Google+

La Finestra di Stefania

L'enogastrogiardiniera

Archive for the 'Divertirsi con i bambini' Category

Cosa fare in Toscana durante le vacanze di Natale

itinerari  in Toscana per le vacanze di NataleVacanze di Natale in Toscana, non è il titolo di un nuovo film dei fratelli Vanzina, ma un itinerario tra presepi e borghi storici che attraversa tutta la regione.

Per i toscani che non sanno dove andare dopo il pranzo delle feste, oppure per i turisti che arrivano in Toscana, vi consiglio questo itinerario diverso, dove scoprire luoghi conosciuti e altri ancora tutti da scoprire. Se siete a Siena, non perdetevi il presepe meccanico della stazione, che è una meraviglia assoluta, oppure date un occhiata all‘itinerario delle Terre dei Presepi, dove ne ho giĂ  scritto qui!

pensiero sul giubileo e la Via FrancigenaE quest’anno c’è anche un calendario dell’avvento del tutto particolare, a San Miniato di Pisa, che rimarrĂ  visibile fino al 17 gennaio. Artisti del circondario, hanno contribuito alla realizzazione delle formelle del Seminario vescovile e alcuni giornalisti e blogger sono stati chiamati a scrivere il loro pensiero. Il calendario ha come tema “Per un Natale di pace, guidati dalla stella cometa, pellegrini del nostro tempo verso la Porta Santa”, tra la formelle, troverete anche il mio personale commento…

Questi sono tutti gli artisti che hanno realizzato questa meraviglia: Le opere di Rosanna Costa, Wilma Checchi, Sauro Mori, Chiara Campigli, Cristina Guerra, Alma Francesca, Luca Macchi, Laura Leonardi, Sandro Caioli, Lorenzo Terreni, Raffaele Ranaulo, Antonella Fiore, Germana Salvini, Roberto Melecchi, Luigi Loscalzo, Rossana Biagi, Paolo Tinghi, Rosi De Biasio, Simone Malizia, Lory Bagnoli, Rossella Menichetti, danno un nuovo volto alla piazza che risulta oltremodo impreziosita nelle finestre del piano terra, dai pensieri del sacerdote Luciano Marrucci, della blogger Stefania Pianigiani, del giornalista Simone Bachini, degli insegnanti Patrizia Bianconi, Silvia Giannoni e Francesco Paciscopi.

No comments

Vacanze di Natale a Firenze e il Festival delle Luci

Festival delle Luci a FirenzeChissà quanti di voi hanno deciso di passare qualche giorno a Firenze per le vacanze di Natale? Per me siete davvero tanti! Quindi non starò a parlarvi di cene, pranzi e cosa fare a Capodanno, visto che ha fatto un bellissimo post la mia amica Elena, con tutti i consigli per le vacanze di Natale a Firenze.

Vi voglio far conoscere questa bella installazione artistica a Ponte Vecchio! Il ponte piĂą famoso e romantico del mondo, cambia faccia con le luci d’artista! Il F-Lights il festival delle luci sui monumenti fiorentini tutti i giorni dalle 18.30 alle 24.

Avete tempo fino a domenica 27 dicembre per vedere questa meraviglia: sulla facciata di Pontevecchio, vengono proiettate sculture classiche, quadri di Raffaello, Leonardo, Van Gogh, Hokusai, Degas, Monet, Picasso, Mirò, Schiele, Magritte, Frida Khalo, Magritte, Mondian, Roy Lichtenstein, Andy Wharol, Keith Harig.

Florence FLight Festival a FirenzeE in altre parti della città, potete assistere ad altri monumenti illuminati, come la Facciata di Santo Spirito, tutti i giorni, dalle 18 alle 2 di notte. L’ispirazione è quella dei quattro elementi (acqua, aria, terra, fuoco).

Pavimentazione di Piazza Pitti, tutti i giorni, dalle 19 alle 24. Il tema è quello della bellezza della materia, sotto forma di una realtà vista al microscopio che culmina in una specie di danza delle cellule.

Piazza San Firenze,  dalle 18 alle 24, sulla facciata dell’ex-tribunale scorrono le immagini della magia  della natura.

Convento di San Paolino/ via Palazzuolo, dalle 18.30 alle 24 Dal futurismo ai nostri giorni: proiezioni e visioni di opere dei maggiori artisti contemporanei.

Buon Santo Stefano a tutti, e godetevi al massimo questa bellissima cittĂ !

No comments

I venerdì letterari al Boccon di Bacco di Gaiole in Chianti

venerdì letterari a Gaiole in Chianti

Finita la stagione turistica cosa si fa d’inverno a Gaiole in Chianti? Mica vanno in letargo i gaiolesi! Per come passare la stagione fredda, l’idea ce l’ha avuta Augusto Bianciardi, organizzando i “Venerdì Letterari” dal 4 dicembre al 15 gennaio, al Boccon di Bacco (via Ricasoli, 53) tra un boccone di cibo, un bicchiere di vino e un caffè, il venerdì si parlerĂ  di libri insieme agli autori.

Questo è il programma di dicembre:

Venerdì 4 dicembre alle ore 18.00 incontro con lSonia Savioli autrice del libro“SCEMI DI GUERRA” – Edizioni Punto Rosso

libro di Stefania Pianigiani e Sabrina Somigli

Venerdì 11 dicembre alle ore 18.00 incontro con  Stefania Pianigiani e Sabrina Somigli autrici del libro“APPETITI ESTREMI” di Ara Edizioni. Il mio debutto in casa, e sono davvero tanto emozionata.

libro i persortaggi di Kalinka Tondini e Rakele Tondini

Venerdì 18 dicembre alle ore 15.30 incontro con l’autrice Kalinka Tondini del libro “I PERS-ORTAGGI” delle Edizione Polistampa. Libro adatto ai bambini, tra una filastrocca e un indovinello,  i Pers-ortaggi ci spiegano provenienza e stagionalità e le verdure saranno più buone.

Poi c’è anche Rakele Tondini, dalle mani di fata che ha fatto i disegni sia per il libro Appetiti Estremi che per il libro della sorella Kalinka, i Persortaggi.

Il programma del mese di gennaio:

Venerdì 8 gennaio alle ore 18.00 incontro con  Martino Danielli, autore del libro“INCONTRI RAVVICINATI DI OGNI TIPO” – Edizione Era Nuova.

Venerdì 15 gennaio alle ore 18.00 incontro con Renzo Centri e Lorenzo Pecchioni, autori del libro
“I SENTIERI DI SAN MICHELE. CULTO MICAELICO E ANTICA VIABILITA’ SUI MONTI DEL CHIANTI” – Edizione Press & Archeos.

Per maggiori informazioni

info@ilboccondibacco.it

338 / 87 78 020

 

No comments

Toscana terra di presepi

terre di presepi in Toscana

Fin da piccina, da buona toscana, oltre l’albero di Natale, a me è sempre piaciuto fare il presepe. Andare a cercare la borraccina, mettere i rametti di quercia a fare gli aberi insieme a il pungitopo. E mi è sempre piaciuto andare in giro per la Toscana a vedere i presepi, e quest’anno ce ne sono davvero tanti da non perdere.

Terre di Presepi, Ă© un coordinamento fatto da presepisti, parrocchie, enti ed associazioni, che ha messo in rete Vie dei presepi, presepi artistici, esposizioni presepiali, musei del presepe, presepi viventi per una proposta accattivante per il tempo di Natale.


Ecco dove andare a vederli: a Usigliano di Lari (Pi), è visitabile l’unico Museo permanente del presepe regionale e accoglie nelle cantine dell’antica fattoria Castelli una collezione pregevoli con quaranta realizzazioni del presepista Claudio Terreni. A Porcari di Lucca è allestita una  mostra di presepi e diorami con opere di scultori italiani e spagnoli, a Siena, un’ampia collezione di presepi provenienti da tutto il mondo, a Tavarnelle val di Pesa (Fi) un percorso presepiale.


Chi vuol apprezzare tante realtĂ  presepiali in un’unica visita deve recarsi a Castelfiorentino (Fi) dove è allestita la via dei presepi caratterizzata da oltre cinquanta rappresentazioni artistiche di cui alcune di grandi dimensioni.
A Cerreto Guidi la via dei presepi che interessa il paese è caratterizzata (accanto al presepe nel campanile) da un realizzazione da record. Si tratta del presepe all’uncinetto piĂą grande mai realizzato.


A San Miniato la via dei presepi si snoda sui due chilometri del crinale della cittĂ  ed è caratterizzata dal Calendario dell’Avvento, una mostra collettiva sul tema della misericordia realizzata da trenta artisti sulle finestre dello storico seminario, dall’esposizione artistica dei presepi in arte povera realizzata con materiali di riciclo realizzati da Roberto Cipollone in arte Ciro, dalla passeggiata campestre alla scoperta dei presepi lungo i vicoli carbonari, al presepe artistico di Mario Rossi, situato in una nuova location, ai tanti presepi artistici e tradizionali.


Poi ci sono i presepi artistici, vere e proprie opere d’arte di grandi dimensioni. A San Romano si tratta di un presepe che occupa l’intero chiostro del convento, una vera e propria opera monumentale per ingegno e realizzazione. A Cigoli, il presepe tra i piĂą tecnologici d’Italia, avrĂ  ancora maggiori suggestioni, a Petroio, presso Vinci, nella terra di Leonardo, il presepe meccanizzato, allestito esternamente, occupa un’intera collina. Nella vicina Sovigliana al presepe artistico e affiancata una esposizione di diorami.
A Lecore nella piana di Signa, Sauro Mari realizza un presepe artistico e contemplativo; quest’anno ha come tema: “Profumo di vita dove tutto diventa pane” e viene sviluppato con materiale povero come le scatole di cartone e materiali naturali.

Meditazione e riflessione anche al presepe di Oste di Montemurlo. Ha come titolo “Venne tra i suoi, e i suoi non l’hanno accolto” (Gv. 1,11) e pone l’attenzione all’accoglienza dei tanti migranti che giungono in condizioni disperate nelle nostre coste, senza mancare i forti richiami al Giubileo della Misericordia.
A Nicosia di Calci (Pi) a pochi chilometri dalla Certosa, al “Presepio che cresce” i personaggi sono realizzati in gesso lavorato e pitturato e i vestiti con tessuti adatti all’epoca.

A Montignoso (Gambassi Terme – Fi) il presepe racconta in un suggestivo itinerario le scene dell’intera vita di GesĂą, a Montopoli il presepe è tradizionale nella sacrestia della pieve e ha una veste nuova:un fondale panoramico che raffigura gli angoli piĂą caratteristici del piccolo borgo,situato nella campagna toscana.
Presepe in grotta in localitĂ  Convalle di Pescaglia in provincia di Lucca. Si tratta di un presepe realizzato dal Gruppo Speleologico dell’Alta Val Freddana sin dal 1994 all’interno in una grotta naturale.
All‘Isolotto di Firenze ai Bassi, il presepe artistico, recentemente rinnovato, è meccanizzato, mentre alla parrocchia di Legnaia di Firenze ricalca la tradizione.
Ad Empoli viene allestito un presepe napoletano allestito nell’ex ospedale San Giuseppe, mentre presso la parrocchia di San Giovanni Evangelista accanto al presepe artistico va in scena da alcuni anni il presepe vivente in parole, danza e musica.
A Poggibonsi in un capannone è allestito il presepe animato dei vecchi mestieri. Si tratta in un percorso illustrato di circa 50 raffigurazioni di antichi mestieri, fra i quali il falegname, il barbiere, le donne che tessano la lana, il macellaio, il fabbro (vincitore alla mostra dei presepi di Verona)
A Tizzana di Quarrata, il presepe, di stile tradizionale, ha come particolaritĂ  il luogo di allestimento: l’antica cantina della canonica. Alla parrocchia di Traversagna, (Massa e Cozzile) il presepe poliscenico è animato con tre fasi, sincronizzato con commento e colonna sonora con personaggi in movimento. A San Miniato Basso il presepe è vivente. In esso sono coinvolti ogni anno oltre trecento figuranti per una rappresentazione scenica di notevoli dimensioni arricchita dalle principali scene di vita al tempo della nascita di GesĂą.
Ma ci sono anche molte altre realtĂ  che stanno preparando presepi suggestivi come la parrocchia di Castelfranco di Sotto e i borghi di Marti, Ponte a Elsa nel sanminiatese.
www.terredipresepi.blogspot.it

No comments

Nozze d’oro per i sub di Siena

Sposarsi in mare

Nozze d’oro per i sub di Siena.Apre i battenti l’esposizione che illustra i primi 50 anni di attivitĂ  della subacquea senese. L’Associazione Sub Siena festeggia così il suo primo mezzo secolo di vita, aprendo le porte di una mostra che raccoglie materiale storico, attrezzatura antica e moderna, fotografie, pubblicazioni, premi e molto altro, per un quadro completo dell’evoluzione dello sport acquatico piĂą praticato del mondo.
Matrimonio subacqueo come fare

La mostra è ai Magazzini del Sale, al Palazzo Pubblico di Siena, e rimarrà aperta ogni giorno dalle 10.00 alle 19.00 fino a sabato 28 novembre. Il Cortile del Podestà farà anche da scenario a due iniziative: sabato 14 novembre alle ore 18.00 avranno luogo le premiazioni del Concorso Fotografico “Franco Zanchi” e sabato 28 novembre, alle ore 18.30, verrà presentato il Numero Unico dell’Associazione, pubblicazione realizzata per celebrare il Cinquantesimo anniversario della nascita dei Sub Siena.

La mostra vuole raccontare la storia di una delle Associazioni più longeve della Città. Il visitatore potrà percorrere numerose gallerie fotografiche dai mille colori e sfumature, dove esseri animali e vegetali sconosciuti stimoleranno fantasia e curiosità. Potrà osservare modelli di apparecchi fotografici d’epoca o di ultima generazione o scoprire l’attrezzatura subacquea ricreativa e tecnica, passando dall’abbigliamento d’epoca a quello più moderno e all’avanguardia. E poi ancora fucili subacquei, computer, profondimetri, scooter subacquei, compressori, bombole, jacket e tutto quanto necessita per affrontare in tranquillità il mare e le sue meraviglie, tanto che alla fine si avrà quasi la sensazione di aver compreso la sensazione di aver guardato per un attimo il mondo da sotto.

No comments

Come fare mangiare il pesce ai bambini? Con il cappello della fata turchina

Cristina Galliti ricetta di pesce adatta ai bambiniCare mamme, siete sicure di averle provate proprio tutte per come fare mangiare il pesce ai vostri bambini? Siete sicure sicure? E il cappello della fata turchina lo avete mai fatto? In vostro aiuto arriva la brava Cristina Galliti  con questa fantastica ricetta golosa e omaggiando Pinocchio, la farĂ  dal vivo domenica 8 ottobre alle 15 all’interno della manifestazione Tartufo al Pinocchio, a San Miniato Basso, nell’ambito di un weekend gastronomico di valorizzazione del tartufo bianco delle colline sanminiatesi, organizzato dalla Casa della Cultura e da Fabrizio Mandorlini. Info e Programma

Ma come si fa questo cappello? Magia..vi servirĂ  del pesce bianco, che poi mantecherete con della ricotta e diventerĂ  turchese con l’alga spirulina! Quindi le stelline verrano cotte insieme alla curcuma, così come gli spagheti per fare i fili del cappello! E la salsa? Magia, magia e lo yogurt e la spirulina insieme daranno tanta energia!!!

idee per come far mangiare il pesce ai bambiniE oltre al cappello della fata turchina, tante ricette di pesce adatte ai bambini le trovate nel libro “Pesce per Min Gourmet“. Se siete curiosi di conoscere gli autori di questo libro, Cristina Galliti  e Marco Gucci, saranno sabato, 7 novembre alle 17.30, presso lo storico caffè  LE GIUBBE ROSSE di Piazza della Repubblica a Firenze, e  avrete l’occasione per porre loro tante domande! Questo libro ha anche un altro scopo nobile, quello di divulgare la ricerca scientifica in campo oncomatologico a favore dell’associazione Giacomo-Onlus.

No comments

Gardinity, nel giardino Villa Pisani Bolognesi-Scalabrin a Vescovana

ville venete, giardino villa pisaniE una giardiniera come me, come non poteva parlarvi di Giardinity, che si tiene in una bellissima villa veneta? Sabato 24 e domenica 25 non prendete impegni, perchè,  Villa Pisani Bolognesi Scalabrin a Vescovana ,  si trasforma  tra piante rare, insolite e tutte bellissime. Un evento dedicato alla passione per il giardinaggio, più che una mostra mercato una festa del giardino. Dedicato a Evelina Pisani genius loci del posto e ideato dalla proprietaria Mariella Bolognesi Scalabrin, la precedente manifestazione, I Bulbi di Evelina Pisani, cresce e diventa Giardinity, curato ora da Carlo Contesso, garden designer e penna di Gardenia e Corriere della Sera, arricchendosi di espositori e relatori internazionali. Si svolge al riparo delle ampie barchesse della villa cinquecentesca, affacciati su Crispin de Passe, lo splendido giardino creato dall’ultima contessa Pisani nell’800.

 

giardinity a villa pisani

Tanti espositori italiani e tra gli stranieri , l’ibridatore polacco Piotr Kleszczynsky, che produce gli Streptocarpus più belli al mondo (piccole piante dalle corolle multicolori, fiorite in autunno e inverno, perfette per la casa), presentati per la prima volta in Italia e in esclusiva a Giardinity. Ci sarà un’abbondanza di piante da giardino a fioritura autunnale e invernale, spesso profumatissima come Sarcococche e Daphne, e ricercate cultivar di Camellia sasanqua. Attività per i bimbi , la caccia al tesoro, attività di gioco didattico botanico nel parco, le magie di mamma folletto che insegna il giardinaggio ai bimbi tra i 3 e 6 anni.

come organizzare un garden show

La Villa commissionata dal Cardinal Francesco Pisani, patrizio veneziano. Il palazzo rinascimentale con affreschi del Veronese, lo Zelotti, il Varotari e il fiammingo Toeput, nasce come sede amministrativa delle proprietà fondiarie acquisite nel 1478 nella Bassa Padovana. Evelina, l’ultima contessa Pisani, nata a Costantinopoli e cresciuta a Londra da una famiglia inglese e fiamminga, crea il giardino e parco nello stile gardenesque del tempo, con influssi islamici e un’ironia tutta sua. Così come li lascia Evelina ammiriamo oggi villa e giardino, restaurati e amorevolmente curati dall’attuale proprietaria, Mariella Bolognesi Scalabrin.

Biglietti: intero €6 – famiglia (due adulti e due bambini) €18 – bambini sotto i 6 anni gratuito con il biglietto un tagliando sconto del 10% (fino al valore massimo del biglietto stesso) per un acquisto di piante.

Villa Pisani – Bolognesi Scalabrin, via Roma 25, 35040 Vescovana PD

tel/fax 0425.920016

 

No comments

Ultimo fine settimana di settembre, cosa fare

cosa fare con i bambini nel weekend

E anche settembre sta arrivando al capolinea, infatti siamo gia arrivati all’ultimo fine settimana e quante sono le cose da fare!! Ve ne segnalo alcune che meritano di essere viste o fatte! Io stasera alle 16.30 sarò in diretta a Radio Siena, a presentare il libro Appetiti Estremi, e sono davvero emozionata!

I miei bravissimi colleghi di Arga Toscana, oggi e domani sono alla manifestazione “Bimbi e Natura” in programma sabato 26 e domenica 27 settembre al Giardino dell’Orticoltura, in via Vittorio Emanuele II, civico 17, a Firenze (vicino al Parterre in piazza della LibertĂ , zona Ponte Rosso).

In occasione della due giorni dedicata ai bambini, che quest’anno vede protagonista il “seme”,Arga Toscana sarĂ  presente per illustrare ciò di cui si occupano i giornalisti aderenti all’associazione: agricoltura, ambiente, territorio, foreste, pesca, energie rinnovabili, agroalimentare, enogastronomia. Inoltre nella giornata di domenica 27, alle ore 11.00 e alle 15.00, sono previsti due laboratori nel corso dei quali faremo la pasta fatta a mano insieme ai bambini.I bimbi avranno così modo di toccare, annusare, accarezzare alcune tipologie di grano e farine con spiegazione sul grano e i grani antichi. SeguirĂ  il posizionamento della farina e inserimento degli ingredienti, impastamento, breve riposo della pasta durante il quale seguirĂ  ulteriore spiegazione su prodotti a base di farina (pane, pasta, merendine). Infine prova della sfoglia e taglio a spatola delle tagliatelle che potranno essere portate a casa.L’ingresso alla manifestazione è libero. L’orario è 10-19.

il mercatino al mercato centrale

Mentre al Mercato Centrale di Firenze, gli amici di Qualita Magazine, organizzano il MercaMercatino! Il debutto dell’iniziativa è il 27 di settembre. Il MercaMercatino sarĂ  aperto dalle 10.00 alle 17.00 presso la Terrazza del ristorante La Tosca, primo piano Mercato Centrale. Il talk show invece si svolgerĂ  dalle 17.00 alle 18.00 presso la Terrazza della pizzeria Da Sud, sempre primo piano Mercato Centrale e sarĂ  accompagnato da una degustazione dei nostri produttori.

Il Mercato Centrale di Firenze e Quàlita, il progetto rivolto alle piccole aziende del settore agroalimentare, organizzano Il MercaMercatino, quattro appuntamenti, da settembre a dicembre, per scoprire l’eccellenza dei sapori locali attraverso i prodotti, le storie, i metodi di lavorazione e le passioni di piccoli produttori, che con impegno, un’attenta selezione delle materie prime e un approccio etico al processo di produzione danno vita a prodotti autentici.

Sulle terrazze del Mercato Centrale sarà creato uno spazio espositivo in cui sarà possibile  scoprire, degustare e acquistare vino, birra, olio, conserve e confetture, miele, pasticceria secca, ortaggi da coltivazione biologica e molto altro. Il tutto accompagnato da talk show e incontri di approfondimento sulle nuove tendenze del gusto condotti da Leonardo Romanelli, noto critico enogastronomico e giornalista, che si svolgeranno con il contributo di esperti di settore, nel vicino caffè letterario.

Si comincia domenica 27 settembre con Vegano, crudista, vegetariano: non solo moda. Come mangiare sano e in maniera variegata seguendo regimi alimentari che escludono totalmente alcuni cibi con Marina Barbieri, dietista; Cristian Giorgi, cuoco vegano; Francesco Sofi, Clinica Università degli Studi di Firenze. Ore 17.00 presso il Caffè Letterario. Durante l’evento alcuni produttori di Quàlita offriranno in degustazione i loro prodotti: bruschetta con olio extravergine di oliva blend di cultivar del Monte Amiata, Etichetta Argento, dell’azienda La Poderina Toscana, Valdarno di Sopra Pratomagno Malvasia Bianca Doc 2014 diCampo del Monte e assaggio di pasticceria secca firmata Pasticceria Fiorentina.

Dalle ore 10.00 per il debutto del MercaMercatino tante le aziende che saranno presenti nell’area espositiva. Si parte con i prodotti della Fattoria di Corazzano, ortaggi e frutta di stagione da agricoltura biologica, ceci e farro, deliziose polpe di pomodoro e vino rosso toscano IGT fermentato in piccole vasche aperte in modo naturale senza aggiunta di lieviti, additivi chimici o tannini, processo che esalta i profumi e colori dell’uva.

Da non perdere un assaggio di olio biologico extravergine di oliva dell’Azienda Agricola Angela Nannoniche per preservare le migliori qualitĂ  organolettiche dell’olio pratica la raccolta manuale delle olive e la frangitura rigorosamente a freddo; e che ha allestito una linea di prodotti cosmetici a base di olio di oliva.

Gli appassionati dell’oro verde troveranno pane (anzi olio) per i loro denti, con La Poderina Toscana, azienda biologica ad energia rinnovabile del Monte Amiata, che li accompagnerà alla scoperta dellepluripremiate selezioni di olio extravergine di oliva biologico: etichetta Oro DOP (fruttato medio), etichetta Argento (fruttato intenso) e Gocce di Montegiovi (fruttato leggero). L’azienda produce anche vino bio: Marracone Montecucco DOCG, Sangiovese Bio, Intregona IGT Toscana Bio, Primo Passo IGT Toscana Bio.

Anche i vini da coltivazione biologica di Podere Ghisone, azienda agricola di Montespertoli, sono in grado di deliziare il palato dei più esigenti: vini Chianti DOCG, Toscano IGT e Petalo un ottimo rosè IGT Toscanadi Sangiovese 100%.

Il viaggio nell’universo del nettare di Bacco continua allo stand dell’Azienda Agricola Campo del Monte, che presenta una vastissima selezione di etichette di ottimi vini: Dal Chianti DOCG al Baltea VdS Pratomagno Chardonnay DOC, Dal Campo del Monte VdS Pratomagno Malvasia DOC, al Rodos  Rosso di Toscana IGT, per arrivare al Vin Santo il Conio.

Per i piĂą golosi tappa obbligata allo stand della Pasticceria Fiorentina, storico forno di Montespertoli che utilizza farine provenienti dalla coltivazione di grani antichi e presenta una selezione della deliziosapasticceria di produzione artigianale, dai lievitati ai biscotti secchi.

Ci sarĂ  anche Dolce Emporio, un must del mondo dolciario. Lo storico negozio fiorentino delizierĂ  il palato di grandi e piccoli con i Biscotti delle Nonne di San Frediano, tre biscotti per tre nonne diverse: I Biscotti di Nonna Rina con olio extravergine di oliva IGP toscano, Vin Santo, Uvetta e Pinoli; I Biscotti di Nonna Ada con cioccolato fondente e I Biscotti di Nonna Bice con olio extra-vergine di oliva IGP toscano, cioccolato fondente e nocciole.

Da Trequanda l’Azienda Agricola Biologica La Bandita propone una ricchissima selezione di composte egelatine, oltre ad un Rosso Toscana IGT e ad un pregiato olio extra vergine di oliva biologico con bassissima presenza di acido oleico e di perossidi che consentono all’olio di mantenere la persistenza delle sue qualitĂ  aromatiche e gustative nel tempo.

Non poteva mancare la birra artigianale con La Mi’Birra  pensata e messa a punto con un toscanismo che richiama l’origine della sua creatrice Claudia, ma anche l’aspirazione a ricondurre in Toscana tutta la filiera produttiva: dalla coltivazione dei cereali all’imbottigliamento. Da provare La mi’ Bionda, La mi’ Ambra, La mi’ Rossa, Lami’ Turba, La mi’ Vizia.

Ma non finisce qui alle ore 10.30 per foodies, golosi o semplici curiosi, appuntamento con il tour guidato e degustazione di vino con Leonardo Romanelli. Evento a pagamento e su prenotazione.

Con questa nuova attività, il primo piano del Mercato Centrale di Firenze si pone ancora una volta come creatore di nuovi contenuti intorno agli artigiani del cibo, con l’obiettivo dichiarato di avvalersi di partner professionali e autorevoli nel settore per parlare ad un pubblico sempre più acculturato e attento.

Appuntamenti Mercato nel Mercato

27 settembre

25 ottobre

22 novembre

13 dicembre

Orari manifestazione espositiva: 10.00 – 17.00 Terrazza del ristorante La Tosca, primo piano Mercato Centrale

Orario tour guidato e degustazione di vino con Leonardo Romanelli: 10.30. Per prenotare il tour (15 €) inviare una mail a: eventi@mercatocentrale.it

Orario Talk show 17.00 – 18.00 Terrazza della pizzeria Da Sud, primo piano Mercato Centrale. Per partecipare inviare una mail a: eventi@mercatocentrale.it

No comments

« Pagina precedentePagina successiva »