Fotografie & Immagini Siena Palio & Contrade

La Lupa porta Scompiglio al Palio di Siena e vince

03/07/2016
la contrada della Lua porta Scompiglio in trionfo

la contrada della Lua porta Scompiglio in trionfo

Ci voleva la contrada della Lupa a portare Scompiglio al Palio di Siena, che ieri sera lo ha visto trionfare per il popolo di Vallerozzi sul cavallo Preziosa Penelope.

Il popolo di Vallerozzi vince il Palio di Siena, è Lupa

La tela di Penelope, cavalla Preziosa che il 2 luglio 2016, dopo ben 27 anni ha ridato la vittoria sul campo alla contrada della Lupa.

Jonatan Bartoletti, detto Scompiglio, è il fantino nella quale la società di Romolo e Remo ha creduto, ed è stata ripagata nella sua scelta dalla vittoria, andando così ad arricchire la sua storia con 35 palii vinti.

Penelope preziosa cavalla per a contrada della Lupa vince il Palio

Io che ero in Piazza del Campo, ho visto questa corsa incredibile, dove la vittoria della Lupa è arrivata all’ultimo giro di piazza, quando ormai sembrava che il Nicchio non avesse rivali…

La bandiera della Lupa esposta alla finestra del comune di Siena

Dopo l’allineamento fra i canapi di Oca, Drago, Lupa, Istrice, Chiocciola, Aquila, Tartuca, Nicchio, Giraffa e il Bruco di rincorsa, a sfrecciare  in testa è stato il Nicchio, inseguito da Drago,  Tartuca  e Lupa che, dopo poco, si posiziona al terzo posto. L’ordine resterà così fino al terzo giro di S. Martino,  quando, oramai, sembrava il Nicchio a vincere, ma Scompiglio con estrema abilità è riuscito a girare interno all’ultima curva del Casato. 

A nulla è valso lo sforzo del Nicchio, Drago e Oca. Jonatan Bartoletti ha tagliato il bandierino facendo arrivare prima la Contrada che da più anni era in attesa di questa vittoria. Era la “nonna”, ora la “cuffia” passa all’Aquila

 

La bandiera della Lupa troneggia in Piazza del Campo a Siena

Ed è proprio il caso di dire “Et Urbis et Senarum signum et decus” (Di Roma lo stemma, di Siena l’onore)

Tutti i lupaioli sono corsi a ringraziare la Madonna di Provenzano alla quale è dedicato il Palio del 2 luglio dipinto, quest’anno, da Tommaso Andreini.

I bellissimo cencio dipinto da Tommaso Andreini portato in trionfo

Il “cencio” carico di metafisicità, dedicato al Giubileo straordinario consacrato alla Misericordia, dove Andreini è riuscito a riportare una  complessa e intensa interiorità, adesso è della Lupa,  che lo custodirà con amore insieme al ricordo indelebile di questa corsa.

 

Ti potrebbe interessare anche

Nessun commento

Rispondi

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.