Google+

La Finestra di Stefania

L'enogastrogiardiniera

Venezia e le scarpe in mostra di I’m not Cinderella

Moastra di scarpe. luxory shoes, fashion shoes

A Venezia al T Fondaco dei Tedeschi, potete fare un  viaggio nella storia della calzatura con la mostra di scarpe I’m not Cinderella, I just love shoes.

scarpe firmate da sfilata

All’ultimo piano del T Fondaco dei Tedeschi, c’è l’Event Pavillon che ospita questa bellisssima mostra di scarpe, in collaborazione con il Museo della Calzatura di Villa Foscarini Rossi.

Venice Luxory Store Fondaco dei Tedeschi, scarpe, shoes

Il T Fondaco dei Tedeschi accanto al ponte di Rialto,  è un animato emporio commerciale, un vero e proprio tempio del lusso, il cui restauro è stato firmato dall’architetto olandese Rem Koolhaas. Nell’atrio, trovate AMO, il frutto della collaborazione tra i fratelli Alajmo e il designer Philippe Starck: alla caffetteria, che accompagna gli ospiti durante l’arco della giornata, si affianca un vero e proprio ristorante, aperto a pranzo e a cena, i cui tavoli occupano il cortile interno dando l’impressione di un “salotto in piazza”. 

mostre da vedere a Venezia, mostra di scarpe in Italia

La mostra racconta quattro diversi possibili profili psicologici delle donne, a cui i curatori hanno fatto riferimento per allestire l’esposizione: Eleganza equilibrata, Ambizione grintosa, Successo estetico, Creatività audace.

Cosa vedere a Venezia? Il Fondaco dei Tedeschi

Oltre a visitare la mostra gratuita, nella sala c’è una scala che porta sul tetto,dove si affaccia una lunga terrazza che permette allo sguardo di abbracciare Venezia e tutta la laguna con un panorama a 360 gradi.

A ogni donna la sua scarpa

Ballerine, scarpe con il cinturino alla caviglia, mocassini, tronchetti, sandali, décolleté, zeppe, Mary Jane, tacchi vertiginosi, ad ogni scarpa corrisponde un’identità e uno stile. Ogni donna ha la sua personalità.

Bagni gratuiti a Venezia, Fondaco dei Tedeschi, Toilette Free Entrance VeniceLe storie dei modelli in mostra di tante celebri marche come Christian Dior, Givenchy, Emilio Pucci, Fendi, Nicholas Kirkwood, Kenzo, Loewe e Celine. ecc, suggeriscono racconti legati all’eccellenza, alla passione e all’artigianalità della produzione calzaturiera italiana.

Prada, Celine, Pucci, shoes, Venice

Questa mostra è nata per valorizzare  il lavoro artigiano  nella sua massima espressione, un  legame intimo tra arte,  creatività  e design.

Quali saranno quindi scarpe di moda per la primavera e
l'estate 2019? Scarpe da ginnastica con plateau,
scarpe a punta multicolori, décolleté a punta,
ballerine da annodare e mocassini con zeppa.

shoes, shoe, scarpe, spring-summer

L’allestimento di ‘I’m not Cinderella. I just love shoes’ è stato pensato all’interno di una “scatola bianca”, affinché la forma e l’estetica della calzatura, così come i suoi colori e la sua artigianalità risaltino.

T Fondaco dei Tedeschi, Calle del Fontego dei Tedeschi, Ponte di Rialto, Venezia.

Fermata vaporetto “Rialto”.

Da lunedì a domenica 10.00/20.00

No comments

Velia Drink Food & Music Orvieto

dove bere un drink ad Orvieto

Quando gi amici sono in giro e mi chiedono dove mangiare in quella città o in quel paese, sono sempre pronta ad aiutarli. Se avete in programma una gita in quel di Orvieto, non posso che indirizzarvi dalla mia cara amica Velia De Angelis da Velia Drink Food & Music.

locale di Velia a Orvieto

Vi ricordate della trasmissione di “Chef per un giorno”? E della cuoca bionda che realizzava gli antipasti insieme al Vip di turno? Si? Allora, mettete in programma una bella visita ad Orvieto, ed andatela a trovare nel suo nuovo ristorante/cocktail-bar.

Orvieto Ristorante di Veia De Angelis

La sua grande passione è sempre stata la sfoglia e la panificazione: il cestino del pane è un trionfo di profumi e tra la pasta fatta in casa, non perdetevi i ravioli gamberi e capesante su zuppetta di ceci e i tortelli di zucca al ragù con granelli di amaretti e mostarda mantovana. Tra i secondi piatti, il tradizionale coniglio in porchetta è eseguito alla perfezione, se invece volete un tocco esotico optate per il pollo farcito all’ananas con menta e lime.

il ristorante di Velia de Angelis ad Orvieto

Questo locale è l’indirizzo per mangiare ad Orvieto che accontenta tutti: la sera dalle 19.00 è un ottimo cocktail-bar, se c’è il sole potete mangiare all’aperto e se avete dei bambini al seguito il loro piatto preferito saranno”Gli Sliders”: un tris di mini-burger con il goloso pane fatto da Velia.

come fare il coniglio in porchetta ricetta umbra

Velia Drink Food &… naturalmente music! Spesso potrete ascoltare buona musica sorseggiando un drink, oppure partecipare a una presentazione di un libro, ma la grande novità è il “Velia Sunday Jazz Brunch”. Del resto siamo nella terra di Umbria Jazz e la domenica cosa non c’è di meglio che alzarsi tardi e andare letteralmente da Velia per il brunch? Leggetevi il programma e il goloso menu 😉

dove ascolatre musica e mangiare bene in Umbria

Velia Drink Food & Music

Via Giuseppe Garibaldi, 10/12
Orvieto (Terni)

Tel 0763 393221

Aperto dal martedì alla domenica

12:00 – 15:00
19:00 – 23:45
No comments

Venezia la ghiotta con Extraordinary Food & Wine

gennaio 23rd, 2019 | Category: Cibo,EVENTI

Eventi enogastronomici a Venezia

Venezia, si appresta a diventare per tre giorni la regina dell’eccellenza enogastronomica per la seconda edizione di Extraordinary Food & Wine che si terrà dal 26 al 28 gennaio nelle sale dell’Hotel Monaco & Gran Canal in calle Vallaresso a due passi da Piazza San Marco.

Una tre giorni, ideata e diretta dall’architetto Fausto Brozzi, con prodotti di alto livello, che vedrà coinvolti gli chef Igles Corelli, Bruno Cingolani ed il private chef e scrittore Maurizio Pelli, che si cimenteranno in golosi cooking show.

Quale saranno le aziende che parteciperanno al’evento?

 

Dove organizzare un evento a Venezia

  • Pastificio dei Campi: Svariati formati di pasta prodotta a Marchio IGP, Gragnano
  • I sapori delle Vacche Rosse: Premiato formaggio Vacche Rosse, Reggio Emilia
  • Illica: Vini Biologici territoriali piacentini, Piacenza
  • Dersut Caffe S.p.A, Cornegliano, Treviso
  • Azienda biologica Treviso
  • Zolla14: Azienda Organica, Aceto di mele, succo millesimato, sidro di Treviso
  • Bruno Cingolani: Chef della Natura; Selezione di prodotti naturali tipici del territorio italiano, Alba.
  • Agostinetto Bruno: Azienda Agricola, Prosecco DOCG, Valdobbiadene.
  • Azienda Agrigola Icardi: Barolo, Barbaresco, Langhe, Cuneo.
  • Luxury-Hotel-in-Venice.jpg
  • Mate: Olio extra vergine di oliva, Croazia
  • BrunoRoulot: Champagne La Chapelle Monthodon, France
  • Caesificio Castellan Urbano: Premiato Stracchino e formaggio di capra, Vicenza
  • Guffanti: Formaggi della tradizione familiare dal 1876, Arona
  • Amoretti Spa: Specialità alimentari; dal culatello, al pata negra, ai formaggi, Parma.
  • Vestri: Cioccolati artigiani, Arezzo
  • programma-eventi-Venezia.jpg
  • Pinel: Panificio e pasticceria, lavorazione Artigianale, Jesolo.
  • Salumificio Verza: Specialità’; Verzino al tartufo e salumi Valligiani, Vicenza
  • I Love Ostrica: Ostriche, Caviale e molto altro, Bergamo
  • Deutz: Maison dû champagne, Ay, France.
  • Flos: Colture naturali di zafferano, miele barricato e polline di fiori, Reggio Emilia
  • Poggio Grimoldi: Olio d’oliva extra vergine biologico, Sicilia
  • TeC: Tartufi e Tentazioni, Aqualagna
  • Voerzio Martini: Barolo La Morra, Cuneo
  • Flagella: Pomodoro Rosso da Amare, Abruzzo e Gragnano
  • Acetaia Ferretti Corradini: Aceto balsamico IGP, Reggio Emilia
  • Cantine Ariola: Lambrusco Grand Cru IGT, Parma

Hotel Monaco & Gran Canal

San Marco, 1332

Venezia
No comments

Siena la mostra sul manicomio di San Niccolò della Società di Esecutori di Pie Disposizioni

mostre da vedere a Siena a gennaio

Dove una volta c’era il manicomio di Siena, ora sorge una parte di Università. L’Ex San Niccolò, un esempio di ospedale pschiatrico e di architettura unico nel suo genere, da rivivere nella mostra “Società di Esecutori di Pie Disposizioni e manicomio di San Niccolò: un legame secolare. Storia dell’ospedale psichiatrico senese attraverso i progetti dei suoi edifici”.

Siena, mostra manicomio San Niccolò

Il manicomio di Siena era una vera e propria piccola città dentro la città, dove i pazienti venivano curati, ma anche educati al lavoro e all’arte.

San Niccolò il manicomio di Siena

In esposizione troverete progetti originali, foto d’epoca e documenti d’archivio che illustrano cronologicamente le principali tappe dell’espansione del villaggio manicomiale, con riferimento ai principii che ispirarono i suoi artefici (direttori medici del nosocomio, architetti ) e all’impegno profuso dall’ente fondatore.

Mostra manicomio Siena

Inotre avrete la possibilità di vedere il bellissimo museo della Società di Pie Esecuzioni e la Chiesa del Santuccio.

vignette satiriche Siena

Una sezione ricorda, anche attraverso filmati, aspetti della vita che si svolgeva all’interno del manicomio e dei rapporti di questo con la cittadinanza senese. Sapevate che all’interno del San Niccolò c’era un teatro? E che c’era pure un giornale satirico?

Museo Pie disposizioni Siena

I 200 anni del Manicomio di Siena: riflettere, capire, pensare, e non dimenticare.

disegni-arte-Siena-manicomio

La mostra resterà aperta fino al 20 gennaio 2019 nella sede della Società di Pie Disposizioni, in via Roma 71, e nell’attigua chiesa di Santa Maria degli Angeli detta del Santuccio.

 

L’ingresso è gratuito, con possibilità di visite guidate su prenotazione al 3348418736.

Mostra sul San Niccolò a Siena

Orari di apertura:

  • dal martedì al giovedì, 10.00-12.30
  • dal venerdì alla domenica, 10.00-12.30 e 16.00-18.30.

Siena mental hospital, Tuscany

E ora prendetevi un attimo e guardatevi questo bellissimo video.

 

No comments

Stelle brillanti sul cielo di Siena

programma-mercato-nel-campo-Siena.jpg

Preparatevi a vedere delle stelle brillanti sul cielo di Siena, questo fine settimana. Il Mercato nel Campo, la Cena delle Stelle, e la conclusione dell’anno del cibo italiano, saranno i protagonisti della città da sabato 1 Dicembre a Lunedì 3 dicembre. Ecco gli eventi da non perdere.

chef stellati a Siena

Sabato 1 Dicembre, la “Cena delle Stelle” al Santa Maria della Scala: la cena inizierà alle 20.30, e per l’occasione  preparareranno il menu gli chef  Giuseppe Maglione (Daniele Gourmet, Avellino), Marco Leonelli (L’Antica Casina di Caccia, Villa di Piazzano, selezione Michelin), Giovanni Vanacore (Rossellinis, Ravello, 1* Michelin), Paolo Gramaglia (President, Pompei, 1* Michelin), Ermanno Zago (Le Querce, Ponzano Veneto), Daniel Calosci (Il Particolare di Siena, Siena), Giancarlo Maistrello (Pasticceria Maistrello, Villaverla), Ettore Beligni (2° classificato al Valhrona C3 chocolat chef competition di New York 2018).

Il costo della cena è di 60 euro, e il ricavato andrà al reparto di Pediatria dell’Ospedale Santa Maria delle Scotte di Siena.(Prenotazioni e info: 0577 1793209).

Mercato nel campo e cena stellata a Siena

Inoltre ci sarà il tradizionale mercato che Piazza del Campo ospita il primo fine settimana di dicembre (sabato 1 e domenica 2).

Dalle ore 8 alle ore 20, la principale piazza della città vivrà una specie di “tuffo” nel suo passato più glorioso, come se fosse di nuovo nel ‘300, tra storia ed eccellenze enogastronomiche e artigianali. Con circa 150 banchi allestiti nella suggestiva conchiglia di Piazza del Campo, che metteranno in mostra i migliori prodotti dell’enogastronomia e dell’artigianato per dare vita a un appuntamento unico, sulle tracce di quanto avveniva nel Medioevo. Un vero e proprio viaggio nei sapori del Bel Paese, grazie alla presenza di produttori e artigiani provenienti da tutta Italia.

Come fare degli eventi al Santa Maria della Scala a Siena

Da non perdere i cooking show d’autore nello spazio live show del Cortile del Podestà: qui Luisanna Messeri sarà ai fornelli sabato 1 dicembre alle ore 17, mentre domenica 2 dicembre sempre alle ore 17, Gianfranco Vissani e Paolo Tizzanini si tufferanno in uno dei piatti più tipici della cucina toscana tenendo a battesimo la “Confraternita della Ribollita”.

Tutti gli eventi li trovate qui

Inoltre segnatevi in agenda, l’evento conclusivo per la Toscana dell’Anno del Cibo che si terrà a Siena al Santa Maria della Scala lunedì 3 dicembre 2018. Si parlerà di cibo ed arte, di turismo enogastronomico e di alcune buone pratiche a livello nazionale.

No comments

A Venezia per vedere Qwalala di Pae White

cosa vedere a Venezia

Ogni volta che vado a Venezia, mi sono ripromessa che devo vedere sempre qualcosa di nuovo. Dopo avervi parlato dei vetri trasparenti di Vittorio Zecchin, oggi tocca a Pae White e alla sua opera Qwalala.

cosa vedere a Venezia a Natale

Si torna un po’ bambini, ci lasciamo incantare dai colori. Questa opera d’arte, che fino al 30 Novembre, colora l’isola di San Giorgio Maggiore, è una penetrante riflessione di Pae White, che  riesce a combinare materiali comuni e tecnologie, artigianato tradizionale e ingegneria avanzata.

 

Il titolo dell’installazione, Qwalala, è un termine coniato dalla tribù di nativi americani Pomo e fa riferimento al corso serpeggiante del fiume Gualala nella California del nord.

opera-d'arte-con-vetri-colorati-a-Venezia

Per chi è appassionato d’arte, troverà che anche questa volta, Venezia, sa coniugare l’arte contemporanea insieme al classico. E’ un furore di immagini, sempre diverso, basta spostare lo sguardo e il corpo, ed entrare in un vortice di creatività a tratti mistico.

Venice Glass Artist

Il lungo muro curvo, realizzato con migliaia di mattoni di vetro colati a mano, da Pae White, sarà visitabile tutti i giorni, eccetto il mercoledì, dalle 10 alle 16.30, fino al giorno di Sant’Andrea.

No comments

Lucca Comics & Games 2018 gli eventi imperdibili

ottobre 29th, 2018 | Category: Comics,EVENTI,Idea Weekend e Gita fuoriporta

Lucca Comics & Games 2018 gli eventi da non perdere

Il “ponte di Ognissanti” finalmente è alle porte: dal 31 ottobre al 4 novembre, si terrà Lucca Comics & Games 2018, un’edizione particolarmente ricca di novità. Appassionati di Cosplay, fumetti e videogames, ecco tutti gli appuntamenti che non vi dovete perdere a Lucca. Pronti per Lucca Comics? Cominciate a segnarvi questi appuntamenti.

Negozi dove trovare i vestiti da Cosplay, Shops where to find Cosplay clothes

Cosplay:

Welcome to Blizzard World

La parata dei Cosplay a Lucca Comics è fissata per sabato 3 Novembre alle ore 13:30 presso il Baluardo San Donato e da lì, le armate dei fantastici cosplayers, partiranno alla conquista dello stand Blizzard passando lungo le mura della città.

Marvel Cosplay World Record

Marvel Cosplay Italia è la community di riferimento per tutti i cosplayer Marvel italiani. Nell’edizione 2017 di Lucca Comics & Games, in occasione del raduno annuale di rito, la community ha radunato ufficialmente 220 cosplayer in Piazza San Michele.

Per questa nuova edizione, la sifda è quella di battere ogni record, arrivare a 300 cosplayer e scattare un incredibile foto ricordo tutti insieme!

Prepara il tuo costume e unisciti al raduno dei record: l’ appuntamento è per sabato 3 Novembre, in Piazza San Michele alle ore 15:00.

programma firme disegnatori Bonelli Lucca 2018

Sergio Bonelli Editore è presente a Lucca Comics & Games 2018, con i suoi prodotti e i suoi autori.

Japanese cosplay characters, japan, personaggi cosplay giapponesi

Arthur Adams a Lucca

Tra gli anni 90 e i 2000 si è dedicato soprattutto a realizzare copertine per Marvel e DC Comics, e di tanto in tanto si è anche occupato degli interni con “Hulk”, “Ultimate Comics: X ”, “Guardians of the Galaxy”.

Arthur Adams sarà ospite a Lucca Comics & Games in collaborazione con Panini Comics.

Moreno Burattini, Lucio Filippucci, Walter Venturi, Giovanni Ticci

Qui trovate tutti gli orari per farvi autografare i disegni da Lucio Filippucci, Giovanni Ticci, Moreno Burattini e tutti gli altri autori della Sergio Bonelli Editore.

Giovanni Ticci disegna Tex da 70 anni

Lucca Comics festeggia i 70 anni di Tex: domenica 4 novembre alle 11:00 – Perfomance live “Tex e i suoi pards“, con quindici disegnatori texiani che disegneranno contemporaneamente per il pubblico. Presso il Salone dell’Arcivescovado.

Cosa vedere a Lucca per il Ponte di Ognissanti.jpg

Lucca Comics è anche  Il salone dei Comics

La casa del fumetto è di nuovo il padiglione Napoleone: dai grandi editori alle ricercate etichette l’intera nona arte.

Da SaldaPress a Bao Publishing, da Edizioni BD a Coconino Press, da Rizzoli Lizard a Oblomov Edizioni, da Editrice Il Castoro a Tunué alla Feltrinelli Comics… E ancora Beccogiallo, Hollow Press, Edizioni, Inkiostro, 001 Edizioni, Editoriale Cosmo e Kleiner Flug solo per ricordarne alcuni tra i tanti che portano novità editoriali e sessioni di dediche degli autori.

Comics fai da te: la Self Area

Quest’anno la Self Area avrà come cornice il nuovo padiglione Caserma 1 in piazza della Caserma, che per questa Lucca 2018 sarà il punto di riferimento per l’autoproduzione.

Saranno presenti gli artisti Wasco, Jeroen Funke, Charlotte Dumortier, Anne Stalinski, Aimée de Jongh, Cesare Davolio e ogni pomeriggio saranno distribuite gratuitamente 500 copie della loro rivista a fumetti.

Raduno Cosplay Lucca, Cosplay Rally

Ma Lucca Comics è famoso anche per il Fantasy:

Gli animali fantastici: dove trovarli

L’edizione 2018 sarà la prima volta assoluta a Lucca per Audible, società Amazon leader nel segmento audiolibri, podcast e serie originali, distribuiti tramite app.

L’attore e doppiatore Francesco Pannofino al Teatro del Giglio leggerà dal vivo un estratto di “Gli animali fantastici: dove trovarli”, di Newt Scamander, libro di testo e manuale alla Scuola di Magia e Stregoneria di Hogwarts, che accompagna e arricchisce le storie di Harry Potter.

Sulle tracce di Dampyr

Una mostra che è un’esperienza avventurosa grazie a una storia di Dampyr ambientata a Lucca.

“Dampyr” è un fumetto pubblicato da Sergio Bonelli Editore che racconta le gesta di un ammazzavampiri, caratterizzato da precisi risvolti storico-culturali e dalla valorizzazione del genius loci.

Palazzo dell’Illustrazione – Fondazione Banca del Monte, P.zza San Martino – Lucca

 

Come arrivare a Lucca per Lucca Comics? Meglio in treno

Come arrivare a Lucca Comics? Se potete, optate per il treno.

No comments

Il Giardino Botanico di Oropa, perla del Piemonte

agosto 17th, 2018 | Category: I Giardini delle Meraviglie,Val Bene una Sosta,VIAGGI

Orto Botanico di Oropa in Piemonte

Oropa: fin da bambina, mi sono vista recapitare a casa cartoline di amici e parenti che andavano in visita al Santuario . Oropa, un nome che mi ha sempre incuriosito, e che oltre al famoso “Santuario sotto il cielo“, ospita un bellissimo giardino botanico e il geosito del Monte Mucrone dove si arriva con la funivia.

Oropa, pianta di montagna a stella, eryingium alpinum

Del Santuario e delle Prealpi Biellesi, vi parlerò più avanti, oggi vi porto alla scoperta del Giardino Botanico di Oropa, Oasi del WWF in Piemonte.

Oasi del WWF in Italia, Oropa

Ci sono tante cose da vedere: in primis le fioriture, che in alta montagna sono ancora più spettacolari, poi troverete il fiume, i sentieri tra i mirtilli, gli ambienti di montagna, le felci e i licheni.

Orari e prezzi dell'Orto Botanico di Oropa

La flora spontanea è la flora tipica del bosco di Faggio, ovvero l’essenza che predomina nella Valle Oropa.

piante che crescono in alta montagna

Ci sono tante felci e muschi, lungo i sentieri del giardino, e se siete un po’ stanchi potete sedervi su un masso nella faggeta e respirare l’aria buona di Oropa.

Quai sono i giardini botanici in Italia

La roccera ornamentale, per tradizione vuole che nei vecchi orti Botanici, siano coltivate anche piante esotiche, e nel giardino di Oropa, si possono trovare tante specie di altre catene montuose di altri Paesi del mondo.

piante per giardino roccioso in montagna

Sapete cosa è una torbiera alpina? E’ un ambiente relitto diffuso ai tempi delle glaciazioni.

biodiversità nella conca di Oropa

La roccera alpina, invece riproduce i giardini rocciosi e gli ambienti di alta quota le cui condizioni di vita sono molto difficili.

piante con fiori gialli che si trovano in alta montagna.jpg

Oltre al giardino si può scoprire la “Biodiversità” tra il Sacro Monte, il giardino botanico e il geosito del Mucrone.

sentieri tra fiori di montagnaCosa è la Biodiversità? E’ un programma di valorizzazione del Giardino Botanico e del Patrimonio Unesco di Oropa, ideato da WWF Oasi e Aree protette Piemontesi di Biella. Un patrimonio universale che nella conca di Oropa da vita agli equilibri naturali tra flora e fauna, tra rane e orchidee.

Che piante ci sono al giardino Botanico di Oropa

Venti anni di Giardino Botanico: «Il 1 luglio 1998, il Giardino Botanico di Oropa è affidato alla sede locale del WWF Italia, iniziava ufficialmente il suo cammino.
Quest’anno sono, quindi, venti anni che l’Oasi di Oropa vive  di scienza, cultura e, soprattutto, natura «gettando il cuore oltre l’ostacolo”.

cosa vedere sul Sacro Monte di Oropa

Orari di apertura
Maggio, Giugno, Settembre
da martedì a venerdì: 13,00-18,00
Sabato e festivi: 10,00-18,00 (continuato)
Luglio e Agosto
tutti i giorni, orario 10,00-18,00 (continuato)

Attenzione: nelle giornate di brutto tempo il Giardino potrebbe rimanere chiuso.
In caso di incertezze consigliamo di contattarci al numero telefonico 3311025960

Aperture straordinarie 2018: sabato 6, domenica 7 e domenica 14 ottobre in occasione dell’evento “Foliage: i colori dell’autunno nel Biellese”.

PREZZI

Ingresso intero: € 5,00/persona
Ingresso ridotto: € 3,00/persona (Over 65, gruppi organizzati, ragazzi 11-17 anni)
Ingresso gratuito: bambini con meno di 10 anni (accompagnati da pagante),  disabili ed accompagnatori, clienti Funivie di Oropa (occorre esibire biglietto)
Tariffa Famiglia: € 10,00/biglietto unico (genitori e figli minori)
Visita guidata: € 2,50/persona (secondo disponibilità del personale, min 10 pers. escluso ingresso)

 

No comments

Pagina successiva »