Google+

La Finestra di Stefania

L'enogastrogiardiniera

apr 25

I piccoli artigiani e i cuochi di Qualita e i cappelli di Barbara Zattoni la cheffa

il magazine delle eccellellenze del territorioE’ un periodo molto intenso per me, sia sul lavoro che sul giornalismo, quindi sono orgogliosa di parlarvi di questo nuovo progetto al quale collaboro anche io “Qualita Magazine“, dove una mia amica mi ha coinvolto e dove scrivo di orti e prodotti di stagione, da giardiniera è la mia materia.

Questo progetto Qualita, è dedicato ai piccoli artigiani del gusto e mette insieme realtà enogastronomiche del notro Belpaese, insomma persone, eccellenze e territori e quale miglior modo di capire questo nuovo progetto se non testarlo dal vivo? In occasione della Mostra Internazionale dell’Artigianato a Firenze, fino al 3 di maggio, tutti i giorni allo stand di Qualita al piano attico del Padiglione Spadolini, troverete le degustazioni  i cooking show, nello spazio targato Le Delizie di Leonardo Romanelli, in cui tutti i giorni dalle ore 11 alle 14 condurrà vere e proprie lezioni di cucina realizzate da chef talentuosi cheintratterranno il pubblico con la preparazione di golose ricette ispirate ai valori dell’Expo. Tra i nomi noti della ristorazione Toscana figurano Italo Bassi e Riccardo Monco dell’Enoteca Pinchiorri, Simone Cipriani del Santo Graal, Matia Barciulli dell’Osteria di Passignano e ancora Filippo Saporito de La Leggenda dei Frati, Alessandro Zanieri, chef del ristorante e wine bar Dei Frescobaldi e molti altri.

il team di qualità dei prodotti dell'eccellenzail team di qualità dei prodotti dell'eccellenzaCi saranno anche food blogger italiani, da Lorenzo Noccioli di Pop Eating a Rosa Celeghin di Cose fatte in casa e un doppio contest sui prodotti tipici, lanciato on line, in cui tutti gli amanti della cucina sono chiamati a cimentarsi: la migliore zuppa inglese e la frittata perfetta saranno giudicate anche da me il 25 aprile alle ore 19.30 ed il 1 maggio alle ore 20.30. E martedì 28 aprile Marco Pagnini e Andrea Moretti alle 20.30 cucineranno degli spaghetti particolari.

idee per cappelli originali

Inoltre al padiglione Arsenale, non perdetevi i cappelli fatti a mano da Barbara Zattoni, la cuoca di Pane e Vino, che oltre a definirsi “cheffa”, se la cava benissimo anche con il cucito.

No comments

apr 24

Gaja, Sassicaia, e i loro cugini di primo grado, la degustazione di Genova promette faville

degustazione di SassicaiaCi sono dei vini importanti in Italia, tra questi quelli di Gaja, il Sassicaia, il Flaccianello e molti altri. A Genova, martedì 28 aprile alle 20.30, si tiene una degustazione con protagonisti 7 vini eccellenti, premiati con i 5 grappoli. Un’occasione pe degustare insieme a Giuliano Lemme alcuni tra i vini più apprezzati del panorama vinicolo.

Questi i vini in degustazione:

1 Franciacorta Cuvèe Anna Maria Clementi 2005 di Cà del Bosco

2 Cervaro della Sala 2011 dei Marchesi Antinori

3 Fontalloro 2009 di Felsina

4 Flaccianellodella Pieve 2009 di Fontodi

5 San Leonardo 2007 della Tenuta San Leonardo

6 Barbaresco 2010 di Gaja

7 Bolgheri Sassicaia 2010 della Tenuta San Guido

La degustazione dei vini si tiene a Genova, presso lo Starhotels President in Corte Lambruschini, 4.Il costo della degustazione è di 50 euro.

Per prenotazioni

fondazionesommelier.liguria@gmail.com

Tel 3355379947

 

No comments

apr 20

Frittata o zuppa inglese? Se sei un asso nel prepararli partecipa al contest

come fareuna frittata perfettaLa frittata o la zuppa inglese hanno mille varianti, esiste la ricetta giusta per farla bene? Certo che si  e può essere davvero la tua ricetta.

Quest’anno alla “Mostra dell’Artiginanato di Firenze“, c’è una bella novità se ti piace cucinare,
Leonardo Romanelli ha pensato ad un doppio contest, lanciato on line, in cui tutti gli amanti della cucina sono chiamati a cimentarsi.
Come partecipare al contest della zuppa inglese: invia entro il 22 aprile 2015 all’indirizzo mail fogliatonda@gmail.com la tua ricetta per la zuppa inglese con dosi per 6 persone.
Le prime 10 ricette che giungeranno all’indirizzo indicato entro la data di scadenza parteciperanno alla finale che si terra’ sabato 25 aprile ore 19.30 all’interno dello spazio “Le delizie di Leonardo Romanelli” alla Fortezza da basso di Firenze ( padiglione centrale / Spadolini – piano attico).
Il giorno della finale, il partecipante, dovra’ portare la zuppa inglese gia’ realizzata, sempre per 6 persone, per essere valutata.
Non sara’ data la possibilita’ di realizzare in loco la ricetta.
La migliore zuppa inglese, sara’ decretata da una giuria, composta da giornalisti del settore ed esperti gastronomi, ci sarò anche io tra i giudici ;-)
Se invece sei bravo a fare la frittata, spedisci la tua ricetta per il contest entro il 29 aprile 2015 all’indirizzo mail fogliatonda@gmail.com la ricetta della tua frittata con dosi per 1 persona.
Le prime 10 ricette che giungeranno all’indirizzo indicato entro la data di scadenza parteciperanno alla finale che si venerdi’ 1 maggio ore 20.30 all’interno dello spazio “Le delizie di Leonardo Romanelli” alla Fortezza da basso di Firenze ( padiglione centrale / Spadolini – piano attico).
Il giorno della finale, il partecipante, dovra’ realizzare in loco la stessa frittata, sempre con dosi per una persona.

1 comment

apr 16

Tutti ad Arezzo per Il Flower Show nel bellissimo parco di Villa Severi

i fiori più belli di Arezzo

Se mi domandassero quale è una mostra di fiori bella da vedere in Toscana, senza dubbio suggerirei Arezzo Flower Show, nel bellissimo parco di Villa Severi. La città del Petrarca, ospita, questa manifestazione sabato 18 e domenica 19 aprile,  e prevede corsi di giardinaggio, laboratori didattici per i bambini e gli adulti, ma soprattutto la possibilità di vedere delle collezioni di piante parecchio rare.

 

Tra le tante belle iniziative in programma, anche capire come si fa il compost. A spiegarvelo ci saranno i ragazzi che lavorano per Hera che da anni si batte per l’ambiente e l’energia pulita, ed è sempre in prima linea per migliorare il suo compost.il parco di Villa Severi Da non perdere il lancio delle farfalle  che è  introdotto dall’entomologo Gianumberto Accinelli, che le alleva e le cura con la collaborazione di Cooperative sociali del territorio bolognese.
L’appuntamento è per domenica 19 aprile alle ore 17 allo spazio Hera.

L’ingresso costa 5 euro, ma se vi registrate allevento quì, avete il biglietto scontato e in regalo del fertilizzante naturale per le vostre piante.

Inoltre hanno fatto l’abbonamento a 8 euro per entrambi i giorni e se arrivate con il vostro cane, il biglietto di entrata costa 4 euro.

Qui trovate i corsi che fanno nel weekend e sono davvero interessanti.

No comments

apr 15

Chiesa di San Raimondo al Refugio a Siena

facciata di San Raimondo al Refugio.jpg

Ci sono delle chiese minori da vedere a Siena, che non siano le solite famose? A questa domanda fatta da un lettore, rispondo si! Me lo aveva dettola mia amica guida Ilaria Sciascia, che avevano riaperto la chiesa di San Raimondo al Refugio, dopo un lungo restauro, così sabato mattina ci ho fatto un salto. Chiusa per anni, vi confesso che non l’avevo mai vista nemmeno io, e pensare che quando facevo le superiori ci passavo davanti tute le mattine, ma  mai una volta che avessi visto l’uscio aperto!

La tengono aperta i volontari del Touring Club con il progetto “Aperti per voi” il mercoledì e il sabato mattina dalle 9.30 alle 13. Ci sono sempre un paio di persone che spiegano la storia di questa chiesa e dei “Conservatori Riuniti di Siena.

arte sacra al refugio

All’interno di San Raimondo, si trovano importanti opere realizzate da Francesco Vanni ed Astolfo Petrazzi; la Morte di San Galgano dalla collaborazione tra Ventura Salimbeni e Francesco Vanni; l’arte del Rustichino e del Francesino; la Natività con angeli di Alessandro Casolani.

Inoltre non perdetevi tutti gli oggetti di arte sacra, riposti nelle vetrine della sacrestia. Sono contenta di avervi parlato di questo piccolo gioiello senese, perchè Siena non finisce mai di stupire.

No comments

apr 10

La fiera degli orti e dei giardini con semi e piante vere, non modificate geneticamente!

ricette con il pomodoro piennoloNoi siamo italiani e facciamo una delle migliori cucine del mondo. Tutto questo non sarebbe possibile se non avessimo produttori di qualità, che non si fanno mettere i piedi in testa dalle multinazionali! Purtroppo però dobbiamo stare all’erta quindi dovete sapere dove trovare i semi da orto e come fare un orto sinergico in futuro, sperando che la natura faccia il suo corso e si mantenga vera e non artefatta da semi finti e tutti uguali.

Per questo motivo vi segnalo volentieri Hobby Farmer alla Fiera di Cesena nel fine settimana.

E in particolare non perdetevi i Semi di Sapienza:il programma della due giorni che prevede corsi, laboratori, allestimenti, incontri, dimostrazioni pratiche con esperti su come potare, coltivare e allevare e molto altro, per una full immersion nella natura e nella vita di campagna. Si inizia con Peperoncini, Rose e Balconi dell’Istituto Tecnico Agrario (sabato e domenica presso lo stand dell’Istituto Agrario): una raccolta di 100 tipologie di peperoncino, un workshop dal titolo ‘Come preparare l’orto in terrazzo’ e un’esposizione di rose della collezione del ravennate Giulio Pantoli. Sempre dedicato a questi magnifici fiori, anche Il giardino delle rose (sabato alle 10,00 in area incontri) in compagnia di Eliana Ruffilli, docente dell’Istituto Agrario Garibaldi di Cesena, che racconterà quali specie scegliere per i nostri giardini e come prendersene cura.

Dedicato invece all’olivo, L’olivo, questa straordinaria creatura (sabato alle 10,00 in Area Fattoria): un viaggio tra gestione economica e conoscenza degli oli del territorio per chi vuole iniziare o migliorare la coltura di olivi nell’orto o nel giardino, in compagnia di Andrea Celli (responsabile del Comparto Olivinicolo e del frantoio del Consorzio Agrario Interprovinciale).

Completamente dedicati all’orto gli incontri L’orto sinergico. Coltivare le piante, nutrendo la terra (sabato alle 11,00 e 16,15 in Area Fattoria), insieme a Janneke Gisolf, che insegnerà i principi dell’agricoltura sinergica, e Biodiversità nell’orto e nel giardino (sabato alle 11,00 in area incontri), un’occasione per far conoscere a cittadini e studenti la biodiversità rurale della nostra regione.

Delle proprietà terapeutiche del dedicarsi alla coltivazione, si parlerà nell’incontro Orto Terapia (sabato alle 15,15 in Area Incontri), appuntamento curato da Slow Food Cesena e Confesercenti Cesenate.

 

Hobby Farmer si rivolge a tutti coloro che desiderano iniziare una piccola produzione casalinga con orti in spazi cittadini, come giardini o terrazze. Tra gli appuntamenti suggeriti per poter costruire un orto ‘in casa’, L’orto “Io lo faccio da me” (sabato alle 12 nell’Area Incontri), in compagnia di Giovanna Olivieri, autrice del libro ‘Io lo faccio da sola’ (Ed. Terra Nuova). La Olivieri è un esempio vivente di vita in campagna, scelta insieme alla sua famiglia dove gestisce l’orto, il campo, gli animali, la casa, la manutenzione, la raccolta delle erbe selvatiche e dei frutti dimenticati, la trasformazione di tutti i prodotti in creazioni culinarie.

Sempre per il fai-da-te, l’incontro Progetti d’irrigazione per aree residenziali (sabato e domenica a rotazione presso lo stand di Irrigazione Balestra) con i consigli per realizzare il progetto d’irrigazione per il proprio spazio verde, scegliendo i materiali più adeguati e risparmiando. E ancora, Il giusto taglio. L’arte della potatura degli alberi da frutto (sabato alle 12,00 e domenica alle 11,15 in Area Fattoria) con una dimostrazione dell’esperto Massimo Neri che illustra tutto ciò che serve per fare correttamente le potature dell’olivo e delle piante da giardino.

Sempre dedicati alle piante anche gli incontri Innesti a primavera (sabato alle 14,30 in Area Fattoria) con gli insegnamenti di Emilio Podeschi della Fattoria Il Giuggiolo di San Martini dei Mulini; La Vite (sabato alle 15 e 16,30, domenica alle 15,15 e 16,30 in Area Fattoria) con illustrazioni e insegnamenti sul ciclo della vigna e del vino da parte dell’agronomo e vignaiolo Adriano Bernabei; Pomodori senza segreti (sabato alle 15,30 in Area Fattoria), dove gli esperti dell’Azienda Agricola Scarpellini e Orto Mio sveleranno tutti i segreti del pomodoro. Alla cura delle piante è dedicato l’incontro Curare le piante: malattie e rimedi (sabato alle 17,00 in Area Incontri): grazie alla collaborazione con il Garden Battistini, il Dott. Claudio Lugaresi fornirà i consigli utili per prenderci cura delle nostre piante.

 

A Hobby Farmer, c’è spazio anche per gli animali della campagna, la cucina e gli artigiani con la rassegna dedicata Com’è bella la campagna.

Con l’esposizione di biodiversità animale dell’A.R.V.A.R. (sabato e domenica in Area animali) saranno presenti polli, tacchini, conigli, oche, anatre, pavoni ed altri animali, mentre con L’Aia di una volta (sabato e domenica in Area Fattoria) il Vivaio Scarpellini allestisce uno spazio d’incontro con un grande albero, attrezzi e tavoli per ricordare il tempo in cui la campagna era fatta di duro lavoro ma anche occasione di socialità.

Fra i laboratori, Dall’argilla al testo (sabato e domenica presso gli stand), dove verranno svelati tutti i passaggi dell’arnese di cucina romagnolo per eccellenza, la teglia d’argilla. E ancora L’Orto in barattolo. Come conservare frutta e ortaggi (sabato alle 10,00 in Area Cucina) in compagnia dello chef Roberto Giorgetti dell’Osteria Da Gianola di Bellaria, ed Erbe di gusto (sabato alle 11,00 in Area Cucina) a cura di Slow Food Cesena e Confesercenti Cesenate con il racconto delle erbe aromatiche, occasione per riscoprire ricette semplici, infusi profumati e vecchi rimedi della nonna. Delle proprietà salutari di piante come ortica, finocchio, liquirizia, melissa, verbena e rosa canina, si parlerà nell’incontro La ti-sana della salute (sabato alle 16,15 in Area Incontri), in compagnia di Paola Arcangeli, grande conoscitrice di Oriente ed arti del benessere, la conversazione si concluderà con una degustazione.

Fra gli altri incontri della rassegna Com’è bella la campagna e Dai fiori al miele. L’avventura delle api (sabato alle 15,30 e domenica alle 15,15 in Area Fattoria) in cui i due apicoltori Giovanni ed Andrea Scozzoli raccontano la vita delle api, dal volo sui fiori all’alveare al miele; Prendersi cura degli alberi (sabato alle 14,30 in Area incontri), insegnamenti a cura della cooperativa Il Totem; La grigliata felice, a scuola di grilling (sabato alle 12 in Area cucina e spazio esterno) dove si impara l’arte della cottura su griglia, con assaggi conclusivi.

Fra i laboratori artigianali L’artigianato agricolo: intrecci, cesti impagliati e giochi d’una volta (sabato pomeriggio in area fattoria): Emilio Podeschi dell’Azienda Agricola Il Giuggiolo, a San Martino dei Mulini, insegnerà a intrecciare il vimini, il midollino e canne da fiume e ad utilizzare la legna per creare contenitori e pupazzi.

 

Contemporaneamente a Hobby Farmer, si svolgerà anche la decima edizione di Agrofer, Fonti Energetiche e Sviluppo Sostenibile, la prima ‘convention’ articolata e la prima esposizione rivolta al settore agricolo ma anche ai cittadini interessati allo sviluppo sostenibile e al risparmio energetico.

Info Hobby Farmer:

Sabato 11 aprile orario 9,00 alle 18,30;

Domenica 12 aprile orario 9,00 alle 18.30.

Costo biglietto: 7 euro (ridotto 5 euro).

Ticket ridotto scaricabile da www.hobbyfarmerfiera.it

No comments

apr 7

La focaccia col formaggio della Manuelina

ricetta focaccia di ReccoCerchi la ricetta originale della focaccia al formaggio di Recco? L’hai trovata, questa è quella inventata da Manuelina, tanti anni fa. Io appassionata di Genova, della Liguria e della focaccia, me la sono vista catapultare a Firenze, Gloria Carbone, la bisnipote di quella signora che inventò la focaccia. Una mattina di tiepido sole, Filippo Bartolotta ha ricreato nella cucina del Mama’s Florence, un angolo del Golfo Paradiso, e che paradiso!

Una tradizione che passa di mano in mano di quattro generazioni, dove le donne la fanno da padrone. Una ricetta all’apparenza semplice, ma che grazie alla magia dei piccoli gesti decisi, da vita a un capolavoro di bontà, la focaccia di Recco, che è diventata IGP!

Ed ora non vi resta che prepararla.

Ingredienti della focaccia di Recco IGP

1 testo di rame stagnato di almeno 50 cm di diametro

800 gr di crescenza freschissima (prodotta con latte ligure)

200 gr di acqua

400 gr di farina 00, manitoba

120 gr di Olio Extra Vergine di Oliva della Liguria

sale

Accendete il forno. Sulla spianatoia lavorate la farina con 80 gr di olio, aggiungete l’acqua, fino ad ottenere un impasto morbido.

Fate un panetto e lasciatelo riposare dentro una terrina per un ora a temperatura ambiente.

Lavorate di nuovo la pasta per qualche minuto, formate un altro panetto, lasciatelo per cinque minuti sulla spianatoia, quindi stendetelo in una sfoglia sottile.

Con le mani messe a pugno, lavorate la sfoglia sotto, allargandola per renderla ancora più fine. Oliate il testo di rame e foderatelo con la sfoglia, distribuite la crescenza a pezzetti molto fitti tra loro, quindi coprite con l’altro strato di sfoglia. Quindi pizzicate la pasta con le dita, per ottenere dei piccoli fori.

Cospargete la focaccia con del sale e irroratela con l’olio rimasto. stendendolo con il palmo della mano, in modo da schiacciare in contemporanea il formaggio.

Cuocere in forno al massimo della potenza, per 6-10 minuti.

No comments

apr 4

Caccia al tesoro in giardino

idee per la caccia al tesoro

Con le belle giornate viene subito la voglia di stare all’aria aperta e allora perchè non organizzare una caccia al tesoro sia per grandi e bambini?

Per pasquetta ad esempio in tanti giardini italiani,  fanno la caccia al tesoro botanico, immersi nella natura.

E in Toscana al Campus Botanico del Campastrello, a Castagneto Carducci (Livorno), lunedì c’è questa bella iniziativa dedicata a tutti i bambini, con la caccia al tesoro tra le piante botaniche.

PROGRAMMA DELLA GIORNATA:

Ore 11,00: Ritrovo nella piazzetta di Campastrello
Ore 11,15: Illustrazione delle regole della Caccia al Tesoro
Ore 11,30: Inizio con la consegna del primo indizio
Ore 12,30: Termine gara
Ore 12,45: Premiazione

Per informazioni e prenotazioni:
Tel. 0565 765128
Mail: info@campastrellosport.it

All’interno c’è anche un ristorante dove mangiare se non avete con voi il pranzo al sacco.

 

No comments

Pagina successiva »