Evento Di Vino

I Profumi di Lamole 2010: vini e giaggioli

08/06/2010

Non ero mai stata a Lamole, e sabato ho colto l’occasione per visitare la rassegna “I Profumi di Lamole”. La prima domanda che mi son fatta è perchè prima non ci avevo mai messo piede? Da lassù si gode di un panorama straordinario, lo sguardo si perde su Firenze, il Cimone, insomma una vista mozzafiato!

Altro particolare sono i giaggioli: sistemati ai bordi dei muri, su interi terrazzamenti, nuvole di color lilla che ben si sposano con il verde dei filari di vite. Si perchè anche le vigne, quassù hanno la loro storia: sono stati recuperati vecchi terrazzamenti, antichi docci per l’acqua, tutto è stato restaurato e sistemato senza stravolgere il paesaggio, ma cercando di restare fedeli il più possibile alle vecchie linee disegnate nell’ottocento.

La piccola piazza con la chiesa e con i produttori, sette realtà sistemate sotto tetti di canniccio a mostrare e raccontare le loro creature: I FABBRI, FATTORIA DI LAMOLE, CASTELLINUZZA E PIUCA, PODERE CASTELLINUZZA, LE MASSE DI LAMOLE, TENIMENTI PILE E LAMOLE, CASTELLI DEL GREVEPESA.

 Carlo Macchi ha ricevuto la cittadinanza onoraria, mentre a Leonardo Romanelli è stato assegnato il compito di raccontare attraverso i produttori “La Valle di Lamole”: lo spettacolo della natura al servizio del vino.

Ti potrebbe interessare anche

1 Comment

Rispondi

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.