Eventi di Cibo e Spettacolo

Critico e frattaglie: il quinto quarto è servito!

19/04/2010

Se mi avesse visto Nonno SGHENGHERE, l’altra sera, non avrebbe creduto ai suoi occhi!! La sua nipote, che lui chiamava “Carognetta”, perchè  prima scartava il grasso del prosciutto, non mangiava piccione e faraona, non toccava il buristo e nemmeno la soppressata, si è concessa una cena tutta a base di frattaglie!!

Ebbene si, crescendo (non invecchiando), si cambiano i gusti, o almeno invece di dire subito no, non mi piace, si prova ad assaggiare!!! Il problema è che ora mangio tutto!! Quante prelibatezze mi son persa negli anni, ma ora sto recuperando!!

Prima, ho assistito allo spettacolo “Come diventare critico gastronomico in 50 minuti” di Leonardo Romanelli, e dopo si è svolta la cena del “Quinto Quarto” da  Burde.

Partenza con spiedini di fegatini e rognone con pancotto al Vin Santo, seguiti da un riso con il lampredotto. Dopo sono arrivati gli spaghettoni col sambudello, una rivelazione: mai mangiato il sambudello in vita mia, devo dire che accompagnato agli spaghetti era ottimo!

Come secondo, trippa alla fiorentina, e un altra novità per me: le braciole di poppa in salsa! Molto tenere e gustose! Ribadisco che se potessi tornare indietro, avrei cominciato molto prima a mangiare queste bontà…, comunque meglio tardi che mai!!

Faccio i complimenti al bravissimo Paolo Gori, che con semplicità e grande passsione ha imbastito questa cena stupenda, terminata con la schiacciata allo Zibibbo.

Ad animare la cena, oltre alle frattaglie ed ai vini di Vicchiomaggio, sono stati  il Rosso & il Nero, sempre ironici con le loro lezioni di vino!!

Che dire…cena da ripetere!! Devo solo riassaggiare il cervello fritto e il polmone: se troverò il coraggio, allora deciderò se fare il critico gastronomico! Come impresa non è da poco!!

Ti potrebbe interessare anche

2 Commenti

Rispondi

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.