Google+

La Finestra di Stefania

L'enogastrogiardiniera

Nov 25

I Cuochi di Siena, incontrano la cucina spagnola di Josè Luis Tarin Fernandez

Avete mai mangiato in vita vostra la tortilla scomposta? Il bacalau pil pil? Oppure l’acoblanco? Nemmeno io prima di ora, ma Josè Luis Tarin Fernandez,  mente e Chef di  EL CORTES INGLES, è riuscito a compiere questo piccolo miracolo.

Invitato a Siena dall’Associazione Cuochi Senesi, ha da prima fatto una cena spagnola presso il ristorante di Ettore Silvestri “A Casa Mia”, e il giorno dopo ha riunito  gli Chef per un corso.

Nella sede di “Cuoco a Domicilio” di Monteroni d’Arbia, è stato bello veder insieme le insegnanti delle diverse scuole di cucina come Livia Beni e Lella Ciampoli, gli Chef Michele Vitale, Silvano Bacci, Mario Neri, Nicola Vizzarri e Stefano Pierini tutti intenti ad apprezzare le conturbanti preparazioni dello Chef spagnolo.

Un ringraziamento speciale, va allo Chef Silvano Bacci, persona attenta e curiosa del mondo culinario, e che tutte le volte che lo vedo, mi insegna quei piccoli trucchi che nella cucina, sono fondamentali…Grazie di cuore!

Ma passiamo alle ricette preparate da Josè: IL BACALAU PIL PIL , L’ACOBLANCO (squisita mousse a base di acqua, olio, aceto, latte, pancarrè e mandorle), GAZPACHO CON UOVA DI QUAGLIA, TARTARE DI POMODORI E DATTERI, CODA DI TORO AL VINO BIANCO, IL DOPPIO ROUX FRITTO CON PROSCIUTTO, ACCIUGHE FRITTE, E LA TORTILLAS SOLIDA, E LA TORTILLAS LIQUIDA.

Un trionfo di olio, cipolla, in questi piatti che alla fine sono semplici, sono i piatti che gli spagnoli mangiano tutti i giorni nei loro locali tipici: se   la Venezia dei bacheri, è un trionfo di baccalà mantecà, sarde in saor e nervetti, in Spagna, acciughe, fritte, tortillas e coda di toro non mancano mai. Tutti piatti all’apparenza semplici, ma gustosi, e il primo premio, va sensaltro alla tortilla scomposta, fatta con lo zifone.

Bella questa inizitativa, che è stata di grande insegnamento in questo pomeriggio feriale, e bello è stato vedere l’armonia e la collaborazione tra i cuochi, tutti sullo stesso piano, tutti che collaborano, tutti che aiutano l’ospite Josè Luis Tarin. Bravi!

2 comments

Nessun commento

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.