Google+

La Finestra di Stefania

L'enogastrogiardiniera

Slow Wine, la più grande degustazione di vini d’Italia a Montecatini

ottobre 12th, 2017 | Category: Cibo Chef e Cuochi,EVENTI,Evento Di Vino,VINO & CO.

Terme Tettuccio a Montecatini Terme

Montecatini Terme, la città dell’acqua che ospita la più grande degustazione di vino? Si, il connubio, avviene da qualche anno con la presentazione della Guida di Slow Wine, e di anno in anno richiama appassioanti da tutta Italia.

Infatti, dal 13 al 16 ottobre a Montecatini Terme nell’ambito della quinta edizione di Food & Book, Festival del libro e della cultura gastronomica, la città toscana si trasformerà nella capitale del vivere e mangiare bene.

quale è la più grande degustazione di vini in Italia?

E cosa c’è da fare alle Terme Tettuccio, questa volta? Tantissime cose!

Sabato 14 ottobre con la giornata dedicata a “Slow Wine 2018: storie di vita, vigne, vini in Italia” e il convegno “La comunicazione del vino: dalla vendita on line al consumatore finale” dalle ore 10,30 al Nuovo Teatro Verdi (viale Verdi, 45) aperto a produttori di vino, giornalisti e operatori del settore.

Dalle ore 14.30 alle Terme Tettuccio presentazione della Guida Slow Wine 2018 con tutte le cantine e le etichette recensite, ovvero oltre 500 cantine e 1.000 etichette in assaggio per quella che è ormai considerata la più grande degustazione di vini d’Italia.

termedi Toscana, Montecatini

Domenica 15 ottobre e lunedì 16 dalle 10 alle 18 sempre alle Terme Tettuccio, ad ingresso libero, Mercato dei Presìdi Slow Food provenienti da tutta Italia. Saranno presenti produttori agroalimentari di circa 280 Presìdi che da tempo tutelano la biodiversità, i saperi produttivi tradizionali e dei territori, adottano pratiche produttive sostenibili, pulite, e un approccio etico. Si potranno acquistare legumi, salumi, formaggi, frutta e ortaggi dei produttori del territorio di Montecatini Terme e della Valdinievole.

aziende vinicole premiate nella guida

Lunedì 16 ottobre giornata molto importante a Montecatini dalle 9,30 alle 17,30 con l’arrivo da tutta Italia dei cuochi per il Secondo incontro nazionale dell’Alleanza Slow Food dei cuochi, progetto che mette assieme cuochi e produttori per valorizzare le produzioni agricole italiane e i loro artefici.

le-terme-più-belle-d'Italia.jpg

In questa quattro giorni di lavori sarà presente anche lo street food insieme a Luca Cai e Resti spa grazie al protocollo di intesa siglato con Slow Food Toscana. Luca Cai insieme al fratello Andrea ha dato vita a “Tuscany Brothers”, un vero e proprio farm truck per la lavorazione dei prodotti su mezzo itinerante, dove gli agricoltori possono trasformare il cibo rispettando i principi della filosofia di Slow Food.

No comments

Food & Book a Montecatini: quando la cultura si unisce al cibo

programma di food & book

Per una appassionata di cibo e di libri come me, è bello segnalare Food e Book, in programma a Montecatini Terme (Pistoia) dal 13 al 16 ottobre.

la presentazione di slow wine a Montecatine e Food & Book

Alle Terme Tettuccio si incontreranno scrittori che nei loro romanzi raccontano il cibo, chef che lo presentano nelle loro ricette e in libri di successo, autori di saggi sull’alimentazione e l’agricoltura.

Tra i protagonisti dell’edizione 2017, ci saranno gli chef Aimo e Nadia Moroni, Alessandro Negrini e Fabio Pisani, Beniamino Baleotti, Andrea Berton, Filippo Cogliandro, Renato Bernardi, Pietro e Nicola Migliaccio, Sergio Peri e ancora Simone Bonini con la sua creatura, il gelato “Carapina” e gli scrittori Carmine Abate, Gaetano Savatteri, Filippo Nicosia, Fabio Genovesi, Roberto Riccardi, Federico Moccia e poi Oscar Farinetti  e molti altri.

Il programma completo lo trovate su www.foodandbook.it

Aimo e Nadia Moroni

Non vi dovete perdere le cene di Food e Book: venerdì 13 ottobre (ore 20.30) con una serata al Grand Hotel La Pace dedicata a uno dei padri nobili dell’alta cucina d’autore italiana: Aimo e Nadia Moroni, nativi della vicina Pescia, ristoratori di successo a Milano. I Moroni saranno ospiti d’onore della Cena di apertura – curata da Alessandro Negrini e Fabio Pisani, chef 2 stelle Michelin del ristorante Il luogo di Aimo e Nadia (menu) – e incontreranno gli studenti degli Istituti alberghieri provenienti da tutta Italia.

Sabato 14 ottobre al Grand Hotel Croce di Malta (ore 20.30) è in programma la Cena della Legalità (menu) con lo chef calabrese Filippo Cogliandro preparata con prodotti della sua terra dove è un esempio di come si possa lavorare senza sottostare ai ricatti delle organizzazioni mafiose.

Il salame più buono d'Italia

Se siete appassionati di insaccati, il 13 ottobre a Food&Book c’è la prima finale del Campionato Italiano del Salame 2017: prevista in due sessioni, una la mattina dalle 11.30 alle 14.00 e una il pomeriggio dalle 15.00 alle 17.30, entrambe nella Sala Nencini delle Terme Tettuccio.

presentazione della guida ai vini seguita da una grande degustazione

E non dimenticatevi della più attesa degustazione di vino dell’anno: sabato 14 ottobre (ore 14.30-19.30 alle Terme Tettuccio) migliaia di appassionati potranno degustare le oltre 1000 migliori etichette d’Italia selezionate per la guida Slow Wine 2018, che nella stessa giornata (ore 10.30) sarà presentata in anteprima nazionale al Teatro Verdi.

Inoltre, lunedì16 ottobre ci sarà  un appuntamento a cura di Slow Food: l’incontro nazionale dell’Alleanza Slow Food dei Cuochi, un progetto che mette assieme cuochi e produttori per valorizzare le produzioni agricole italiane e i loro artefici. Da tutta Italia arriveranno a Montecatini Terme cuochi e contadini, ristoratori e responsabili dei Presìdi Slow Food. Nelle giornate di domenica 15 e lunedì 16 ottobre (ore 10.00-18.00) le Terme Tettuccio ospiteranno il Mercato dei Presìdi Slow Food, mentre nella Sala Regina delle stesse Terme Tettuccio si terrà il convegno dell’Alleanza Slow Food dei Cuochi.

1 comment

Dit’Unto nel Chianti: torna lo street food più goloso

chi sono gli chef di Dit'Unto 2017

Ci sono quelle date, che ognuno di noi ha ben impresse nella testa: magari uno si dimentica il compleanno della moglie oppure la data dell’anniversario, ma se gli chiedete quando è i Dit’Unto a Villa a Sesta,  vi risponderà, la seconda domenica di ottobre!

Ormai una data certa, che quest’anno cade domenica 8 ottobre: dalle 11 ale 20, il borgo toscano, ospiterà il “5 Festival del mangiare con le mani”.

Dit'Unto a Villa a Sesta

Ma cosa è Dit’Unto’? Una giornata di festa dedicata al cibo di strada: dal cibo di tradizione, venduto dall’ambulante che tiene viva la consuetudine locale o di famiglia, alla pietanza preparata per l’occasione, e spesso sul posto, da un ristorante Stella Michelin.

La manifestazione coinvolgerà, ancora una volta, i quattro ristoranti del borgo – Osteria alla Villa, L’Asinello, Villa di Sotto e La Bottega del 30, che festeggia i 20 anni di stella Michelin – insieme al Circolo Arci di Villa a Sesta, all’azienda Agricola Tattoni e a nomi della ristorazione italiana che vantano stelle Michelin: da Antonio Guida, chef due stelle Michelin alla guida del ristorante Seta al Mandarin di Milano, a Riccardo Agostini, del ristorante Il Piastrino di Pennabilli, in provincia di Rimini; da Filippo Saporito, della Leggenda dei Frati di Villa Bardini a Firenze a Maurizio Bardotti del Ristorante Il Colombaio di Casole d’Elsa con una stella Michelin, fino a Cristiano Tomei, de L’Imbuto di Lucca con una stella Michelin

E ancora giocolieri, artisti di strada e street band sfileranno per le vie del borgo.

come mangiare bene con le mani

Ma chi sono i protagonisti del Dit’Unto 2017? E cosa andranno a preparare? Cristiano Tomei de L’Imbuto di Lucca si cimenterà con un carciofo stellato, La Tenda Rossa, farà gli hamburger di baccalà, Riccardo Agostini chef del ristorante Il Piastrino, Stella Michelin, con il cinghiale al ginepro e soffice di mais, Chianti Wild e i salumi di selvaggina toscani, Antonio Guida e il parfait alla liquirizia e cristalli di tabacco, Filippo Saporito e le polpette di cinta senese con zucca gialla e cavolo nero, e tanti altri protagonisti.

tutti gli chef al Dit'Unto 2017

Eccoalcuni piatti in degustazione, tutta la gamma coompleta degli assaggi la trovate qui.

A spasso con norma L’ Asinello Ristorante

Hot Dog con wurstel del Minucci // Frittatine di pasta Osteria le logge

Panino con la coppa di testa calda, cipolla in tempura col Varnelli, BBQ alla vernaccia e foglie di spinaci fresche…altrimenti detto SPORKATI!

La Gattabuia di Tolentino

piatto di Cristiano Tomei al Dit'Unto

Sablè, melanzane e fegati, lingua salmistrata e salsa verde Se. Sto On Arno

Bio Crème Caramel Futura Osteria

Pappa Donuts Essenziale

tortelli maremmani

Tegamata del Bigelli e Cestino di melanzane con buglione di verdure Circolo Ricreativo Villa a Sesta

involtino THAI e Pollo al curry Osteria Alla Villa

Cioccolato, passion fruit e nocciola Il Colombaio

Il Dit'Unto a Villa a Sesta

Da non perdere il cookingshow di  Rossano Vinciarelli: il campione del mondo di pasticceria, vi aspetta allo stand n. 15, alle ore 16:30 per insegnarvi a fare pasticcini perfetti.

magliette simpatiche

Acquistando il biglietto sul sito www.ditunto.it (da venerdì 15 settembre) potrai prenotare anche i ticket degustazione! In questo modo salterai la coda alle casse e ritirerai i ticket direttamente al punto accoglienza e informazioni all’ingresso del paese “Unt’Office”).

Leggenda dei Frati ristorante stellato

Per i più energici la giornata sarà aperta dall’Associazione Trekking Gruppo Escursionisti Berardenga che propone una camminata nei dintorni del borgo, con partenza alle ore 09,00.

dove mangiare a Villa a Sesta

E per chi non vuole avere problemi di parcheggio e rilassarsi in modo completo, il nostro “UntoBus” effettuerà 3 partenze da Siena, Viale Toselli – dal parcheggio davanti al Penny market – (10:30-12:00-14:30) con 3 orari per il ritorno (15:30-17:00-18:30) il tutto a 5,00€ A/R.

No comments

Archeologi e chef stellati per il Millennials Fest 2017 Siena Food Innovation

ottobre 03rd, 2017 | Category: Cibo Chef e Cuochi,EVENTI,TOSCANA

Millennians Fest 2017 a Siena

Nella Piazza del Campo, stanno per arrivare archeologia e grandi chef. Una Siena tutta in fermento per il Millennials Fest 2017 Siena Food Innovation, a Siena  il 5-6 ottobre, l’evento promosso dall’Università di Siena Santa Chiara Lab con il patrocinio del Miur.

Cibo e Buongoverno, Ambrogio Lorenzetti nel Campo.

Curiosi di sapere chi saranno gli chef protagonisti? E cosa faranno? Ecco svelato l’arcano: l’innovazione che parte dalle buone pratiche del passato nella filiera agroalimentare, Archeofood è la prima esperienza di collaborazione fra archeologi e chef. Protagonisti sono Gaetano Trovato, Filippo Saporito, Simone Cipriani, Fulvietto Pierangelini, Senio Venturi, Matteo Lorenzini e il professor Marco Valenti.

eventi a Siena

L’amicizia è il filo conduttore che riunisce questi grandi cuochi a Siena, ed è una grande cosa se la sommiamo al progetto del Millennians Fest, dedicato alle nuove storie e nuove idee per la sostenibilità e la tutela dell’ambiente partendo da nuovi stili di vita e dalla filiera del cibo.

Per ottenere questo risultato l’Università di Siena ha unito le conoscenze di uno staff di archeologi, guidati dal professor Marco Valenti (l’ideatore dell’Archeodromo) e la sapienza di chef del calibro di: Gaetano Trovato (Ristornate Arnolfo), Filippo Saporito (La Leggenda dei Frati), Simone Cipriani (Essenziale), Fulvietto Pierangelini (Bucaniere), Senio Venturi (Asinello) e Matteo Lorenzini (Se.Sto on Arno).

Millennials Fest 2017 Siena Food Innovation, si tiene a Siena il 5-6 ottobre ed è promosso dall’Università di Siena

l parallelismo fra agenda antica e Agenda 2030 continua attraverso un’installazione multimediale nel Cortile del Podestà (Piazza del Campo) dove le icone dei 17 obiettivi per il nostro futuro si abbinano ai dettagli dell’affresco medievale che rappresentano le stesse priorità per il buon governo del territorio.

L’installazione farà da scenografia al lavoro degli chef (venerdì 6 ottobre alle 18) con uno show coking dove saranno presentate le vecchie/nuove ricette Archeofood e all’altra parte del grande lavoro fatto dagli archeologi dell’Università di Siena per creare un legame fra passato e futuro con Cibo e Buongoverno, Ambrogio Lorenzetti nel Campo.

Un vero e proprio omaggio ad Ambrogio Lorenzetti grazie alla ricostruzione delle botteghe raffigurate nell’affresco dedicate alle attività artigiane e al commercio. L’obiettivo è raccontare la prima filiera corta che la storia dell’arte rappresenta, con i suoi valori di sostenibilità (dalle 12.30 alle 20 nel Cortile del Podestà, a Palazzo Pubblico, il 5 ottobre e dalle 9.30 alle 20 il 6 ottobre).

Per informazioni e programma completo, http://santachiaralab.unisi.it/, www.siylab.eu, la pagina Fb www.facebook.com/SIYLAB/

No comments

A Siena è di nuovo tempo di SipaContest

settembre 26th, 2017 | Category: Arte, Fotografia, Colori e Pennelli,EVENTI

Siena, International Photo Awards 2017

Segnalo molto volentieri, la terza edizione del Siena International Photo Awards Festival, in programma dal 27 ottobre al 30 novembre 2017.

Il SIPAContest Festival rappresenta una grande occasione per gli appassionati di fotografia che a novembre raggiungeranno Siena da ogni parte del mondo. E saranno veramente tante le mostre da vedere e gli eventi a cui partecipare. Ve ne segnalo alcuni:

Venerdì 27 ottobre

Incontro con il fotografo di National Geographic Randy Olson

Incontro con la fotografa di National Geographic Ami Vitale

Sunset in Siena

Cerimonia di premiazione del SipaContest

Sabato 28 ottobre  presso il Teatro dei Rozzi, si terrà la Cerimonia di Premiazione del Premio Internazionale di Fotografia “Siena International Photography Awards”. In tale occasione sul palco del Teatro si alterneranno grandi personaggi del mondo della fotografia e della cultura che consegneranno l’ambita statuetta di cristallo agli autori delle fotografie vincitrici del concorso.

Sipa-contest.jpg

Inaugurazione mostra  “Beyond the Lens”

Domenica 29 ottobre, ci sarà la cerimonia di inaugurazione della Mostra Beyond the Lens aprirà gli spazi espositivi dell’Ex Distilleria “Lo Stellino” che, durante tutto il mese di novembre, ospiteranno la rassegna espositiva delle più belle immagini presentate all’edizione 2017 del Siena International Photo Awards.
La cerimonia si terrà alla presenza degli autori che, nell’occasione, avranno la possibilità di raccontare i propri scatti e di rispondere alle domande del pubblico.
Saranno presenti all’evento alcuni tra i più famosi ed importanti fotografi internazionali.

Siena, Festival internazionale di fotografia

Questi i  principali eventi in programma:

No comments

Da Fratelli Cuore a Firenze, si ordina dal menu grazie a Messanger con PassBot

cosa è passbot e come funziona

Il treno è il mio mezzo preferito per viaggiare, e spesso, aspettando una coincidenza per tornare a casa dalla stazione di Firenze Santa Maria Novella, un salto dai Fratelli Cuore, all’interno della stazione ce lo faccio. Che sia per bere un centrifugato, mangiare una pizza, oppure prendere una pizzetta d’asporto, è un posto aperto 24 ore su 24 e adatto a tutte le esigenze. Da qualche tempo poi, hanno portato una vera e propria novità nel prendere l’ordinazione, da Fratelli Cuore c’è “PassBot“.

Come ordinare al ristorante con Messanger

E cosa sarebbe questo “PassBot“? Semplice, si ordina semplicemente dal  menu della Pagina Facebook del ristorante con il cellulare, tramite Messenger.

E non c’è bisogno di scaricare nessuna applicazione, visto che Messanger sul telefono ce lo abbiamo quasi tutti. Ecco come funziona: il cameriere appena vi metterete seduti al tavolo, vi darà un codice, che vi servirà per confermare l’ordine che vedrete sul vostro schermo.

Vi appariranno le pizze, la pasta, insomma tutti i piatti che ci sono nel menu, vi basterà mettere un “tap” sul nome del piatto scelto, e zac, la comanda arriva subito in cucina. PassBot è in italiano e in inglese e se ci fosse una pesona con un’intolleranza, basta premere il tasto “chiama cameriere” per esporre il problema. E volendo, si può chiedere il conto tramite Paypal o la vostra carta di credito, senza andare alla cassa.

Dove mangiare la pizza a Firenze zona stazione

E quali sono i vantaggi?

Per il cliente, ci sarà la priorità dell’ordine, potrà chiedere più informazioni sul piatto ordinato al cameriere, e se vuole, potrà avvalersi dei premi fedeltà, accomulando punti.

E non dimenticatevi di assaggiare la pizza cotta nel forno a legna: impasto soffice, lunga lievitazione, caratteristiche che gli hanno valso i due spicchi nella Guida Pizzerie d’Italia del Gambero Rosso.

Fratelli Cuore

Stazione Santa Maria Novella

Firenze

Aperto 24h/24 tutti i giorni.

No comments

Plumbago e Dipladenia Bianca, i fiori dell’Onda

compositions of white and blue flowers. i colori della contrada dell'Onda

Fiori bianchi e azzurri, il colore del cielo e la forza del mare, i colori della Contrada dell’Onda, che ha vinto il Palio di Siena del 16 agosto 2017. Plumbago e dipladenia bianca, un accostamento delicato e che farà un figurone sul vostro balcone.

quali sono i fiori bianchi e blu resistenti al sole, which are the sunny white and blue flowers

Azzurro plumbago e dipladenia, sono delle piante molto belle e se avete la fortuna di abitare in zone non troppo fredde, sono anche longeve.

lust for wedding with plumbago and white flowers, addobbo per matrimonio con plumbago e fiori bianchi

I fiori bianchi della dipladenia durano tutta l’estate e vengono prodotti in grande quantità. Si può dire che la dipladenia è una pianta autopulente, le sfioriture cadono da sole, e così non c’è da perder tanto tempo a pulirle come per i parigini. Vi ricordo oltre che bianca, la dipladenia la trovate anche rosa e rossa.

Il cittino è dell’OndaIl cittino è dell'Onda

Come vedete sia il plumbago che la dipladenia, ricordano i colori della contrada dell’Onda. E questa foto che ho scattato sul sagrato del Duomo, a Palio corso, il 16 agosto del 2017, conferma che “Il cittino è dell’Onda”, come direbbero a Siena.

idee fiorite per vasi con colori bianco e azzurro, floral ideas for pots in white and blue colors

Mentre il plumbago produce tantissimi fiori azzurri che durano per tutta l’estate. C’è anche la versione con i fiori bianchi, ma quelli blu, sono molto più coreografici.

immagini del palio di agosto 2017 vinto dalla contrada dell'onda, images of the August 2017 stake won by the wave contrada

Il Palio, vinto dal fantino Carlo Sanna, detto Brigante, sul cavallo Porto Alabe, viene portato in trionfo dai contradaioli dell’Onda al Duomo di Siena. Un trionfo di bianco e azzurro.

cascate di fiori bianchi e blu, cascades of white and blue flowers

Vi ricordo due semplici cose: la Dipladenia ha uno sviluppo veloce, quindi ed è bene rinvasarla ogni anno in un vaso più grande. Mentre il plumbago, lo potete anche interpretare come un rampicante, se vi piace, vedere i suoi fiori su per un muro.

No comments

Carlotta Parisi, la “Carta InCanta” a Montalcino

arte a Montalcino, opere di Carlotta Parisi

Quando abbini le due parole, Parisi e Montalcino, potete stare sicuri, che dietro c’è sempre un tocco d’artista. Annibale, Giuditta e Carlotta Parisi, sono di quelle persone che incantano, attraverso l’abilità artistica. Che sia nel fare Brunello, che disegnare un’etichetta oppure creare sculture in carta, non c’è niente da dire, sono una famiglia davvero brava. Addirittura se andate a trovarli nella loro azienda NostraVita, potete vedere L’Arborario”, originale enciclopedia degli alberi della Toscana, 70 scrigni di legno realizzati da Mario Morellini e Annibale Parisi.

Il miglior Brunello di Montalcino, Carlotta e Giuditta Parisi artists

Tornando a Carlotta Parisi, dal 2 al 24 settembre, avete la possibilità di vedere alcune delle sue opere in carta alla Fortezza di Montalcino. Carta InCanta questa piccola favola, trenta lavori tra disegni e sculture in papier-mâché. Una personale alla quale Sergio Staino dedica un testo di presentazione giocato su affinità e dialettiche.

Opere d'arte in Toscana, Tuscany exhibition art

La mostra allestita secondo un percorso a “tappe” e articolata su due piani, si apre con  un autoritratto “Io sono Etrusca” citazione da Marino Marini, che affianca il racconto in poesia della mostra stessa e biografia dell’artista, prosegue nei due ambienti del piano superiore articolata intorno a quello che è il cuore della mostra, sia in temini di allestimento che di opere. Una lunga tavola bianca, una sorta d’installazione sospesa  ma al tempo stesso ancorata alla terra da tre tipi diversi di pietra locale. Una lunga ideale linea bianca che si allunga anche sulle pareti sulla quale la Parisi si racconta attraverso 9 rappresentazioni dal forte valore simbolico.

Art in Tuscany, Arte a Montalcino, Carlotta Parisi Nostra Vita

Questa donna che vedete qui sopra, è “Nunziatina“, e si chiama come la mia zia. Carlotta Parisi, inoltre ha riscosso un grande successo con il suo Paper Cirkus che ha girato l’Italia con il tour del celebre trasformista Arturo Brachetti riscontrando attenzione di critica e stampa. Quindi, andate a vedere queste meraviglie di carta.

“CARTA InCANTA questa piccola favola”

2-24 settembre 2017  – Tutti i giorni 10-19

Montalcino – Fortezza

Ingresso (alla Fortezza) 4 € 

No comments

Pagina successiva »