La Finestra di Stefania

L'enogastrogiardiniera

set 23

Vino a Siena: a Taste of Italy arriva all’Enoteca Italiana per EXPO 2015, per far capire ai produttori come funzionerĂ  il padiglione e quanto costerĂ  avere a Milano il proprio vino

Category: Evento Di Vino

Dopo aver fatto tappa a Bari, Napoli e Ancona,martedì 23 settembre, la mattina arriva a Siena presso l’Enoteca Italiana, all’interno della Fortezza Medicea,’una vetrina che vedrĂ  impegnati i vertici del Vinitaly di Veronafiere nella presentazione del padiglione “VINO – A TASTE OF ITALY” per EXPO 2015.

Questo evento è l’occasione per illustrare nel dettaglio a regioni, associazioni, consorzi e a tutti i produttori, il progetto del padiglione concepito per rappresentare e raccontare la storia e i prodotti di tutto il comparto, ambasciatore indiscusso del  “Made in Italy” nel mondo.

Un obiettivo quello della “rappresentazione democratica” di tutti gli eccellenti produttori, grandi e piccoli, che contribuiscono alla ricchezza e unicità del nostro sistema che si riflette oltre che nel concept del progetto anche nel listino, pensato per offrire realmente a tutti la possibilità di partecipare ad un evento unico.

Seguiranno gli appuntamenti di Cuneo il 25 settembre e di Gorizia il 26 settembre.
Luoghi e orari disponibili www.vinitaly.com

“Il progetto del Padiglione del Vino all’EXPO è perfettamente in linea con la storica mission di Vinitaly ed è
frutto della precisa visione strategica portata avanti negli ultimi anni da Veronafiere, che qui potrĂ 
valorizzare la sua esperienza a beneficio del settore e del Paese, arricchendo un evento giĂ  unico per natura
con la messa a punto di un’azione di promozione e supporto che prenderà vita prima, durante e anche dopo
la manifestazione”

No comments

set 19

Il giardino del benessere nel cuore di Firenze

Quando si parla di giardini, aree verdi e benessere, sapete che sono sempre in prima fila, quindi avete l’occasione di visitare il giardino della Gherardesca a Firenze e non lasciatevela scappare.

L’Open Day della Spa “Il Giardino del Benessere” che si svolgerà domenica 21 settembre nel  Parco della Gherardesca a Firenze.

Dalle 10 alle 18, un Open Day per il corpo e la mente, strutturato su tre livelli: fitness, beauty e seminari. Per quanto riguarda il fitness moltissime le discipline a cui potrete avvicinarvi per una seduta di prova: dalla ginnastica posturale alle attività come lo yoga, il movimento olistico, il pranayama senza dimenticare le ultime novità del movimento funzionale come l’hit, il tac fit e il metodo axis e i grandi classici Feldenkrais, Gyrokinesis e pilates.

La sezione beauty non è meno ricca di proposte: tanti gazebo con gli esclusivi trattamenti di Officina Profumo Farmaceutica di Santa Maria Novella, l’innovazione di Rephase, i prodotti Bio del Giardino by Arangara e tanto altro.

Four Seasons Firenze

Ingresso da: Borgo Pinti 97

Partecipazione: Euro 15 a persona

Per prenotazioni e informazioni: 055 2626 630,

spa.firenze@fourseasons.com

 

 

No comments

set 18

Succulentarte a Gaiole in Chianti: quadri e piante grasse di Renzo Vannetti

Torna l’Arte a Gaiole in Chianti: sabato 20 e domenica 21 Settembre i locali delle ex  Cantine Ricasoli del capoluogo ospiteranno “Succulentarte”, evento artistico/botanico che mette in mostra le opere realizzate dall’artista Renzo Vannetti con una contestuale esposizione di piante grasse.

La manifestazione è realizzata dall’associazione culturale “Elle2A”, in collaborazione con la Società Filarmonica e con il supporto e patrocinio del Comune di Gaiole.

Dopo l’inaugurazione del sabato (su invito), le sale espositive verranno aperte al pubblico nel pomeriggio della domenica, dalle ore 15.00; la serata sarà accompagnata dalla musica del Piano Lounge Music, dalla performance musicale del “Jazz Trio” e terminerà con un brindisi con l’artista.

No comments

set 17

Phlomis, che sembra una salvia pelosa dai fiori gialli o rosa, detta anche salvia di Gerusalemme

In molti mi domandano, Stefania, ma come si chiama quella pianta che ha le foglie pelose come la salvia e fa i fiori gialli? E io rispondo è il phlomis! Poi andando in vacanza alle Channel Islands ho scoperto che c’è anche la varietĂ  con i fiori rosa, la “Tuberosa Amazone”.

Per fortuna la Salvia di Gerusalemme, è l’unica pianta che mi da un pò di fastidio, quando la poto. Capita, quando taglio i fiori secchi, che la pianta per difesa emetta una polverina. Vi consiglio di mettervi una mascherina per poter così respirare bene, e di tenere una maglia a maiche lunghe. I fiori da secchi sono molto belli e decorativi, adatti per composizioni, e addirittura, visto che sono legnosi, si possono anche colorare.

Il Phlomis fruticosa, la varietà più comune, è un arbusto perenne che forma grandi ciuffi di fiori gialli, con foglie grigie e pelose. Fiorisce in estate.

La tuberosa Phlomis  Amazone’ è la varietĂ  a fiori rosa, molto bella, e sta bene  nelle aiuole del giardino, perchè sempreverde e ben si adatta ai terreni.


Il russeliana Phlomis, noto anche come il Phlomis Russell ha fiori giallo pallido, che compaiono sulla pianta all’inizio dell’estate. A differenza dei suoi cugini, questo arbusto, ama un terreno ricco e fresco, ma non troppa acqua. Cresce al sole o in parte all’ombra, insieme a rose, campanule e nepetas alchemilla.

 

No comments

set 16

Torna ad Arezzo lo Streetfood Village con il Thermopolium

programma-streetfood-arezzo

Sapete che quando si tratta di mangiare, sono sempre in prima fila, quindi in occasione della quinta edizione di Streetfood Village ad Arezzo dal 19 al 21 settembre si attuerà un’importante sinergia con Fraternita dei Laici, Soprintendenza ai Beni Archeologici della Toscana e Museo archeologico di Arezzo “Gaio Cilnio Mecenate” per l’allestimento di un Thermopolium sul modello di quelli rinvenuti a Ostia Antica e Pompei, e un Plaustrum (antico modello romano di carro agricolo per il trasporto di derrate alimentari dalle campagne in città).

Sarà inoltre ripristinato l’ambiente del Triclinio, locale in cui veniva servito il pranzo nelle case degli antichi romani.

Un parterre di cucine di strada più ricco di quello offerto nelle precedenti edizioni contraddistinguerà lo Streetfood Village Arezzo. Fra le specialità, assieme ai pezzi forti proposti lo scorso anno, si potranno trovare novità come: il Pastin di Belluno fatto con carni e salumi delle Dolomiti venete cotte alla piastra con verdure e serviti dentro un panino, la Patata Tornado: valida alternativa sana alle più comuni patatine fritte, il Caciocavallo Impiccato dell’Irpinia: il noto formaggio appeso sopra una brace e spalmato sul pane a mo’ di Raclette svizzera. Ci sarà una piccola roulotte anni 70 che proporrà il Panuozzo di Gragnano e il Tarallo napoletano; tornerà la Farinata piemontese con la quale verrà proposto anche il livornese Cinque-e-Cinque. Da Firenze oltre al Lampredotto e Trippa arriverà il Fritto del Cortile a base di coniglio e pollo fritti. Non mancheranno ospiti stranieri come carne argentina alla griglia, Taqueria messicana e Paella spagnola.

Ogni aggiornamento sul sito web www.streetfood.it e in tempo reale sui profili Facebook e Twitter collegati. Su Instagram si potranno condividere le foto dell’evento con l’hashtag #streetfoodarezzo2014.

ORARIO DI APERTURASTAND

Venerdì 19 Settembre: 11-24

Sabato 20 Settembre: ore 10-24

Domenica 21 Settembre: ore 10-22

 

No comments

set 15

La Magna Tavola, cena tra guelfi e ghibellini a Staggia Senese

cena-alla-rocca-di-staggia

Visto che si tiene in un posto che conosco bene, vi segnalo che sabato 20 dalle 19.30 una serata speciale a La Rocca di Staggia, affascinante e storico castello nel comune di Poggibonsi, tra storia, arte e buona cucina.


La Fondazione La Rocca di Staggia dĂ  vita a una suggestiva cena, La Magna Tavola – Storia Arte Gusto
, Co-protagonisti della serata Paolo Gori, chef patron della “mitica” Trattoria Da Burde di Firenze, dal 1901 punto obbligato per chi voglia gustare la cucina tradizionale fiorentina, e Ettore Silvestri dell’Antica Trattoria Botteganova, poco fuori le mura di Siena, parte dell’Unione Ristoranti del Buon Ricordo, che dal 1981 ha dato inizio ad una storia fatta di gusto, ricerca e grande ospitalitĂ  toscana.

L’evento è in collaborazione con Firenze Spettacolo e Promowine.

Info e prenotazione obbligatoria Fondazione La Rocca di Staggia 366 4792092

No comments

set 14

Il piazzale Michelangelo ospita il Gelato Festival

 10676407_780873095303737_2955261866940907756_n

Oggi è l’ultimo giorno per partecipare alla grande sfida del gusto al piazzale Michelangelo, a Firenze. La finale europea di Gelato Festival che vede in gara i 17 maestri gelatieri vincitori delle tappe italiane ed estere della manifestazione chiude i battenti stasera alle 24. Alle 18 è prevista la proclamazione del miglior gelatiere d’Europa 2015.

Nutella arriva al piazzale Michelangelo con un mega gonfiabile, dove saranno distribuiti palloncini e braccialetti per chi assaggia il Nutella Ice Cream venduto, solo per questa occasione, all’eccezionale prezzo di un euro a coppetta. 


Gelato Show Cooking – Tante occasioni per imparare a fare e abbinare il gelato. Ricco il programma dei Gelato Show Cooking che chiudono la finale europea di Gelato Festival. Fra i protagonisti di oggi: Toni Cafarelli proporrà una Zuccotto con Gelato di Nutella e Pan di Spagna e Gelato di Nutella in crosta di sfoglia e panna, Silvana Vivoli e Stefano Bencistà Falorni prepareranno un inedito Gelato al Fico con la Finocchiona, mentre l’Associazione Gelatieri Fiorentini con Vetulio Bondi presenta Gelato Ginger Vegan e Gelato Ricotta di latte di pecora con fichi neri e noci Km 0. 

Chiave d’accesso per Gelato Festival® è la Gelato card che avrà un prezzo eccezionale di 7 euro. A disposizione anche la ricarica, a 5 euro. La card dà diritto a cinque assaggi a piacere, tutti gusti in gara, e a un Gelato Cocktail, il gelato in versione da bere realizzato in collaborazione con Fabbri

No comments

set 13

Arte Floreale: parte il corso per farne una professione lavorativa su addobbi e composizioni

Tutte le volte che passate davanti a un fioraio, oppure andate a una cena, un evento o un matrimonio, il vostro sguardo cade sulle composizioni di fiori? Vi capisco bene, e non c’è cosa piĂą bella che imparare l’arte floreale. Quindi vi segnalo volentieri questo corso, dove imparare le basi, poi sta a voi approfondire le tecniche, sappiate solo che conta tanta fantasia.

Un percorso finalizzato a fornire la formazione di base per il fiorista professionista che intende proporsi con professionalità e competenza sul mercato del lavoro: i fiori, le forme, i colori, i contrasti, le armonie, le proporzioni, gli stili e tutte le esercitazioni pratiche utili e necessarie. Il corso è pensato sia per chi si accosta alla professione, sia per chi già vi opera ma desidera perfezionare le proprie conoscenze e competenze.

PRINCIPALI ARGOMENTI
conoscere i materiali e gli utensili; simmetria e asimmetria; il colore; il materiale complementare; stile formale; centrotavola e arte funeraria; stili architettonici, il mazzo o bouquet da sposa.

Per maggiori informazioni invitiamo a contattare la coordinatrice didattica dott.ssa Micaela Lopalco tel. 039 2302979 int. 2 sottoint. 5
m.lopalco@monzaflora.it

No comments

Pagina successiva »