Google+

La Finestra di Stefania

L'enogastrogiardiniera

mar 5

Camminata lungo la Via Francigena da Monteriggioni a Siena

percorsi trekking in toscana e sulla Via Francigena

Avendola a due passi questa antica via pellegrina, ogni tanto mi permetto il piccolo lusso di fare qualche tratto, e poi mi viene spontaneo parlarne con le persone, e la domanda più frequente è: ma i sentieri sono facili lungo la Via Francigena?

Io del tratto Abbadia a Isola-Monteriggioni ne avevo già parlato quì, e ora vi dico di questa bella iniziativa organizzata dalla mia amica Elisa e da Federica Fantozzi in programma domenica.

La tappa toscana della Via Francigena, sarà Monteriggioni-Siena, e il percorso è lungo circa 20 km. La partenza è fissata per le ore 9.00 nella piazza del castello di Monteriggioni, con arrivo a Siena in Piazza del Campo per le ore 17.00.

La difficoltà del percorso è medio alta perchè è lunghino, ma se siete preparati, è proprio una passeggiata, vi dico solo che potete portarvi i bastoncini, il pranzo è al sacco e quando arrivate in piazza,  ci sono le frittelle del Savelli ad attendervi!!

Poi a Castellina Scalo, a tre km circa da Monteriggioni, ci arriva il treno, quindi se non vi fa voglia di prendere la macchina, potete prendere il treno dalla stazione del vostro paese, e dopo il trekking, riprendere il treno da Siena per casa vostra.

La passeggiata guidata costa 5 euro, nella foto sotto trovate tutte le info.

quanto sono lunghe le tappe della Via Francigena

No comments

mar 2

La Pescheria San Pietro, piacevole scoperta in pieno centro a Firenze

Arredi per ristorante di pesceL’altro giorno degli amici mi hanno chiesto di un ristorante di pesce a Firenze dove si mangia bene, e io che di recente sono stata invitata a provare la Pescheria San Pietro, vicino alla stazione, non ho avuto dubbi nel consigliarlo, perché nonostante sia in zona turistica, il ristorante ha davvero una marcia in più. E’ su due piani, con due cucine, e chi lo ha ristrutturato, ha davvero del buon gusto, visto che in un ambiente cosi’ grande, ha saputo ricreare molti ambienti originali e diversi tra loro, dove prevale il vintage.

Una  cucina è a vista, sia sul ristorante che sulla strada, dove una “sfoglina” è intenta a fare la pasta in casa, infatti tutti i primi piatti sono fatti con pasta fresca. Lo chef del ristorante è Daniele Raddi, cuoco fiorentino molto conosciuto in città, che in questa nuova avventura si è lasciato tentare dal pesce fresco.

Nei suoi piatti c’è sia ricerca che tradizione, ma senza voli pindarici, perchè quando c’è la materia prima di qualità anche una semplice tartare diventa un capolavoro. Mentre aspetto la mia ordinazione mi portano una piccola entrée di tonno accompagnata da un sacchettino di pane. Golosa come sono ho notato che oltre al pane toscano, ne fanno uno giallo fatto con miele, uovo, burro e semi di papavero e pan brioche, e un altro ancora più sfizioso, pane nero con farina di farro, yogurt, miele prugne noci e semi misti di lino, sesamo e girasole.

Tante belle cose da scegliere nel menu, anche il crudo, ho notato che cercano di fare una cucina di pesce che vada bene a tutti, io ho preso le tartare: quella di tonno è condita con i capperi, poi c’è quella di branzino e quella di salmone tutte  accompagnate da mostarda fatta in casa a base di senape e miele, davvero ottima.

Tra i primi ho notato i passatelli con vongole e zucchine e non ho esitato a sceglierli. Non sono in brodo, ma asciutti e la pasta è fatta in casa, condita con le vongole e le zucchine, li ho apprezzati molto per la sua semplicità realizzata a regola d’arte.
Invece di prendere la grigliata o il tonno dal menu ho scelto i calamari e spinaci in tre cotture diverse con  carciofi fritti che solo a leggerli mi ispiravano parecchio. Per essere un antipasto la porzione è molto abbondante.


Il dolce non l’ho mangiato perché ero davvero piena, ma una lettura alla carta l’ho data: fanno la mela al prosecco, cotta in forno con cannella, arancio e noci, e il tulip con mascarpone e fragole che ho scoperto sia una cialda fatta a forma di fiore ripiena della crema, e altri dolci curiosi. Con il caffè portano della piccola pasticceria. Inoltre vendono anche i prodotti che usano in cucina come le acciughe del Cantabrico, l’olio, l’aceto balsamico, e alcuni dolci e del pane, e il sale di Cervia.

Inoltre fanno servizio di  “take away” a prezzi più bassi, la mattina offrono il servizio di colazione, e poi fanno aperitivi e cocktail da abbinare a un piatto di “crudo”. Il bello è che la cucina è aperta da tarda mattinata fino a sera tardi, quindi se uno alle tre e mezzo del pomeriggio,  ha voglia di un piatto di pesce, lo può mangiare tranquillamente. E in più è comodo e ci si arriva con la tramvia. La carta dei vini piano piano sta crescendo, hanno anche vino al bicchiere, io ho preso un calice di Prosecco delle Sorelle Bronca.  C’è anche un menu dello chef a 42 euro, oppure potete scegliere alla carta. Gli antipasti partono dai 10 euro, i primi sui 15 euro, i secondi variano dai 16 ai 23 euro. Inoltre i proprietari regalano una cartina della città a chi va a mangiare, bella idea per chi non conosce Firenze.

Pescheria San Pietro
Via Alamanni 7

http://www.pescheriasanpietro.it/
Firenze
Tel. 055 – 2382749 

No comments

feb 26

Più di là che di qua della Compagnia PerNienteStabile: un fa paura eh, c’è da ridere!

commedia a Buonconvento

Cercate una commedia teatrale che fa ridere un sacco? Nel fine settimana non perdetevi l’atteso evento della Compagnia PerNienteStabile di Buonconvento (Siena).

Se volete ridere a crepapelle, prenotate un posto al Teatro dei Risorti per vedere “Più di là che di qua”. Siete amanti dell’occulto? Vi hanno sempre affascinato le storie sui fantasmi? Ecco lo spettacolo brillante che fa per voi. Ormai Serena Pianigiani, Paolo Ciacci, Elisabetta Borgogni, Gaia Sbardellati, David Bracalente, Angelo Cappuccia e tanti altri protagonisti sono un gruppo consolidato che sceglie un testo di una commedia e lo riscrive per la compagnia. E anche questa volta hanno fatto un lavoro grandioso, quindi non perdeteveli.

Questi gli orari per andare a vedere la commedia.

Venerdì 27 Febbraio ore 21.15; prevendite edicola Fogliani, via Soccini, Buonconvento; TEL 0577/806085

Sabato 28 Febbraio alle ore 21.15; prevendite tabaccheria Brogi, via Roma, Buonconvento; TEL 0577/806198

Domenica 1 Marzo alle ore 17.00; prevendite edicole Tesi, via Dante Alighieri, Buonconvento; TEL 0577/807261

Guardatevi il trailer qui!

No comments

feb 25

Leggere un fumetto? Ve lo spiegano Sergio Tisselli e Gino Scatasta come fare

Category: Fumetti

Sergio Tisselli e i suoi fumetti

Sergio Tisselli e il mondo del fumetto. Siete appassionati di fumetti e vi piacerebbe sapere qualcosa in più su il fumettista e illustratore Sergio Tisselli? Non perdetevi la conferenza stampa insieme al professore Gino Scatasta “Leggere un fumetto”, mercoledì 25 febbraio dalle 15 alle 17, nell’aula magna del Liceo Scientifico Augusto Righi di Bologna, nell’ambito del ciclo “Leggere, scrivere e far di conto. Strumenti per il XXI secolo” organizzato dallaSocietà Editrice Il Mulino.

Gli appassionati di Tex, potranno cogliere l’occasione per avere notizie sulle evoluzioni del lavoro che Sergio sta portando avanti per la Sergio Bonelli Editore.

No comments

feb 24

Terre di Toscana e Golosizia, il giusto abbinamento tra cibo e vino

Sapete quali sono i migliori vini toscani e gli chef più bravi? Lo scoprirete nel fine settimana a Terre di Toscana e Golosizia. Domenica 1 e lunedì 2 marzo la Versilia torna la protagonista del buon vino e del buon cibo all’interno dell’Una Hotel di Lido di Camaiore.

Sono 130 i produttori provenienti da tutta la regione per far degustare i loro migliori vini, e confrontarsi con appassionati, operatori e giornalisti. Quì trovate tutti gli oltre 600 vini in degustazione e trà le aziende che sono novità assolute per la manifestazione ci sono: Altura, Fattoi, Fortulla, Grillesino, Marcampo, Podere Ristella e Tenuta Monteti.

Una due giorni intensa che vedrà insieme al vino i cookingshow di chef importanti come Giuseppe Mancino del ristorante Il Piccolo Principe dell’hotel Principe di Piemonte di Viareggio (Lucca), Paolo Ricci de L’Osteria di Ceppato di Vicopisano (Pisa), Beatrice Segoni del ristorante Convivium di Firenze, Valeria Piccini del ristorante Da Caino di Montemerano (Grosseto), Stefano Pinciaroli del ristorante Ps di Cerreto Guidi (Firenze), Valentino Cassanelli del ristorante Lux Lucis dell’hotel Principe di Forte dei Marmi (Lu), tutto questo nei pomeriggi di domenica e lunedì.

E inoltre ci saranno i formaggi di Corzano e Paterno, e la mitica Torta Pistocchi.

Per chi arriva in treno navetta gratutita dalla stazione di Viareggio al Lido e viceversa, domenica dalle 11 alle 19, lunedì dalle 11 alle 18. Se non la vedete arrivare la navetta, pazientate.

L’ingresso costa€25 e dà diritto a degustare tutti i vini presenti.
Ingresso ridotto (€20) per i soci AIS, FISAR, ONAV, AIES, SLOW FOOD, TOURING e abbonati al notiziario de L’AcquaBuona

No comments

feb 19

Corso per imparare a fare un impianto di irrigazione per giardino, orto e balcone

come fare un impianto d'irrigazione da soli

Ti piacciono le piante e ti piace fare l’orto e non hai tempo per bagnarle? Esiste un corso su come fare un impianto di irrigazione per il giardino, il balcone e l’orto e si tiene sabato 21 febbraio 2015 dalle ore 9.30 a Firenze, presso l’Istituto Statale SS. Annunziata al Poggio Imperiale.

Nel corso della mattinata, verranno affrontati i temi inerenti la progettazione, la realizzazione e la manutenzione dell’impianto di irrigazione analizzando le caratteristiche agronomiche, i materiali utilizzati, il loro impiego e le differenze tra le tipologie di impianto.

Le iscrizioni sono ancora aperte. E’ possibile la partecipazione al singolo corso, , al costo di 40 €, ridotto a 35 € per i soci Coop. Una bella occassione per avere erba verde e giardini fioriti da mille e una notte.

http://www.societatoscanaorticultura.it/

No comments

feb 16

Torta alla crema con ananas e fragole della Luisa

Siete alle prime armi e siete alla ricerca di dolci facili come la torta di frutta? Bene, questa torta della Luisa, la mamma del mio amico Luigi, è la ricetta adatta a voi. Siete pronte per cominciare? Allora vi servono 4 uova (con chiare montate a neve), 200 gr zucchero, 200 farina, 200 burro, una busta di lievito Bertolini, una tortiera da 30 cm, una scatola di ananas a fette, un cestino di fragole, del cioccolato per guarnire.

Come prima cosa per fare la torta alla frutta, montate lo zucchero con i tuorli, poi montare le chiare a neve e tenete da parte, quindi aggiungere il burro sciolto insieme alla farina e al lievito e alla fine amalgamare le chiare montate a neve al composto. Mettere l’impasto del pan di Spagna in una tortiera e cuocere in forno a 160° per 40 minuti. Lasciare raffreddare.

Sarebbe meglio fare il pan di Spagna il giorno prima se avete tempo.

Per fare la crema le dosi sono: un cucchiaio di farina, due cucchiai di zucchero,  un uovo intero e 2,5 dl di latte, mettete sul fuoco e mescolate. Lasciatela intiepidire, quindi spalmate la crema sopra il pan di Spagna. Nel frattempo tagliate il cioccolato con il coltello e mettetelo da parte.

Scolate le fette di ananas, tagliate le fragole a spicchi. Guarnite la torta con le fette di ananas e al centro posizionate le fragole, e con il cioccolato tagliato a pezzetti rivestite il bordo della torta. Mangiate con passione!

No comments

feb 15

Una domenica a potare le rose

Dove imparare a potare le rose? Vicino a Milano, c’è il Castello Quistini, che tutto l’anno, organizza corsi di potatura pe le rose e altre piante, e tutte le domeniche da aprile a novembre, escluso luglio e agosto, apre le porte ai visitatori.

Febbraio è il momento migliore per potare le rose e al Castello Quistini a Rovato, domenica 22 Febbraio, nel pomeriggio dalle 14,30 alle 17,30 ci sarà un corso teorico-pratico per conoscere meglio le rose e imparare le tecniche corrette per potarle una volta tornati a casa vostra.

Il corso  per imparare a potare le rose, serve proprio a voi, per riuscire a migliorare la crescita delle vostre piante e la fioritura, per imparare a riconoscere le malattie della rosa e quali sono i suoi più acerrimi nemici.

A farvi da insegnante, direttamente il proprietario, Marco Mazza, che è il progettista dei giardini di Castello Quistini e specializzato nella produzione di rose botaniche, antiche, rose inglesi e rose selvatiche.

Lo scopo del corso è fornire tutti gli elementi utili affinché le rose abbiano la migliore crescita e fioritura in Primavera, prevenendo malattie ed esaltando la fioritura nella bella stagione. Durante l’incontro verranno affrontati anche argomenti di giardinaggio in generale. Il corso sarà tenuto da Marco Mazza, proprietario della dimora storica, progettista dei magnifici giardini del palazzo e titolare dell’azienda agricola specializzata nella coltivazione e produzione di rose antiche, botaniche, inglesi e selvatiche.

La quota di iscrizione è di 40,00€ con una pianta di rose in omaggio. Per iscriversi basta compilare il modulo online che trovate qui (modulo di iscrizione)

Tel +39 3391351913
www.facebook.com/castelloquistini
stampa@castelloquistini.com

No comments

Pagina successiva »