La Finestra di Stefania

L'enogastrogiardiniera

apr 18

Rakele Tondini, la tavola magica di Gustarte e la nuova stagione della Galleria Bianciardi

In un blog che parla di giardini, ma soprattutto di vino e di cibo, non potevano passare inosservati  una serie di disegni ispirati alla buona tavola creati da Rakele Tondini. Artista a tutto tondo, la fiorentina Rakele è una giovane pittrice, illustratrice, e costumista, che in queste opere gioca con le sensazioni del cibo.

Ma guarda anche alle composizioni equilibrate, e l’intento della pittrice √® quello di viziare lo sguardo con disegni all’apparenza infantili, ma che sotto sotto nascondono valori pi√Ļ profondi. Lavorando sulle immagini dei pasti quotidiani, la Tondini, spinge alla lettura emotiva del cibo contemporaneo e delle aspettative che esso suscita.

Gli equilibri di un banchetto sono sotto gli occhi di un ristorante in vista,  con un minuzioso realismo ha raccontato il cibo, mettendo tutti a tavola e sorprendendo la folla con un piatto caraibico.

Se la volete vedere all’opera, questa volta insieme alla sorella Kalinka, non perdetevi la nuova stagione della¬†GALLERIA D’ARTE CONTEMPORANEA BIANCIARDI 2014/ 15: Domenica 27 Aprile saranno presentati nuovi artisti, nuove opere, tra libri, pittura, fotografia e scultura, presso le EX CANTINE RICASOLI di Gaiole in Chianti (Siena).

inaugurazione galleria d'arte bianciardi

1 comment

apr 17

Cantalici, il vino e le uova bio delle galline nere nel Chianti

Questa è la storia di Carlo e Daniele Cantalici, due fratelli legati a doppio filo ad una cultura contadina, quella chiantigiana, che nel corso degli anni  hanno messo da parte la legna per dedicarsi a tutto tondo al vino.  Un altro esempio di piccola realtà che sta crescendo a Castagnoli, nel comune di Gaiole in Chianti (Siena).  Io li conosco da una vita, come succede nei piccoli paesi, anche se non hai la solita età, ti capita di andarci in giro insieme, quindi so il lavoro che hanno fatto in tutti questi anni e la loro voglia di crescere e perfezionarsi non si arresta, anzi sono sempre in cerca di nuovi stimoli.

Prima di parlare del vino, ci tengo a parlare delle uova: non solo gallo nero, ma anche galline nere del Valdarno ( √® il nome della razza) che producono uova biologiche e che hanno un sapore davvero particolare. Ma oltre alle uova c’√® anche un percorso artistico: quello delle etichette per il vino, disegnate dal pittore Ghelli, scomparso di recente, e quello del logo, uno splendido soggetto in ferro battuto sopra un sasso del Chianti, fatto da Fabio Zacchei, autore di importanti opere.

L’attenzione data a ogni minimo dettaglio √® il vero valore aggiunto e distintivo di questa realt√† vitivinicola, che si presenta con una sua filosofia, un preciso tratto distintivo e una sua storia da raccontare. La cantina √® molto particolare divisa in due zone: la prima composta da vasche in acciaio e botti grandi √® posta nella parte vecchia della propriet√† dove al centro regna sovrana un imponente colonna in pietra circolare, esempio architettonico abbastanza raro e importante e dove tutto √® controllato da sistemi all’avanguardia. La barriccaia √® posta sotto la vecchia fornace, ritrovata durante i lavori di restauro della capanna.

Come enologo da un p√≤ di tempo √® arrivato a Castagnoli, Maurizio Castelli, e si sente la sua impronta nel Chianti Classico base, ¬†e nel Messer Ridolfo, il Chianti Classico 100% Sangiovese. inoltre si produce anche un vino rosato, il Petali di Ros√® e un IGT, il Tangano. L’azienda prodce anche un olio pregiato, frutto di una sapiente unione di cultivar.

L’azienda √® visitabile tutti i giorni e si effettuano visite guidate e degustazioni.

CANTALICI

Via Della Croce 17/19 Loc. Castagnoli – 53013 – Gaiole in Chianti (SI)

Tel. e Fax: +39 0577 731038

http://www.cantalici.it/

 

No comments

apr 13

Rose, dieci consigli per renderle bellissime

Ci siamo le rose cominciano a stare strette dentro ai loro boccioli, vogliono aprirsi e mostrare i nuovi vestiti, però ricordatevi che la regina dei fiori merita una certa attenzione al fine di ottenere una vigorosa fioritura.

1 – La scelta giusta
Rendetevi conto di dove abitate, e dopo aver letto il clima che avete scegliete le vostre rose.

2 – Il portinnesto di destra
Rose ibride sono per lo pi√Ļ innestate su un portainnesto ideali a qualsiasi terreno.¬†Rosa multiflora per terreno non troppo calcareo e il clima non troppo freddo.¬†Rosa canina si adatta molto bene nei terreni calcarei , anche sassosi e al mare.

3 – Scegliere la posizione giusta
Le rose apprezzano zone molto areate e soleggiate e  suoli profondi.

4 – Il momento giusto per piantare
Da fine ottobre ( dopo la caduta delle foglie ) a metà aprile ( prima ricrescita ) scegliere le piante a radice nuda , meno costose . Da aprile a ottobre, preferire piante in vaso.

5 – Concimazione
Ogni anno in autunno concimare con un composto ricco di potassio e magnesio, a primavera una speciale concime liquido, sempre arricchito di magnesio.

6 – La messa a dimora
Non ripiantare una rosa nel posto di un altra pianta, a meno che non intendiate cambiare tutta la terra. Scavare una buca profonda ( 45-50 cm). Mescolare la terra con concime organico ( letame essiccato o compost), lasciando fuori dal terreno solo il portainnesto.

7 – Manutenzione

Annaffiare le piante fino al pieno recupero poi diminuite le innaffiature, sempre per prevenire la diffusione di malattie fungine .
Rimuovere fiori morti accorciando il gambo sopra della prima foglia con cinque foglioline per garantire una buona rifioritura.

8 – Taglio o potatura
Tutte le istruzioni nel post. http://www.lafinestradistefania.it/2011/02/come-e-quando-potare-le-rose-finalmente-e-arrivato-il-momento-giusto-per-la-potatura/

9 РLotta contro parassiti e malattie 

Fare in modo che il fogliame delle vostre rosesia sempre ben ventilato  Questo impedisce molte malattie. Rimuovere anche le foglie esterne con macchie senza aspettare che cadano da sole, e raccogliere le foglie malate  cadute a terra, fonti di contaminazione . Dalla comparsa di macchie , trattare con poltiglia bordolese. Insetti indesiderati , coccinelle o un forte attacco di afidi , usa una soluzione di sapone organica contenente limone.

10 – Bellissimi fiori recisi

Se volete bei fiori per tagliare , non esitate a rimuovere i tasti laterali a favore di un unico fiore terminale.

No comments

apr 10

Bar Trombetta a Rigomagno Stazione

Tappa obbligata del popolo delle Terre di Siena  che va ad Arezzo, oppure si spinge fino a Rimini attraverso Viamaggio, il Bar Trombetta a Rigomagno Stazione (Si), è uno di quei pochi posti sicuri, che non delude mai.

Le acciughe sotto pesto sono il must del locale da mettere tra le fette di pane toscano, oppure prosciutto, porchetta e soppressata per imbottire i panini. Uno di quei posti senza tanti fronzoli, dove un buon bicchiere di vino rosso, aiuta a mandare gi√Ļ il boccone.

Se usate i bagno, attenti a rispettare le regole ;-)

Bar Trombetta, uscita Arezzo della Siena-Bettolle.

No comments

apr 8

Sculture di frutta e verdura, parte il corso a Eataly Firenze

sculture-di-frutta-e-verdura

Sculture di frutta e verdura, l’arte dell’intaglio arriva a Firenze con il maestro Claudio Menconi, chef decoratore e medaglia d’oro. tante idee per stupire gli amici o fare un regalo insolito, ma anche un addobbo originale a base di frutta e verdura. I fiori saranno di sedano rapa, carota e via dicendo.

Stasera alle 18.00 nei locali della didattica di Eataly Firenze, in Via Martelli accanto al negozio, si terrà un food show di presentazione, in attesa della lezione dello chef, martedì 29 aprile dalle 19 alle 22 al costo di 60 euro.

Per informazioni e prenotazioni

Ufficio Didattica Firenze
via de’ Martelli - 50122 Firenze

 

No comments

apr 5

Fuori Vinitaly: cosa fare la sera, dopo la fiera di Verona

C’√® il Fuori Salone a Milano, il Fuori di Taste a Firenze e perch√© non parlare di un “Fuori Vinitaly“, per tutti coloro che la sera dopo la fiera vogliono fare qualcosa di diverso dalla solita cena? Il Vinitaly comincia domenica 6 aprile e finisce mercoled√¨ 9 aprile.

Le Grandi Melodie del Chianti Classico al¬†Arena Museo Opera¬†&¬†Vinitaly 2014 ‚Äď VeronaIl Museo di Palazzo Forti ospiter√† il prossimo¬†5 aprile l‚Äôevento di presentazione del¬†Chianti¬†Classico Gran Selezione a Verona,¬†nuova punta della piramide qualitativa della storica DOCG Toscana.

L‚Äôevento avr√† inizio alle ore 19.00 con un intervista-dibattito condotta dal ‚ÄúDoctor Wine‚Ä̬†Daniele¬†Cernilli che presenter√† la nuova tipologia insieme al Presidente del Consorzio Sergio Zingarelli e al¬†Direttore Generale Giuseppe Liberatore. Subito dopo partir√† un viaggio virtuale nel territorio del Chianti¬†Classico attraverso i banchi di assaggio delle diverse etichette di Gran Selezione divise per provenienza¬†geografica. Ad accompagnare il pubblico ci sar√†¬†una guida d‚Äôeccezione,¬†il Sommelier migliore del mondo¬†Luca Gardini.¬†Ambasciatore gastronomico del Gallo Nero¬†durante la cena sar√† invece¬†Dario Cecchini¬†che cuciner√† la sua¬†‚Äúciccia‚ÄĚ nel suggestivo chiostro del Museo.

MARTED√Ć 8 APRILE 2014

Salieri Wine Tasting Gala con Fede e Tinto
presso la Feltrinelli Libri e Musica Рvia Quattro Spade, 2 РIngresso libero dalle 19 alle 21.30 
Dalla trasmissione Decanter di Radio2, ospiti i conduttori Fede e Tinto che parleranno del loro libroSommelier… ma non troppo, Rai Eri Degustazione del vino prosecco Salieri Wine e dei prodotti Italian Food Trading. Duetto jazz a cura di Massimo Barba e Enrico Breanza.

God Save The Vinitaly! Tre parole per dirlo, marted√¨ 8 aprile a Verona, presso l’Hotel Due Torri con le seguenti aziende che porteranno i loro vini in degustazione:

PROTAGONISTI A VERONA
Bruno Paillard Champagne
Carpenè Malvolti (Conegliano, TV)
Roner (Termeno, Tramin BZ)
Tenuta Villa Barberino Nunzi Conti
Bindi Sergardi (Monteriggioni, SI)
Masserie Flocco (Portocannone, CB)
Viticoltori il Ponte (Ponte di Piave, TV)
Piombaia (Montalcino, SI)
Morone (Guardia di Sanframondi – Benevento)
Fattoria Poggiopiano (Fiesole, FI)
Tenuta Lenzini (Gragnano di Lucca, LU)
Agricola LE Torri (Barberino Val d’Elsa, FI)
Ritterhof (Termeno, Tramin BZ)
Andrea Scovero (Costigliole d’Asti – Piemonte)

Inoltre durante la serata ci sar√† l’anteprima ¬†di Mortadella B√≤: si chiama¬†Anteprima Filo Rosa¬†ed √® l‚Äôoriginale iniziativa organizzata dal¬†Consorzio Mortadella Bologna¬†dedicata alla Mortadella Bologna¬†IGP, che proprio nel capoluogo emiliano sar√† protagonista¬†dal 9 al 12¬†ottobre dell’eventoMortadellaB√≤¬†(www.mortadellabo.it).

Tutti gli assaggi e cena buffet pi√Ļ banco formaggi e salumi DOP italiani, 25 euro tutto compreso
prenotazioni a info@firenzespettacolo.it

Due Torri Hotel - www.duetorrihotels.com

 

 

 

1 comment

apr 4

Siena e lo Swinging on Porrione, il vintage anni trenta invade le strade

porrione-vintage-aloe-e-wolf-siena

Prima ha iniziato Via Pantaneto concedendo alla citt√† di Siena delle serate insolite con negozi aperti e eventi lungo a strada, ora tocca a Via del Porrione, dove domani 5 aprile dalle 18 alle 24, va in scena “Swinging Porrione” in occasione del decimo compleanno del negozio vintage Aloe&Wolf.

Si ivivrà l’atmosfera SWING del Cotton Club, The Great Gatsby o C’era una Volta In America. 
Si tratterà di uno spettacolo unico e coinvolgente, al quale parteciperanno i migliori 
ristoranti e negozi della via, l’evento è aperto a tutti con musica, danza e un’ambientazione curata nei minimi dettagli.
Gli Speak easy, una piccola orchestrina live composta da musicisti del Siena Jazz armati di sax, contrabbasso, percussioni e chitarra, suoner√† brani tratti dal repertorio swing anni ‚Äė30.

I ristoranti della via prepareranno gustosi banchetti di street food grazie ai quali potremo sentire i profumi della vita di strada tipici dell’Italia degli anni ’30:

Frutta & co: passion&fruit
Osteria Le Logge : MissPorchetta&Mr.wine
Un tubo : Cocktails Clandestini
Il Palchetto: La Pappa Maritata del contadino
La Biottega dei sapori Pane&companatico
Bar Porrione: prohibited beer
PorriOne feat Lo Speziale : the famous Al Capone’s Hot dog
Bar Cor Magis: La Trippa dei Picciotti del Campo

Mentre i negozi di Via del Porrione allestiranno un piccolo flea market.

 

No comments

apr 4

Piccoli lussi quotidiani alla Coop di Novoli

Category: Chef,Cibo

Era tanto che volevo fare un salto alla Coop di Novoli a Firenze, tanto decantata da amici fiorentini per l’alta qualit√† di prodotti del territorio, cose molto ricercate e di filiera corta come il pesce dell’Arcipelago Toscano, i polli del Valdarno e tante altre sfiziosit√†, compresi i libri e uno spazio per fare presentazioni e cookingshow dal vivo.

Hanno fatto centro un sabato mattina portando lo Chef stellato Gianfranco Vissani a cucinare dentro la Coop: ¬†per presentare i suoi piatti pronti “Piccoli Lussi Quotidiani”. L’eccellenza dell’alta cucina accessibile ha tutti √® il progetto di Vissani insieme a Gastronomia Toscana, e da questa fusione di visioni, ne sono usciti 7 piatti mixati tra tradizione e innovazione come la crespella toscana ripiena di cavolo nero e l’esotico della banana, il caff√® messo in una zuppa insieme al topinambur, il risotto al Black ¬†Velvet unito alla cipolla e al groviera. State in campana, quando passate dal banco frigo, ne troverete delle belle.

No comments

Pagina successiva »