L’appuntamento è per sabato 21 novembre alle ore 9,30 al teatro Rossini di Casciana Alta.

Iscrizioni per mail a: argatoscanasegreteria@gmail.com

No comments

Genova, le meraviglie di Palazzo Nicolosio Lomellino

I palazzi di strada nuova a GenovaGenova, Genova, quante storie hai da raccontare! E quanti segreti ancora hai da rivelare! Ma io uno finalmente l’ho scoperto! Tutte le volte che vado a Zena,arrivando all’altezza della galleria Giuseppe Garibaldi, alzo il capo e guardo quel faro! Un faro bianco in pieno centro, mah…

Siccome alle domande c’è sempre una risposta, finalmente ho scoperto il mistero! La Genova nobiliare di “Strada Nuova”, la Via Garibaldi piena zeppa di palazzi nobiliari, i “Palazzi dei Rolli, patrimonio dell‘Unesco! E tra di loro la risposta alla mia domanda, Palazzo Nicolosio Lomellino!

Un trionfo di stucchi bianchi che disegnano armonici arabeschi su una tinta cartazzucchero, il palazzo si presenta così, ma la meraviglia è il suo giardino segreto! Aiuole di Agapanthus blu incorniciano prati perfettamente tosati, un lungo pergolato di glicine protegge dal sole e da sguardi intrusi. E lassù alla fine del giardino, accanto a una grotta di spugne e creature marine, spicca il faro bianco, il “mirador” sulla splendida Zena! Mi sono innamorata di questa città che ha miliardi di cose da far vedere, capire, scoprire!

E poi c’è lui, “il Tempesta”, ovvero Pieter Mulier, arrivato ad impreziosire il palazzo, dopo un restauro di un bagno! Succede sempre così…

E ancora via su e giu per e scale dei piani nobili del palazzo, alla scoperta dei dipinti di Bernardo Strozzi. Non vi rivelo di più, ogni primo sabato del mese, il Palazzo Nicolosio Lomellino, apre le sue porte, sta a voi catturarne tutti i segreti!

No comments

Fiera della Biodiversità a Bologna

Bologna fiera della biodiversità

Bologna la dotta, apre uno dei suoi bellissimi portici nel centro storico il prossimo weekend per la”Fiera della Biodiversità“. Sabato 14 e domenica 15 novembre piccoli produttori di eccellenze enogastronomiche, scrittori e cuochi si daranno appuntamento nel quadriportico del Vicolo Bolognetti al numero 2.

Sabato 14 novembre

ore 10.00 Inaugurazione

SALA SILENTIUM

ore 12.00 Appetiti Estremi presentazione del libro a cura di Stefania Pianigiani e Sabrina Somigli

Al termine della presentazione Cooking Show a cura delle autrici : il risotto al,buristo.

ore 15.00 Expo : i Tavoli tematici

Incontro con il Dott. Giacomo Biraghi e alcuni ‪#‎expottimisti‬ sui Tavoli Tematici, un’ introduzione al racconto di questa esperienza metodologica .
5 anni fa la Camera di Commercio di Milano ha chiamato a raccolta le imprese chiedendo di collaborare ed elaborare nuovi progetti imprenditoriali e di presentarli attorno ai tavoli tematici dedicati ai diversi settori, dall’accoglienza alla agricoltura, dalla solidarieta’ alla salute, dall’artigianato alle start up. Oggi queste idee sono diventate realtà e soprattutto non si esauriranno con 31 ottobre.
L’Esposizione Universale è stato il lancio concreto e visibile del rilancio economico e morale del nostro Paese . ‪#‎expottimista‬

ore 17.00 L’agricoltura ricchezza e/o risorsa

l’agricoltura italiana è la migliore al mondo, potrebbe contribuire al PIL in misura assai maggiore. Ci facciamo vanto delle cifre dell’export agroalimentare (35 miliardi di euro) che è pari a quello del Belgio. Ma il Belgio ha un decimo della superficie dell’Italia e un sesto degli abitanti…e soprattutto non ha il nostro sole e il nostro clima.
Ne parliamo con Franco Poggianti , autore del libro Capra e cavoli (Agra editrice, Roma) ,giornalista ha ideato diretto e condotto per sette anni Agri3, il fortunato settimanale sull’agricoltura professionale andato in onda per più di 200 numeri sulla terza rete Rai. Inviato speciale di politica internazionale e di cronaca, è stato, negli ani ’90 capo redattore toscana della Rai e, successivamente vicedirettore di Rai International.

QUADRIPORTICO

dalle ore 11.00 Cooking show a cura degli chef Ivan Poletti, Bernardo Bolognetti …

Stefania Pianigiani e Sabrina Somigli il libro

dalle ore 13.00 Cooking Show di ricetta toscana, il risotto al buristo tratta dal libro Appetiti Estremi a cura di Stefania Pianigiani e Sabrina Somigli . Su prenotazione

dalle 10.00-23.00 Il mercato Chicchibio
esposizione e vendita di prodotti della terra , angolo degustazione vini e piatti “biodiversi”

ore 17.00 Degustazione guidata da Claudio Plessi

Cantina Bortolotti Maria , Zola Predosa
Cantina Bergianti Carpi
Cantina Da Vinci, Modena

euro 30.00

su prenotazione
Piace a 1 persona

appetiti estremi a Bologna

Domenica 15 novembre

SALA SILENTIUM

ore 11 .00 Gli ignoranti: dal titolo del libro /fumetto di Davideau , tavola rotonda sul vino con Otto Gabos fumettista, associazione Amo, Marcello Leoni chef, Claudio Plessi viticultore.

ore 12.00 Chicchibio Cucina e Poesia Presentazione della rassegna di corsi di cucina Chicchibio Cucina e Poesia 2015 intervengono gli chef Marcello Leoni, Ivan Poletti , Max Poggi, Bernardo Bolognesi, Manuel Esteban Baez, Eva Runggaldier.

ore 15.00 – La biodiversita’ del Gargano – Dott. Nello Biscotti
Conferenza sulle antiche accessioni da orto delle agricolture tradizionali della Capitanata.

Ore 18.00 I Mulini Storici. Incontro con la referente regionale dell’associazione italiana amici dei mulini storici ) AIAMS) e presidente dell’ass. Amici del Mulino Scodellino

QUADRIPORTICO

dalle 10.00-23.00 Il mercato Chicchibio
esposizione e vendita di prodotti della terra , angolo degustazione vini e piatti “biodiversi”

dalle ore 11.00 Cooking Show a cura degli chef Ivan Poletti, Bernardo Bolognesi e Marcello Leoni

Dalle 12 alle 23 Degustazione e vendita di vini a cura di AMO – Associazione Mescitori Organizzati (www.amo.bo.it)

ore 16.00 Degustazione di vini a cura della Enoteca Zampa:

macchiatello, 2012- cantina macchiatello, puglia
rosso , 2009 – cantina monte di grazia- i.g.t. campania
terran, 2011- cantina cotar , slovenia
pignatello 2012- cantina boraco, sicilia
900 ceppi , 2000 – cantina poggio altari

euro 30.00

ore 17.00 Degustazione di vini Cantina IOSKO GRAVNER a cura di Marcello Leoni

Ribolla Mg
Ribolla Gialla Mg
Anfora Pinot Grigio Mg
————
Breg
Anfora Breg
Anfora Ribolla Gialla
Rosso Gravner

euro 30.00

ore 18.00 Degustazione guidata da Claudio Plessi

Cantina Bortolotti Maria , Zola Predosa
Cantina Bergianti Carpi
Cantina Da Vinci, Modena

ero 30.00

solo su prenotazione

chicchibio.eventi@gmail.com
329 5948879

QUI TROVATE TUTTO IL PROGRAMMA COMPLETO

No comments

Pagina successiva »