Google+

La Finestra di Stefania

L'enogastrogiardiniera

Nov 6

Santa Maria della Scala: ospedale, museo, e ristorante per la “Festa del Cuoco”

Santa Maria della Scala a Siena….Una volta era l'”ospedale vecchio”, dove IO CI SONO NATA! Oggi è un bellissimo museo ricco di opere, affreschi recuperati, la chiesa di Santa Caterina della Notte e la bellissima chiesa della Santissima Annunziata, che io reputo la più bella di Siena, dopo la Cattedrale del Duomo. Un luogo che ospita mostre d’arte, ora c’è quella di Milo Manara “Le stanze del desiderio“, un luogo caro ai pellegrini che percorrevano la “Francigena”.

Per una sera, uno dei suoi bellissimi saloni, dove una volta c’era il corridoio che portava alle famose “camerate” è diventato la sala da pranzo per la “Festa del Cuoco”.

Una triplice festa, quella organizzata dalla Federazione Cuochi Senesi, per rendere omaggio al centenario della morte di  Pellegrino Artusi, a San Francesco Caracciolo, patrono dei cuochi e ai 150 anni dell’Unità d’Italia.

Tante sfiziosità nell’antipasto a buffet, buone nel sapore e belle da vedere grazie ai giochi cromatici, ma senza dubbio tutti i commensali si ricorderanno del sapore dell’olio nuovo nella zuppa frantoiana, la consistenza del ragù toscano delle lasagnette, la morbidezza dello stufatino di muscolo, il profumo della crema della torta del cuoco.

In abbinamento ai piatti un Prosecco Valdobbiadene di Corte a Castello, il Chianti Classico Panzanello 2009 e l’IGT Castelpugna 2006, serviti dalla Delegazione Ais di Siena.

Una piacevole serata, progettata in uno spazio davvvero insolito, e che penso ricorderò a lungo….Mangiare  nel luogo dove sono nata, non capita tutti i giorni.

2 comments

Nessun commento

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.