Google+

La Finestra di Stefania

L'enogastrogiardiniera

Dic 1

Chianti d’Autunno: una terra sempre in movimento

| Grandi eventi dal primo al 12 dicembre 2010 |

La manifestazione prende vita nei luoghi più suggestivi del Chianti senese e fiorentino, tra sacro e profano, tradizione e gusto, in un coinvolgimento sensoriale completo.
Una grande novità per l’edizione 2010, infatti quest’anno la manifestazione unirà gli spettacoli di teatro e danza a “Quinto Quarto”, la rassegna enogastronomica che in dieci giorni vedrà circa cinquanta ristoranti distribuiti su tutti gli otto comuni pronti ad offrire menù a prezzi promozionali con piatti della tradizione difficilmente disponibili negli altri periodi dell’anno.

Quinto quarto
Per dodici giorni le terre del Chianti Classico si uniscono a tavola nel nome delle ricette antiche della cucina povera toscana, proponendo piatti realizzati con prodotti tipici locali, legati alla stagione autunnale. E ancora degustazioni, concerti, mostre, incontri, convegni, mercati, spettacoli. Un viaggio che attraversa la ricchezza naturalistica e culturale del territorio, alla scoperta di musei, biblioteche, piazze, castelli, pievi, antiche vie e botteghe. Ampia ed eterogenea la gamma di opportunità che si presenta ai sensi (tutti e cinque) del visitatore: dal convegno sui temi legati all’agricoltura sostenibile alla rassegna di poeti nascosti, dalle visite guidate presso i siti archeologici alle letture animate in italiano e inglese per bambini, dai concerti di Natale ai mercati contadini e di collezionisti, dalle degustazioni di vino, olio nei frantoi e formaggio nelle aziende biologiche alle visite delle botteghe artigiane, dagli eventi teatrali alle esibizioni musicali, dalle mostre fotografiche alle escursioni naturalistico-religiose, dalle passeggiate nei borghi di origine medievale alla lettura dei libri in piazza. Altra anima di Chianti d’Autunno è “Quinto Quarto e dintorni”, percorso enogastronomico realizzato con il coinvolgimento di oltre sessanta ristoratori chiantigiani. La particolarità di questa iniziativa è legata alla rete di menù creata per l’occasione dagli chef degli otto comuni: piatti della tradizione tipica toscana a prezzi che oscillano tra i 18 e i 50 euro.

 ECCO IL PROGRAMMA COMPLETO

4 comments

Nessun commento

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.