Google+

La Finestra di Stefania

L'enogastrogiardiniera

Archive for Aprile, 2016

Il libro Mangiare Donna di Gilberto Pierazzuoli

Aprile 28th, 2016 | Category: Il Piacere di Leggere il Cibo e altri libri

Il libro sul mangiare della donna di Gilberto Pierazzuoli

Libro? Quando sento la parola libro, mi si illuminano  gli occhi, se poi a scriverlo è una persona che conosco, ancora di più. Mangiare Donna lo ha scritto una persona speciale, Gilberto Pierazzuoli che insieme a sua moglie Barbara Zattoni sono il simbolo del ristorante Pane e Vino a Firenze. Due persone alle quali mi lega la passione per il cibo, quella per il vino e la stima nei loro confronti. Conosciuti per caso, e del resto le cose belle avvengono sempre per caso, sono quei tipi che anche se non vedi per molto tempo, sai che sono sempre presenti. La sensibilità fa parte del loro carattere.

Dalla quarta di copertina: “La donna che cucina è un dato così scontato che la sua presenza diviene anonima, si perde nell’universale del ruolo. Il maschio che cucina è invece significativo in modo tale che spesso ha un nome, il nome proprio che segna l’univocità della sua presenza, così spesso negata alle sue colleghe. Ecco a voi il cuoco despota, tanto che colui che dirige il lavoro non si chiama mai il direttore, ma il capo, “lo chef”. Per questo il suo ruolo è stato sempre più spesso quello di un cerimoniere invece di quello di un manipolatore della materia. Un ruolo asservito alle problematiche del prestigio, alla rappresentanza che tramite il suo fare si può mettere in atto; creatore di un prodotto che testimonia e pone l’attenzione più che al puro piacere del suo consumo, a problematiche inerenti lo stato sociale e quindi ai tipi della sorpresa, dell’ostentazione e del meraviglioso. L’uomo, anche in cucina, fa appunto cose più vicine al potere che al piacere.” Un saggio di antropologia che indaga il rapporto e il contributo femminile alla cucina e, in parallelo, la parte che la cucina ha avuto nella determinazione dei ruoli di genere.

Il libro di Gilberto “Mangiare Donna” , il cibo e la subordinazione femminile nella storia, verrá presentato venerdì 29 aprile alle 18.30 da Pane e Vino, in piazza Cestello 3R a Firenze.

Con l’autore sarà presente la filosofa Lucia Alessio. Reading di Camilla Servi del laboratorio teatrale giovani semistabili di LorettaBellesi Luzi.

E al termine sarà offerto un piccolo aperitivo.

Ristorante Pane e Vino Piazza di Cestello 3/r Firenze tel 0552476956

 

No comments

Erica Liverani da Masterchef alla Mondadori di Siena

Erica Liverani da Masterchef a Siena

Vi siete appassionati a vedere Erica Liverani nell’ultima edizione di Masterchef? Avete tifato per lei durante tutte le puntate? Oppure siete curiosi di capire chi è, perchè ha fatto Masterchef e da dove viene? Lo scoprirete giovedì 28 aprile alle 18 sarà alla Libreria Mondadori di Siena, in via Montanini 112.

come si chiama il libro di erica Liverani di Masterchef

Durante la serata, io,  Lella Cesari Ciampoli, fondatrice e direttrice da 20 anni della Scuola di Cucina Internazionale di Siena, e il caro amico  Giovanni Pellicci, giornalista enogastronomico, autore e conduttore di “Wine Station” il format radiofonico che dal 2007 unisce vino e cibo, dialogheremo con Erica e presenteremo  il suo libro appena uscito “A piccoli passi, la mia cucina stagionale” Baldini&Castoldi editore.

Come ha detto Filippo Mazzieri della libreria Mondadori, sarà una serata dove parlare di territorio e cibo, e Romagna e Toscana, essendo confinanti ne hanno di cose da raccontarsene! Erica è legatissima alla sua terra, e chissà quale sarà la ricetta alla quale è più affezionata.

A piccoli passi è arrivata alla finale di Masterchef, a piccoli passi ha vinto, a piccoli passi si va ovunque…

Ripercorrendo un po’ la sua storia, Erica si è presentata ai provini in studio cucinando un piatto della tradizione della sua terra: CAPPELLETTI (con asparagi, tartufo e uovo marinato).

Emozione e forza di volontà l’hanno contraddistinta in questa prova.
Nel suo percorso durante ogni puntata mi è sempre sembrata una ragazza semplice, silenziosa, attenta e qualche volta anche un po’ insicura, ma alla fine quello che è emerso è che si  poteva notare in lei una grande forza di riscatto, ma anche il non fidarsi degli altri e certe volte anche di se stessa ….

Non ci resta che aspettarla a Siena giovedì sera alle 18, per conoscerla meglio.

Libreria Mondadori Siena

Via Montanini, 112 – Siena

Tel. 0577-281658

Mobile 328-9771082

No comments

A San Vincenzo arrivano Un Mare di Gusto e la Palamita & Friends

serendipity e la ricetta Palamita marinata al mojito.

Siete pronti per Un Mare di Gusto e la Palamita e Friends a San Vincenzo? Se vi dico Deborah Corsi direttrice artistica  Cristina Galliti collaboratrice e protagonista di alcune interessanti attività , vi viene in mente qualcosa? Certo che si! Che hanno fatto un programma da urlo per questa manifestazione che si terrà a San Vincenzo (LI) da venerdì 29 aprile a domenica 1 maggio! Ci stanno lavorando da mesi, hanno attivato una Pagina Facebook aggiornatissima e coinvolto tanti amici de mondo dell’enogastronomia! Insomma questa rassegna l’hanno rinnovata, ma resta sempre dedicata al pesce azzurro, al mare ed alla sua influenza non solo in cucina, ma anche nel tempo libero e nell’arte. E per la comunicazione e i social hanno affidato l’incarico alla brava Chiara Brandi, che di materia se ne intende.

la chef JRE Deborah Corsi

E siete curiosi di leggere il programma? Eccovi accontentati!

VENERDÌ 29 APRILE  alle ore 18:00 c’è la PRESENTAZIONE DELL’OPERA “DUE UOMINI CON I PESCI” del Maestro Giampaolo Talani (presso La Torre).

come far mangiare il pesce ai bambini

SABATO 30 APRILE 2016
Ore 10:00 APE AZZURRA: DEGUSTAZIONE DI PIATTI A BASE DI PESCE POVERO realizzati dagli Studenti dell’Istituto Alberghiero di Rosignano E. Mattei (presso galleria COOP)

Ore 11:00 I PIATTI IMBROGLIA PARGOLI tratti dal libro PESCE PER MINI GOURMET di Marco Gucci e Cristina Galliti
Laboratorio gratuito* per adulti e bambini a cura di Cristina Galliti (presso Saletta Multimediale)

Ore 15:00 CUCINA AD ARTE: l’arte dell’impiattamento
Laboratorio gratuito* a cura dell’Arch. Roberta Restelli,
(presso Saletta Multimediale)

Ore 17:00 CUCINA AD ARTE: l’arte di intagliare frutta e verdura
Laboratorio gratuito* a cura di Mario Caciagli, esperto di Thai carving (presso Saletta Multimediale)

 bambini della Scuola Elementare G.Rodari di San Vincenzo


DOMENICA 1 MAGGIO 2016

Ore 11:00 Premiazione dell’opera vincente del Concorso Nazionale “La Passeggiata del Marinaio”
organizzato da FIDAPA BPW Sezione San Vincenzo Val di Cornia (presso Yachting Club)

Ore 11:30 PROVE DI 100 IN UN MARE DI GUSTO.
Veleggiata a San Vincenzo con gli amici di PratoVela A.S.D.
In collaborazione con La 100 di Montecristo (presso Yachting Club)

Ore 11:30 INCONTRO: Olio Extra vergine d’oliva, erbe aromatiche e peperoncino per Palamita&Friends.
Partecipano Donato Creti e Rita Salvadori dell’Azienda Peperita
Conduce Giorgio Dracopulos enogastronomo
(presso Tensostruttura Piazza delle Capitanerie di Porto)

Ore 15:00 GIORNALISTI AI FORNELLI – CHEF IN GIURIA
Sfida ai fornelli tra critici e giornalisti enogastronomici sul tema Palamita; in giuria Chef toscani dei JRE con la presidenza di Marco Stabile. Conduce Cristina Galliti.
(presso Tensostruttura Piazza delle Capitanerie di Porto)

Ore 17:30 PREMIAZIONE CONCORSO CULINARIO PALAMITA AD ARTE e COOKING SHOW di Valeria Piccini.
Conduce Eleonora Cozzella
(presso Tensostruttura Piazza delle Capitanerie di Porto)

Ore 15:30 – 19:30
PERCORSO DI GUSTO: un tour enogastronomico per le vie della città con piatti dedicati alla Palamita&Friends creati dai Ristoratori di San Vincenzo, con abbinamento vini a cura della FISAR Livorno.
Intrattenimenti con la Magicaboola Brassband e artisti di strada
Mercatini e dimostrazioni dal vivo di artigianato di qualità, dedicati al mare e all’arte.
(nel centro della San Vincenzo)

* Per i laboratori gratuiti, la capienza max è di 15 persone, ed è necessaria la prenotazione a “info@unmaredigusto.it”

No comments

Cioccolato, come giudicare i campioni agli International Chocolate Awards

come degustare il cioccolato

Cioccolato, voi lo sapete giudicare? Quando mi è stato chiesto di fare da giudice e giudicare il cioccolato all’International Chocolate Awards a Firenze, sono stata davvero onorata, perchè so che partecipano i migliori cioccolatieri dell’area italiana-mediterranea con dei cioccolati eccellenti.

Il concorso è a livello mondiale e suddiviso in zone ed è stato ideato da Martin Christy (UK), Monica Meschini (Italia) e Maricel Presilla (Usa), tutti e tre massimi esperti di cioccolato a livello mondiale.

Da cinque anni si svolge questo concorso  e a Firenze si tengono la semifinale italiana e quella mediterranea, e i vincitori andranno direttamente a Londra dal 7 al 12 ottobre per la finale modiale.

Insieme ad esperti di grande livello, mi sono ritrovata anche io a giudicare il cioccolato alla Scuola di Arte Culinaria Cordon Bleu.

cioccolato come giudicare agli International Chocolate Awards

E come si degusta un cioccolato? Prima di passare ai campioni in gara nelle varie categorie, si allena il palato. Come si fa? Semplice con tre campioni della solita tipologia di cioccolato.

All’apparenza sembrano tutti uguali e invece puoi trovare quello ceroso che non si scioglie, quello che ha le note leggere di frutti rossi, il cioccolato dove prevale il sentore di cacao o il floreale, per certi versi pare di degustare un vino.

Poi si passa alla degustazione dei campioni in gara e allora bisogna dare giudizi sul gusto, sull’interpretazione, l’esecuzione e molti altri fattori ai quali bisogna dare un voto.

Una bella esperienza che arricchisce la conoscenza sul cioccolato ed ecco come è andata a finire. I vincitori delle medaglie nelle varie categorie sono loro:

Praline, gelatine e gelèe alla frutta rivestite con cioccolato fondente

Oro : Gustolato    – Gelatina di Teranino aromatico
d’argento : Atalia  Boule pera-Noci-formaggio

Frutta intera ricoperta con cioccolato fondente

Medaglia d’Oro : Riccardo Pelagagge   Clementina candita con honeybush e mango
rgento : Riccardo Pelagagge   (Italia) – clementina calabrese candita biologica ricoperta di fondente

Frutta. gelatine, gelèe e praline ricoperte con cioccolato al latte

Oro : Gustolato   (Croazia) – Gelatina di Teranino aromatico con COPERTURA Madagascar latte 33%

Frutta intera rivestita da cioccolato al latte

Argento : Torta Pistocchi Firenze   (Italia) – Uvetta, cioccolato al latte e mandorla

Spalmabili al cioccolato fondente senza latte in polvere

Oro : Guido Castagna  (Italia) – Crema Gianduja +55
Argento : Vestri  (Italia) – FiordiRiso

Spalmabili al cioccolato al latte

Oro : Gustolato (Croazia) – spalmabile al pistacchio Greco (50%) con burro di cacao naturale Ecuador
Argento : Piccola Pasticceria   (Italia) – Buongiorno alla Nocciola
d’argento : Piccola Pasticceria   (Italia) – Buongiorno allo Zabaione
Bronzo : Pasticceria Vacchieri Marco – Dolci intuizioni   (Italia) – Crema Gianduia

Camello rivestito da cioccolato al latte

Oro : Andrea Bianchini cioccolato Luxory Collection   (Italia) – Ichinen

Praline con nocciole e cioccolato fondente

Oro a Guido Castagna   (Italia) – Pralina Menta e Liquirizia che in questa categoria conquista ben tre medaglie d’Argento con la Pralina Cannella e Calendula, Pralina Cardamomo e Malva e la Pralina Pistacchio di Bronte.

Gianduiotto al cioccolato fondente, Cremino

Oro : Guido Castagna  (Italia) – Giuinott
Argento : Giraudi Cioccolato Artigianale dal 1907   (Italia) – Gianduiotto Fondente

Cremino al cioccolato fondente non aromatizzato

Oro : Vestri  (Italia) – Cremino
Argento : Gustolato (Croazia) – Cremino Fondente e Latte con Nocciola Piemonte ricoperto di cioccolato fondente Perù “Piura” il 70%

Cremino al cioccolato fondente aromatizzato

Gardini (Italia) vince l’oro con il Cremino Bigusto Amarena e ben due Argento con il Cremino Bigusto Liquerizia e il Cremino Bigusto uvetta di Corinto

Dragées al cioccolato fondente,

Argento : Torta Pistocchi Firenze   (Italia) – Caffè Arabica Yrgalem Etiopia Fondente
Bronzo : Torta Pistocchi Firenze   (Italia) – Caffè Arabica Lagoa do Morro Brasile Fondente

Marzapane ricoperto di cioccolato fondente

Oro : Piccola Pasticceria   (Italia) – Lampone e Mandorla
Argento : Pietro Macellaro Pasticceria Agricola Cilentana   (Italia) – Wild Mountain origano e limone

Praline a base di nocciole con cioccolato al latte

Argento Tartuflanghe   (Italia) – Trifulòt Cardamomo

Giuanduiotto al cioccolato al latte o cremino

Oro : Piccola Pasticceria   (Italia) – Gianduja
d’argento :Vestri  (Italia) – Toscoiotto al sale dell’Himalaya
Bronzo : Giraudi Cioccolato Artigianale dal 1907   (Italia) – Gianduiotto Classici

Cremino al cioccolato al latte non aromatizzato

Oro : Piccola Pasticceria   (Italia) – Cremino Tre Colori
Argento : Gustolato   (Croazia) – Cremino al Latte con Nocciole del Piemonte ricoperto con Cioccolato al Latte 40%

Praline a base di nocciole con cioccolato bianco

Oro : Vestri   (Italia) – Praline al sale e sesamo
Argento : Tartuflanghe   (Italia) – Trifulòt Arachide

Confetti al cioccolato bianco, noci rivestite

Oro : Torta Pistocchi Firenze   (Italia) – Pistacchio pralinato, cioccolato bianco, polvere di arancia e vendita marino.
Argento Gustolato  (Croazia) – Mandorla d’Avola Ricoperta di cioccolato bianco con stigmi di Zafferano Istriano.

come fare cioccolatini originali

 

Tavolette di cioccolato fondente con infusione o aromatizzazione

Argento : Bodrato Cioccolato   (Italia) – Barretta di cioccolato fondente con caffè e anice stellato
Bronzo : Vestri   (Italia) – Boglio

Tavolette di cioccolato fondente con inclusioni o pezzi

Oro : Bodrato Cioccolato   (Italia) – Barretta di cioccolato fondente con pepe rosa e semi di cacao
Argento : Giraudi Cioccolato Artigianale dal 1907   (Italia) – Tavoletta con inclusioni “Sapore d’Oriente”
Bronzo : Gardini   (Italia) – Fondente con Caffè e Cardamomo

Barrette fondenti con ripieno

Bronzo : Gardini   (Italia) – Gianduia Salata

Tavolette fondenti Rough Ground

Oro : Donna Elvira   (Italia) – Cioccolata Modicana Luppolo Amarillo

\ ‘Nude \’ barrette di cioccolato fondente (solo ripiene, non rivestite)

Oro : Guido Castagna   (Italia) – Gianduja Fondente

Tavolette al latte con inclusioni o pezzi

Oro : Piccola Pasticceria   (Italia) – Gianduja
Argento : Giraudi Cioccolato Artigianale dal 1907   (Italia) – Tavoletta con inclusioni “Sapore Esotico”

Barrette di cioccolato bianco aromatizzate

Oro : Piccola Pasticceria   (Italia) – Cremino Croccante
Argento : Cacao Sampaka   (Spagna) – Barretta di Cioccolato Bianco con Fragola e Rosa
Argento : Vestri   (Italia) – Sale dell’Himalaya sfogliate & Sesamo Tostato
Argento : Vestri   (Italia) – “Tocchi” Pistacchio & Uvetta
Bronzo : Bodrato cioccolato   (Italia) – Barretta di Cioccolato Cianco con Mirtilli e Cannella

Ganaches o tartufi

Luca Mannori (Italia) in questa categoria vince la medaglia d’Oro con Puro Nicaragua e la medaglia d’Argento con Puro Ocumare

Ganache e tartufi fondenti aromatizzati

Oro : Luca Mannori   (Italia) – Red Honduras
Argento : Ika cioccolato   (Israele) – Tamarindo e Cocco
Argento : Torta Pistocchi Firenze   (Italia) – Torta Fondente Uvetta e Rhum Agricolo della Martinica

Ganaches o tartufi al latte

Oro : Riccardo Pelagagge   (Italia) – Ganache al profumo di pompelmo rosa e cardamomo

Ganache o tartufi con cioccolato fondente

Oro : Ika cioccolato   (Israele) – Zaatar
Argento : Andrea Bianchini cioccolato Luxory Collection   (Italia) – Myoho
Argento : Ika cioccolato   (Israele) – Kaffir Lime
Argento : Joulietta Chocolatier & Patissier   (Cipro) – Fig & Ouzo
Bronzo : Emilya Chocolate Passion   ( Israele) – Praline Middel Oriente Thaini
Bronzo : Piccola Pasticceria   (Italia) – Zafferano Del Piemonte

No comments

Clematis viola Jackmanii, rampicante di carattere

i fiori più belli per una pergola

Vi state domandando ma che fiori rampicanti sono quelle stelle viola che stanno sbocciando ora? Vi rispondo subito, è la meravigliosa Clematis Jackmanii, e quest’anno il mio pergolato mi pare più vigoroso del solito. Confrontando le foto degli anni precedenti, ho notato che questa volta i fiori della clematide Jackmanii sono più ampi.

fiori viola a stella come si chiamano

E dove la potete piantare? E’ un rampicante ideale per abbellire recinzioni, grate e pergole. Ogni giardino perenne dovrebbe avere almeno uno di questi incredibili rampicanti. E la clematis è anche utile perché sta bene anche in vaso, attrae le farfalle, ed una pianta buona per gli insetti impollinatori.

come potare la clematide

Adorano stare in pieno sole e sono ancora più belle se accostate alle rose rampicanti. Ricordate che gli piace abbronzarsi al sole e si potano dalla fine di febbraio a marzo, dipende in che zona abitate. Dovrete  rimuovere tutto il materiale morto sopra i germogli e pulire qualsiasi fogliame vecchio.

No comments

Ad Arezzo sulle tracce del Vasari

 

cosa vedere ad Arezzo

La Toscana non è solo Siena, Pisa e Firenze, siete mai stati ad Arezzo? No? Ecco, allora rimediate andando a scoprire la città sulle tracce del Vasari.

cosa vedere ad Arezzo

Carolina Rindi, domenica 24 aprile vi porterà alla scoperta di Arezzo, attraverso un itinerario vasariano di sua ideazione. Alle ore 11.00 il ritrovo sarà davanti alla cattedrale in cima alla città e da li poi la visita proseguirà al Museo Casa Vasari, la dimora d’artista, dove Giorgio Vasari celebra il suo pensiero e la sua arte, tra le sale ffrescate ed arricchite da una preziosa quadreria di opere del Manierismo.

Scoprire Arezzo in un weekend

Finita la visita, il pranzo sarà libero, e alle 14.30, comincerà la visita di Piazza Grande:  quì vi verrà spiegata la storia della piazza e del Palazzo della Fraternita dei Laici. A seguire ci sarà la visita del tempio religioso sito nel cuore medievale di Arezzo, della Badia delle Sante Flora e Lucilla è una chiesa in cui si alternano stili differenti e che conserva capolavori di inestimabile valore. Costruita in epoche diverse, la prima struttura è quella gotica ad un’unica navata del 1278. Successivamente, nel 1315, lavori di riedificazione interessarono il monastero ed è in questi anni, precisamente nel 1319, che si fa risalire la Croce dipinta di Segna di Bonaventura.

Arezzo e le terre del Vasari

Siccome Carolina e il suo blog “Il viaggiatore curioso”ci tengono a far scoprire cose nuove ai “viaggiatori curiosi“, l’ultima tappa,  sarà la Chiesa della Santissima Annunziata, detta anche della Madonna delle Lacrime, in Via Garibaldi, una delle vie principali del centro storico di Arezzo.

LE ISCRIZIONI CHIUDONO IL 20 APRILE.

PREZZI: per chi opterà per l’intera giornata il prezzo sarà 10 euro, per chi invece farà solo mattina o solo pomeriggio il prezzo sarà 7 euro.

I ragazzi fino a 17 anni non pagano la guida. Per i maggiorenni e gli studenti universitari il prezzo sarà 5 euro.

Questi prezzi non includono il biglietto al museo (Ingresso INTERO: 4,00 € RIDOTTO: 2,00 €), il pranzo ed il viaggio.

CONTATTI: carolina.rindi@virgilio.it,

 

No comments

Aprile dolce fiorire. Fiori in cucina per ricette speciali

aprile dolce fiorire in cucina
In realtà sarebbe aprile dolce dormire, ma visto il programma che hanno fatto per questa settimana di primavera da Eataly Genova, viene da dire aprile dolce fiorire in cucina!
Per tutti gli appassionati di fiori in cucina, da lunedì 18 fino a domenica 24 ci sarà la settimana dedicata a fiori ed erbe spontanee. In programma conferenze, laboratori a tema, lezioni di cucina e degustazioni.
Lunedì 18 aprile
Conferenza del naturalista Stefano Marsili: la flora spontanea della Liguria: alla scoperta di un tesoro di grande valore naturale e culturale. Un breve viaggio per scoprire quali sono i motivi naturali, storici,  estetici che rendono la flora ligure tra le più importanti d’Italia e d’Europa: dalla flora mediterranea a quella alpina, per conoscere specie rare, uniche, relitte, ognuna con una storia naturale da raccontare.Da lunedì a domenica sarà possibile assaggiare una tisana fredda al giorno presso il nostro bar. L’evento è gratuito su prenotazione.
Mercoledì 20 aprile
Corso di cucina Orto in tavola, Una serata dedicata alle verdure dell’orto per realizzare un menu completo…dolce compreso!
Giovedì 21 aprile
Una serata insieme a Valeria Mosca di Wood*ing , alla scoperta del Foraging, l’attività di raccogliere cibo spontaneo vegetale imparando a riconoscerlo e selezionarlo. Licheni, bacche, cortecce ed erbe spontanee possono infatti diventare ottimi ingredienti di piatti saporiti, sani e colorati. I partecipanti Impareranno a identificare e riconoscere i vegetali, assaggeranno alcuni ingredienti selvatici, conosceranno le tecniche di conservazione, le ricette, l’utilizzo in cucina e nella miscelazione.
le ricette di Valeri Mosca con le erbe
Venerdì 22 aprile
Corso di decorazione floreale.  In compagnia di Simonetta Chiaruggi, i partecipanti apprenderanno le tecniche di base per realizzare delle decorazioni floreali, e realizzeranno delle colorate e profumate coroncine.

Ale ore 20 al ristorante gourmet di Eataly Genova, Il Marin, ci sarà  una cena a 4 mani da non perdere! Marco Visiciola, chef de Il Marin, e Valeria Mosca, di Wooding, proporranno 2 menu all’insegna dei grandi sapori della stagione primaverile.La cena costa 65 euro con vini e cocktail in abbinamento.

idee per usare i fiori del giardino in cucina
Domenica 24 aprile
E’ tempo di Flower Power!
La serata sarà una grande festa in cui nei vari ristorantini cucineranno diversi grandi chef: Enrico Panero, Andrea Ribaldone, Ugo Alciati, Marco Ambrosino, Fabio Morisetti, Marcello Rapisardi, Valeria Mosca, e ovviamente il nostro chef Marco Visciola.
 
Durante la serata gli chef cucineranno i loro piatti nei vari punti ristoro, nella sala del Marin verrà allestita la postazione del dj Capasoul. In aula didattica verrà allestito un bar d’eccezione, con i barman Velier a miscelare cocktail incredibili.
In palio durante la serata anche due biglietti omaggio per Villa Faraggiana: splendida dimora ligure settecentesca in Albissola Marina.
Per l’occasione il negozio resterà aperto fino alle 2 di notte.
Lunedì 25 aprile
Il Compleanno di Eataly Genova
Il 25 aprile festeggia il  5° compleanno. D alle 17.00 appuntamento per tutti, per brindare degustare una buona fetta di torta!Per informazioni telefonare al 010 8698701
No comments

Appetiti Estremi e i 30 anni di Slow Food

Appetiti Estremi e 30 anni di Slow Food

Sabato 16 aprile in tutta Italia si festeggiano i trenta anni di Slow Food! l Per la sesta edizione dello Slow Food Day, la condotta di Siena ha organizzato una cena con le ricette tratte dal libro Appetiti Estremi!
Io e Sabrina Somigli saremo al Circolo di Villa a Sesta vicino a Castelnuovo Berardenga (SI) dove alle 18.30 faremo alcune letture del libro e poi daremo il via ai festeggiamenti con la cena.
Il menu tratto dalle ricette di Appetiti Estremi prevede trippa all’arancia, l’orto in coppetta, il risotto al buristo, I tortelli al pecorino di fossa e carciofi, i ceci delle Crete Senesi con il bardiccio è il tiramisù al Vin Santo. Cibo del nostro territorio, tra Firenze e Siena dalla cucinato insieme a Alberto Lorenzini  e altri volontari di Slow Food Siena insieme a Sabrina e alla sottoscritta. I vini dell’azienda Istine di Angela Fronti accompagneranno le portate e saranno presentati dalla produttrice di persona personalmente.

Prezzo della cena 20 euro soci Slow Food e 25 euro per i non soci.

Per info e prenotazioni alberto.lorenzini75@gmail.com

No comments

Pagina successiva »