Google+

La Finestra di Stefania

L'enogastrogiardiniera

Set 14

XIX Rassegna del Chianti Classico

Category: Evento Di Vino

Sabato pomeriggio, complice una delle ultme giornate estive e una variegata compagnia di amici, sono stata a Greve in Chianti (Fi) alla “XIX Rassegna del Chianti Classico”. Con dieci euro compravi il bicchiere e ti ritrovavi  anche una card da otto “tasting” da far vidimare ai chioschi delle varie aziende.

La manifestazione, ospitata nella suggestiva piazza del paese, raccoglieva sia il padiglione del “Consorzio” (dove io ho assaggiato un Chianti Classico 2006 di “Ormanni” decisamente strepitoso), che gli stand dei singoli produttori.

Produttori in stragrande maggioranza del territorio grevigiano, ma anche “vicini di casa” come il Castello di Starda, Vescine e Capannelle.

Ho fatto la mia degustazione partendo con il motto “famolo strano”, nel senso che ho cercato di trovare i nomi più insoliti e curiosi dati a un vino.

Quindi ho aperto le danze con un “Becherale”  prodotto dall’azienda “Pieve di San Cresci“: un “IGT” a maggioranza di Cabernet decisamente ben strutturato,  buono anche il Chianti Classico 2006  fatto con un 90% di uve Sangiovese.

Del “Molino di Grace” si apprezza volentieri  “Il Margone” Riserva Ch. Cl. del 2003, mentre “Il Volano” ancora non è pronto, bisogna “lavorarci” un altro pò.

Il “Drugo” della “Fattoria Santo Stefano“, è un sangiovese in purezza che trasmette al palato tutta la genuità con cui è stato concepito: “Torraccia di Presura” ha colpito con i suoi “Dumeto2 2005  e “Arcante” del 2002. Il primo è una selezione di 85% Sangiovese e 15% Merlot cou un sapore pieno ed equilibrato, mentre l’Arcante è composto da Sangiovese, Merlot e Cabernet Sauvignon in egual proporzione, dando al vino importanza e robustezza.

Uscendo dal comune di Greve, come non assaggiare una Riserva del Castello di Starda “Malaspina” o quella di Vescine “Lodolaio”? Entrambi da lasciar senza parole, veramente ottimi.

Il mio tour è finito acquistando una deliziosa salsa ai porri e zafferano di “Corte di Valle” e brindando con il Sauvignon “Bosco del Merlo” di Vescine al prossimo evento: il “Florence Wine Event” in programma a Firenze, o meglio “diladdarno“, dal 25 al 27 settembre.

 

8 comments

Nessun commento

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.