Fiori Fioriture & Composizioni Piante e Vasi I Giardini delle Meraviglie

La signora delle camelie

18/04/2010

L’occasione per andare  a visitare Pieve e Sant’Andrea di Compito (Lu), è stata la mostra delle “Antiche Camelie della Lucchesia“, ma potete andare anche ora visto che molte varietà erano indietro con la fioritura e il “Camellarium” è aperto a tutti, situato in cima al paese.

Camelia, un fiore regale, distinto, profumato e sofisticato, che ha trovato impiego in romanzi, quadri e poesie. Oltre alla Lucchesia, il Lago Maggiore ha una collezione e una produzione  di cameliedegna di nota, andate a vederle se capitate da quelle parti.

Fra le specie più conosciute troviamo la “Camellia Sinensis” , la “Camelia Sasanqua” e la “Camellia Japonica”. I colori variano dal rosso vivo al bianco soffuso di rosa,  dal rosa chiaro al bianco, poi ci sono i rosa carico, i variegati e i macchiati…un elenco lunghissimo che non si può descrivere, ma solo scegliere in base alle preferenze.

Fioriscono tra gennaio e aprile, a seconda della specie e del luogo, anche se alcune varietà nei luoghi più miti producono fiori sin dalla fine di ottobre. I fiori possono essere semplici, semidoppi o doppi.

Predilogono luminosità diffusa e una discreta umidità atmosferica, stanno bene  sia al sole che a mezzombra, il terreno deve essere acido. Se la vostra camelia è in vaso e abitate in posti freddi, ritiratela in una serra o in un garage luminoso, spruzzate acqua sulle foglie e sui bocci, e annaffiate raramente. La caduta dei bocci può essere causata da temperature elevate, terriccio asciutto o troppo ristagno d’acqua.

Ti potrebbe interessare anche

2 Commenti

Rispondi

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.