Google+

La Finestra di Stefania

L'enogastrogiardiniera

Gen 17

Un arcobaleno di eriche e callune

Il genere erica, comprende più di 700 specie e quasi tutte sono sempreverdi, si impiegano come tappezzanti per aiuole e bordure, andando così a formare un suggestivo ARCOBALENO,  vanno bene anche nei giardini rocciosi o i vaso. E’ il genere di fiore adatto all’inverno, molto rustico, si adatta alla temperature più rigide.

La varietà “Arborea” (radica), può crescere fino a tre metri, in primavera produce fiori bianchi che profumano di miele. La “Carnea”, è a portamento basso, ha fiori rosa che si sviluppano da fine inverno fino all’inizio della primavera.

 La  “Ruby Glow”, la “Vivelli”, la “Myretoun Ruby”, hanno fiori rossi, la “Carnea December Red” e la “King Georges”, sono rosa, mentre la “Springwood” è bianca. La “Darleyensis, è quella con la fioritura più lunga: normalmente i suoi fiori, si prolungano da novembre fino a maggio.

Le callune, sono arbusti sempreverdi, molto simili alle eriche, e sono conosciute anche con il nome di “Brentolo” o “Brugo”. Hanno piccole foglie imbricate sui quattro ranghi, nelle tonalità che vanno dal giallo oro, al grigio, fino al porpora e al bronzo.

I fiori sono a forma di campanelli pendenti, che compaiono da metà estate in avanti, quindi rispetto all’erica, ha una fioritura precoce. Bianche sono le varietà “Vulgaris Alba Dumosa” e la “Praecox”, la “Sylver Rose” è rosa, mentre la “Alportii Praecox”, ha fiori rossi.

7 comments

Nessun commento

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.