Olio Extravergine di Oliva

L’importanza dell’olivo e dell’Olio Extravergine di Oliva

01/12/2020
tutorial-come-raccogliere-le-olive.jpg
Sonia Donati è una cara amica e da sempre difende a spada tratta tutto cio che ruota intorno all’olio extravergine di oliva, ed è referente per la Toscana della Guida Slow Food agli Oli Extravergine.  Io che per lavoro ogni anno dedico giorni e giorni alla raccolta delle olive, vi posso garantire che il prezzo finale che costa una bottiglia di Olio Extravergine di Oliva, di euro ne vale tutti! Se avete un oliveta “in piano” siete fortunati, ma nel Chianti sono rarità, quindi spesso ci sono terrazzamenti, e solo stendere i teli e fermarli con i pali e le mollette richiede abilità ed equilibrio. Poi comincerete a raccoglierle, e non tutte le olive cascano allo stesso modo, se trovate la varietà di olivo Moraiolo, vi farà sudare, prima di cadere a terra, poi c’è da portarle via dall’oliveta, quindi al frantoio. E gli olivi, vanno potati, spollonati, concimati, insomma un lavoro immane, ma quanta soddisfazione in una goccia d’olio.
Leggete le parole di Sonia e capirete.
oliveta-nel-Chianti.jpg
 
In Toscana l’olivo è sempre stato “uno di famiglia” , coltivato per lo più da quelle che sono definite “Imprese Accessorie”, quelle che non producono per la vendita, ma per l’autoconsumo e che quindi si basano sul solo lavoro familiare.Quelli che regalano un litro d’olio come ricompensa a chi fa loro un piacere.
 
A queste si affiancano i produttori che fanno fatica a fare reddito, ma che fanno qualità, quella qualità di olio che il comparto medico definisce “nutraceutico”, un olio diverso, molto diverso da quello che si chiama sempre extravergine, venduto “Sotto costo”.
Ma tutte queste persone, con il loro sacrificio, sostenendo costi non indifferenti, di fatto hanno conservato e conservano il paesaggio toscano, colline verdi, colline coperte di olivi curati, mantenuti, proprio quel paesaggio toscano che i numerosi turisti, da tutto il mondo vengono per vedere e ammirare.
varietà-di-olivo.jpg
 
In Toscana attorno all’olivo, sono nate tante attività. A Pescia e a Castellare di Pescia vicino a Pistoia, si trova il centro Vivaistico che è stato il più grande del mondo, dove se hai la fortuna di conoscere il Papini, starai ore ad ascoltarlo e a vedere le sue vecchie mani che fanno talee, e che ti insegnano a riconoscere una varietà di olivo dall’altra.
 Nel comune di Impruneta, gli artigiani del cotto hanno dato e danno forma ai famosi Orci che contenevano il prezioso olio, Orci richiesti ancora oggi in tutto il mondo.
come-fare-le-olive-sotto-sale.jpg
 
In provincia di Grosseto nel comune di Semproniano, precisamente nel podere Fibbianello, si trova l’Olivone, un albero di ulivo plurimillenario. La tradizione popolare a Semproniano, ricorda che per raccogliere le olive dell’Olivone, alto più di venti metri, occorrevano ben tre piani di scale, che chi raccoglieva le olive non scendeva a terra neanche per il pranzo, rimanendo a mangiare sui rami della pianta, e che, nelle migliori annata il raccolto si parlava di ben otto quintali di olive. Purtroppo un fulmine prima, che ne aveva ridotto le dimensioni di circa tre metri e il grave incendio poi, nel 1998, per opera di brutte mani umane, danneggiarono gravemente la pianta. Fortunatamente, l’incendio non ha causato la morte della pianta che, anche se notevolmente ridotta in altezza, ha prodotto nuovi polloni dalle radici. Tramite riproduzione per talea o micropropagazione, sono state prodotte numerose varietà di olivo, ottenendo piantine, geneticamente identiche all’Olivone, dando così vita a numerosi “figli dell’Olivone”.
olio-extra-vergine-di-oliva-appena-franto.jpg
 
Se vogliamo che i produttori di olio, che mantengono gli olivi, continuino il loro presidio del territorio, la loro sana attività agro-economica, la produzione di oli di alta qualità, c’è solo una cosa da fare e che dobbiamo fare noi: investire i nostri oli, comprare questi oli. Comprare un olio al prezzo di un detersivo è come dare fuoco ad una pianta di olivo.

Ti potrebbe interessare anche

Nessun commento

Rispondi

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.